DIRETTA/ Frosinone Lazio (risultato finale 0-1) streaming tv: Moro manca il raddoppio

- Claudio Franceschini

Diretta Frosinone Lazio streaming video tv: probabili formazioni, orario e risultato live della partita amichevole che si gioca al Benito Stirpe, appuntamento sabato 12 settembre.

Simone Inzaghi Lazio camicia lapresse 2020 640x300
Diretta Frosinone Lazio, amichevole (Foto LaPresse)

DIRETTA FROSINONE LAZIO (RISULTATO FINALE 0-1): MORO MANCA IL RADDOPPIO

La Lazio vince di misura l’amichevole allo stadio Benito Stirpe contro il Frosinone. La squadra di Inzaghi manca il raddoppio nonostante le molte chance, comunque buone indicazioni per il tecnico biancazzurro che ha anche recuperato Lucas Leiva a centrocampo. Tantissimi i cambi nel finale di partita, tra i ciociari fuori Beghetto e Brighenti e dentro Ghazoini e D’Elia, Inzaghi ne cambia cinque alla mezz’ora con Correa, Parolo, Immobile, Lazzari e Patric che lasciano spazio a Raul Moro, Armini, Jony e André Anderson. Proprio il giovane spagnolo manca la chance del raddoppio a tu per tu con Iacobucci. Si chiude con una punizione dal limite di Jony che finisce alta sopra la traversa. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

Come tutte le amichevoli dei biancocelesti, anche la diretta tv di Frosinone Lazio sarà disponibile sul canale tematico Lazio Style Channel: fa parte del bouquet della televisione satellitare di Sky e bisognerà essere in possesso dello specifico abbonamento per seguire la partita. In questo caso le immagini potranno essere scaricate anche su PC, tablet e smartphone grazie al servizio di diretta streaming video, attivando senza costi aggiuntivi l’applicazione Sky Go.

LA SBLOCCA CORREA!

Il secondo tempo inizia a ritmi alti, chance per Parolo di testa, poi al 5′ è attento Reina su una conclusione di Beghetto. Al 9′ grande parata di Iacobucci su Immobile, il numero uno del Frosinone devia il pallone sul palo per quello che è il secondo legno colpito dalla formazione biancazzurra. Al 10′ secondo cambio per la Lazio di Inzaghi, fuori Leiva e dentro Escalante, sostituzioni anche nel Frosinone, dentro Capuano e Ariaudo per Krajnc e Szyminski. Correa si fa di nuovo ipnotizzare da Iacobucci, ma al 17′ la Lazio passa: pallone delizioso di Immobile che libera in area Correa, che stavolta completamente solo davanti al portiere avversario piazza il pallone in fondo al sacco. Al 19′ Lazio ancora pericolosa con una conclusione di Parolo che finisce di poco a lato, poi altro doppio cambio per Nesta: escono Vitale e Trotta, dentro Errico e Ardemagni. Nella Lazio escono Akpa Akpro e Kinyie ed entrano Luakaku e Caicedo, poi al 23′ Bastos prende il posto di Radu. (agg. di Fabio Belli)

CORREA SI DIVORA IL VANTAGGIO

Insiste la Lazio che cerca con caparbietà il vantaggio, al 28′ Iacobucci si distende bene su una gran botta di Kiyine da posizione defilata sulla sinistra, mentre alla mezz’ora Correa libera Parolo in area di rigore ma il centrocampista laziale calcia alle stelle da buona posizione. Al 36′ una buona combinazione tra Kiyine e Akpa Akpro non sorprende Iacobucci, ma al 39′ è Correa a divorarsi il vantaggio a tu per tu con Iacobucci, calciando addosso all’estremo difensore avversario. Il primo tempo si chiude con l’ammonizione di Akpa Akpro per un duro intervento a centrocampo, i due ex Salernitana si sono mossi bene e la Lazio ha sostanzialmente dominato il primo tempo, ma al momento della conclusione a rete la squadra di Inzaghi si è sciolta come neve al sole e il Frosinone ha resistito sullo 0-0 a fine primo tempo nell’amichevole tra le mura amiche dello stadio Benito Stirpe. (agg. di Fabio Belli)

TRAVERSA DI LAZZARI!

Inizia con un problema per la Lazio il match allo stadio Benito Stirpe, brutto fallo di Kastanos su Luiz Felipe e dopo 9′ e qualche tentativo per restare in campo il difensore brasiliano biancazzurro deve dare forfait, al suo posto Simone Inzaghi inserisce Patric. Al 10′ segna l’ex Salernitana Akpa Akpro, ma il gioco era già fermo, al 13′ è attento Iacobucci su un’incursione di Immobile. Grande chance per la Lazio al 18′, pallone con contagiri di Kiyine in area per Lazzari, che colpisce quasi a colpo sicuro ma il pallone si stampa sulla traversa a Iacobucci battuto. Al 20′ manca la chance Correa che da buona posizione calcia addosso al portiere avversario, buona partenza della Lazio ma a metà primo tempo il risultato non si è ancora sbloccato nell’amichevole a Frosinone. Queste le formazioni schierate dal 1′ dai due allenatori. FROSINONE (3-5-2): Iacobucci; Brighenti, Szyminski, Krajnc; Salvi, Tribuzzi, Vitale, Kastanos, Beghetto; Dionisi, Trotta. A disp.: Bardi, Bastianello, Capuano, Giordani, Ghiazoini, Ariaudo, Errico, Coccia, Santarpia, D’Elia, Ardemagni.All.: Nesta. LAZIO (3-5-2): Reina; Luiz Felipe (9’pt Patric), Acerbi, Radu; Lazzari, Parolo, Leiva, Akpa-Akpro, Kiyine; Correa, Immobile. A disp.: Strakosha, Adamonis, Armini, Bastos, Escalante, A. Anderson, D. Anderson, Jony, Lukaku, Caicedo, Raul Moro. All.: Inzaghi. Arbitro: Campobasso di Formia. (agg. di Fabio Belli)

SI GIOCA

Eccoci finalmente pronti a vivere la diretta di Frosinone Lazio. Come abbiamo detto, le ultime due amichevoli dei biancocelesti non sono state brillantissime: contro il Padova la squadra ha faticato a prendere ritmo, si è dovuta aggrappare a Pepe Reina che ha parato un rigore sullo 0-0 e ha trovato negli ultimissimi minuti l’autorete decisiva su un episodio davvero sfortunato per i biancoscudati, formazione che giocherà in Serie C il prossimo campionato. Contro il Vicenza, neopromosso in Serie B e avversario del Padova nel 2019-2020, se non altro sono arrivati tre gol, ma è anche vero che la difesa ne ha incassati due; insomma qualcosa da registrare per Simone Inzaghi c’è, le scorie dell’intenso finale della scorsa stagione si fanno sentire e poi bisogna ricordare che il gruppo, nel corso del ritiro di Auronzo di Cadore, ha perso i nazionali che sono partiti per giocare le partite di Nations League. Sarà interessante vedere quello che succederà contro un avversario credibilissimo come quello ciociaro: a questo proposito mettiamoci subito comodi e lasciamo che a parlare sia il terreno di gioco, adesso Frosinone Lazio può realmente prendere il via! (agg. di Claudio Franceschini)

IL PROTAGONISTA

Frosinone Lazio è indiscutibilmente la partita di Alessandro Nesta, dallo scorso anno tecnico dei ciociari che ha condotto fino alla finale per la promozione in Serie A, persa contro lo Spezia. Una vita, meglio mezza vita, in biancoceleste per lui: entrato nel settore giovanile a 9 anni, è rimasto fino al 2002 quando a causa dei problemi economici la società è stato costretto a venderlo al Milan, dove ha giocato altre 10 stagioni vincendo tutto. Nesta è stato uno dei più forti centrali al mondo, forse il numero 1 per un certo periodo; i tanti infortuni purtroppo gli hanno impedito di trovare la continuità soprattutto in nazionale (è campione del mondo, ma senza aver potuto giocare le partite decisive). E’ stato capitano di una Lazio fortissima, che in quel periodo si è tolto enormi soddisfazioni: lui ha iniziato a sollevare trofei nel 1995 con lo scudetto Primavera, poi ha vinto il tricolore in Serie A e ci ha aggiunto due volte la Coppa Italia e anche la Supercoppa Italiana, oltre alla Coppa delle Coppe e la Supercoppa Europea. In totale per Nesta le partite con la Lazio sono state 261 in nove stagioni. (agg. di Claudio Franceschini)

