Diretta/ Pescara Pordenone (risultato finale 4-2) video DAZN: Palmiero allo scadere!

- Mauro Mantegazza

Diretta Pescara Pordenone, streaming video DAZN: risultato live della partita di Serie B, 2^ giornata. Sono appena due i precedenti del match.

pescara tifosi
Video Pescara Entella, repertorio LaPresse

DIRETTA PESCARA PORDENONE (FINALE 4-2): PALMIERO LA CHIUDE!

Il sorpasso del Pescara si concretizza al settantaduesimo con Tumminello, il quale lasciato totalmente libero dai difensori del Pordenone insacca la rete del 3-2 con un bel tap-in. I delfini si galvanizzano e al novantacinquesimo, in pieno di recupero, chiudono definitivamente il match con Palmiero. Grandiosa accelerata del giocatore, che mette fuori gioco la difesa avversaria e con un tiro potente sul primo palo fissa il 4-2 finale. Ultimi istanti di gara di pura gestione per il Pescara, che al triplice fischio festeggia i tre punti. Finisce qui una sfida incredibile e ricca di emozioni. Il passivo forse è troppo pesante per il Pordenone, che si deve arrendere per alcune ingenuità difensive. Ottima prova della squadra abruzzese, capace di concretizzare al meglio le occasioni in zona gol. Abbiamo assistito ad una bella partita, ricca di gol e occasioni. Bottino pieno per il Pescara di Luciano Zauri. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

PARI DI GALANO!

Allo scadere del primo tempo di Pescara Pordenone, gli ospiti ottengono un calcio di rigore per un fallo di mano di Scognamiglio dentro l’area di rigore. Il direttore di gara ammonisce il giocatore e assegna il penalty alla formazione ospite, con Chiaretti che insacca di potenza superando l’incolpevole Fiorillo. Con il gol del due a uno si chiude un primo tempo frizzante e ricco di occasioni. Nel secondo tempo si concretizza in tempi brevissimi la reazione del Pescara, che al cinquantesimo pareggia con Galano. Memushaj protagonista nell’azione del pareggio con un bel pallone confezionato per il compagno, bravo ad inserirsi con tempismo negli spazi e a trafiggere Bindi con un tiro ben calibrato. Sul due a due riparte il pressing del Pescara, che prova a rendersi pericoloso su calcio d’angolo, con Memushaj che mette dentro una palla insidiosa. Spingono gli abruzzesi, quando siamo giunti quasi al ventesimo della ripresa. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

GALANO SU RIGORE, GAVAZZI PAREGGIA!

Uno a uno tra Pescara Pordenone dopo venti minuti dall’inizio del primo tempo. Partono bene i delfini, già avanti uno a zero dopo due minuti, con un penalty trasformato da Galano. Colpevole, in questo caso, De Agostini che ha atterrato il suo avversario in maniera fallosa. L’esecuzione di Galano, in ogni caso, è perfetta e non lascia scampo a Bindi che può solo raccogliere il pallone in fondo al sacco. La formazione biancazzurra è aggressiva e intraprendente e prova a bucare il muro difensivo avversario con Tumminello, che guadagna una punizione. Se ne incarica Machin: il suo tentativo finisce altissimo. Dopo lo svantaggio il Pordenone ordina le idee e comincia ad attaccare. Dopo una breve pressione arriva quindi il pareggio di Gavazzi, pronto a sistemare in rete l’affondo sulla sinistra di Pobega. Gli ospiti cominciano a spingere con maggiore insistenza, adesso è il Pescara costretto sulla difensiva. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

SI COMINCIA!

Manca sempre meno al fischio d’inizio della diretta tra Pescara e Pordenone e mentre le formazioni ufficiali del match escono dai rispettivi spogliatoi, noi diamo un occhio ai primi numeri messi a tabella. Potendo consultare solo le statistiche fissate nella prima giornata di Serie B , possiamo comunque subito notare che all’esordio i delfini non hanno raccolto moltissimo, pur mettendo a tabella 10 tiri (di cui 2 nello specchio), 451 passaggi, 115 attacchi di cui 39 pericolosi. Ha finalizzato quindi molto di più la squadra dei ramarri, vincente per 3-0 con il Frosinone. I neroverdi hanno messo a tabella quindi 18 tiri di cui 5 in porta oltre a 93 attacchi di cui 24 effettivamente pericolosi. Ora però torniamo al presente e diamo la parola al campo: si gioca! (agg Michela Colombo)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Pescara Pordenone non verrà trasmessa sui canali tradizionali: per il secondo anno consecutivo infatti il campionato di Serie B è affidato in esclusiva alla piattaforma DAZN, dunque sarà un appuntamento riservato agli abbonati che, tramite apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone, potranno seguire la partita in diretta streaming video oppure installare l’applicazione direttamente su una smart tv che sia provvista di connessione a internet.

IL PROTAGONISTA

Per la diretta tra Pescara e Pordenone, attesa nella seconda giornata del Campionato di Serie B, vogliamo ora fissare la nostra attenzione sul numero 1 dei delfini , che oggi avrà il gravoso compito di fronteggiare il brillante e prolifico attacco dei ramarri. Ci riferiamo quindi al capitano del Pescara Vincenzo Fiorillo, che oggi certo potrebbe vivere una giornata ben dura tra i pali della porta abruzzese. La potenza dello schieramento offensivo dei Pordenone ci è nota e pure l’abbiamo notata nella prima giornata del campionato di Serie B, dove i neroverdi hanno infilato ben tre gol al Frosinone. A preoccupare poi ulteriormente i tifosi del Pescara è anche il pessimo esordio in stagione dello stesso Fiorillo: nel primo turno di Serie B l’estremo difensore ha incassato tre gol, mentre sono state 4 le reti subite nei due incontri di Coppa Italia occorsi a inizio del mese di agosto. (agg Michela Colombo)

I TESTA A TESTA

Ci sono due precedenti di Pescara Pordenone: le due squadre non si sono mai incrociate in un campionato (di qualunque categoria) ma per due volte sono state avversarie in Coppa Italia. In entrambi i casi si è trattato di secondo turno; in entrambi i casi il Pescara ha avuto la meglio. Lo scorso anno Bepi Pillon aveva avuto la meglio su Attilio Tesser: 2-2 nei 120 minuti con i gol di Gaston Brugman e Andrea Cocco ai quali avevano risposto Salvatore Burrai (rigore) e Simone Magnaghi, poi c’erano stati 5 errori su 12 tiri dal dischetto ma quelli decisivi erano stati di Michele De Agostini, Mirko Stefani e Pier Francesco Bertoli. Per l’altro incrocio, il primo ufficiale, dobbiamo tornare all’agosto 2013: si era giocato ancora all’Adriatico (per adesso non ci sono sfide al Bottecchia, la prima sarà quella di ritorno nel campionato in corso) e il Pescara, allenato da Pasquale Marino, aveva superato il Pordenone di Carmine Parlato grazie al gol realizzato, dopo soli 13 minuti di gioco, da Riccardo Maniero. Il Delfino aveva poi resistito in dieci per 21 minuti e recupero, espulso Giuseppe Rizzo per doppia ammonizione nel giro di un minuto. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Pescara Pordenone, in diretta dallo stadio Adriatico-Giovanni Cornacchia, è una partita della seconda giornata del campionato di Serie B che è in programma per le ore 18.00 di oggi pomeriggio, domenica 1 settembre 2019. In campo in Pescara Pordenone vedremo due squadre che sulla carta hanno obiettivi differenti: gli abruzzesi sono una delle big del campionato cadetto, il Pordenone invece è la debuttante assoluta nella categoria. Eppure, la prima giornata ha portato buone notizie solamente per i friulani: la squadra di Attilio Tesser infatti si è regalata una notte indimenticabile per il debutto in Serie B, con la perentoria vittoria per 3-0 contro una rivale ben più quotata come il Frosinone. Se Pordenone ride, piange invece Pescara, perché il Delfino di Luciano Zauri ha perso per 3-1 contro la Salernitana e di conseguenza sarà chiamato a invertire la tendenza già oggi, per non mettere tutta in salita la strada di questo nuovo campionato.

PROBABILI FORMAZIONI PESCARA PORDENONE

Che cosa ci potrebbero dire le probabili formazioni verso Pescara Pordenone? Luciano Zauri potrebbe cambiare qualcosa rispetto alla sconfitta della prima giornata, quando il suo Pescara era sceso in campo con il seguente 4-3-3: Fiorillo; Balzano, Bettella, Campagnaro, Del Grosso; Busellato, Bruno, Memushaj; Galano, Tumminello, Brunori. Per il Pordenone di mister Tesser è invece e doveroso ripartire dalla squadra del trionfo contro il Frosinone, con questo 4-3-1-2 di partenza: Bindi; Semenzato, Barison, Bassoli, De Agostini; Misuraca, Burrai, Pobega; Chiaretti; Strizzolo, Ciurria.

PRONOSTICO E QUOTE

Vediamo infine qual è il pronostico su Pescara Pordenone basandoci sulle quote diffuse dall’agenzia di scommesse Snai. Pur con differenze non nettissime, sono certamente favoriti i padroni di casa: infatti il segno 1 è quotato a 2,05. Si sale poi a quota 3,15 in caso di pareggio (segno X), infine un colpaccio del Pordenone varrebbe 3,85 volte la posta in palio per chi avrà creduto nel segno 2.

© RIPRODUZIONE RISERVATA