DIRETTA/ Italia Irlanda (risultato finale 10-48) Dmax: dilagano i Verdi!

- Mauro Mantegazza

Diretta Italia Irlanda streaming video tv: orario e risultato live della partita di rugby valida per la terza giornata del Sei Nazioni 2021 (oggi 27 febbraio).

Italia rugby
Diretta Italia Irlanda 6 Nazioni (Foto repertorio LaPresse)

DIRETTA ITALIA IRLANDA (RISULTATO FINALE 10-48): DILAGANO I VERDI!

Ancora una meta e una trasformazione per l’Irlanda che alla fine approfitta di un’Italia ormai sfilacciata dall’inferiorità numerica. La mette a segno Stander, quindi l’Italia torna in 14 ma ormai non c’è più forza negli attacchi azzurri: prima del finale l’Irlanda ha ancora il tempo per trovare la sesta meta della sua partita allo stadio Olimpico di Roma con Earls, mentre Sexton trova l’ennesima trasformazione. Match del 6 Nazioni di rugby che si chiude sul 10-48 per l’Irlanda, l’Italia dopo alcuni guizzi interessanti nel primo tempo è completamente sparita di scena nella seconda frazione di gioco, con gli azzurri costretti dunque ad incassare la trentesima sconfitta consecutiva nel torneo 6 Nazioni, una serie negativa davvero pesantissima. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA ITALIA IRLANDA STREAMING VIDEO DMAX: COME SEGUIRE LA PARTITA (6 NAZIONI RUGBY)

La diretta tv di Italia Irlanda sarà trasmessa come nelle scorse edizioni del Sei Nazioni di rugby in chiaro ed in esclusiva da Dmax, canale che appartiene a Discovery Channel e che si trova al numero 52 del digitale terrestre gratuito, al 28 di Tivùsat e al numero 170 della piattaforma satellitare Sky. Non solo: DMax garantirà anche la diretta streaming video agli utenti che non potessero mettersi davanti a un televisore all’ora delle partite, tramite il servizio Dplay. Informazioni utili sul web si troveranno anche sui social network: ricordiamo ad esempio, per limitarci ai profili ufficiali del torneo Rbs 6 Nations, che l’account in italiano su Twitter è @SeiNazioniRugby. Altre informazioni arriveranno anche tramite i profili della Federazione Italiana Rugby. CLICCA QUI PER LO STREAMING DMAX

ALLUNGANO GLI IRLANDESI

Allungano gli irlandesi nel punteggio rispetto all’intervallo nel match tra Italia e Irlanda valevole per il 6 Nazioni di rugby allo stadio Olimpico di Roma. Il primo tempo si era chiuso con la più bella giocata degli azzurri in questa partita, l’invenzione di Paolo Garbisi per la meta di Meyer. L’Irlanda è tornata in campo però decisa ad allungare di nuovo e trova la metà già dopo 3′ con Sexton che ha portato poi il punteggio sul 10-34. L’Italia comincia a non crederci più con Trulla che sbaglia un calcio per accorciare e poi si ritrova in 13 per le ammonizioni di Zilocchi e Bigi, costretti così a restare 10′ fuori dal campo. (agg. di Fabio Belli)

TRE METE PER I VERDI

Nella sfida del torneo 6 Nazioni tra Italia e Irlanda i Verdi riescono a produrre un allungo molto importante già alla fine del primo tempo, portandosi sul 3-27 grazie ad altre due mete. La prima la piazza Hugo Keenan appena dopo la mezz’ora, con Sexton implacabile alla trasformazione realizzando così il 3-20 in favore dell’Irlanda. La terza meta della partita gli ospiti la mettono invece a segno con Will Connors al 35′, con Sexton che piazza di nuovo il pallone in mezzo ai pali e mette già una grande distanza tra gli irlandesi e gli azzurri. Il primo tempo si chiude con un guizzo dell’Italia che riesce comunque a chiudere sul 10-27 grazie a una grande invenzione di Paolo Garbisi che ha mandato in meta Johan Meyer, con la successiva trasformazione dello stesso Garbisi. (agg. di Fabio Belli)

BUONA PARTENZA IRLANDESE

Buona partenza per l’Irlanda che a metà primo tempo conduce già 3-13 in casa dell’Italia allo stadio Olimpico nel match del torneo 6 Nazioni. A passare in vantaggio erano stati in realtà gli azzurri dopo 4′ grazie a un piazzato di Paolo Garbisi, ma sempre su calcio di punizione è stata praticamente immediata la risposta irlandese di Sexton. La prima meta della partita la trova l’Irlanda all’11’ con Garry Ringrose che schiaccia oltre alla linea dopo un’azione insistita, quindi trasforma Sexton il piazzato del 3-13, con l’Italia finora costretta a giocare una partita quasi esclusivamente difensiva. (agg. di Fabio Belli)

SI COMINCIA

Tutto è pronto per Italia Irlanda, fra pochi minuti le due Nazionali saranno in campo allo stadio Olimpico con il comune obiettivo di ottenere la prima vittoria nel Sei Nazioni 2021 di rugby, anche se sulla carta l’Irlanda è senza dubbio più accreditata per riuscirci. I precedenti d’altronde parlano molto chiaro in tal senso, a cominciare dalla vittoria irlandese con il nettissimo punteggio di 50-17 appena quattro mesi fa, sabato 24 ottobre 2020, nella partita della scorsa edizione del Sei Nazioni che era slittata in autunno a causa ovviamente della pandemia di Coronavirus. Certo, in quel caso avevamo ovviamente giocato in Irlanda, dal momento che nel Sei Nazioni vige l’alternanza anno per anno di match in casa e in trasferta, tuttavia anche gli ultimi precedenti allo stadio Olimpico di Roma non sono memorabili. Si prenda ad esempio la partita del 24 febbraio 2019, che vide una vittoria romana dell’Irlanda per 16-26 nell’ultimo confronto giocato tra queste due Nazionali su prato dell’Olimpico. Adesso però basta pensare al passato, perché è l’attualità che si impone: parola al campo, Italia Irlanda comincia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA ITALIA IRLANDA: L’ANALISI DI SMITH

Sempre più vicina la diretta di Italia Irlanda, possiamo fare allora un passo indietro alla precedente uscita degli azzurri nel Sei Nazioni 2021, una sconfitta piuttosto pesante contro l’Inghilterra che aveva però dato anche indicazioni più positive rispetto alla precedente partita contro la Francia. Aveva dunque cercato di vedere il bicchiere mezzo pieno il c.t. azzurro Franco Smith, pur evidenziando anche i tanti aspetti sui quali l’Italia ha ancora molto da migliorare. Credo che per noi questa partita sia stata un passo in avanti. “Se avessimo espresso la fisicità vista oggi nel match della settimana scorsa in casa (Italia Francia, ndR), forse il risultato non sarebbe stato così sfavorevole. Sotto l’aspetto fisico abbiamo dimostrato la nostra volontà e la nostra grinta e di questo sono contento. In attacco siamo stati positivi: abbiamo segnato subito alla prima azione della partita e abbiamo di nuovo fatto tanti linebreaks. Questo gruppo è orgoglioso. È una squadra vera, dove ognuno lavora per l’altro, credendo nel progetto e in quello che fanno. E questo si vede dal modo in cui hanno sacrificato il loro corpo per mettersi a disposizione e essere fisicamente più performanti”. In negativo restavano i troppi punti subiti a Ewickenham, su cui Franco Smith si era espresso così: “Quello che mi dispiace è che abbiamo subito 5 mete in situazione dove eravamo in controllo della situazione, spesso immediatamente dopo una nostra segnatura. È negativo, la nostra gestione della partita deve migliorare, ma al tempo stesso è una cosa su cui possiamo lavorare e migliorare, perché dipende da noi”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA ITALIA IRLANDA: PARLA TRULLA

In vista della diretta di Italia Irlanda, può essere adesso interessante rileggere le dichiarazioni rilasciate alcuni giorni fa da un giocatore azzurro, per la precisione il trequarti Jacopo Trulla, che aveva fatto il proprio bilancio personale e di squadra dopo le prime due uscite dell’Italia del rugby nel Sei Nazioni 2021. Interpellato dal sito della Federugby, Trulla si era espresso in questi termini: “Essere qui e iniziare ad avere una certa continuità in campo per me è motivo di orgoglio, oltre che uno stimolo costante per cercare di fare sempre meglio ed essere utile alla squadra. Abbiamo iniziato il raduno ponendo il focus su noi stessi con l’obiettivo di incrementare la nostra confidenza in campo. Nell’ultima partita abbiamo avuto un atteggiamento propositivo e in più momenti del match abbiamo mostrato chi siamo realmente. Sappiamo che non è abbastanza e non ci accontentiamo assolutamente: vogliamo raccogliere i frutti del lavoro che giornalmente facciamo in campo, palestra e nelle riunioni con lo staff”. Trulla poi ha espresso anche le aspettative per il fuuro: “Come gruppo siamo cresciuti molto. C’è grande affiatamento tra di noi. Abbiamo tutte le carte in regola e le qualità per cambiare l’andamento degli ultimi risultati. Vogliamo diventare una squadra vincente e per farlo bisogna continuare a lavorare duramente”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA ITALIA IRLANDA: GRANDE SFIDA PER GLI AZZURRI!

Italia Irlanda, diretta dall’arbitro francese Mathieu Raynal presso lo stadio Olimpico di Roma, si disputa alle ore 15.15 di oggi pomeriggio, sabato 27 febbraio 2021, e sarà la prima partita della terza giornata del torneo Sei Nazioni 2021 di rugby, che torna dopo una settimana di pausa. Inutile girarci attorno: bisogna subito dire con chiarezza che la diretta di Italia Irlanda potrebbe essere l’unica speranza per gli azzurri di combinare qualcosa di buono in classifica. Per essere chiari, bisogna aggiungere che pure Italia Irlanda di questo pomeriggio vedrà per l’ennesima volta partire gli azzurri con lo svantaggio del pronostico, in una sorta di “missione impossibile” per un’Italia che ormai da circa sei anni conosce solamente sconfitte nel Sei Nazioni. Difficile dunque pensare di invertire il trend, soprattutto dopo le due pesanti sconfitte subite nelle prime due giornate al cospetto di Francia e Inghilterra, tuttavia giochiamo in casa contro l’altra squadra che finora ha perso due partite su due, perciò contro l’Irlanda bisognerà scendere in campo per cercare la tanto sospirata vittoria. Non sarà affatto facile, ma potrebbe almeno essere “meno impossibile” di altre volte…

DIRETTA ITALIA IRLANDA: IL CONTESTO

La diretta di Italia Irlanda dunque ci metterà di fronte se non altro a una piccola speranza di fare punti, anche se la dura realtà del rugby azzurro ci dice che questo movimento proprio non riesce a decollare. Passano gli anni e questo avrebbe dovuto essere un bene, invece dobbiamo notare come i risultati siano nettamente peggiorati – il passivo casalingo contro la Francia (10-50) è davvero imbarazzante, giusto un pochino meglio quello incassato a Twickenham nella seconda giornata contro i padroni di casa dell’Inghilterra (41-18). Quella contro l’Irlanda potrebbe essere la partita meno difficile da vincere, ma d’altronde è quella che i nostri avversari riterranno obbligatorio conquistare per ripartire dopo due sconfitte. I Verdi, che rappresentano l’intera isola d’Irlanda senza distinzioni tra Eire ed Ulster, hanno infatti perso per 21-16 contro il Galles a Cardiff nella prima giornata e poi 13-15 a Dublino contro la Francia. Basta leggere i punteggi per capire che le differenze fra noi e loro sono evidenti – ad esempio, perdere 13-15 o 10-50 contro la Francia non è esattamente la stessa cosa… La vittoria può dunque essere una speranza o sarà anche stavolta solo un sogno impossibile?

© RIPRODUZIONE RISERVATA