TESTA A TESTA

Ci sono quattro precedenti ufficiali di Frosinone Lazio, che fanno ovviamente riferimento ai due campionati che i ciociari hanno disputato in Serie A. Dunque epoca recente, perché siamo negli ultimi cinque anni; oltre a non aver mai battuto i biancocelesti (un pareggio e tre sconfitte), il Frosinone non è mai riuscito a segnare un singolo gol contro l’avversario dell’amichevole di oggi. Allo Stirpe ci sono state reti bianche nel febbraio 2016, mentre nell’ultimo incrocio ufficiale (febbraio di un anno fa) la Lazio si era imposta di misura grazie al gol di Felipe Caicedo. Non troppo più nette le affermazioni allo stadio Olimpico: anzi quella più recente ha visto i biancocelesti imporsi solo in virtù di un destro di Luis Alberto all’inizio del secondo tempo, nell’ottobre 2015 invece la vittoria era arrivata per 2-0 quando la squadra allenata da Stefano Pioli aveva dovuto aspettare il minuto 80 per sbloccare il risultato con Keita Baldé Diao, rifinendo il lavoro in pieno recupero grazie a Filip Djordjevic. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Frosinone Lazio, in diretta dallo stadio Benito Stirpe, si gioca alle ore 18:00 di sabato 12 settembre: rispetto alla prima comunicazione è stata anticipata la data del test che i biancocelesti affrontano sul campo di una squadra allenata dal grande ex Alessandro Nesta, e che anche per la stagione che va a cominciare giocherà nel campionato di Serie B. Frosinone che infatti ha perso la finale playoff contro lo Spezia, dovendo rinunciare a quello che sarebbe stato il terzo salto di categoria negli ultimi sei anni; se non altro la squadra ha confermato di essere competitiva e ci riproverà adesso. L’ultima amichevole che la Lazio ha disputato non è stata brillantissima: una vittoria di misura sul Vicenza, prima ancora un solo gol (tra l’altro un autogol) contro il Padova, ma Simone Inzaghi e i suoi ragazzi sanno di doversi ancora rodare. Vedremo allora come andranno le cose oggi, nella diretta di Frosinone Lazio; aspettando che la partita prenda il via possiamo fare una rapida valutazione su come il tecnico biancoceleste intenda disporre la sua squadra sul terreno di gioco, analizzando nello specifico le probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI FROSINONE LAZIO

Analizzando le probabili formazioni di Frosinone Lazio, bisogna innanzitutto dire che Simone Inzaghi ritrova i nazionali: da valutare se saranno già in campo ma è probabile che il tecnico voglia puntare su un 11 il più possibile simile a quello che poi si vedrà affrontare la stagione ufficiale. Quindi al netto di smentite e decisioni diverse spazio a Strakosha tra i pali con una difesa che comprende Luiz Felipe, Acerbi e Stefan Radu; sulle corsie laterali Manuel Lazzari resta il favorito a destra con Jordan Lukaku e Jony che si giocano la maglia sull’altro versante, in mezzo al campo Lucas Leiva è pronto ma potrebbe essere impiegato nel secondo tempo per uno spezzone, qualora fosse questa la soluzione ci sarà campo per Cataldi come regista, mentre le due mezzali dovrebbero essere Luis Alberto e Sergej Milinkovic-Savic tenendo poi conto che Parolo potrebbe avere un posto da titolare. Davanti, Immobile è pronto a riprendersi la maglia: a fargli compagnia potrebbe essere il giovane spagnolo Raul Moro, ma con il bomber dal primo minuto Inzaghi dovrebbe puntare già su Caicedo per affinare l’intesa tra i due, che certo non ha bisogno di miglioramenti ma si deve nuovamente rodare dopo la pausa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA