DIRETTA/ Osasuna Barcellona (risultato finale 2-2) video DAZN: Torres rovina la festa

- Claudio Franceschini

Diretta Osasuna Barcellona streaming video e tv: in campo per la partita della 3^ giornata della Liga, attenzione a questa trasferta per i blaugrana.

Suarez Jordi Alba Barcellona Osasuna lapresse 2019
Diretta Osasuna Barcellona, Liga 3^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA OSASUNA BARCELLONA (FINALE 2-2): TORRES ROVINA LA FESTA!

A dieci minuti dallo scadere l’Osasuna conquista un calcio di rigore dopo un tocco involontario di Piqué con le mani dentro l’area da rigore. Dagli undici metri si presenta Torres, che non sbaglia. Esecuzione perfetta da parte del giocatore dell’Osasuna che supera Ter Stegen con un destro rasoterra ben indirizzato all’angolino basso. La rete del 2-2 fa perdere la testa a Piqué che si becca un cartellino giallo per eccessive proteste nei confronti del direttore di gara. I blaugrana non ci stanno e provano a riprendere il vantaggio con Perez, che viene arginato provvidenzialmente da Martinez in uscita. Perfetto il passaggio smarcante confezionato da Arthur, altrettanto lo è stato l’intervento di Martinez, che ha sventato un pericolo tangibile. Nel finale di partita l’Osasuna prova persino a vincerla: con un mancino al volo ci prova proprio Torres, il suo tentativo però si spegne oltre la linea di fondo. Al triplice fischio, dunque, non c’è vincitore tra Osasuna Barcellona: finisce 2-2. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

FATI E ARTHUR LA RIBALTANO

Al minuto cinquantuno il Barcellona pareggia i conti grazie ad Ansu Fati. Il talento della cantera blaugrana mette a segno il suo primo gol in Liga, insaccando alle spalle di Martinez con una bella giocata. L’Osasuna subisce il contraccolpo, il Barcellona prende campo e torna a farsi pericoloso al cinquantottesimo con una botta di Sergi Roberto che Martinez para sicuro. Al cinquantanovesimo minuto grande occasione per Brandon che in girata impegna severamente Ter Stegen, costretto ad intervenire in tuffo per allontanare. Trascorrono cinque minuti abbondanti e il Barcellona passa in vantaggio con Arthur, bravo a superare Estupinan in dribbling e superare Martinez con una conclusione ben calibrata ad incrociare. Due a un per il Barcellona quando abbiamo superato abbondantemente la metà della ripresa… (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

TORRES LA SBLOCCA!

Circa venti minuti dal fischio di inizio di Osasuna Barcellona e padroni di casa avanti per una rete a zero grazie ad un gol messo a segno da Torres al settimo minuto. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo la formazione blaugrana non è riuscita ad allontanare, così involontariamente ha servito Roberto Torres, il cui tiro al volo non ha lasciato scampo a Ter Stegen. Un inizio da dimenticare per la formazione blaugrana, che crolla al primo vero affondo dei padroni di casa. Il Barcellona prova subito a reagire schiacciando con convinzione l’Osasuna nella propria metà campo. I locali, però, si ripropongono pericolosamente in avanti attorno al diciassettesimo, con Brandon che non riesce a seminare i difensori del Barça sulla destra. Recupera la squadra allenata da Valverde, che ora riprende palla e prova ad imbastire una nuova offensiva per rimettere in equilibrio il tabellino. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

SI GIOCA

Osasuna Barcellona sta finalmente per cominciare: settimana scorsa Ernesto Valverde ha dato campo a due giovani canterani come Carles Perez (che lo ha ripagato con un gol), già visto lo scorso anno per qualche spezzone, e Ansu Fati che ha invece fatto l’esordio, a 16 anni, con la prima squadra blaugrana. Lo scorso anno l’esterno offensivo della Guinea Bissau ha giocato la Youth League con il Barcellona giovanile e ha segnato 4 gol, raggiungendo la semifinale (dove ha timbrato una doppietta); Carles Perez Sayol, classe ’98, il torneo giovanile lo aveva disputato e vinto nel 2018 e aveva contribuito con 7 marcature, che si sono aggiunte alle 12 (in 54 gare) con il Barcellona B in Segunda Division. Se diventerà un fenomeno “in casa” come tanti altri colleghi blaugrana è ancora tutto da vedere: in epoca recente il Barcellona ha portato in prima squadra elementi quali Cristian Tello, Paco Alcacer, Munir El Haddadi e Isaac Cuenca che poi non si sono affermati oppure, come nel caso di Alcacer, lo hanno fatto altrove. Adesso però è arrivato il momento di mettersi comodi e stare a vedere quello che ci diranno i prossimi 90 minuti, finalmente le due squadre sono pronte a scendere in campo all’El Sadar per Osasuna Barcellona, che prende il via! (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Osasuna Barcellona non sarà trasmessa sui canali tradizionali della nostra televisione: infatti la Liga è ancora una volta un’esclusiva della piattaforma DAZN, dunque i suoi abbonati potranno seguire questa partita della terza giornata in diretta streaming video attraverso dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone oppure, in alternativa, sfruttare il collegamento a internet di una smart tv per installarvi direttamente l’applicazione.

L’UNICO GOL DI MASCHERANO

Abbiamo già parlato dei precedenti di Osasuna Barcellona, ma vale la pena approfondire un episodio legato al 7-1 di due anni e mezzo fa: in quel roboante successo blaugrana era arrivato anche il primo e unico gol di Javier Mascherano con la maglia del club. Arrivato ad agosto 2010 dal Liverpool, il centrocampista poi convertito a difensore centrale non aveva mai segnato: la sua ultima rete ufficiale risaliva a una partita della sua nazionale contro Trinidad e Tobago (2014), mentre con i club Mascherano non andava a rete dal 2010, con la maglia del Liverpool in Europa League. Quella sera il Barcellona era già in vantaggio per 5-1: Leo Messi e André Gomes avevano già segnato due gol a testa e uno lo aveva aggiunto Paco Alcacer (Roberto Torres aveva realizzato su punizione all’inizio del secondo tempo, per i navarri). Quando al Barcellona era stato assegnato un rigore, Messi era uscito da 4 minuti per far entrare l’allora diciannovenne Carles Alena; i compagni avevano lasciato la battuta a Mascherano, che così si era tolto un bello sfizio. Curiosità: il portiere ciu l’argentino aveva fatto gol era Salvatore Sirigu, in prestito semestrale dal Psg via Siviglia. (agg. di Claudio Franceschini)

LE GOLEADE BLAUGRANA

Quando si pensa a Osasuna Barcellona vengono in mente soprattutto tre goleade recenti: vero che tutte sono andate in scena al Camp Nou, ma in ogni caso è giusto ricordarle. Nel settembre 2011 finì con un roboante 8-0 e Leo Messi segnò tre volte – doppietta di David Villa; nel marzo 2014 arrivò un 7-0 e un’altra tripletta della Pulce, mentre il 7-1 dell’aprile 2017 resta attualmente l’ultimo episodio ed era stato sigillato da due gol di Messi, di André Gomes e di Paco Alcacer. Tre goleade con tre allenatori diversi; prima Pep Guardiola, poi Gerardo Martino e infine Luis Enrique, mentre si deve al compianto Tito Vilanova il 5-1 del gennaio 2013. Tuttavia nel febbraio 2012 l’Osasuna era riuscito a sfatare il tabù Barcellona, vincendo 3-2 in casa con le reti di Dejan Lekic (doppietta) e Raul Garcia; ancora più impressionante il successo che era maturato nel maggio 2009 al Camp Nou (a segno Walter Pandiani) ma era la penultima giornata di campionato e i blaugrana avevano già ottenuto la vittoria della Liga. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Osasuna Barcellona si gioca alle ore 17:00 di sabato 31 agosto: terza giornata della Liga 2019-2020 e altra occasione per i blaugrana di lasciarsi alle spalle la sconfitta di Bilbao con cui è stato aperto il campionato. Impegnato nella difesa del titolo, il Barcellona è partito con qualche dubbio nella sua rosa: certo l’acquisto di Griezmann è stato importantissimo ma per contro ci sono alcuni elementi che sembrano non essere parte centrale del progetto, e dunque bisognerà vedere cosa succederà a stagione inoltrata. Nel frattempo il riscatto dopo il San Mamès è stato rappresentato dal 5-2 con cui è stato spazzato via il Betis, con doppietta del Petit Diable; l’Osasuna ha invece aperto la sua Liga andando a vincere sul campo del Leganes, poi si è fermato in casa contro l’Eibar ma per il momento si trova nella parte alta della classifica, anche se ragionevolmente l’obiettivo rimane la salvezza. Vediamo adesso, mentre aspettiamo la diretta di Osasuna Barcellona, in che modo i due allenatori potrebbero disporre le loro squadre sul terreno di gioco leggendo in maniera più approfondita le probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI OSASUNA BARCELLONA

Per Osasuna Barcellona, Jagoba Arrasate dovrebbe confermare il 4-4-2 della scorsa settimana: a protezione del portiere Rubén Martinez giocheranno dunque Aridane Martinez e David Garcia, mentre sulle corsie laterali dovrebbero esserci le catene formate da Nacho Vidal e capitan Roberto Torres (destra) e da Estupinan e Ibanez sull’altro versante. A centrocampo agisce la coppia formata da Brasanac e Moncayola; davanti ci sono tante opzioni, molto dipenderà dalle condizioni di Adrian Lopez che nel caso sarà sicuramente titolare, al fianco di uno tra Avila e l’ex Marc Cardona. Il Barcellona sarà ancora senza Luis Suarez e Ousmane Dembélé ma potrebbe recuperare Messi almeno per la panchina; in campo vanno verso la conferma Rafinha e il giovane Carles Perez per accompagnare Griezmann che agirà da prima punta. In mediana i punti fermi sono Sergio Busquets e Frenkie De Jong; l’altra mezzala sarà uno tra Rakitic e Sergi Roberto ma con Vidal che potrebbe essere titolare; Jordi Alba ancora favorito su Junior Firpo a sinistra per la difesa, Nélson Semedo insidiato dallo stesso Sergi Roberto a destra e coppia centrale formata da Piqué e Lenglet, con ter Stegen a difendere la porta.

QUOTE E PRONOSTICO

Ovviamente i blaugrana sono largamente favoriti in Osasuna Barcellona, anche andando a leggere le quote fornite dall’agenzia di scommesse Snai: il segno 2 per la loro vittoria vi farebbe guadagnare appena 1,28 volte la somma messa sul piatto, mentre con il successo interno dei navarri andreste a mettere in tasca 11,00 volte l’ammontare della puntata. L’eventualità del pareggio, regolata dal segno X, porta in dote 5,25 volte la cifra che avrete deciso di giocare con questo bookmaker.

© RIPRODUZIONE RISERVATA