DIRETTA/ Lecce Venezia (risultato finale 1-1) video streaming DAZN: veneti in finale!

- Claudio Franceschini

Diretta Lecce Venezia (risultato live 0-0) streaming video DAZN: si gioca la partita del Via del Mare valida come ritorno della semifinale playoff in Serie B, ai salentini serve la vittoria.

Aramu Gallo Venezia Lecce lapresse 2021 640x300
Diretta Lecce Venezia, ritorno semifinale playoff Serie B (Foto LaPresse)

DIRETTA LECCE VENEZIA (RISULTATO FINALE 1-1): VENETI IN FINALE!

Mancosu ci prova dalla lunga distanza ma non trova la porta, continua a spingere il Lecce. Rigore per il Lecce a dieci minuti dalla fine! Sul dischetto si presenta Mancosu che la spara altissima! Errore che potrebbe aver condannato definitivamente la sua compagine. Duro scontro per Tachtsidis che resta a terra, entrano i medici in campo, speriamo non sia nulla di grave per il greco. Per fortuna si rialza e rientra in campo. Grande occasione per Pettinari ma Molinaro chiude alla grande. Cinque minuti al termine, il Venezia ad un passo dalla finale. Termina il match al Via del Mare, la compagine veneta si giocherà la serie A con la vincente tra Monza e Cittadella. Il Cittadella ha vinto la gara di andata per tre reti a zero. (agg. Umberto Tessier)

LA RIPRENDE PETTINARI!

Inizia la ripresa tra Lecce e Venezia, decide al momento Aramu su rigore. Mancosu prova a riaprirla su punizione, la sfera termina fuori di pochissimo. Venezia che ora agisce prevalentemente in contropiede. Sono intanto trascorsi quindici minuti dall’inizioe della ripresa, il Lecce fatica a rendersi pericoloso. Pettinari! La riprende il Lecce! Si riaccendono le speranze per la compagine salentina quando abbiamo superato l’ora di gioco. Maenpaa salva su Coda. Lucioni ci crede e sforna l’assist vincente per il compagno di squadra. Si riaccende la gara per un finale che promette tante emozioni, il Lecce non ha più nulla da perdere. (agg. Umberto Tessier)

DIRETTA LECCE VENEZIA STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

Anche la diretta tv di Lecce Venezia non verrà trasmessa sui canali della nostra televisione: l’appuntamento con il campionato di Serie B, e dunque anche le partite dei playoff, resta quello consueto sulla piattaforma DAZN. Gli abbonati al servizio potranno dunque inserire i dati del loro abbonamento su PC, tablet e smartphone e seguire la semifinale di ritorno in diretta streaming video, ma potranno eventualmente sfruttare una smart tv che sia dotata di connessione a internet.

ARAMU SU RIGORE!

Grande inserimento di Nikolov che però calcia in maniera non troppo convinta. Henderson sbaglia a calciare in area veneta, il portiere del Venezia perde la sfera che sbatte su Molinaro e termina contro la traversa! Incredibile la frittata che stava per nascere nell’area del Venezia. Venezia pericolosa su palla inattiva, prima Gabriel e poi Lucioni salvano. Il VAR sta controllando un contatto tra Ceccaroni e Maggio. Il direttore di gara indica il dischetto, rigore per il Venezia! Aramu si presenta sul dischetto e non sbaglia! Potrebbe essere una mazzata pesantissima per i salentini, un gol subito in pieno recupero della prima frazione. Di Mariano salta Lucioni ma sbaglia il cross, Gabriel para facile. Sulla ripartenza Coda sfiora il pari in due occasioni. Termina la prima frazione, decide al momento Aramu. (agg. Umberto Tessier)

CODA PERICOLOSO

Inizia il match tra Lecce e Venezia, nella gara di andata i lagunari hanno vinto per una rete a zero. Salentini a trazione anteriore per provare a ribaltare il verdetto dell’andata. Sono trascorsi i primi dieci minuti di gioco, poche le emozioni. Azione interessante del Lecce con Coda che calcia al volo ma non inquadra lo specchio. Gallo serve Nikolov che apre per Maggio, pallone invitante per Coda chiuso da Ceccaroni. Henderson scende sulla fascia e crossa, nessuno arriva all’appuntamento con il gol. Grandissimo pallone di Coda per Maggio, l’esterno calcia ma Maleh chiude. Abbiamo superato intanto il ventesimo minuto di gioco con il Lecce che sta assediando l’area del Venezia. (agg. Umberto Tessier)

SI COMINCIA!

Siamo al via di Lecce Venezia. Per qualificarsi alla finale playoff di Serie B, i lagunari devono evitare la sconfitta: i dati della stagione regolare parlano a favore di Stefano Vecchi, perché fuori casa la sua squadra ha sì appena 5 vittorie, ma per contro ha perso in sole tre occasioni. Dopo il ko di Reggio Emilia all’inizio di novembre, il Venezia è rimasto imbattuto lontano dal Penzo fino a metà gennaio: nell’occasione è stato il Pordenone a spezzare la striscia, poi è arrivata la sconfitta di Salerno dopo altri tre mesi. Un Venezia che dunque fuori casa si è fatto valere, incassando solo 20 gol e segnandone 25; imbattuto contro le corazzate del campionato cadetto (Empoli, Monza, lo stesso Lecce) a parte appunto la Salernitana, ha un motivo in più per entrare nella partita del Via del Mare con grande fiducia, sapendo comunque che una partita impostata sul tentativo di portare a casa il pareggio sarebbe rischiosa, visto che il Lecce ha chiuso la stagione regolare con il miglior attacco della Serie B (68 gol, come l’Empoli) e dunque è una squadra capace di trovare la via della rete sempre e comunque. Vedremo dunque quello che succederà: mettiamoci comodi perché finalmente al Via del Mare è tutto pronto, la diretta di Lecce Venezia sta per cominciare! LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Maggio, Lucioni, Dermaku, Gallo; Majer, Hjulmand, Nikolov; L. Henderson; S. Pettinari, M. Coda. Allenatore: Eugenio Corini VENEZIA (4-3-3): Maenpaa; P. Mazzocchi, Svoboda, Ceccaroni, Molinaro; Crnigoj, Taugourdeau, Maleh; Aramu, F. Forte, Di Mariano. Allenatore: Paolo Zanetti (agg. di Claudio Franceschini)

LECCE VENEZIA: PARLA CORINI

Ci avviciniamo sempre più alla diretta di Lecce Venezia: vale dunque la pena ricordare quello che Eugenio Corini aveva detto a margine della sconfitta subita dai salentini al Penzo, nell’andata della semifinale playoff. L’ottimismo non ha abbandonato il tecnico, che ha parlato di un Lecce in partita e che dovrà solo vincere la partita di ritorno per qualificarsi; “siamo stati capaci di reggere le difficoltà e la squadra ha lottato” ha poi detto, rimarcando come nel secondo tempo la sua formazione abbia avuto maggiormente il controllo del gioco e anche nella prima frazione si sia resa pericolosa con Maggio e Stepinski. Il difetto sta nell’aver sofferto troppo le palle inattive, anche se qui Corini ha voluto rendere merito al Venezia; riguardo la partita di ritorno, l’allenatore del Lecce ha analizzato una questione tattica parlando della spinta degli esterni, che è vitale per la squadra ma che “necessita di un vertice in avanti”. Come a dire che forse il mister si aspettava qualcosa in più da Massimo Coda e Stepinski, ma il problema è che Stefano Pettinari e Pablo Rodriguez sono ben lontani dalla condizione ottimale; dunque vedremo cosa succederà, perché tra poco si gioca e sarà il campo a fornire la sua risposta su questa partita… (agg. di Claudio Franceschini)

LECCE VENEZIA: I TESTA A TESTA

Dei testa a testa di Lecce Venezia abbiamo parlato solo tre giorni fa, ma questa volta si gioca al Via del Mare e allora il contesto cambia: è uno scenario del tutto differente per i salentini, che nel loro stadio non hanno mai perso contro i lagunari. In 10 partite hanno vinto 6 volte, e hanno ottenuto una serie di quattro successi consecutivi prima del 2-2 dello scorso dicembre: vale la pena ricordare che quel giorno era stato Massimo Coda a pareggiare al 77’, dopo che la doppietta di Francesco Forte nel finale del primo tempo aveva ribaltato l’iniziale vantaggio di Marco Mancosu. L’ultimo successo del Lecce risale al settembre 2018, sempre in Serie B: anche qui una doppietta, con Simone Palombi che aveva completato il ribaltone al 92’ (dopo la prima rete segnata al 73’) rendendo inutile lo squillo con cui Francesco Di Mariano aveva aperto le danze al Via del Mare. Il Venezia nello stadio del Lecce ha raccolto quattro pareggi, e questo è un risultato che sarebbe utile per timbrare la qualificazione alla finale playoff di Serie B; il computo dei gol, chiudendo il discorso legato ai precedenti, è di 17 per i salentini e 10 per i veneti, in otto occasioni su 10 il Venezia ha segnato e dunque anche questo è un dato che Paolo Zanetti guarderà con attenzione… (agg. di Claudio Franceschini)

LECCE VENEZIA: TUTTO IN EQUILIBRIO!

Lecce Venezia è in diretta dal Via del Mare, alle ore 18:30 di giovedì 20 maggio: si gioca la semifinale di ritorno dei playoff Serie B 2020-2021. Tutto ancora aperto dopo il match del Penzo: il Venezia si è imposto per 1-0 grazie al gol di Francesco Forte, il che significa che il Lecce sarà in finale replicando questo risultato. Di più: non essendo in vigore la regola che assegna valore doppio alle reti in trasferta, i salentini hanno a disposizione qualunque risultato li veda vincitori, senza doversi preoccupare di blindare la porta.

Un vantaggio non indifferente, ma anche quello lagunare non è certo da poco: la squadra di Paolo Zanetti, che ha già eliminato il Chievo, guadagnerà infatti la sfida per la promozione anche con un pareggio e, pur con il rischio di impostare una gara sul non prendere gol, il margine è utile perché se il risultato non cambierà gli ospiti potranno festeggiare. Aspettiamo che la diretta di Lecce Venezia prenda il via, nel frattempo possiamo fare qualche valutazione sulle scelte dei due allenatori leggendo insieme le probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI LECCE VENEZIA

In Lecce Venezia la presenza di Pettinari e Pablo Rodriguez resta in forte dubbio: Eugenio Corini dovrebbe affidarsi nuovamente a Stepinski come partner offensivo di Massimo Coda, poi solito ballottaggio Liam Henderson-Marco Mancosu sulla trequarti con lo scozzese che insidia anche Majer per un posto a centrocampo, dove Hjulmand rischia sulla pressione di Tachtsidis e Bjorkengren dovrebbe essere confermato. In difesa Pisacane e Calderoni ci provano per le fasce (la concorrenza è con Maggio e Gallo), Meccariello se la gioca con Dermaku per la zona centrale a protezione di Gabriel, con la conferma di Lucioni. Stefano Vecchi potrebbe mandare in campo la stessa squadra di lunedì: i due ballottaggi aperti sono quelli a centrocampo, con Crnigoj o Fiordilino, e in attacco dove Johnsen potrebbe essere sostituito da Bocalon. Per il resto avremo Maenpaa tra i pali, Pasquale Mazzocchi e Molinaro terzini con Modolo e Ceccaroni a formare la coppia centrale di difesa; Taugourdeau avrà le redini del gioco facendo il perno in mediana, Maleh sarà l’altra mezzala e naturalmente il riferimento avanzato sarà ancora il bomber Francesco Forte, autore del gol che tiene vivo il sogno del Venezia.

QUOTE E PRONOSTICO

L’agenzia Snai ha fornito il suo pronostico per Lecce Venezia, e dunque vediamo quali siano le quote ufficiali: il segno 1 per la vittoria dei padroni di casa porta in dote un guadagno che ammonta a 2,15 volte quanto messo sul piatto, l’eventualità del pareggio (regolata dal segno X) vi farebbe guadagnare 3,20 volte la vostra giocata mentre con il segno 2, sul quale puntare per l’affermazione degli ospiti, andreste a intascare una cifra corrispondente a 3,50 volte l’importo investito con questo bookmaker.

© RIPRODUZIONE RISERVATA