Diretta/ Milano Trento (risultato finale 93-72) streaming video tv: vince l’Armani

- Claudio Franceschini

Diretta Milano Trento streaming video tv: orario e risultato live della partita valida per la seconda giornata del campionato di basket Serie A1, squadre in campo al Mediolanum Forum.

Olimpia Milano Datome
Video Milano Villeurbanne, basket Eurolega 5^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA MILANO TRENTO (RISULTATO 93-72): VINCE L’ARMANI

La gara tra Milano e Trento termina sul 93-72. Vediamo tutti i realizzatori della gara. Milano: Melli 3, Grant 9, Tarczewski 8, Biligha 4, Moraschini 13, Hall 5, Delaney 12, Mitoglu 10, Shields 19, Alviti 5, Datome 5. Trento: Bradford 13, Williams 10, Reynolds 15, Forray 10, Flaccadori 12, Saunders 4, Mezzanotte 8. Armani Milano che la chiude nell’ultimo quarto con un parziale di 27-21. Vittoria meritata per l’Armani che ha condotto il gioco fin dall’inizio soffrendo solo nel terzo quarto. (agg. Umberto Tessier)

FINE TERZO QUARTO!

Il terzo quarto tra Milano e Trento termina sul 66-51. Vediamo tutti i realizzatori della gara. Milano: Melli 3, Grant 3, Tarczewski 8, Biligha 4, Moraschini 10, Hall 5, Delaney 12, Shields 15, Alviti 3, Datome 5. Trento: Bradford 7, Williams 5, Reynolds 13, Forray 10, Flaccadori 7, Saunders 4, Mezzanotte 5. Armani Milano impatta contro Trento nel terzo quarto con il parziale che recita 19-19. Resta comunque il vantaggio corposo della compagine di casa rispetto a Trento. (agg. Umberto Tessier)

DIRETTA MILANO TRENTO STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Milano Trento sarà trasmessa su Eurosport 2, dunque sarà un appuntamento riservato agli abbonati al satellite (il canale è il 211 del decoder Sky); abbiamo poi la grande novità della stagione che, come già detto, è il broadcaster Discovery + che fornirà tutte le gare del torneo nazionale. La visione sarà naturalmente in diretta streaming video e riservata agli abbonati; inoltre il sito ufficiale www.legabasket.it metterà a disposizione tutte le informazioni utili su questo match, come il tabellino play-by-play e il boxscore con le statistiche aggiornato in tempo reale.

INTERVALLO LUNGO

Milano e Trento vanno all’intervallo lungo sul 47-32. Vediamo tutti i realizzatori della gara. Milano: Melli 3, Tarczewski 6, Biligha 4, Moraschini 5, Hall 3, Delaney 10, Shields 10, Alviti 3, Datome 3. Trento: Bradford 7, Williams 3, Reynolds 3, Forray 7, Flaccadori 7, Saunders 2, Mezzanotte 3. Armani Milano che allunga su Trento piazzando un parziale di 19-11. Dopo un buon primo quarto Trento perde colpi e subisce un po’ troppo le iniziative degli avversari. (agg. Umberto Tessier)

DELANEY 6 PUNTI

Il primo quarto tra Milano e Trento termina sul 28-21. Vediamo tutti i realizzatori della gara. Milano: Melli 3, Tarczewski 4, Biligha 4, Delaney 6, Shields 5, Alviti 3, Datome 3. Trento: Bradford 7, Williams 3, Reynolds 3, Forray 3, Flaccadori 5. Armani Milano avanti come da pronostico anche se Trento ha dimostrato di poter restare dentro al match grazie ad una pronta reazione nonostante un primo quarto costantemente in difficoltà. (agg. Umberto Tessier)

PALLA A DUE!

Finalmente siamo pronti a vivere la diretta di Milano Trento, ma ci sembra giusto fare un piccolo passo indietro a giovedì sera e alla bellissima vittoria contro il Cska Mosca Mosca con cui l’Olimpia Milano ha cominciato una nuova avventura in Eurolega. Notte da ricordare, allora non andiamo a rievocare le parole di coach Ettore Messina in sala stampa, in sede di commento della grande vittoria europea: “E’ stata una grande vittoria, inutile negarlo, lo è sempre battere una contendente come il CSKA. Siamo partiti un po’ timidi, poi con il passare dei minuti abbiamo sistemato la difesa e abbiamo mosso meglio la palla in attacco.

Nel primo quarto abbiamo concesso 29 punti, negli ultimi due quarti altri 29 il che dimostra quanto sia cresciuta la nostra difesa. Pippo Ricci ci ha dato un grande contributo in termini di energia in momenti cruciali della partita”. Coach Messina poi ha aggiunto: “Spero che l’infortunio di Milutinov non sia serio, è sempre brutto quando un giocatore esce per infortunio, e sottolineo l’apporto del pubblico. E’ bello quando dopo giocate di energia, penso a Jerian Grant che si tuffa per recuperare un pallone, un paio di stoppate, qualche rimbalzo catturato nel traffico, il pubblico ti dimostra il proprio apprezzamento”. Adesso però pensiamo all’attualità: siamo alla palla a due di Milano Trento! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GRAN RIVALITÀ

Abbiamo già detto nel presentare la diretta di Milano Trento che questa partita porta con sé una rivalità che si è inasprita in un paio di episodi significativi: facciamo riferimento al biennio 2017-2018, quando queste due squadre si erano incrociate in due serie playoff. La prima valeva per la semifinale: Milano, campione d’Italia in carica, affrontava una squadra che era soltanto al terzo campionato di Serie A1 ma che clamorosamente era stata capace di espugnare due volte il Mediolanum Forum, arrivando addirittura a dominare e volando alla prima, storica finale (poi persa contro Venezia) con un netto 4-1.

L’Olimpia aveva avuto immediatamente la possibilità di rivincita, perché l’anno seguente era riuscita a tornare alla serie per lo scudetto e aveva ritrovato la Dolomiti Energia. Erano state partite davvero intense, per nulla scontate: alla fine Milano l’aveva spuntata per 4-2 con un Andrew Goudelock determinante e uno Shavon Shield – che oggi gioca con l’altra canotta – eroico per una Trento ancora beffata, e che da quel momento non è più riuscita a tornare a quel livello. Oggi siamo solo alla seconda giornata di campionato, ma Milano Trento resta sempre una partita a suo modo speciale… (agg. di Claudio Franceschini)

RIVALITÀ ACCESA!

Milano Trento si gioca in diretta dal Mediolanum Forum, alle ore 17:30 di domenica 3 ottobre: nella seconda giornata del campionato di basket Serie A1 2021-2022 torna una grande rivalità, che si è creata all’improvviso grazie a due serie playoff – una per lo scudetto – e dunque ha “accomunato” due realtà che hanno chiaramente una storia totalmente diversa. Se guardiamo ai risultati attuali, l’Olimpia reduce dall’esordio in Eurolega ha battuto Napoli in trasferta, senza nemmeno mettere la quarta (73 punti segnati) ma facendo mostra di un controllo senza patemi sull’avversario, riscattando parzialmente il ko in finale di Supercoppa.

La Dolomiti Energia ha perso alla BLM Group Arena, ma non possiamo evitare di pensare alla sfortuna nel calendario: pronti via, Trento si è trovata a ospitare la Virtus Bologna campione d’Italia e, per l’appunto, una settimana dopo va a casa della più grande rivale per lo scudetto. Una partenza con 0-2 era da mettere in conto, ma vediamo comunque quello che succederà nella diretta di Milano Trento; aspettando che la partita si giochi, proviamo anche a fare qualche valutazione sui temi principali che sono legati a questa partita.

DIRETTA MILANO TRENTO: RISULTATI E CONTESTO

Si avvicina la diretta di Milano Trento, che come detto potrebbe avere un esito scontato: sarà anche interessante vedere quali saranno le scelte che Ettore Messina opererà nel referto, perché il roster dell’Olimpia è lunghissimo e, per esempio, al PalaBarbuti la squadra si è presentata senza Sergio Rodriguez e Kyle Hines. Dei nuovi, Supercoppa e prima di campionato hanno fatto vedere un Kostas Mitoglu già dominante sotto i tabelloni; chiaramente Milano guarda al lungo periodo ma sa bene, avendolo provato sulla propria pelle la scorsa primavera, che il doppio impegno (trattandosi di Eurolega) può incidere parecchio quando conterà davvero, e dunque anche le decisioni su chi far rifiatare saranno importanti.

Trento come detto ha perso all’esordio (subendo 102 punti dalla Virtus Bologna), ma allargando il quadro va detto che è anche in 0-5 in questo principio di stagione, visto che nel girone di Supercoppa non aveva mai vinto: l’Aquila, lo avevamo detto anche nelle scorse settimane, è comunque abituata alle partenze a rilento per poi operare ottime rimonte e arrivare di riffa o di raffa a prendersi un posto nei playoff (e magari fare anche strada nel tabellone), resta chiaramente da valutare se anche quest’anno le cose andranno in questo modo…

© RIPRODUZIONE RISERVATA