Diretta/ Inghilterra Irlanda (risultato finale 15-32): mete di Conan e Bealham!

- Mauro Mantegazza

Diretta Inghilterra Irlanda streaming video tv: orario e risultato live del big-match per il Sei Nazioni 2022 di rugby, oggi sabato 12 marzo.

Irlanda
Diretta Irlanda, Sei Nazioni 2022 (Foto LaPresse)

DIRETTA INGHILTERRA IRLANDA (RISULTATO 15-32): FINE DELLE OSTILITA’

Al Twickenham Stadium di Londra l’Irlanda batte in trasferta l’Inghilterra per 32 a 15. Nel primo tempo la partita si mette subito in salita per i padroni di casa che rimangono in inferiorità numerica dal cartellino rosso rimediato subito al 2′ da Charlie Ewels per un pericoloso placcaggio alto. Gli ospiti ne approfittano per passare in vantaggio con un piazzato di Sexton al 4′ e la meta di Lowe al 6′. Gli inglesi perdono anche per infortunio Curry, rimpiazzato da Dombrandt al 15′, ma accorciano le distanze con due punizioni di Smith tra il 18′ ed il 33′, prima che Keenan ripristini il distacco con un’altra meta al 37′, trasformata da Sexton. Sempre Smith tiene in corsa i suoi a tempo scaduto al 40’+1′ con un piazzato da brivido a lambire il palo destro. Nella ripresa il solito Smith acciuffa il pareggio con due calci piazzati al 52′ ed al 61′. Nell’ultima parte dell’incontro gli Shamrocks dilagano dal 65′ con la punizione di Sexton, bravo a trasformare le mete poi realizzate da Conan al 72′ e dal neo entrato Bealham al 76′. Il successo ottenuto quest’oggi consente all’Irlanda di portarsi a quota 16 nella classifica del Sei Nazioni mentre l’Inghilterra resta ferma con i suoi 10 punti. (cronaca Alessandro Rinoldi)

DIRETTA INGHILTERRA IRLANDA STREAMING VIDEO TV: COME SEGUIRE LA PARTITA (6 NAZIONI RUGBY)

La diretta tv di Inghilterra Irlanda sarà trasmessa sui canali di Sky Sport, che torna ad essere la casa del Sei Nazioni di rugby. L’appuntamento sarà dunque su Sky Sport Arena (canale 204 della piattaforma Sky), oppure in diretta streaming video tramite il servizio offerto da Sky Go, ma naturalmente tutto ciò sarà riservato agli abbonati. Informazioni utili sul torneo si troveranno anche sui social network: ricordiamo ad esempio, per limitarci ai profili ufficiali del torneo Rbs 6 Nations, che l’account in italiano su Twitter è @SeiNazioniRugby.

ULTIMI VENTI MINUTI DI GIOCO

Quando siamo ormai arrivati alla metà del secondo tempo, ovvero all’ora di gioco, il punteggio tra Inghiltetta e Irlanda è cambiato ed è adesso di 15 a 15. Nelle prime battute della ripresa, iniziata senza ulteriori sostituzioni da parte di entrambi i commissari tecnici, i padroni di casa ricominciano fortissimo ed acciuffano il pareggio con due calci piazzati firmati dal solito Smith al 52′ ed al 61′. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del primo tempo le formazioni di Inghiltetta e Irlanda sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sul 9 a 15. I minuti scorrono sul cronometro ed i bianchi riducono momentaneamente il distacco con la punizione di Smith al 33′ sebbene i verdi trovino un’altra meta al 37′ con Keenan, trasformata da Sexton. A tempo scaduto Smith tiene in corsa i suoi con un piazzato da brivido a scheggiare il palo destro al 40’+1′. Fino a questo momento il direttore di gara francese Mathieu Raynal ha estratto solo un cartellino rosso nei confronti di Ewels al 2′ tra i giocatori dell’Inghilterra. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FASE INIZIALE DEL MATCH

A Londra la partita tra Inghiltetta e Irlanda valida per la quarta giornata del Sei Nazioni è cominciata da una ventina di minuti nel primo tempo ed il risultato è di 3 a 8. Nelle fasi iniziali la partita si mette subito in salita per i padroni di casa guidati dal ct Jones a causa del cartellino rosso rimediato già al 2′ da Charlie Ewels, colpevole di un placcaggio alto pericoloso nei confronti di James Ryan. Gli ospiti allenati dal tecnico Farrell ne approfittano subito per passare in vantaggio al 4′ grazie al calcio di punizione di Sexton ed alla meta del 6′ siglata da Lowe. Gli inglesi perdono prematuramente per infortunio Curry, rimpiazzato da Dombrandt al 15′, ma accorciano le distanze con il piazzato di Smith al 18′.

Ecco le formazioni: INGHILTERRA: 15 Freddie Steward; 14 Max Malins, 13 Joe Marchant, 12 Henry Slade, 11 Jack Nowell; 10 Marcus Smith, 9 Harry Randall; 8 Sam Simmonds, 7 Tom Curry, 6 Courtney Lawes (Cap.); 5 Charlie Ewels, 4 Maro Itoje; 3 Kyle Sinckler, 2 Jamie George, 1 Ellis Genge. A disp.: 16 Jamie Blamire, 17 Joe Marler, 18 Will Stuart, 19 Joe Launchbury, 20 Alex Dombrandt, 21 Ben Youngs, 22 George Ford, 23 Elliot Daly. Ct: Eddie Jones. IRLANDA – 15 Hugo Keenan; 14 Andrew Conway, 13 Garry Ringrose, 12 Bundee Aki, 11 James Lowe; 10 Johnny Sexton (Cap.), 9 Jamison Gibson-Park; 8 Caelan Doris, 7 Josh van der Flier, 6 Peter O’Mahony; 5 James Ryan, 4 Tadhg Beirne; 3 Tadhg Furlong, 2 Dan Sheehan, 1 Cian Healy. A disp.: 16 Rob Herring, 17 Dave Kilcoyne, 18 Finlay Bealham, 19 Iain Henderson, 20 Jack Conan, 21 Conor Murray, 22 Joey Carbery, 23 Robbie Henshaw. Ct: Andy Farrell. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

SI COMINCIA

Inghilterra Irlanda sta per cominciare: il match di rugby per il Sei Nazioni 2022 si giocherà naturalmente presso lo stadio di Twickenham, a Londra, l’impianto probabilmente più celebre al mondo per la palla ovale, sede delle partite casalinghe della Nazionale inglese di rugby. Twickenham è la casa del rugby inglese fin dal 1909, quando lo stadio fu inaugurato al termine dei lavori che erano iniziati due anni prima su un terreno dove in precedenza si coltivavano i cavoli (da cui il soprannome in inglese ‘Cabbage Patch’). Per stare al passo con i tempi, l’impianto è stato restaurato ben quattro volte (1927, 1981, 1994 e 2005) nel corso della sua lunga e gloriosa storia.

Attualmente la capienza è di ben 82.000 spettatori e gli eventi che sono ospitati qui sono tantissimi, a partire da tutte le partite casalinghe dell’Inghilterra nel Cinque e poi nel Sei Nazioni, ma Twickenham è stato naturalmente anche il campo centrale delle due edizioni della Coppa del Mondo organizzate dall’Inghilterra, nel 1991 e nel 2015, ospitando in entrambi i casi anche la finale. Inoltre ospitò diverse partite anche della Coppa del Mondo 1999, anche se in quel caso l’onore della finale spettò al Galles e quindi a Cardiff. In ogni caso, l’ambientazione è prestigiosa e l’attesa cresce sempre di più: parola al campo, Inghilterra Irlanda comincia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA INGHILTERRA IRLANDA: RIENTRI IMPORTANTI

Mentre si avvicina la diretta di Inghilterra Irlanda, possiamo spulciare tra le formazioni ufficiali che sono state annunciate come da tradizione già nei giorni scorsi dai due commissari tecnici, per scoprire quali siano le notizie più significative. L’Inghilterra padrona di casa del c.t. Eddie Jones ha, tra le novità più importanti da segnalare, il rientro di Sam Simmonds con la maglia numero 8, perché il terza linea di Exeter prende il posto di Dombrandt.

Al suo fianco riecco anche Tom Curry, che sarà il numero 7 inserito in un reparto che avrà in campo dal primo minuto anche capitan Lawes. L’Irlanda del c.t. Andy Farrell proporrà invece ben sei cambi rispetto alla vittoriosa partita contro l’Italia: spicca naturalmente il rientro di Johnny Sexton, che tornerà ad indossare la “sua” maglia numero 10. Le altre cinque novità sono rappresentate da Keenan come estremo, Conway ala destra, Aki a centro, infine nella mischia torneo titolari Healy in prima linea e Ryan in seconda. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

“SPAREGGIO” AL SEI NAZIONI!

Inghilterra Irlanda, diretta dall’arbitro francese Mathieu Raynal naturalmente presso lo stadio Twickenham di Londra, si gioca con fischio d’inizio alle ore 17.45 italiane (le 16.45 locali) di oggi pomeriggio, sabato 12 marzo, per completare la quarta giornata del Sei Nazioni 2022 di rugby. Basta uno sguardo alla classifica per cogliere l’importanza della posta in palio: la diretta di Inghilterra Irlanda mette di fronte due Nazionali che finora vantano due vittorie e una sconfitta a testa, oggi sarà un bivio per il destino del torneo.

Chi vince sale a 3-1 e rafforza la propria candidatura per il successo finale nel Sei Nazioni 2022, che invece dovrebbe rimanere solamente un sogno per chi dovesse perdere questa sera. Inghilterra Irlanda ha dunque il fascino di una posta in palio altissima, oltre che naturalmente quello di una rivalità storica che è verosimilmente la più forte di tutte all’interno del mitico torneo di rugby, considerate le ben note vicende politiche dell’Irlanda in rapporto al Regno Unito – e ne approfittiamo per ricordare che nel rugby l’intera isola gareggia unita. Le aspettative sono altissime: cosa succederà in Inghilterra Irlanda?

DIRETTA INGHILTERRA IRLANDA: RISULTATI E CONTESTO

Abbiamo già spiegato la grande valenza della diretta di Inghilterra Irlanda per le sorti dell’intero torneo Sei Nazioni 2022. Gli inglesi avevano iniziato male il loro cammino, perdendo per 20-17 contro la Scozia, poi hanno trovato un facile riscatto vincendo 0-33 a Roma contro l’Italia, infine hanno vinto per 23-19 contro il Galles, ma finora non hanno destato una particolare impressione. L’Inghilterra dunque ha bisogno di qualcosa in più in questo duro finale, che prevede oggi l’Irlanda e sabato prossimo la trasferta in Francia. Alzare il livello per vincere il Sei Nazioni: ci riuscirà?

Possiamo dire che finora l’Irlanda abbia fatto meglio, come certifica la ben più netta vittoria per 29-7 contro il Galles, oltre al 57-6 contro l’Italia in una partita però fortemente condizionata dal fatto che gli Azzurri siano presto rimasti addirittura con soli 13 uomini. L’unica sconfitta dei Verdi è stata il 30-24 incassato in Francia, riuscendo comunque ad ottenere il punto di bonus che alla fine del Torneo potrebbe fare anche molto comodo. Adesso c’è il durissimo ostacolo Inghilterra, poi la chiusura potrebbe essere più accessibile, in casa contro la Scozia, ma per vincere il Sei Nazioni serve l’impresa oggi…





© RIPRODUZIONE RISERVATA