DIRETTA/ Livorno Perugia (risultato finale 0-1) streaming video DAZN: decide Iemmello

- Claudio Franceschini

Diretta Livorno Perugia streaming video DAZN: si comincia, ecco le formazioni ufficiali della partita di stasera per la 2^ giornata di Serie B al Picchi.

Livorno Perugia Serie B
Pronostici Serie B (Foto LaPresse)

DIRETTA LIVORNO PERUGIA (RISULTATO 0-1):DECIDE IEMMELLO

Inizia la ripresa tra Livorno e Perugia, si riparte dallo zero a zero. Dragomir ci prova dalla distanza, per poco non trova la porta. Cross di Marsura, Bogdan di testa salva tutto. Iemmello! Il Perugia passa in vantaggio! Rigore per il Livorno, sul dischetto si presenta Mazzeo. Vicario para il rigore! Kouan commette fallo su Lucci, secondo giallo e rosso per lui. Il Livorno attacca a testa bassa alla ricerca del pareggio, l’attacco sta pungendo davvero poco. Stoian prova la grande giocata, sfera che termina a lato. Sono quattro i minuti di recupero assegnati dal direttore di gara. Botta di Marsura su punizione, la palla sfiora la porta. Termina il match tra Livorno e Perugia, decide la gara Iemmello. I padroni di casa non sono riusciti a riprenderla. (agg. Umberto Tessier)

POCHE LE EMOZIONI

Inizia il match tra Livorno e Perugia, arbitra Marini. Grande inserimento di Mazzeo che trova Vicario attento. Il Foggia risponde con Iemmello, destro che termina alto. Occasione incredibile per il Perugia con una grande azione costruita sull’asse Iemmello, Capone ma quest’ultimo spara alle stelle a pochi passi dalla porta. Ancora una ghiotta occasione per Capone che spara alle stelle nell’area piccola. Botta di Morganella dalla lunghissima distanza, per poco non trova l’eurogol. Cinque minuti alla fine della prima frazione, risultato giiusto fino ad ora. Termina in parità la prima frazione tra Livorno e Perugia, gara senza grandi emozioni. Speriamo di assistere ad una ripresa con più emozioni. (agg. Umberto Tessier)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Livorno Perugia non verrà trasmessa sui tradizionali canali di questo Paese: il campionato di Serie B è in esclusiva sulla piattaforma DAZN (l’anticipo anche sulla televisione di stato) e dunque saranno solo gli abbonati al servizio che potranno avvalersi delle immagini in diretta streaming video, utilizzando dispositivi mobili come PC, tablet o smartphone. In alternativa sarà possibile installare l’applicazione direttamente su una smart tv che abbia connessione a internet.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

Sta per avere inizio la diretta di Livorno Perugia, big match della 2^ giornata di Serie B: in attesa quindi che anche le formazioni ufficiali della sfida escano dagli spogliatoi, diamo un occhio ai primi dati raccolti da i due club finora. Certo a nostra disposizione abbiamo però solo le statistiche raccolte nel primo turno del campionato: sono quindi numeri da prendere ancora un po’ con cautela. ecco che però al via della propria stagione a squadra amaranto non ha proprio brillato: un gol subito, solo 5 tiri, due parate e anche 4 fuorigioco fischiati. Ben diverso il bilancio del Perugia: nel primo turno il grifo ha infatti apposto la firma su due gol fatti, 17 tiri di cui 5 in porta, ma pure su 14 contrasti vinti, 422 passaggi e 63 attacchi pericolosi. Ora però diamo la parola al campo, Livorno Perugia si gioca! LIVORNO (3-4-1-2): Zima; Bogdan, Boban, Di Gennaro; Gasbarro, Morganella, Agazzi, Luci, Marsura; Mazzeo; Murilo, Raicevic. All.: Breda. PERUGIA (4-3-1-2): Vicario; Rosi, Gyomber, Angella, Di Chiara; Falzerano, Carraro, Dragomir; Fernandes; Iemmello, Capone. All.: Oddo. (agg Michela Colombo)

TESTA A TESTA

Livorno Perugia è una partita abbastanza storica: le due squadre si affrontano fin dalla fine degli anni Sessanta – doppia vittoria labronica in Serie B – e si sono sempre incrociate nel campionato cadetto, al netto di due partite di Coppa Italia. L’ultima di queste, nell’agosto 2012, ha visto il Livorno prevalere con un netto 4-1 ed è anche stata l’ultima vittoria interna (su un totale di due) da parte della formazione labronica; nel computo totale delle sfide però gli amaranto sono riusciti a strappare appena quattro vittorie, mentre quelle del Grifone sono sei. Prevalgono i pareggi (8) mentre nell’ultima stagione il Perugia ha vinto due volte e in entrambi i casi si è trattato di gare combattute: bellissima in particolar modo quella dell’Armando Picchi, terminata 3-2. Umbri in vantaggio con Federico Melchiorri ma ripresi e sorpassati in otto minuti dalla doppietta di Alessandro Diamanti (secondo gol su rigore); nel secondo tempo però Valerio Verre aveva segnato la seconda rete del suo straordinario campionato, a un quarto d’ora dal termine Luca Vido dal dischetto aveva sigillato il successo a favore della squadra allenata da Alessandro Nesta.

L’ARBITRO

La diretta di Livorno Perugia, valida per la seconda giornata di Serie B è stata affidata al signor Valerio Marini di Roma. Dando subito alcuni dati riguardanti il primo direttore di gara scopriamo che Marini ha iniziato la carriera di arbitro nel 2001 e è stato promosso nella serie cadetta nel 2015. Proprio nel campionato di Serie B il fischietto ha diretto 62 partite in cui ha estratto 11 rossi e ha fischiato 18 rigori. Con il Perugia vanta 7 precedenti di cui 4 vittorie 2 sconfitte e 1 pareggio. I suoi precedenti con la squadra di casa sono invece 4: apprendiamo poi che il primo è stato nella sconfitta contro l’Ascoli nel dicembre del 2017 e l’ultimo testa a testa è invece stato il 6 aprile del 2019 nella sconfitta interna con il Cittadella per 4 a 0. Va aggiunto poi che questa sera sarà Pasquale Capaldo il primo guardalinee mentre Andrea Capone di Palermo sarà il secondo: il quarto uomo dell’incontro è Bitonti.

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Livorno Perugia si gioca alle ore 21:00 di sabato 31 agosto, ed è valida per la seconda giornata del campionato di Serie B 2019-2020: allo stadio Armando Picchi si affrontano due società storiche, che puntano idealmente il ritorno in una Serie A che hanno esplorato entrambe nel nuovo millennio. Sulla carta questo è un obiettivo concreto per il Perugia, che ha aperto il suo torneo rimontando e battendo il Chievo in quella che possiamo considerare già come una sfida diretta; un buon approccio per Massimo Oddo che ha trovato due gol su rigore, e adesso deve fare in modo che i suoi giocatori si sblocchino su azione. Il Livorno invece ha perso di misura sul campo dell’Entella: per Roberto Breda, ex di questa partita (ha allenato il Grifone due campionati fa) si tratta dunque di ripartire di slancio, anche quest’anno il traguardo sarà quello della salvezza provando magari ad esplorare la zona playoff. Aspettando la diretta di Livorno Perugia, vediamo quali potrebbero essere gli schieramenti decisi dai due allenatori per questa partita, nell’analisi delle probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI LIVORNO PERUGIA

Breda dovrebbe confermare il 3-4-1-2 per Livorno Perugia, ma magari con interpreti diversi: a centrocampo salgono le quotazioni del giovane Del Prato che potrebbe prendere il posto di Agazzi, con capitan Luci schierato in cabina di regia, mentre Stoian potrebbe aumentare la spinta offensiva posizionandosi a sinistra (in luogo di Gasbarro) o da trequartista, con Morganella a destra. Davanti, Mazzeo insidia le maglie di Raicevic e Murilo e potrebbe esser titolare; in difesa certi del posto Matteo Di Gennaro e Bogdan, Boben è favorito su Gonnelli come terzo giocatore a protezione di Zima. Sarà 4-3-1-2 per Oddo: Gyomber e Angella davanti a Vicario, Rosi e Di Chiara che corrono sulle fasce dando supporto alle due mezzali che dovrebbero essere nuovamente Falzerano e Dragomir. A giostrare da playmaker, distribuendo il gioco del Perugia, sarà Carraro; davanti a lui Paolo Fernandes nella posizione di trequartista, a lanciare il tandem formato da Iemmello (doppietta dal dischetto all’esordio) e Melchiorri, con Capone che cerca spazio ma dovrebbe partire dalla panchina così come Bianchimano, che negli ultimi sei mesi a Catanzaro aveva fatto particolarmente bene.

QUOTE E PRONOSTICO

Sfida decisamente equilibrata secondo i pronostici, Livorno Perugia sorride comunque al Grifone secondo le quote previste dall’agenzia di scommesse Snai: il segno 2 da giocare per la sua vittoria esterna porta in dote un guadagno pari a 2,60 volte quanto messo sul piatto, contro il valore di 2,95 che accompagna l’ipotesi del successo labronico – per il quale dovrete giocare il segno 1. Anche l’eventualità del pareggio, regolata dal segno X, corrisponde ad una vincita di 2,95 volte quello che avrete deciso di mettere sul piatto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA