Diretta/ Fortitudo Bologna Cantù (risultato finale 75-68): i brianzoli retrocedono!

- Claudio Franceschini

Diretta Fortitudo Bologna Cantù, risultato finale 75-68: i brianzoli sono retrocessi in Serie A2, anche a causa del risultato che matura al PalaRadi, salva l’Aquila che però ha volato basso.

Pietro Aradori Fortitudo Bologna Brescia facebook 2021 640x300
Diretta Fortitudo Bologna Cantù, basket Serie A1 29^ giornata (da facebook.com/FortitudoBO103)

DIRETTA FORTITUDO BOLOGNA CANTÙ (RISULTATO FINALE 75-68)

Fortitudo Bologna Cantù 75-68: grande colpo dell’Aquila, che si salva e, insieme con la vittoria di Brescia a Cremona, condanna l’Acqua San Bernardo a una retrocessione epocale e storica in negativo, aspettando ovviamente le decisioni della Lega. La Fortitudo ottiene il successo al termine di una partita che è sempre stata molto equilibrata, nella quale non è mai riuscita a prendere il largo ma ha comunque condotto le operazioni nel secondo tempo, mantenendo sempre la testa avanti; la grande prova di Adrian Banks e Pietro Aradori, unita alla concretezza di Dario Hunt e Todd Withers, ha fatto la differenza a favore di una Lavoropiù che per una volta è stata brava a non farsi prendere dai nervi, riuscendo a gestire i momenti caldi e ricacciando indietro una Cantù nella quale come sempre il principale contributo è arrivato da Frank Gaines, mentre Jaime Smith non è stato troppo dentro la serata e anche Maarty Leunen ha peccato al tiro. Bene Gabriele Procida, conferma per l’ultimo arrivato Ivica Radic che ha fatto la differenza sotto canestro giocando anche tanti possessi offensivi, ma non è servito: di fatto Cantù saluta al momento la Serie A1, poi si vedrà se accadrà qualcosa a bocce ferme… (agg. di Claudio Franceschini)

FORTITUDO BOLOGNA CANTÙ (RISULTATO 38-38): INTERVALLO

Fortitudo Bologna Cantù 38-38: partita molto interessante quella della Unipol Arena, dove l’andamento sembra seguire il timore di due squadre che stanno lottando per la salvezza. L’Acqua San Bernardo scatta nei primissimi possessi del match, la Lavoropiù però allunga per prima le mani su un vantaggio importante (+7) grazie al lavoro di Todd Withers e Adrian Banks, lasciando intendere di poter scappare. Così non accade, perché i brianzoli trovano Frank Gaines: assente nell’ultima uscita, l’ex della Virtus Bologna arriva rapidamente in doppia cifra mostrando tutto il suo talento offensivo, per contro Jaime Smith continua a litigare con il canestro come già gli era accaduto settimana scorsa. Dunque Cantù rientra, ma ancora una volta la Fortitudo sa riprendersi; quando l’ex Pietro Aradori si iscrive alla partita il gioco offensivo dell’Aquila appare più fluido, la guardia dà anche una mano a Dario Hunt sotto i tabelloni. Per adesso però siamo in un equilibrio che potrebbe essere scalfito solo con gli ultimissimi possessi del match; sarà interessante scoprire come andranno le cose nel secondo tempo alla Unipol Arena, dove la tensione è decisamente palpabile come dimostrato da percentuali non certo esaltanti da ambo le parti… (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA FORTITUDO BOLOGNA CANTÙ STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Fortitudo Bologna Cantù sarà trasmessa in chiaro su Rai Sport + HD (numero 57 del digitale terrestre) e dunque anche in mobilità su sito o app ufficiali di Ray Play; sappiamo inoltre che tutto il programma di basket Serie A1 è fornito dalla piattaforma Eurosport Player, e dunque potrete assistere al match in diretta streaming video sottoscrivendo un abbonamento al servizio. Ricordiamo inoltre la possibilità di visitare liberamente il sito www.legabasket.it, sul quale troverete le informazioni utili come il tabellino play-by-play, le statistiche dei giocatori in campo, il boxscore aggiornato in tempo reale e ovviamente la classifica del torneo.

CLICCA QUI PER LO STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

FORTITUDO BOLOGNA CANTÙ (RISULTATO 0-0): PALLA A DUE!

Siamo pronti a vivere la diretta di Fortitudo Bologna Cantù: in caso di vittoria brianzola le due squadre potrebbero essere coinvolte in un infuocato ultimo turno per la salvezza, e allora vale la pena ricordare che la partita di andata, giocata il 2 gennaio al PalaBancoDesio, era stata vinta dall’Aquila con il risultato di 80-67. C’erano stati 19 punti e 6 rimbalzi di un Leonardo Toté che aveva tirato con il 70% dal campo, 18 punti li aveva garantiti Adrian Banks (nonostante il 6/16) mentre all’Acqua San Bernardo non erano bastati i 12 di James Woodard e i 10 con 5 rimbalzi di Sha’markus Kennedy, soprattutto perché Jaime Smith aveva chiuso con 1/5 dall’arco. Dunque, la Lavoropiù ha eventualmente un’altra ancora di salvataggio: contenendo un’eventuale sconfitta entro i 12 punti di margine resterebbe davanti ai brianzoli in classifica, e vincendo all’ultima giornata si garantirebbe la salvezza. Dunque a noi non resta ora che metterci comodi e stare a vedere come andranno le cose sul parquet della Unipol Arena, al quale ci rivolgiamo senza ulteriori indugi perché la palla a due di Fortitudo Bologna Cantù sta finalmente per alzarsi! (agg. di Claudio Franceschini)

FORTITUDO BOLOGNA CANTÙ: IL GRANDE EX

Il grande ex nella diretta di Fortitudo Bologna Cantù è naturalmente Pietro Aradori. La firma del bresciano con la società brianzola è avvenuta nel 2012: Aradori arrivava da due stagioni con la dominante Siena del periodo, e aveva accettato di giocare per Andrea Trinchieri. Il primo anno era stato ottimo: partecipazione all’Eurolega, vittoria della Supercoppa (per lui la terza consecutiva), semifinale playoff dove purtroppo la corsa si era interrotta contro Roma. Per Aradori 15 punti di media; l’ottimo impatto su Cantù era stato confermato nel 2013-2014, stavolta sotto la guida di Stefano Sacripanti, ma la squadra non era riuscita a confermarsi e, nonostante il terzo posto in regular season, era stata eliminata al primo turno dei playoff. Incredibilmente, era stata ancora la Virtus Roma a chiudere la porta in faccia ad Aradori; il bresciano aveva così deciso per l’addio, accettando la proposta del Galatasaray che gli garantiva l’Eurolega ma poi cambiando a stagione in corso, per i problemi finanziari del club turco, e accasandosi all’Estudiantes. Il ritorno in Italia sarebbe avvenuto qualche mese dopo, per disputare i playoff con la canotta della Reyer Venezia; dal 2019 invece Aradori gioca per la Fortitudo, dopo essere passato anche per la Virtus Bologna. (agg. di Claudio Franceschini)

FORTITUDO BOLOGNA CANTÙ: INCROCIO SALVEZZA

Fortitudo Bologna Cantù è in diretta dalla Unipol Arena, alle ore 20:30 di domenica 25 aprile: si gioca un turno quasi in contemporanea nel campionato di basket Serie A1 2020-2021, siamo arrivati alla 29^ giornata che è la penultima e qui in Emilia va in scena una delicatissima sfida per la salvezza. Due società nobili che, al netto di possibili e probabili modifiche nel regolamento, rischiano di finire nella serie minore: la Lavoropiù ha perso a Venezia e ancora una volta ha dimostrato i tanti limiti tecnici che hanno accompagnato tutta la stagione, ora serve una vittoria interna per salvarsi.

Non sarà comunque facile contro l’orgoglio dell’Acqua San Bernardo, che nelle ultime giornate ha sfiorato un paio di volte il successo ma è sempre caduta sul filo di lana, quasi a conferma di un campionato maledetto: ultima di queste sconfitte, quella contro Reggio Emilia: adesso bisogna dare tutto e nella diretta di Fortitudo Bologna Cantù vedremo quale sarà la reazione dei brianzoli, aspettando la palla a due noi proviamo ad anticipare quelli che potrebbero esserne i temi principali.

DIRETTA FORTITUDO BOLOGNA CANTÙ: RISULTATI E CONTESTO

La diretta di Fortitudo Bologna Cantù è dunque un dentro o fuori, o quasi: sicuramente per l’Acqua San Bernardo che, dovesse perdere, sarebbe sostanzialmente condannata alla Serie A2 (mentre la Lavoropiù sarebbe salva), mentre l’Aquila avrebbe ancora un ultimo salvagente disponibile.

Ad ogni modo, stiamo parlando di due squadre che raramente hanno mostrato le loro qualità; la differenza se vogliamo sta nel fatto che, mentre i brianzoli erano attesi a una stagione simile viste le difficoltà economiche e un roster che puntava a questo obiettivo minimo, la Fortitudo sperava e pensava di potersi inserire nella corsa per i playoff, invece si è ritrovata sul fondo dello schieramento e ha dovuto nuotare con vigore per tornare in superficie, evitando di staccarsi dal gruppo e anzi per un certo periodo tornando a puntare l’ottavo posto.

Le ultime sconfitte hanno sconfessato questo traguardo, ora si tratta di prendersi un ultimo successo per evitare la retrocessione, e poi con calma riprogrammare per il prossimo campionato che non potrà decisamente essere come questo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA