Diretta Diamond League 2019 Londra/ Streaming video e tv: Williams e Wharlom al top!

- Claudio Franceschini

Diretta Diamond League 2019 Londra: sabato 20 luglio avremo il primo dei due appuntamenti con gli Anniversary Games, assenti purtroppo sia Filippo Tortu che Gianmarco Tamberi.

Luvo Manyonga salto lungo lapresse 2019
Diretta Diamond League 2019 Londra (Foto LaPresse)

Nei centro metri ad ostacoli femminili della Diamond League 2019, la Williams sfodera una performance straordinaria di 12.32, trasformando la gara odierna in un pomeriggio indimenticabile. Prima di lei a mettersi in mostra è stato il norvegese Karsten Warholm nel maschile, con un blitz da 47.12 nei 4500 ostacoli. Per il velocista norvegese si tratta di un risultato importantissimo e prestigioso in questa Diamond League 2019: “Cerco sempre di sorprendere e di superarmi ma non sempre è possibile farlo”, riportano i media, sottolineando la sua prestazione maiuscola. “Per ottenere dei risultati servono lavoro, impegno e dedizione. Solo così si ottengono risultati straordinari”.  (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

DIAMOND LEAGUE: PRIMI RISULTATI

Proseguono le gare di questo pomeriggio a Londra per la Diamond League 2019 e arrivano i primi verdetti. Cominciamo dalla gara ad ostacoli dei cento metri femminili, con Danielle Williams prima classificata, Nia Ali seconda, terza Queen Harrison. Per quanto riguarda i 1500 metri femminili prima la britannica Laura Muir, secondo piazzamento per la mezzofondista kenyota Winny Chebet e terza posizione per Gabriela Stafford. I verdetti dei cento metri maschili, invece, vedono primeggiare il sudafricano Akani Simbine. Secondo posto per Zharnel Hughes e terzo piazzamento per l’atleta giamaicano Yohan Blake.  (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

DIAMOND LEAGUE: SUPER TATSIANA KHALADOVIC

Si accendono le sfide della Diamond League 2019 di Londra ed entrano nel vivo con lo show di Elaine Thompson, che vince nella sua disciplina con un tempo di 22.13. Grande forma fisica e classe per l’atleta jamaicana, che si conferma al top. La sua performance precede il record del velocista norvegese Karsten Warholm che si piazza al sesto posto nella classifica di tutti i tempi con un punteggio di 47.13. Per quanto riguarda il lancio del giavellotto, è il momento della campionessa europea ad Amsterdam 2016, Tatsiana Khaladovich (Taccjana Uladzimiraŭna Chaladovič) che si mette in mostra con un lancio di 66,10 metri. Procede a ritmo spedito la Diamond League 2019 di Londra, con tanti altri protagonisti pronti a mettersi in mostra e ad appassionare milioni di sportivi collegati da tutto il mondo. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

DIAMOND LEAGUE 2019, ASTA FEMMINILE

Arriva il weekend e torna la Diamond League 2019 di Londra, dove si preannuncia un grande pomeriggio di sport. Grande attesa di vedere all’opera tutti i protagonisti del giorno, in un sabato che si profila davvero emozionante. Si comincia coi i 400 metri femminili e si prosegue col salto con l’asta femminile. In ordine abbiamo Michaela Meijern, Yarisley Silva, Robeilys Peinado, Holly Bradshaw, Kat Stefanidi, Angelica Bengtsson, Alysha Newmann, Anzhelika Sidorova. Ricordiamo che per conoscere tutti i risultati e l’andamento di tutte le gare è possibile seguire l’evento sul profilo twitter ufficiale della Diamond League 2019, con aggiornamenti, foto e post in tempo reale.

COMINCIANO LE GARE

Siamo pronti a vivere le sfide della Diamond League 2019 Londra: tra pochi minuti iniziano le gare, e tra i tanti protagonisti (nei 400 metri piani) sarà presente anche Matt Hudson-Smith. L’atleta di casa, ventiquattrenne di Wolverhampton, è il campione europeo in carica: lo scorso anno a Berlino ha corso in 44’’78 centrando il secondo titolo a livello continentale (il primo era arrivato nella 4×400) e mettendo al collo la seconda medaglia nella specialità dopo l’argento del 2014, quando paradossalmente aveva centrato un miglior tempo (44’’75). Il personale di Hudson-Smith è un 44’’48 corso alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, tempo che gli è valso la qualificazione alla finale: qui però il britannico è giunto ultimo (44’’61) in una gara vinta da Wayde Van Niekerk con il record del mondo di 43’’03. Sicuramente dunque Hudson-Smith non è ancora al livello dei migliori sui 400 metri, ma potrebbe presto arrivarci; adesso è arrivato il momento di metterci comodi e assistere alle gare della Diamond League 2019 Londra, che finalmente cominciano! (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME SEGUIRE LA DIAMOND LEAGUE 2019 LONDRA

La diretta tv della Diamond League 2019 Londra sarà disponibile come sempre sulla televisione satellitare, ma il collegamento da parte di Sky Sport Arena (canale 204) partirà soltanto alle ore 18:30. In assenza di un televisore sarà possibile seguire le gare degli Anniversary Games anche in diretta streaming video, attivando senza costi aggiuntivi l’applicazione Sky Go su apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone.

IL DUELLO DI SPICCO

Alla Diamond League 2019 Londra si prospetta un grande duello nel salto in lungo maschile: saranno presenti infatti Luvo Manyonga e Juan Miguel Echevarria. Il sudafricano, che ha un personale di 8,65 saltato due anni fa ed è il primatista nel suo continente, è l’oro mondiale in carica e ha nella sua bacheca anche un argento olimpico nel 2016, ma il ventenne Echevarria, cubano, lo scorso giugno ha fatto qualcosa di incredibile. Alla Diamond League di Stoccolma, lo scorso anno, ha saltato 8,83 arrivando ad una misura che nessuno centrava da 23 anni; purtroppo il risultato non è stato omologabile per il vento oltre i limiti, ma due giorni più tardi a Ostrava è arrivato un 8,66 che lo ha messo al decimo posto delle migliori prestazioni di tutti i tempi. Di fatto dunque Echevarria entra in questa gara con un personale migliore rispetto a quello di Manyonga, che però in questa stagione ha saltato un centimetro in più: sarà una sfida assolutamente stellare, con l’altro sudafricano Ruswahl Samaai che sulla carta potrebbe fare da terzo incomodo. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DIAMOND LEAGUE LONDRA

La Diamond League 2019 Londra come sempre raddoppia: nella capitale inglese avremo infatti due appuntamenti, e il primo di questi sarà quello di sabato 20 luglio, otto giorni dopo la kermesse che abbiamo vissuto a Montecarlo. Le gare scattano alle ore 14:35, ora italiana, e saremo già nel vivo perchè nel primo pomeriggio avremo tante competizioni che valgono per il diamante: i 100 ostacoli femminili faranno da apripista con la presenza della portoricana Jasmine Camacho-Quinn e di Danielle Williams, la giamaicana che ha timbrato la migliore prestazione stagionale con 12’’66. L’ultima gara presente in calendario invece è la 4×100 femminile, alle 17:20 di casa nostra: purtroppo non sarà presente l’Italia ma il testa a testa tra Gran Bretagna e Giamaica promette scintille. Ricordiamo che la Diamond League 2019 Londra va agli archivi con la denominazione ufficiale di Muller Anniversary Games.

DIRETTA DIAMOND LEAGUE 2019 LONDRA: NESSUN ITALIANO IN GARA

Nella Diamond League 2019 Londra, almeno per quanto riguarda le gare del sabato, non saranno presenti italiani: sarà dunque un appuntamento che per la federazione di casa nostra significa poco, anche se certamente bisognerà studiare i potenziali avversari in vista delle prossime gare. Filippo Tortu ha subito un infortunio al bicipite femorale che gli ha impedito di partecipare anche al meeting di Montecarlo; non prenderà il via alla gara di salto in alto Gianmarco Tamberi. Qui però stiamo parlando di una competizione che sarà in programma domenica: se non altro Eseosa Desalu sarà ai blocchi di partenza per i 200 metri che si corrono alle ore 16:19 del 21 luglio, e che vedono favorito il giamaicano Rasheed Dwyer anche se in questa stagione il giamaicano ha penato, e il miglior tempo di entrata nella competizione è il 20.08 di Mario Burke, corridore delle Barbados. Desalu, venticinquenne di Casalmaggiore con origini nigeriane, lo scorso anno è stato argento ai Giochi del Mediterraneo dove ha vinto l’oro nella 4X100: ha un personale decisamente più alto rispetto ai favoriti ma solo tre dei partecipanti a questa gara hanno corso più veloce di lui in stagione, dunque potrebbero anche esserci speranze di podio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA