Diretta/ Parma Bologna (risultato finale 2-2): rimonta incredibile dei ducali!

- Claudio Franceschini

Diretta Parma Bologna streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per la 32^ giornata della Serie A, si gioca allo stadio Ennio Tardini.

Palacio Grassi Gagliolo Bologna Parma lapresse 2020
Diretta Parma Bologna, Serie A 32^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA PARMA BOLOGNA (RISULTATO FINALE 2-2): RIMONTA INCREDIBILE DEI DUCALI!

Clamoroso al Tardini, il Parma riacciuffa il Bologna nel recupero e la sfida finisce 2-2, i felsinei gettano alle ortiche una vittoria che sembrava ormai in cascina, non vorremmo essere nei panni dei giocatori quando Mihajlovic li striglierà a dovere negli spogliatoi. Convinti di avere i tre punti in tasca, i rossoblù tirano i remi in barca, in particolare Skorupski che all’88’ esce a vuoto e lascia la porta a Inglese che trova il salvataggio sulla linea di Mbaye. Quando il quarto uomo indica che ci saranno 5 minuti di recupero, probabilmente nemmeno D’Aversa ci crede. Anche al 93’, quando Kurtic accorcia le distanze, sembra il classico gol della bandiera, invece proprio nell’ultima azione Tomiyasu si fa sovrastare dall’ex-attaccante del Chievo, il portiere polacco si fa un’altra bella dormita e i ducali festeggiano un pareggio insperato. {agg. di Stefano Belli}

FELSINEI IN GESTIONE

Parma Bologna 0-2 quando ci stiamo avvicinando al novantesimo. Poche emozioni nel secondo tempo con i felsinei che hanno saputo controllare la situazione senza farsi prendere dal panico, anche perché la reazione dei ducali non è stata niente di che. Al 48’ Hernani batte un calcio di punizione, Iacoponi prova a colpirla di testa ma l’esecuzione lascia a desiderare. Gli uomini di Mihajlovic vogliono mettere il punto esclamativo in contropiede, al 63’ Barrow va via a Gagliolo e libera il tiro trovando l’opposizione di Sepe che blocca in tuffo. Poco dopo è Orsolini a mettere su chi va là la retroguardia avversaria, in questo caso è Iacoponi a ribattere con la schiena. Dall’altra parte Kulusevski cerca Inglese che si coordina per la conclusione, niente da fare anche qui. {agg. di Stefano Belli}

BRUTTO INFORTUNIO PER BANI

Intervallo al Tardini dove si è appena concluso il primo tempo di Parma Bologna, squadre al riposo sul punteggio di 2 a 0 in favore degli uomini di Mihajlovic, padroni del campo e che stanno giocando indubbiamente meglio rispetto ai ducali che sembrano già in vacanza. Dopo l’uno-due felsinei con le firme di Danilo e Soriano, Orsolini prova a mettersi in proprio ma trova l’opposizione di Hernani prima e Sepe poi, che stavolta fa il suo dovere in mezzo ai pali dopo essersi fatto scavalcare dal tiro non irresistibile del numero 21 avversario. Davvero deludente la prestazione della squadra di D’Aversa, che evidentemente paga la mancanza di stimoli dopo aver perso contatto dalle posizioni che contano per l’Europa League. Da registrare l’infortunio di Bani che non riesce nemmeno a lasciare il campo sulle sue gambe, al suo posto entra Mbaye. {agg. di Stefano Belli}

DANILO E SORIANO A SEGNO!

Quando siamo giunti a metà del primo tempo il punteggio di Parma Bologna vede la formazione di Mihajlovic (oggi squalificato) in vantaggio per 2 a 0. I felsinei sono scesi in campo più motivati rispetto ai ducali, al 3’ Barrow chiama al dovere Sepe che non riesce a evitare il corner. Dalla bandierina Orsolini pesca Danilo che anticipa tutti e gonfia la rete sbloccando il match del Tardini. Gli uomini di D’Aversa, reduci da ben quattro sconfitte consecutive (non senza polemiche), provano a scuotersi ma producono solamente una conclusione velleitaria dai 20 metri di Kucka che non impensierisce assolutamente Skorupski. Al quarto d’ora gli ospiti raddoppiano grazie alla sassata di Soriano, bene ma non benissimo il portiere di casa che si tuffa in ritardo facendosi scavalcare dal pallone. Anche se non è in panchina, il tecnico serbo ha saputo caricare a pallettoni i suoi. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Parma Bologna verrà trasmessa sui canali della televisione satellitare, e dunque sarà un appuntamento in esclusiva per tutti gli abbonati: bisognerà andare al numero 253 del vostro decoder (uno dei canali che prima erano conosciuti come Sky Calcio), o in alternativa utilizzare l’applicazione Sky Go che permette la visione della partita di campionato in diretta streaming video, senza costi aggiuntivi e per mezzo di dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Solo qualche istante ci separa dalla diretta di Parma Bologna: i felsinei sono reduci dallo straordinario colpo di San Siro, una vittoria in rimonta che è stata la seconda consecutiva in trasferta e con identico punteggio, visto che c’era stato anche il 2-1 alla Sampdoria del 28 giugno. Sinisa Mihajlovic viaggia parecchio forte fuori casa: nel 2020 ha perso solo contro Torino e Lazio e si è preso anche i successi di Ferrara e Roma (contro i giallorossi) realizzando sempre tre gol, dunque il conto è diventato, nel nuovo anno solare, di quattro vittorie a fronte di due sconfitte nei sei impegni di campionato. In generale è un Bologna che fa meglio lontano dal Dall’Ara, con 23 punti in 15 partite; in trasferta sono anche arrivati più gol mentre corrisponde il dato sulle reti incassate. Cosa succederà tra pochi minuti, quando comincerà il derby emiliano del Tardini? Scopriamolo insieme: ecco le formazioni ufficiali, mettiamoci comodi perché la diretta di Parma Bologna sta prendendo il via! PARMA (4-3-3): Sepe; Laurini, Iacoponi, B. Alves, Gagliolo; Hernani, Scozzarella, Kurtic; Darmian, Kucka, Sprocati. All. D’Aversa BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Bani, Danilo, Dijks; Dominguez, Medel; Orsolini, Soriano, Sansone; Barrow. All. Mihajlovic (agg. di Claudio Franceschini)

TECNICI A CONFRONTO

Parma Bologna è una bella sfida tra due allenatori di stampo e carriere diversi, come Roberto D’Aversa e Sinisa Mihajlovic. Il serbo è in Italia da praticamente 30 anni, arrivato come calciatore di Roma prima e Sampdoria poi, passato da Lazio e Inter e poi rimasto per allenare. Sono ormai tante le realtà che ha toccato: possiamo citare Catania, Fiorentina, Milan e Torino prima di prendere un Bologna che adesso sogna di condurre in Europa. Mihajlovic si è sempre distinto per la brevità relativa dei suoi mandati; al contrario D’Aversa può diventare un tecnico legato a filo doppio al Parma, di cui ha assunto la guida nel dicembre 2016 – in Lega Pro – sostituendo Luigi Apolloni. Doppia promozione, salvezza e ora la corsa all’Europa: prima dei ducali il tecnico nato a Stoccarda, che in Serie A ha giocato con Messina e Siena come centrocampista, aveva allenato soltanto la favola Lanciano. Con 143 panchine ha già superato Roberto Donadoni (fermo a 141): era dai tempi di Nevio Scala (1989-1996) che il Parma non aveva un allenatore così longevo, e la sensazione è che D’Aversa siederà su questa panchina anche il prossimo anno, prolungando così il sodalizio. (agg. di Claudio Franceschini)

I PRECEDENTI

Cosa possono dirci i precedenti riguardo Parma Bologna? Il derby emiliano ha ovviamente parecchi episodi, ma sicuramente spicca quello che le due squadre hanno giocato nel giugno 2005. Era lo spareggio per rimanere in Serie A, e il finale era stato degno un thriller: al Tardini erano passati i felsinei grazie al colpo di testa di Igli Tare (oggi direttore sportivo della Lazio), sembrava fatta per evitare la retrocessione e invece quattro giorni più tardi, al Dall’Ara, Giuseppe Cardone e Alberto Gilardino (entrambi nel primo tempo) avevano suggellato la salvezza per la squadra di Pietro Carmignani, condannando invece Carlo Mazzone. In generale, l’epoca recente ci ha consegnato parecchi pareggi e le difficoltà di un Parma che non batte il Bologna da sette anni e mezzo, che diventano oltre otto se consideriamo le partite interne (nel maggio 2012 un gol di Jonathan Biabiany aveva chiuso il campionato ducale con l’ottavo posto in classifica). L’ultima volta in cui il Bologna si è imposto al Tardini è stato nel maggio dell’anno seguente: questa volta la giornata era la penultima e i gol li avevano firmati Saphir Taider e Davide Moscardelli. (agg. di Claudio Franceschini)

L’ARBITRO

Questa sera la diretta di Serie A Parma Bologna verrà assegnata all’arbitro della sezione AIA di Aprilia Maurizio Mariani e al Tardini pure saranno in campo gli assistenti Peretti e Prenna e il quarto uomo Giua: toccherà a Maresca e Vivenzi sedersi alle postazioni Var-Avar. Volendo ora conoscere meglio il primo direttore di gara, possiamo subito dire che il Signor Mariani in questa stagione ha già collezionato ben 23 presenze in campo e di queste ben 18 sono arrivate in occasione del primo campionato nazionale: qui il fischietto ha dunque sistemato a tabella ben 90 cartellini gialli e 11 rossi e pure sei calci di rigore già assegnati. Possiamo ampliare la nostra piccola statistica e ricordare che in carriera lo stesso Mariani ha già diretto varie volte il Parma, per la precisione 4, e di queste l’ultima è recente, visto che risale alla sfida tra i ducali e il Sassuolo, andata in scena nella 24^ giornata della Serie A 2019-20. Sono invece ben 13 i precedenti tra l’arbitro e il Bologna, ma l’ultimo risale solo alla passata stagione del campionato italiano. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Parma Bologna, partita in diretta dallo stadio Tardini, rientra nel programma della 32^ giornata per il campionato di Serie A 2019-2020: squadre in campo alle ore 19:30 di domenica 12 luglio. Altro derby d’Emilia per i felsinei, che dopo il colpo grosso di San Siro non ne hanno approfittato e sono caduti in casa contro il Sassuolo: l’Europa League era già un obiettivo lontano e adesso scompare ancor più oltre l’orizzonte, ma se non altro i rossoblu vogliono provare a chiudere il più in alto possibile. Così il Parma, che però è in crisi: la squadra di Roberto D’Aversa ha perso le ultime quattro gare giocate e rischia di scendere ancor più nella graduatoria, mercoledì nel turno infrasettimanale si è fatta rimontare dalla Roma (tra le polemiche) e ha perso molte delle certezze che ne avevano accompagnato il percorso. Abbiamo dunque una serata di potenziale riscatto per entrambe, e vedremo se una delle due lo otterrà nella diretta di Parma Bologna; intanto, aspettando che la partita abbia inizio, possiamo valutare le scelte dei due allenatori leggendo insieme le probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI PARMA BOLOGNA

D’Aversa gioca sempre con il 4-3-3, ma per Parma Bologna potrebbe operare qualche cambio: gli indiziati sembrano essere soprattutto i due terzini, dunque Laurini e Giuseppe Pezzella sono pronti a giocare al fianco di Iacoponi e Bruno Alves che proteggeranno Sepe. A centrocampo le possibilità riguardano Brugman e Scozzarella: uno dei due potrebbe prendersi la regia, eventualmente spostando Hernani sulla mezzala con Kurtic in panchina e la conferma di Kucka. Davanti, il tridente Kulusevski-Cornelius-Gervinho dovrebbe essere confermato ma attenzione a Karamoh.

Il Bologna non avrà lo squalificato Denswil: dunque, Danilo Larangeira e Bani giocheranno sempre come centrali con Tomiyasu e Dijks sulle corsie laterali, in porta va Skorupski mentre nel centrocampo a tre torna Roberto Soriano, e forse anche Medel che sarebbe il perno centrale lasciando aperto il ballottaggio tra Schouten e Svanberg, con Andrea Poli ancora non al top della condizione. Il tridente offensivo dovrebbe essere formato da Orsolini, Palacio e Musa Barrow, ma l’ex Nicola Sansone non perde le speranze di avere una maglia da titolare.

QUOTE E PRONOSTICO

Equilibrio totale nel pronostico di Parma Bologna: questo è quanto stabilisce l’agenzia Snai, che curiosamente assegna lo stesso valore alla vittoria ducale e quella felsinea. Che puntiate sul segno 1 o sul segno 2 vincereste comunque una somma corrispondente a 2,65 volte quanto messo sul piatto; si differenzia il segno X per il pareggio, che è anche la puntata più redditizia avendo un valore, con questo bookmaker, che ammonta a 3,30 volte la vostra giocata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA