DIRETTA/ Olympiacos Anadolu Efes (risultato finale 74-77): Micic decide sulla sirena!

- Claudio Franceschini

Diretta Olympiacos Anadolu Efes, risultato finale 74-77: un buzzer beater di Vasilije Micic evita l’overtime e manda i campioni in finale di Eurolega, per la terza edizione consecutiva.

Efes basket
Anadolu Efes, turchi in finale di Eurolega (da Twitter)

DIRETTA OLYMPIACOS ANADOLU EFES (RISULTATO FINALE 74-77)

Olympiacos Anadolu Efes 74-77: i turchi sono in finale di Eurolega con un buzzer beater di Vasilije Micic, e potranno dunque difendere il loro titolo al termine di una semifinale pazzesca, magari a punteggio non altissimo ma tremendamente intensa. Sembra finita per l’Olympiacos, che va sotto di 4 punti quando manca un minuto alla sirena; i greci però non mollano di un centimetro, Kostas Sloukas guadagna un prezioso viaggio in lunetta e trova un 2/2 che permette alla squadra di Georgios Bartzokas di restare lì. Adrien Moerman sbaglia, Thomas Walkup cattura il rimbalzo, Hassan Martin impatta sul 74-74: mancano 19 secondi e alla Stark Arena si comincia a pensare all’overtime, ma non si sono fatti i conti con Vasilije Micic. L’ex MVP di regular season e Final Four, e capocannoniere di questa edizione, si prende la tripla e la mette: il playmaker serbo era 3/10 dall’arco fino a quel momento e chiude a 15 punti, 6 rimbalzi e 9 assist una partita a tutto tondo anche se non brillantissima dal punto di vista offensivo.

Ce ne sono 21 di Shane Larkin con 6/18 ma anche 7 assist, secondo tempo in chiaroscuro per il numero 0; fondamentali invece i 16 di un Elijah Bryant ispirato. All’Olympiacos non basta mandare cinque giocatori in doppia cifra, con Shaquielle McKissic miglior realizzatore a quota 12: Sloukas segna 11 punti distribuendo 6 assist ma tira 2/6 prendendosi poche responsabilità, Walkup sparisce dopo due minuti iniziali di rara intensità, il 28% dal perimetro è una sentenza durissima per i greci in una partita così equilibrata. Il viaggio alla Final Four di Eurolega non è finito per loro: ci sarà ancora la finale per il terzo posto per quanto inutile. L’Anadolu Efes invece, per il terzo anno consecutivo, giocherà la partita per il titolo: l’appuntamento sarà contro la vincente del Clasico Barcellona Real Madrid, che comincerà tra poco con la speranza che sia entusiasmante tanto quanto questa prima semifinale di Eurolega. (agg. di Claudio Franceschini)

OLYMPIACOS ANADOLU EFES (RISULTATO 63-66): 4° QUARTO

Olympiacos Anadolu Efes 63-66: ecco i campioni che conosciamo, quelli che sono capaci di straordinarie accelerazioni in poco tempo. Lo fanno all’inizio del terzo quarto, e il protagonista è Elijah Bryant: il numero 6 resta in campo per l’inizio del periodo e strappa la semifinale di Eurolega con 9 punti che consentono all’Anadolu Efes di arrivare a +9, prendendosi così il massimo vantaggio all’interno di una partita che fino a quel momento era rimasta molto equilibrata. L’Olympiacos non trova risposte, anche perché Thomas Walkup dopo il grande inizio non riesce più a trovare risposte offensive; si sveglia nel contempo Shaquielle McKissic (che può essere un grande chiave nella partita).

L’Efes però all’inizio del periodo ne ha semplicemente di più e trova anche in Vasilije Micic le risposte sperate, perché anche il serbo ha la connessione giusta con Bryant Dunston e impatta i 6 assist di Shane Larkin. I due grandi volti dei campioni arrivano così a un totale di 30 punti e 12 assist: difficile battere i campioni in carica di Eurolega quando il numero 0 e il numero 22 hanno queste cifre. Tuttavia l’Olympiacos è tornato alla Final Four dopo 9 anni e non ha intenzione di arrendersi troppo facilmente: Tyler Dorsey, partito in quintetto ma poi senza tantissimi minuti, improvvisamente diventa il primo riferimento offensivo della squadra di Georgios Bartzokas che rientra addirittura a -3. Sarà dunque una grande partita nell’ultimo quarto… (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA OLYMPIACOS ANADOLU EFES STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Olympiacos Anadolu Efes sarà trasmessa su Sky Sport Uno, canale che trovate al numero 201 del decoder: la visione della semifinale di Eurolega sarà dunque riservata agli abbonati che potranno eventualmente servirsi, senza costi aggiuntivi, del servizio di diretta streaming video attivando l’applicazione Sky Go, attivabile su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone. Ricordiamo inoltre che sul sito ufficiale del torneo, euroleaguebasketball.net/euroleague, potrete liberamente consultare le informazioni utili a cominciare dal tabellino play-by-play e il boxscore della partita, aggiornati entrambi in tempo reale.

OLYMPIACOS ANADOLU EFES (RISULTATO 43-42): INTERVALLO

Olympiacos Anadolu Efes 43-42: si mantiene molto equilibrata la prima semifinale di Eurolega, e all’intervallo lungo c’è decisamente odore di overtime alla Stark Arena di Belgrado. Al momento è +1 in favore dei greci, che hanno già 5 assist di Kostas Sloukas e soprattutto una panchina che ha prodotto tanto, perché Hassan Martin è entrato in campo e in 9 minuti ha messo insieme 9 punti con 3/4, dando nuova energia così come il veterano Georgios Printezis, che come sempre fornisce la sua esperienza alla squadra. L’Olympiacos sta tirando male dall’arco (25%) mentre l’Anadolu Efes ha un quasi incredibile 8/17 con il quale resta attaccato alla partita; bene anche qui la panchina con Bryant Dunston e Elijah Bryant a quota 7 punti a testa.

Ci sono anche gli 8 di Vasilije Micic (con 3 rimbalzi e 4 assist) ma in questo momento i campioni in carica sono a contatto per parecchio merito di Shane Larkin, che nel primo tempo si è seduto per appena 54 secondi e ha già 16 punti e 6 assist con 4/8 dalla lunga distanza. Una semifinale quindi che resta parecchio equilibrata e, che va a strappi: anche nel secondo periodo comunque nessuna delle due squadre è ancora riuscita ad allungare in maniera sensibile, non ci resta allora che vedere come procederanno le cose nel secondo tempo… (agg. di Claudio Franceschini)

OLYMPIACOS ANADOLU EFES (RISULTATO 21-18): 2° QUARTO

Olympiacos Anadolu Efes 21-18: nonostante sia la semifinale di Eurolega, e dunque la posta in gioco altissima, le due squadre iniziano con ritmi abbastanza alti e percentuali buone. I campioni in carica prendono il comando delle operazioni o almeno ci provano: Shane Larkin colpisce dall’arco dopo un canestro di Tibor Pleiss, il vantaggio è turco ma l’Olympiacos, che non gioca le Final Four da cinque anni, risponde presente sfruttando la fisicità di Moustapha Fall che mostra i muscoli sotto canestro, ma soprattutto ha in Thomas Walkup un giocatore che inizia con mano caldissima e timbra la tripla che vale il primo sorpasso greco sul 7-5. Nei primi scampoli di gara la squadra del coach dell’anno Georgios Bartzokas segna solo con questi due giocatori, perché Sasha Vezenkov sbaglia i primi tiri e Kostas Sloukas deve ancora fare il suo ingresso sul parquet (il che non è una buona notizia per l’Anadolu Efes); non lo è nemmeno il fatto che Vasilije Micic, MVP della scorsa Eurolega (regular season e Final Four) e capocannoniere quest’anno apra la sua semifinale con 0/2 dall’arco e una palla persa.

L’Olympiacos continua a giocare stimolando anche la mano di Kostas Papanikolaou; l’Efes risponde con l’ex Bryant Dunston, che dalla panchina porta energia e 5 punti immediati per permettere ai campioni di rimanere incollati nonostante Fall sia in giornata di grazia. L’ex Varese Dunston però è importante per aprire il campo: ringraziano Larkin e Elijah Bryant, il quale in campo da meno di un minuto “risponde” al numero 0 ed esegue il controsorpasso (14-16) prima dell’allungo firmato dai primi punti di Micic, per un parziale di 0-11 dell’Anadolu Efes. Sloukas finalmente si iscrive alla contesa fermando l’emorragia dalla lunetta, poi Papanikolaou dal perimetro fa 19-18 e allunga ancora ai liberi: gran primo quarto… (agg. di Claudio Franceschini)

OLYMPIACOS ANADOLU EFES (RISULTATO 0-0): PALLA A DUE!

La diretta di Olympiacos Anadolu Efes sta finalmente per cominciare. Grandi nomi in campo: la particolarità del roster turco è quello di essere rimasto lo stesso per anni, infatti coach Ergin Ataman allena un gruppo sostanzialmente invariato rispetto al primo di tre viaggi consecutivi alla Final Four di Eurolega. Shane Larkin (inserito nel miglior quintetto del torneo), Vasilije Micic (MVP di regular season e Final Four lo scorso anno), Bryant Dunston (ex della partita), Adrien Moerman, Krunoslav Simon e tutti gli altri si conoscono a memoria, e questo può essere un vantaggio. Dall’altra parte abbiamo già parlato di Kostas Sloukas, tornato a giocare nell’Olympiacos dopo aver vinto l’Eurolega con la corazzata Fenerbahçe.

Abbiamo anche Sasha Vezenkov, tre anni a Barcellona e quest’anno, lui pure, membro del primo quintetto di Eurolega, e ancora il grande veterano Georgios Printezis che sa come si vince questa competizione, e Shaqielle McKissic che sette anni fa avevamo visto brevemente a Pesaro, e da quando è arrivato al Pireo è diventato giocatore di tutto rispetto (e atletismo). Il verdetto su questa semifinale ce lo darà il campo: si tratta quindi di mettersi comodi e lasciare la parola al parquet della Stark Arena, dove finalmente la palla a due di Olympiacos Anadolu Efes sta per alzarsi! (agg. di Claudio Franceschini)

OLYMPIACOS ANADOLU EFES: I TESTA A TESTA

I precedenti di Olympiacos Anadolu Efes per quanto riguarda l’Eurolega moderna ci presentano un quadro davvero esteso, e particolare: i match disputati tra queste due squadre sono ben 44, e il bilancio è in totale parità con 22 vittorie a testa. Nell’ultima regular season abbiamo vissuto una vittoria per parte e sempre in casa, molto tirata quella dell’Olympiacos e dominante quella dell’Anadolu Efes; possiamo comunque dire che in Final Four non abbiamo mai avuto un incrocio e dunque, almeno in questo contesto, il match sarà inedito.

L’ultima sfida ai playoff tra queste due squadre invece risale a una meravigliosa serie del 2017, che rappresenta anche l’ultimo anno in cui l’Olympiacos era arrivato alla Final Four (perdendo la finale contro il Fenerbahçe): i greci avevano il fattore campo ma l’Anadolu Efes aveva fatto il blitz in gara-2, poi si era portato sul 2-1 e dunque aveva ottenuto due match point a disposizione. L’Olympiacos però era andato a vincere a Istanbul nel quarto episodio della serie, per poi ottenere un 87-78 nella “bella” del Pireo grazie anche a 22 punti e 6 assist di Vassilis Spanoulis. Ora, vedremo come andranno le cose nella prima semifinale dell’Eurolega 2021-2022.. (agg. di Claudio Franceschini)

OLYMPIACOS ANADOLU EFES: SEMIFINALE ELETTRIZZANTE!

Olympiacos Anadolu Efes è in diretta dalla Stark Arena di Belgrado, alle ore 18:00 di giovedì 19 maggio: finalmente ci siamo, la Final Four di Eurolega 2021-2022 comincia oggi e ci presenta subito i campioni in carica, che hanno eliminato Milano (purtroppo) in 4 partite e ora sono pronti alla difesa del titolo, giunti alla terza partecipazione consecutiva alla Final Four e a caccia della terza finale in serie. I favoriti sono loro ed è quasi obbligatorio che sia così, ma attenzione: quando l’Olympiacos arriva in fondo diventa una minaccia, perché è squadra in grado di andare oltre l’ostacolo.

Senza più il grande leader Vassilis Spanoulis, i greci sono riusciti a tornare alla Final Four vincendo una tiratissima serie contro il Monaco; sono una compagine ostica che in patria ha anche rinunciato – di fatto – a giocare nel massimo campionato come protesta contro arbitri e Lega, e finalmente sembra aver ritrovato una dimensione europea di tutto rispetto. Non vediamo l’ora di scoprire quello che succederà nella diretta di Olympiacos Anadolu Efes; mentre aspettiamo che la semifinale di Eurolega si giochi, proviamo a fare un rapido excursus sui temi principali che sono legati a questa partita.

DIRETTA OLYMPIACOS ANADOLU EFES: RISULTATI E CONTESTO

La diretta di Olympiacos Anadolu Efes è dietro l’angolo: i greci tornano alla Final Four di Eurolega dopo cinque anni, l’ultimo timbro è quello del 2013 (back to back) ma come detto si tratta di una squadra che può fare paura, perché da queste parti sono abituati a giocare partite per il titolo e non può bastare qualche stagione sotto tono (l’anno scorso non erano nemmeno arrivati i playoff) per cancellare una tradizione che è tra le migliori in ambito europeo. Non c’è più Spanoulis, c’è però Kostas Sloukas che è diventato grande al Fenerbahçe e poi è tornato a casa; in panchina poi siede Georgios Bartzokas, che due o tre cose in Eurolega le ha fatte vedere.

L’Anadolu Efes però è campione in carica, e ancora una volta ha fatto vedere perché: partito male (come l’anno scorso), è salito di colpi quando ci si è avvicinati al momento di qualificarsi per i playoff, poi pronti via ha violato il Mediolanum Forum indirizzando dalla sua parte la serie contro l’Olimpia. È una squadra, quella di Ergin Ataman, che vive di isolamenti: il problema è che quando a giocarli sono Shane Larkin e Vasilije Micic la questione si complica per gli avversari, e poi la serie contro Milano ha presentato anche un Tibor Pleiss dominante. La bilancia del pronostico pende dalla parte dei turchi, ma la diretta di Olympiacos Anadolu Efes è tutt’altro che scontata…





© RIPRODUZIONE RISERVATA