DIRETTA/ Fiorentina Inter (risultato finale 1-1) streaming tv: pari di Vlahovic!

- Alessandro Nidi

Diretta Fiorentina Inter streaming video tv: orario, quote, probabili formazioni e risultato live della partita di Serie A.

Vincenzo Montella
Vincenzo Montella, ex tecnico della Fiorentina (LaPresse, 2019)

DIRETTA FIORENTINA INTER (RISULTATO FINALE 1-1): PARI DI VLAHOVIC!

Ultimi cambi da una parte e dall’altra, al 38′ Montella inserisce Eysseric al posto di Castrovilli, mentre al 39′ Lautaro Martinez e Borja Valero lasciano spazio nell’Inter a Politano e Agoume. Al 42′ Pulgar cerca di pescare il jolly dalla distanza ma calcia ampiamente a lato, mentre al 43′ Godin rileva Bastoni. 6′ di recupero con la Fiorentina che tenta gli ultimi assalti a caccia del pareggio e viene premiata al 92′: Pezzella ruba palla a Politano, l’Inter si fa infilare in contropiede con Vlahovic che sfonda sulla sinistra, Skriniar non chiude la marcatura e il giovane croato piazza una traiettoria eccezionale alle spalle di Handanovic. Si chiude sull’1-1, boccata d’ossigeno per Montella, l’Inter si vede raggiunta in testa alla classifica dalla Juventus. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E TV: COME SEGUIRE FIORENTINA INTER

La diretta tv di Fiorentina Inter sarà garantita in esclusiva da Sky, e dunque sarà un servizio riservato in esclusiva agli abbonati che, in assenza di un televisore, potranno seguire la sfida in landa toscana in diretta streaming video attivando l’applicazione Sky Go, che non comporta costi aggiuntivi, su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

TANTE AMMONIZIONI

Al 18′ Inter di nuovo vicino al raddoppio, con cross di Biraghi che trova la testa di Lautaro Martinez e il pallone che finisce di poco a lato. Al 20′ risponde la Fiorentina con un gran destro dalla distanza di Castrovilli, sul quale Handanovic riesce ad opporsi. Al 21′ Benassi prende il posto di Badelj nella Fiorentina, subito dopo ancora Boateng ci prova di testa, senza inquadrare lo specchio della porta. Al 24′ un fallo su D’Ambrosio costa l’ammonizione a Dalbert, poi al 28′ Dragowski deve opporsi d’istinto a una potente conclusione di Lukaku. La partita resta in bilico, vengono ammoniti anche Borja Valero e Lautaro Martinez, per un intervento su Dragowski che resta a terra qualche minuto, stordito. Giallo anche per Pulgar al 35′, per un fallo tattico su Brozovic, mentre Dragowski sembra poter continuare regolarmente a giocare. (agg. di Fabio Belli)

ENTRA VLAHOVIC

Nessun cambio nell’intervallo, il match riparte con l’Inter guardinga e la Fiorentina che fatica a trovare sbocchi offensivi. La prima conclusione a rete del secondo tempo si fa registrare al 6′ con Castrovilli che libera al tiro Pulgar, il rasoterra del cileno finisce a lato. Al 7′ ammonito Badelj per un intervento irregolare su Biraghi, i ritmi restano comunque bassi. Buon anticipo di Pezzella su Lukaku, sull’altro fronte finisce alto sopra la traversa un colpo di testa di Boateng. Al 14′ cambio per i viola, un Federico Chiesa non al meglio viene sostituito da Vlahovic, al “Franchi” però è sempre l’Inter a condurre grazie al gol realizzato da Borja Valero a inizio primo tempo. (agg. di Fabio Belli)

GOL ANNULLATO A LAUTARO

Al 31′ viene ammonito Bastoni, a gomito alto su Chiesa. Al 33′ Handanovic neutralizza un colpo di testa di Milenkovic, che al 34′ sfiora il patatrac rinviando in area addosso a Lukaku, col pallone che finisce sull’esterno della rete. Al 39′ ripartenza micidiale dei nerazzurri, Lukaku serve Lautaro Martinez tutto solo a centro area e per Dragowski non c’è scampo, ma il raddoppio interista viene annullato per l’iniziale posizione di fuorigioco dell’attaccante belga. Qualche problema al ginocchio per Castrovilli che stringe i denti e continua fino all’intervallo, poi al 43′ Dragowski salva quasi sulla linea su un colpo di testa di Lukaku. 3′ di recupero e Bastoni chiude con un bel recupero su Chiesa, si va negli spogliatoi con l’Inter in vantaggio 0-1 sul campo della Fiorentina. (agg. di Fabio Belli)

AMMONITO BROZOVIC

Badelj insiste con le conclusioni dalla distanza e ci riprova al 16′, senza fortuna. Gli affondi di Lirola sono ripetuti, l’Inter ripiega bene in difesa, poi al 21′ Borja Valero respinge col corpo una conclusione da circa venti metri di Milenkovic. Al 27′ Brozovic ferma una ripartenza viola con Castrovilli, ma lo fa fallosamente e viene ammonito, poi alla mezz’ora è De Vrij a chiudere con attenzione su un cross dal fondo di Dalbert. La Fiorentina cerca con insistenza di affondare sulle fasce ma non riesce a sfondare centralmente e tutte le iniziative della squadra di Montella vengono sistematicamente interrotte ai sedici metri, con l’Inter che resta in vantaggio di misura allo stadio Artemio Franchi. (agg. di Fabio Belli)

BORJA VALERO, GOL DELL’EX!

Inizio al piccolo trotto allo stadio Artemio Franchi, con la Fiorentina che prova a ripartire a fronte di un possesso palla insistito dell’Inter. Qualche problema per Badelj per un colpo subito al volto, poi già all’8′ l’Inter trova la fiammata che sblocca la partita. Pallone filtrante di Brozovic che trova l’inserimento di Borja Valero sul versante di sinistra, lo spagnolo si accentra e con una finta elude la guardia di Milenkovic e spiazza Dragowski col pallone che si insacca sul primo palo. Classico gol dell’ex e Fiorentina che prova a reagire al 10′ con un sinistro di Dalbert che finisce tra le braccia di Handanovic. Al 14′ ottima chance per i viola con Lirola che innesca Badelj, il croato cerca l’incrocio dei pali ma trova una grande risposta di Handanovic che salva il vantaggio interista. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Fiorentina Inter si gioca a minuti, spazio allora ancora a qualche numero prima di cedere la parola allo stadio Artemio Franchi per il posticipo di Serie A. Per la Fiorentina di Vincenzo Montella possiamo parlare di un insoddisfacente cammino di centro classifica con 16 punti, grazie a quattro vittorie, altrettanti pareggi e sette sconfitte. La differenza reti per i viola è negativa, con un brutto -4 dovuto a 19 gol segnati e 23 subiti. L’Inter di Antonio Conte è invece la capolista e vanta numeri eccellenti in campionato: 38 punti in classifica grazie a dodici vittorie, due pareggi e una sola sconfitta per i nerazzurri, la differenza reti dell’Inter infine è un buonissimo +18 grazie a 31 gol segnati e 13 subiti, migliore difesa del campionato. Adesso però non è più tempo di numeri e parole: leggiamo le formazioni ufficiali di Fiorentina Inter, poi la partita comincia! FIORENTINA (3-5-2): 69 Dragowski; 4 Milenkovic, 20 Pezzella, 22 Caceres; 21 Lirola, 78 Pulgar, 5 Badelj, 8 Castrovilli, 29 Dalbert; 25 Chiesa, 10 Boateng. A disposizione: 1 Terracciano, 6 Ranieri, 9 Pedro, 11 Sottil, 15 Cristoforo, 16 Eysseric, 17 Ceccherini, 18 Ghezzal, 23 Venuti, 24 Benassi, 27 Zurkowski, 28 Vlahovic. Allenatore: Vincenzo Montella. INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 de Vrij, 95 Bastoni; 33 D’Ambrosio, 8 Vecino, 20 Borja Valero, 77 Brozovic, 34 Biraghi; 9 Lukaku, 10 Lautaro. A disposizione: 27 Padelli, 46 Berni, 2 Godin, 13 Ranocchia, 16 Politano, 19 Lazaro, 21 Dimarco, 30 Esposito, 32 Agoumé. Allenatore: Antonio Conte. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

MONTELLA CONTRO CONTE

Prima di poter dare la parola al campo per la diretta di Fiorentina Inter, vogliamo certo mettere a confronto i due allenatori che saranno protagonisti in campo al Franchi oggi. Padrone di casa sarà naturalmente Vincenzo Montella, alla sua seconda esperienza con i viola, cominciata per la precisione il 10 aprile del 2019. Da qui il tecnico di Pomigliano d’Arco (che pure ha servito il Milan e dunque gli parrà quasi uno scontro derby oggi) ha messo a tabella 24 presenze coi gigliati per una media punti di 0,88 a match, che deve certo migliorare anche perchè si gioca di fatto la panchina avendo perso le ultime quattro partite di questo campionato di Serie A. Di contro ecco Antonio Conte, allenatore dell’Inter solo da questa estate e che dunque vanta in statistica appena 21 presenze coi nerazzurri. Ricordiamo però che il tecnico pugliese fino a qui ha registrato una media punti di 2,14 a match: statistiche dunque davvero interessanti.

I TESTA A TESTA

Andiamo a vedere per la diretta di Fiorentina Inter i precedenti. La gara si è disputata a Firenze per 81 volte con il bilancio che ci parla di 29 successi per la viola, 18 per i nerazzurri e 34 pareggi. Nella scorsa stagione la gara terminò con un pareggio per 3-3. I viola erano andati in vantaggio dopo appena un minuto per un autorete di Stefan de Vrij. I nerazzurri erano riusciti addirittura andati sul 1-3 con i gol di Matias Vecino, Matteo Politino e Ivan Perisic su rigore. Negli ultimi quindici minuti i toscani erano stati in grado di pareggiare grazie alle reti di Luis Muriel e Jordan Veretout su calcio di rigore addirittura al minuto numero 11 di recupero. Clamoroso era stato l’ultimo successo della Fiorentina, in grado di imporsi col risultato di 5-4. I viola erano andati avanti con Vecino al minuto 23, subendo la rimonta firmata Perisic e Icardi nel primo tempo. Nella ripresa pronti via Federico Bernardeschi sbagliava un calcio di rigore ma arrivavano poi le reti del compianto e straordinario Davide Astori, di Vecino e la doppietta di Babacar. Nel finale l’Inter la riapriva con una doppietta di Icardi senza trovare però la via al pari. L’ultimo successo dell’Inter è del febbraio del 2014, un 22-1 arrivato grazie ai gol di Palacio e Icardi con in mezzo il pari momentaneo di Cuadrado. (agg. di Matteo Fantozzi)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Fiorentina Inter, diretta dall’arbitro Mariani, è la partita prevista alle ore 20.45 della sedicesima giornata del campionato italiano di Serie A 2019-2020, in programma domenica 15 dicembre presso lo stadio Artemio Franchi di Firenze. Padroni di casa che non possono più fallire, onde evitare di ritrovarsi invischiati nella lotta per non retrocedere. I toscani, infatti, hanno perso le ultime quattro partite e il successo più recente risale addirittura al 30 ottobre scorso (1-2 al Mapei Stadium di Reggio Emilia ai danni del Sassuolo). I viola sono attualmente tredicesimi in classifica, a quota 16 punti e conservano un margine non troppo generoso sul terz’ultimo posto, distante appena 5 lunghezze. La pazienza del patron Rocco Commisso sembra avere le ore contate: sul banco degli imputati è già finito il tecnico, Vincenzo Montella, la cui panchina è pronta a saltare. In caso di nuova sconfitta, la squadra dovrebbe essere affidata a un nuovo allenatore, il cui identikit risponderebbe a quello dell’ex ct azzurro Cesare Prandelli. Sentimenti contrastanti, invece, tra le fila degli ospiti, in vetta alla Serie A con 38 punti all’attivo, ma eliminati ai gironi di Uefa Champions League e retrocessi in Europa League, le cui gare si disputano al giovedì, con ulteriore dispendio energetico per una rosa, quella di Antonio Conte, la cui coperta appare corta, cortissima.

PROBABILI FORMAZIONI FIORENTINA INTER

Proviamo ora a ipotizzare le probabili formazioni di Fiorentina Inter, sfida traboccante di significati e auspici per ambedue le compagini e le tifoserie. I padroni di casa dovrebbero adottare il 3-5-2, schierando Dragowski fra i pali e, a ridosso della linea dei 16 metri, il terzetto difensivo formato da Milenkovic, Pezzella (in vantaggio su Ceccherini) e Caceres. In mediana, nel ruolo di playmaker agirà Badelj (favorito su Benassi), affiancato dai suoi “scudieri” Pulgar e Castrovilli, pronti a garantire fisicità e qualità nella tonnara di mezzo. Più larghi, sulle corsie laterali, troveranno collocazione Lirola e Dalbert (giunto in prestito a Firenze proprio dall’Inter). Tandem offensivo composto da Chiesa e Vlahovic. Montella non potrà contare sull’apporto dell’indisponibile Ribéry. La capolista del torneo dovrebbe schierarsi a specchio, con il confermatissimo Handanovic in porta, mentre D’Ambrosio (in ballottaggio con Godin), De Vrij e Skriniar avranno il compito di proteggere l’estremo difensore sloveno. In mezzo al campo spazio all’estro e alla fantasia di Vecino, Brozovic e Borja Valero, con Candreva (o Lazaro) sulla fascia destra e l’ex di giornata Biraghi su quella sinistra. In avanti, fiducia totale nel duo Lukaku e Lautaro Martinez. Indisponibili Gagliardini, Sensi, Barella, Sanchez e Kwadwo Asamoah.

PRONOSTICO E QUOTE

Pronostico favorevole all’Inter, almeno sulla carta, secondo l’agenzia di scommesse sportive Snai. Il segno 2 è quotato a 2,10, mentre il segno 1 a 3,40. Il pareggio al termine dei 90 minuti regolamentari rappresenta tuttavia l’opzione più remunerativa: paga, infatti, 3,45 volte l’importo scommesso. Sostanzialmente equilibrato il confronto Under e Over 2.5: le rispettive quote sono pari a 1,95 e 1,75.



© RIPRODUZIONE RISERVATA