DIRETTA/ Lazio Zenit (risultato finale 3-1) video streaming: festa biancazzurra!

- Mauro Mantegazza

Diretta Lazio Zenit streaming video e tv: orario, quote, probabili formazioni e risultato live per la partita di Champions League di stasera allo stadio Olimpico.

Lazio gruppo
Consigli Fantacalcio Serie A (Foto LaPresse)

DIRETTA LAZIO ZENIT (RISULTATO FINALE 3-1): FESTA BIANCAZZURRA!

Importantissima vittoria per la Lazio che piega 3-1 lo Zenit e si porta a +4 dal Bruges nella corsa alla qualificazione agli ottavi di finale di Champions League, un punto indietro rispetto il Borussia Dortmund che ha rifilato un rotondo 3-0 ai belgi. Nel finale i ragazzi di Inzaghi vanno di nuovo vicini al gol con Muriqi che calcia addosso al portiere a tu per tu con Kerzakhov, ma la sfida è stata comunque dominata dai biancazzurri che confermano i segnali di ripresa già visti nelle precedenti partite: e ora il sogno di entrare tra le prime 16 d’Europa è più vicino. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA LAZIO ZENIT IN STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

Ricordiamo che la diretta tv di Lazio Zenit sarà disponibile soltanto agli abbonati ai canali sportivi della televisione satellitare Sky, che dunque la potranno seguire attraverso il loro decoder ma anche, qualora non possano mettersi davanti a un televisore, in diretta streaming video e senza costi aggiuntivi, semplicemente attivando l’applicazione Sky Go su dispositivi mobili quali PC, tablet e smartphone.

CORREA VICINO AL POKER

Al 17′ della ripresa la Lazio ha una buona occasione per il poker, con Correa che su cross di Acerbi arriva al colpo di testa solo a centro area, ma manda fuori con una sbilenca palombella. Lo Zenit prova a spingere, al 22′ Malcom cerca l’iniziativa personale ma il suo debole sinistro non può impensierire Reina. Al 24′ cambia ancora Inzaghi con Lucas Leiva e Lazzari che vengono sostituiti da Cataldi e Fares. Quest’ultimo al 27′ chiude bene su Dzyuba impedendo la combinazione su Malcom. Azmoun per Zhirkov e Shamkin per Erokhin al 29′ sono le carte che Semak si gioca per cercare il tutto per tutto a caccia del pareggio. (agg. di Fabio Belli)

IMMOBILE SU RIGORE!

Zenit già in avanti al 2′ a inizio ripresa, cross di Rakitskiy ma Erokhin colpisce male di testa. Viene ammonito Lovren per un duro intervento su Correa, quindi al 4′ Acerbi prolunga in area per Immobile che non riesce a calciare a botta sicura per il recupero di Sutormin. All’8′ punizione per lo Zenit da posizione invitante ma il pallone finisce alle stelle, quindi al 10′ la Lazio può usufruire di un calcio di rigore: grande apertura di Correa per Lazzari che affonda sulla destra e serve Immobile, steso in area da Barros. Lo stesso Immobile realizza il penalty che vale il 3-1 e la doppietta personale. Lo Zenit prova a reagire subito con un sinistro di Zhirkov deviato in angolo da Patric, quindi doppia sostituzione per i russi al 14′: escono Barrios e Mostovoy, entrano Driussi e Musaev. Contestualmente nella Lazio c’è Luiz Felipe che prende il posto di Patric e Akpa Akpro che rileva Parolo. (agg. di Fabio Belli)

LAZZARI SI DIVORA IL TRIS!

Al 34′ problemi alla caviglia per Douglas Santos, poi costretto alla sostituzione: al suo posto entra Sutormin, mentre al 39′ c’è un cartellino giallo per Barrios, reo di aver fermato una ripartenza di Immobile. Nel finale di primo tempo la Lazio ha però due grandi occasioni per siglare il terzo gol: al 40′ grande iniziativa di Correa, che si rende protagonista di uno slalom in area di rigore appoggiando nel mezzo per Parolo, che spara però a lato. Al 46′, al termine del recupero, ancora Correa mette nel mezzo un pallone dove irrompe Lazzari, che a tu per tu con Kerzhakov spara addosso al portiere avversario, sprecando così la grande opportunità. (agg. di Fabio Belli)

PAROLO, POI DZYUBA!

Bel recupero di Luis Alberto su Malcom, al 19′ proprio lo spagnolo esplode un gran destro dalla distanza sul quale Kerzhakov deve tuffarsi e respingere, non senza qualche affanno. La partita comunque fa scintille, al 22′ la Lazio trova il raddoppio: è molto bravo Correa a lavorare un pallone con insistenza e a scaricarlo su Parolo, che per la seconda volta nella serata beffa Kerzhakov dalla distanza con una gran botta. La Lazio ha però la colpa di distrarsi e lo Zenit rientra subito in partita: su un cross di Rakitskiy, Dzyuba approfitta di una marcatura morbida, si gira e scarica alle spalle di Reina al 25′. Subito dopo, Erokhin calcia alto da ottima posizione. La Lazio sbanda ma al 28′ Correa parte in contropiede e serve in area Luis Alberto che calcia addosso a Kerzhakov in uscita fallendo il tris. (agg. di Fabio Belli)

EUROGOL DI IMMOBILE!

La Lazio al 3′ trova già il gol del vantaggio: ed è un eurogol di Ciro Immobile che riceve palla da Leiva al limite dell’area e scaglia una bordata imparabile per Kerzhakov. Splendido acuto del bomber laziale, lo Zenit San Pietroburgo si affaccia in avanti per la prima volta al 7′ con una conclusione di Malcom facile preda di Reina. Al 9′ bell’inserimento di Parolo che cerca il colpo di testa in area avversaria, il pallone finisce in angolo. Acerbi è molto attivo sul versante di sinistra, al 12′ riceve un pallone interessante da Luis Alberto ma Barrios chiude in angolo. Al quarto d’ora del primo tempo Lazio già avanti di misura sullo Zenit. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI, VIA!

La diretta di Lazio Zenit ci regala numeri interessanti che potrebbero far essere ottimisti i tifosi biancocelesti. I russi sono stati la grande delusione di questo inizio della Champions League. Dopo 2 sconfitte di fila però proprio il pareggio contro la squadra di Simone Inzaghi ha permesso di rialzare la testa. La difesa finora ha subito un po’ troppo con 5 gol incassati. Dall’altra parte invece l’attacco ha segnato 2 reti al momento troppo poche per sperare bene in vista del futuro. Contro Club Brugge e Dortmund sono arrivati 2 ko per 2-0 e 2-1. Il pareggio con i biancocelesti sperano i russi sia il punto di svolta, un 1-1 che ha dato fiducia. I biancocelesti invece hanno vinto con grande merito nel primo turno contro il Borussia Dortmund, poi però i pareggi con Club Brugge e appunto Zenit hanno rallentato un po’ la corsa verso la qualificazione al prossimo turno anche se il secondo posto è al momento sufficiente. Parola al campo adesso, perché finalmente ci siamo: dopo aver letto le formazioni ufficiali, Lazio Zenit può cominciare! LAZIO (3-5-2): Reina; Patric, Hoedt, Acerbi; M. Lazzari, Parolo, Lucas Leiva, Luis Alberto, Marusic; Immobile, J. Correa. Allenatore: Simone Inzaghi ZENIT (3-5-2): M. Kerzhakov; Lovren, Rakitskiy, Zhirkov; Malcom, Kuzyaev, Barrios, Douglas Santos, Mostovoy; Dzyuba, Erokhin. Allenatore: Sergei Semak

LAZIO ZENIT: I TESTA A TESTA

Presentando la diretta di Lazio Zenit, dobbiamo ricordare che questa partita di Champions League non ha molta storia, dal momento che il pareggio per 1-1 nella partita d’andata a San Pietroburgo, decisa dai gol di Erokhin per lo Zenit e Caicedo per la Lazio, è stato il primo confronto ufficiale di sempre tra i russi e i capitolini. In generale dobbiamo dire che la Lazio ha incrociato raramente il calcio russo: in totale infatti si contano appena cinque precedenti, il dato curioso è che la Lazio è ancora imbattuta, ma ben quattro volte su cinque si è trattato di pareggi. L’unica vittoria è il lontano 3-0 rifilato al Rotor Volgograd il 4 novembre 1997, nel secondo turno della Coppa Uefa 1997-1998, poi persa in finale contro l’Inter. Per lo Zenit San Pietroburgo sono invece ben più frequenti i contatti con il calcio italiano, grazie ai suoi passati allenatori ma anche a undici match nelle competizioni Uefa, con un bottino che per la squadra russa parla di tre vittorie, altrettanti pareggi e cinque sconfitte, con nove gol segnati e tredici invece al passivo. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LAZIO ZENIT: ARBITRA MICHAEL OLIVER

Lazio Zenit sarà diretta questa sera allo stadio Olimpico dall’arbitro inglese Michael Oliver, di conseguenza arriverà per intero dall’Inghilterra il sestetto arbitrale chiamato a dirigere la partita di Champions League dei biancocelesti contro lo Zenit San Pietroburgo. Gli ufficiali suoi connazionali che lo affiancheranno saranno innanzitutto i due guardalinee Stuart Burt e Simon Bennett, mentre il quarto uomo sarà il signor Andrew Madley. Infine, davanti allo schermo della VAR avremo Chris Kavanagh come responsabile, affiancato da Craig Pawson in qualità di assistente Avar. Tornando al primo arbitro, possiamo aggiungere che il signor Michael Oliver è nato il 20 febbraio 1985 ad Ashlington e ha la qualifica di arbitro internazionale Fifa fin dal 1° gennaio 2012. In questa stagione per lui si contano già otto presenze in Premier League e molte direzioni di livello anche in campo internazionale, come due partite della Lega A di Nations League e altrettante in Champions League, cioè Bayern Monaco Atletico Madrid del 21 ottobre e Barcellona Dinamo Kiev nella scorsa giornata, in cui si segnala anche un calcio di rigore. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LAZIO ZENIT: BIANCOCELESTI FAVORITI!

Lazio Zenit, in diretta dallo stadio Olimpico alle ore 21.00 di stasera, martedì 24 novembre, si gioca per la quarta giornata del girone F di Champions League 2020-2021. Dopo la preziosa vittoria 2-0 di Crotone in campionato, la diretta di Lazio Zenit si presenta come una grande occasione in Champions League per la formazione di Simone Inzaghi, che vincendo la partita metterebbe una seria ipoteca sulla qualificazione agli ottavi di finale. Dopo la bellissima vittoria contro il Borussia Dortmund e due pareggi consecutivi in trasferta, compreso quello di San Pietroburgo acciuffato nel finale, un successo potrebbe spianare la strada e di sicuro metterebbe fuori gioco lo Zenit San Pietroburgo, già tristemente ultimo nel girone con un solo punto al proprio attivo. Come minimo sarebbe dunque certo il passaggio in Europa League e poi ci sarebbe la chance di chiudere i conti in casa contro il Bruges: un esame di maturità importante, che la Lazio non deve sbagliare.

PROBABILI FORMAZIONI LAZIO ZENIT

Per le probabili formazioni di Lazio Zenit, dobbiamo dire che Simone Inzaghi studia una formazione piuttosto simile a quella che ha giocato a Crotone, anche perché c’è da fare i conti con alcune assenze. In porta Reina; davanti a lui difesa a tre con Acerbi tra Patric e Radu, a centrocampo a giocarsi il posto come mezzala saranno Parolo, Cataldi e Akpa Akpro, che ha dimostrato di poter fare bene e potrebbe essere la sorpresa. Leiva in cabina di regia davanti alla difesa, confermato naturalmente anche Luis Alberto; a destra Lazzari favorito su Marusic, a sinistra Fares è ormai diventato la prima scelta; Correa, reduce dal primo gol in campionato, dovrebbe nuovamente affiancare Immobile nel reparto offensivo, con Caicedo naturalmente prima alternativa. Lo Zenit di Semak dovrebbe invece proporre un 4-1-4-1: davanti al portiere Kerzhakov, guida la difesa Lovren con Rakitskiy, come terzini dovremmo invece vedere la conferma di Karavaev e Douglas Santos. Poco più avanti alla difesa, ecco Barrios regista basso; poi avremo una linea di trequartisti con Erokhin e Ozdoev centrali, sulla sinistra Zhirkov e Kuzyaev sull’altro versante. Come prima punta, ecco il gigante Dzyuba.

PRONOSTICO E QUOTE

Diamo infine uno sguardo anche al pronostico su Lazio Zenit in base alle quote offerte dall’agenzia Snai. Biancocelesti nettamente favoriti: il segno 1 è quotato a 1,70, mentre poi si sale a quota 4,00 in caso di pareggio (segno X) e fino a 4,75 volte la posta in palio in caso di successo dello Zenit, per chi avrà creduto nel segno 2.



© RIPRODUZIONE RISERVATA