Diretta/ Milano Khimki (risultato finale 84-74): Successo interno per l’Olimpia!

- Claudio Franceschini

Diretta Milano Khimki streaming video tv: orario e risultato live della partita valida per la 26^ giornata di basket Eurolega, siamo al Mediolanum Forum e l’Olimpia sfida l’ultima.

Delaney Shved Milano Khimki facebook 2021 640x300
Diretta Milano Khimki, basket Eurolega 26^ giornata (da facebook.com/OlimpiaMilano1936)

DIRETTA MILANO KHIMKI (RISULTATO 84-74): FINE PARTITA

Presso l’impianto del Mediolanum Forum di Assago l’Olimpia Milano batte il Khimki Mosca per . Nel primo tempo gli ospiti provano inizialmente a cogliere di sopresa i padroni di casa che però si fanno trovare preparati, ribaltando immediatamente la situazione così da guadagnarsi il primo parziale del match per poi allungare ulteriormente le distanze nel corso del secondo prima di rientrare negli spogliatoi per il riposo. Nel secondo tempo i russi sembrano ricompattarsi e sembrano cominciare la ripresa con lo spirito giusto per provare ad acciuffare quantomeno il pareggio entri i tempi regolamentari sebbene siano sempre gli italiani a spuntarla anche in questi dieci minuti. Nell’ultima parte dell’incontro i gialloblu trovano nuovi e maggiori spazi per agire tanto da aggiudicarsi il parziale finale per 18 a 14 con i lombardi a gestire la situazione favorevole potendo sfruttare il margine acquisito fino a quel momento. Il successo conquistato questa sera consente all’Olimpia Milano di raggiungere un record complessivo di 17-9 in classifica mentre la sconfitta costa il 2-23 a al Khimki Mosca. (cronaca Alessandro Rinoldi)

DIRETTA MILANO KHIMKI STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

Salvo variazioni di palinsesto dell’ultima ora, non sarà possibile assistere alla diretta tv di Milano Khimki: la partita questa sera non verrà trasmessa sui canali della nostra televisione – nel caso, bisognerà controllare Eurosport 2 per gli abbonati al satellite – ma come sempre l’appuntamento riguarda la visione in diretta streaming video tramite la piattaforma Eurosport Player, che necessita di un abbonamento e fornisce l’intero pacchetto delle gare di Eurolega. Il sito ufficiale www.euroleague.net vi permetterà poi di consultare tutte le informazioni utili come il tabellino play-by-play e il boxscore, ma anche le statistiche di giocatori e squadre che partecipano al torneo.

TERZO QUARTO

Esauritosi pure il terzo quarto, Olimpia Milano e Khimki Mosca sono ora sul punteggio di 70 a 56. In queste prime battute del secondo tempo, al rientro sul parquet dagli spogliatoi dopo l’intervallo lungo, il copione della partita sembra ripetersi rispetto a quanto ammirato nel corso della frazione di gioco precedente tanto che Milano continuando ad aumentare il distacco attraverso il 4 a 1 nei tiri da due, l’1 a 0 nelle triple e l’11 a 9 nei rimbalzi. I padroni di casa mostrano però di avere sempre qualche problema nella gestione della palla e gli ospiti perdono il terzo parziale della sfida per 13 a 14, provando quindi inutilmente ad avvicinarsi sfruttando l’8 a 3 nei tiri liberi ma rivelandosi a loro volta non impeccabili nel possesso della sfera, come evidenziato dal 3 a 2 nelle palle perse solo parzialmente bilanciato dal 2 a 1 nelle palle rubate. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del secondo quarto, ovvero del primo tempo, le squadre di Olimpia Milano e Khimki Mosca sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo lungo sul 56 a 43. I minuti scorrono sul cronometro e, dopo aver momentaneamente pareggiato in avvio di secondo quarto, sono di nuovo le Scarpette Rosse a tentare di allungare le distanze. Gli sforzi prodotti dai lombardi portano loro i frutti sperati riuscendo appunto a conquistare anche questo parziale per 27 a 17, sfruttando al meglio il 6 a 4 nelle conclusioni dalla distanza, il 3 a 0 nei tiri liberi, il 15 a 8 nei rimbalzi totali e senza pagare caro il 2 a 0 nelle palle perse che sono valse due palle rubate per il Khimki. Fino a questo momento i migliori marcatori dell’incontro sono stati rispettivamente il numero 70 Luigi Datome tra le file dell’Olimpia Milano da una parte ed il numero 55 Mickey dall’altra grazie ai 14 punti messi a segno da ciascun giocatore. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

PRIMO QUARTO

In Lombardia il primo quarto di gioco tra Olimpia Milano e Khimki Mosca si è concluso con il punteggio di 29 a 26. Nelle fasi iniziali dell’incontro sono gli ospiti guidati da coach Maltsev a cercare di prendere in mano il controllo delle operazioni ma i padroni di casa allenati da coach Messina non si lasciano sorprendere e passano in vantaggio grazie anche a due triple realizzate da Datome nel giro di 30 secondi. Gli italiani dominano a rimbalzo visto il 6 a 3 complessivo ma i russi si fanno valere tramite il 3 a 0 nelle palle rubate ed effettuando una stoppata. Ecco le formazioni ufficiali: OLIMPIA MILANO – Datome; Delaney; Punter; Shields; Tarczewski. Coach: Messina. A disp.: Biligha; Evans; Hines; Micov; Moraschini; Rodriguez; Roll. KHIMKI MOSCA – Karasaev; Mickey; Monia; Vyaltsev; Zaytsev. Coach: Maltsev. A disp.: Bertans; McCollum; Ponkrashov; Sharapov; Voronov. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

PALLA A DUE!

Siamo finalmente arrivati alla palla a due di Milano Khimki. In questo momento la griglia dei playoff di Eurolega, quando mancano 8 giornate al termine della regular season e ci sono delle gare da recuperare, ci dice che l’Olimpia sarebbe terza in classifica e dovrebbe affrontare il Bayern di Andrea Trinchieri, demolito nell’ultimo incrocio; sarebbe una serie con fattore campo a favore, ma come detto lo Zenit ha una gara in meno e, dovesse strappare la posizione a Milano, costringerebbe la squadra di Ettore Messina a sfidare il Real Madrid, che non è più quello degli anni scorsi (anche perché nel tempo ha perso straordinari giocatori come Luka Doncic e Facundo Campazzo, entrambi volati in NBA) ma che in un playoff di Eurolega sarebbe temibilissimo vista la sua esperienza. Da segnalare il grande recupero delle due turche Fenerbahçe e Anadolu Efes, che nel 2019 si erano affrontate in finale; la sorpresa ai playoff sarebbe il già citato Bayern, le altre sarebbero le “ovvie” Barcellona e Cska Mosca e poi appunto lo Zenit, che in estate ha dato vita a una campagna acquisti interessante e che, come l’Olimpia ha imparato a sue spese lunedì, si sta imponendo come nuova forza internazionale. Adesso però è arrivato il momento di metterci comodi e stare a vedere quello che ci dirà il parquet del Mediolanum Forum: la diretta di Milano Khimki comincia! (agg. di Claudio Franceschini)

MILANO KHIMKI: LA LOTTA PER I PLAYOFF

Avvicinandoci alla diretta di Milano Khimki, vale la pena dare un occhio alla situazione nella classifica di Eurolega entrando nella 26^ giornata. Perdendo a San Pietroburgo, l’Olimpia è rimasta al terzo posto: stesse vittorie (16) del Cska Mosca contro cui ha però perso all’andata, e soprattutto i russi devono recuperare una partita. In testa c’è il Barcellona, che ha vinto due volte in più di Milano che ospiterà i blaugrana (forti del ritorno di Pau Gasol) nella gara di ritorno dovendo rimontare un -16; tecnicamente ci sono tutte le possibilità di chiudere la regular season al primo posto ma, come detto, l’Olimpia deve anche guardarsi le spalle perché lo Zalgiris Kaunas, nono e con una gara da recuperare, ha solo tre vittorie in meno ed è appaiato al Valencia, che ha già giocato le sue 25 partite previste. Con 8 gare da disputare queste due rivali non sono vicinissime ma possono comunque provarci; a Milano tuttavia basterebbe tenere alle spalle altre avversarie, ma intanto rischia di scivolare in quarta posizione perché lo Zenit ha una partita in meno e con il +9 di lunedì ha ribaltato la differenza canestri a suo favore. Vietato sbagliare dunque per Ettore Messina, perché potrebbe trattarsi di un arrivo al fotofinish per la qualificazione ai playoff di Eurolega… (agg. di Claudio Franceschini)

MILANO KHIMKI: L’OLIMPIA PER RIPARTIRE SUBITO

Milano Khimki sarà diretta dagli arbitri Ilija Belosevic, Mehdi Difallah e Tomasz Trawicki: alle ore 20:45 di giovedì 25 febbraio torna l’appuntamento con l’Eurolega 2020-2021, arrivata alla sua 26^ giornata. Ci avviciniamo alla conclusione della regular season: l’Olimpia entra nel turno con un vantaggio di tre gare sulla nona in classifica (lo Zalgiris Kaunas) che però deve recuperare una partita, di conseguenza il margine potrebbe assottigliarsi. Dopo aver perso contro lo Zenit, nel recupero di lunedì, Ettore Messina sa di dover sfruttare l’occasione contro il fanalino di coda (appena due vittorie) perché la graduatoria è corta e dunque possono succedere ancora tante cose.

Curiosamente lo Zenit è l’ultima squadra battuta dal Khimki, in un derby in trasferta; l’Olimpia gioca per la seconda volta contro un’avversaria che in questa stagione sta affrontando parecchi problemi ed è già aritmeticamente fuori dalla corsa ai playoff. Vedremo allora come andranno le cose sul parquet del Mediolanum Forum; aspettando che la diretta di Milano Khimki prenda il via proviamo anche a ragionare su quelli che potrebbero essere i temi principali che emergeranno dalla importante partita di Eurolega.

DIRETTA MILANO KHIMKI: RISULTATI E CONTESTO

Milano Khimki, lo abbiamo detto, rappresenta una bella occasione per l’Olimpia: dovrà riscattare la sconfitta maturata sul parquet dello Zenit che è stata la nona in questa Eurolega, e potrà farlo contro un’avversaria che non vince addirittura da 100 giorni esatti, che negli anni scorsi era stata temibile e che schiera un fuoriclasse come Alex Shved, ma che nel complesso è stata affondata da problemi economici e una quadra nel roster mai trovata. Tutto il contrario di una Milano che in Italia sta dominando (prima in classifica in campionato, con Supercoppa e Coppa Italia già in bacheca) ma che finalmente è competitiva anche in Europa: il primo posto è ancora alla portata, la classifica ci dice che la posizione attuale potrebbe anche peggiorare in maniera sensibile ma, in termini generali e vada come vada, c’è una differenza netta rispetto alle passate stagioni. Ci avviciniamo allora a una partita che l’Olimpia sa di non poter sbagliare: sarebbe la vittoria numero 17 che garantirebbe quantomeno il 50% di successi al termine della regular season, per i playoff potrebbe non bastare ma sarebbe un bel passo di avvicinamento all’obiettivo minimo…

© RIPRODUZIONE RISERVATA