Diretta/ Trento Virtus Bologna (risultato finale 88-102): dominio Segafredo

- Claudio Franceschini

Diretta Trento Virtus Bologna streaming video tv: orario e risultato live della partita alla BLM Group Arena, per la prima giornata di basket Serie A1. Esordio in trasferta per i campioni.

Scariolo Zanetti Virtus Bologna lapresse 2021 640x300
Diretta Trento Virtus Bologna, basket Serie A1 1^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA TRENTO VIRTUS BOLOGNA (RISULTATO FINALE 88-102): DOMINIO SEGAFREDO!

L’ultimo quarto di match ha sancito il dominio della Virtus Segafredo Bologna, che si è presa così la vittoria contro la Dolomiti Energia Trentino. Alla fine la formazione bolognese si è imposta con un 88-102 che ha messo in luce come il dominio degli ospiti sia stato di larga misura. I 24 punti di Reynolds, miglior realizzatore della partita, non sono bastati a Trento con Bologna che ha portato a 21 punti personali Hervey e a 19 Belinelli, con la Virtus che ha blindato così la prima vittoria stagionale in campionato. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA TRENTO VIRTUS BOLOGNA STREAMING VIDEO TV: COME SEGUIRE LA PARTITA

La diretta tv di Trento Virtus Bologna sarà in chiaro per tutti, essendo trasmessa su Rai Sport e dunque sul digitale terrestre; la grande novità della stagione, per la Serie A1, riguarda comunque l’ingresso di Discovery + come broadcaster ufficiale, di conseguenza tutte le partite di campionato (come già è stato per la Supercoppa) saranno fornite da questa piattaforma tramite diretta streaming video. Ricordiamo poi che il sito www.legabasket.it mette a disposizione le informazioni utili sulla partita, in particolar modo il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori aggiornate in tempo reale. CLICCA QUI PER LO STREAMING SU RAIPLAY

OSPITI A +20

Ormai ha preso il largo la Virtus Bologna in casa della Dolomiti Energia Trento. 64-84 il parziale alla fine del terzo quarto, a +20 e con un solo parziale da giocare i felsinei possono dire di aver messo ormai praticamente in ghiaccio la prima vittoria in campionato. Belinelli e Hervey sono straordinari sotto canestro, Trento ha provato a rialzare la testa ma non riesce a tenere testa alle medie realizzative della formazione bolognese, ormai a un passo dalla vittoria. (agg. di Fabio Belli)

RITMI ELEVATISSIMI

Ritmi elevatissimi in questa prima metà di gara tra Dolomiti Energia Trento e Virtus Bologna. 43-56 il risultato alla fine del secondo quarto in favore dei felsinei che sono riusciti a mantenere le distanze, 26-26 il parziale del secondo quarto e il vantaggio degli ospiti rimane di 13 punti. 14 punti messi a segno personalmente da Belinelli e 11 a testa per Alibegovic e Harvey tra le fila della Virtus, risponde Trento con 12 punti per Williams e 11 per Flaccadori, ma con un punteggio simile a metà gara le medie realizzative personali sono per forza di cose molto alte. (agg. di Fabio Belli)

FELSINEI A RAZZO

I felsinei della Virtus Bologna partono a razzo nel primo quarto in casa della Dolomiti Energia Trento, chiudendo il primo parziale avanti sul 17-30. Flaccadori per i padroni di casa prova a dettare i ritmi offensivi ma è eccellente la risposta di un Belinelli apparso incontenibile in avvio di gara e di un Harvey che sta confermando le ottime cose già viste in Supercoppa. 17-30 il risultato e con 13 punti di vantaggio Trento si trova davanti già una montagna alta da scalare di fronte. (agg. di Fabio Belli)

PALLA A DUE!

La diretta di Trento Virtus Bologna sta per farci compagnia. Abbiamo parlato in precedenza della stagione europea: per la Segafredo sarà ancora una volta l’Eurocup, perché l’anno scorso come ricorderete c’era stata la grande delusione. La Virtus aveva superato le prime due fasi a gironi vincendo sempre, e allo stesso modo era volata a prendersi la Final Four; nella semifinale contro l’Unics Kazan aveva aperto alla grande con la vittoria in gara-1 ma poi, incredibilmente, nel momento di tirare le somme e dopo 19 vittorie consecutive i russi avevano rimontato, sbancato la Segafredo Arena e conquistato la finale contro il Monaco.

A Bologna sarebbe bastato prendersi l’ultimo atto per volare in Eurolega, ma così non è stato; nonostante questo Milos Teodosic ha scelto di rimanere con le V nere (e non era scontato), adesso però bisognerà andare a prendersi quel traguardo che potrebbe comunque arrivare con una riforma (il presidente Bartomeu ha parlato chiaro in tal senso), ma è chiaro che, dopo la Champions League del 2019, la Segafredo abbia fame di trofei internazionali più importanti. Ora però mettiamoci comodi e stiamo a vedere quello che succederà sul parquet della BLM Group Arena, perché finalmente ci siamo: la palla a due di Trento Virtus Bologna sta per alzarsi! (agg. di Claudio Franceschini)

LA VITTORIA IN SUPERCOPPA

Manca sempre meno alla diretta di Trento Virtus Bologna. La Segafredo ha ripreso il discorso da dove lo aveva interrotto: è cambiato l’allenatore, non l’esito del campo perché, tre mesi dopo la conquista dello scudetto, la società emiliana ha messo in bacheca anche la Supercoppa, un trofeo che nonostante le 9 finali disputate aveva vinto una sola volta (nel 1995, edizione inaugurale). Sergio Scariolo quindi si è immediatamente tolto lo sfizio di sollevare una coppa; ancora una volta la finale è stata vinta contro l’Olimpia, e questo potrebbe essere un dato non da poco visto che nelle partite da “dentro o fuori”, volendo considerare tali anche quelle della serie scudetto, siamo 5-0 in favore della Segafredo.

Naturalmente, come già si era detto l’anno scorso con il trionfo di Milano, la Supercoppa conta il giusto: è arrivata presto e con una formula particolare, bisognerà stabilire ancora i reali rapporti di forza e soprattutto capire come la stagione europea influirà sulla condizione fisica dei roster. Intanto però il primo trofeo della stagione lo ha vinto la Virtus Bologna, questo non si può cancellare e dunque l’inizio delle V nere è stato ottimo… (agg. di Claudio Franceschini)

TRENTO VIRTUS BOLOGNA: ECCO I CAMPIONI!

Trento Virtus Bologna si gioca in diretta dalla BLM Group Arena, con palla a due alle ore 20:45 di domenica 26 settembre: è la partita che chiude il programma della prima giornata nel campionato di basket Serie A1 2021-2022. La Segafredo si presenta in Trentino da campione d’Italia: finalmente la società bianconera è riuscita a rimettere le mani sullo scudetto, ponendo fine a una lunga attesa e schiantando Miano con un 4-0 nella serie finale, poi ha dato l’addio a Sasha Djordjevic e chiamato Sergio Scariolo ad allenare un gruppo rinnovato, anche se con le importanti conferme di Milos Teodosic e Marco Belinelli (diventato capitano).

Scariolo ha esordito come se non fosse cambiato alcunchè, per lui e la squadra: pronti via, ha messo in bacheca la Supercoppa battendo ancora l’Olimpia in finale, e dunque almeno per il momento confermando di essere il numero 1 ai nastri di partenza della stagione. Questa sera la prima di campionato arriva sul campo di una Trento sempre costante nei suoi risultati; vedremo come andranno le cose, nel frattempo aspettando la diretta di Trento Virtus Bologna prendiamoci qualche momento per analizzarne i temi principali.

DIRETTA TRENTO VIRTUS BOLOGNA: SITUAZIONE E CONTESTO

Nel presentare la diretta di Trento Virtus Bologna abbiamo parlato della dominante Segafredo, che ha aperto la sua stagione vincendo la Supercoppa e dando subito un segnale forte; in questa competizione ha invece fatto male la Dolomiti Energia, che era inserita nel girone con Tortona e Trieste e ha chiuso con 0 vittorie e 4 sconfitte. Lele Molin, confermato dopo essere subentrato nel corso dell’ultima stagione, sa di dover lavorare tanto; come abbiamo detto in precedenza, tuttavia, Trento ha sempre avuto partenze a rilento arrivando poi a conquistare in maniera costante un posto nei playoff, come infatti accaduto anche nell’ultimo campionato. Adesso le cose potrebbero andare allo stesso modo, anche se naturalmente da queste parti la speranza è di avere un avvio leggermente migliore; sicuramente la composizione del calendario non è stata benevola con l’Aquila trentina, che però affronterà con entusiasmo questo esordio contro i campioni in carica sapendo che si parte sempre e comunque dallo 0-0, e che dunque potrebbe arrivare anche qualche sorpresa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA