Diretta/ Pordenone Chievo (risultato finale 0-1): Garritano decisivo!

- Fabio Belli

Diretta Pordenone Chievo: risultato finale 0-1, Luca Garritano decide la partita con un grande tiro a giro nel primo tempo. Clivensi sorpasso in classifica sui neroverdi.

Ciurria Pordenone Serie B
Patrick Ciurria, Pordenone (Foto LaPresse)

DIRETTA PORDENONE CHIEVO (RISULTATO FINALE 0-1): GARRITANO DECISIVO!

Termina qui la diretta di Pordenone Chievo Verona col risultato finale di 0-1, decisa da una splendida rete a giro di Luca Garritano nel primo tempo. Con questa seconda vittoria di fila i clivensi scavalcano in classifica proprio il Pordenone. Per i gialloblù è un successo importante che riapre il sogno promozione diretta in Serie A visto che il Frosinone, secondo, è ad appena 6 punti con ancora 3 mesi di calcio d’avanti. Dall’altra parte i neroverdi continuano il loro momento difficile, reduci da appena un punto nelle precedenti quattro gare. La grande partenza permette ancora di essere agganciati al treno playoff, ma qualcosa dovrà rapidamente cambiare anche perché la classifica è molto corta e dietro i playout sono a “sole” 6 lunghezze. La stagione può ancora regalare sorprese ad entrambe le compagini, staremo a vedere cosa accadrà da qui alla sua fine. (agg. di Matteo Fantozzi)

DJORDJEVIC CHE CHANCE!

Siamo arrivati alla metà della ripresa della diretta di Pordenone Chievo Verona e il risultato è ancora di 0-1. I padroni di casa tornano con in campo Bocalon per Tremolada, un cambio che fa capire le intenzioni di Tesser di cercare il pareggio. Gli ospiti invece tornano con gli undici effettivi che ben avevano figurato nel primo tempo. Pronti via Frey è costretto a stendere Strizzolo e viene ammonito. I neroverdi sfiorano il pareggio, bella punizione in mezzo con Pobega che colpisce di testa senza trovare la porta. Poco dopo ci prova il nuovo entrato Bocalon con Semper molto reattivo e pronto a bloccare la sfera. Al 54esimo però Djordjevic sfiora una rete capolavoro con una girata straordinaria che si perde di un niente sul fondo. Al minuto 64 Tesser effettua una seconda sostituzione con Cossenzo che prende il posto di Ciurria. Nella ripresa abbiamo visto molto più equilibrio rispetto a quanto accaduto nel primo tempo. (agg. di Matteo Fantozzi)

INTERVALLO

Siamo giunti all’intervallo della diretta di Pordenone Chievo Verona col risultato ancora inchiodato sullo 0-1. I clivensi hanno nettamente meritato di passare in vantaggio e anzi forse sarebbe stato più giusto vederli raddoppiare. La gara al momento sembra in discesa per gli ospiti che però hanno grande preoccupazione per ciò che potrebbe accadere nella ripresa. Questo perché la gara è ancora lunga e di certo con un solo gol di vantaggio rimarrà aperta fino al triplice fischio finale. Da parte sua però il Pordenone dovrà fare assolutamente qualcosa in più per cercare di mettere almeno in discussione la partita. Sarà importante vedere anche cosa decideranno Tesser e Marcolini che hanno tra i calciatori in panchina diversi ragazzi in grado di cambiare la sfida anche solo con una giocata. (agg. di Matteo Fantozzi)

GOL DI GARRITANO

La diretta di Pordenone Chievo viene sbloccata col risultato che ora è di 0-1. Pronti via l’arbitro deve prendere due decisioni importanti per due interventi dubbi a ridosso dell’area di rigore dei neroverdi. Meggiorini e Djordjevic hanno protestato a lungo, ma Ghersini ha lasciato correre. Al settimo Strizzolo colpisce di testa, ma la conclusione termina alta. Al decimo Meggiorini sfiora la rete con un tiro a giro che sfiora il palo. La rete però è nell’aria e due minuti dopo Garritano sigla una rete meravigliosa con un tiro a giro da fuori. Al ventesimo reazione dei padroni di casa con una bella azione frenata dalla forza fisica della difesa clivense. Staremo a vedere se il Pordenone avrà la forza per trovare la rete del pareggio. Ecco le formazioni ufficiali: Pordenone (4-3-1-2): Di Gregorio, De Agostini, Camporese, Bassoli, Vogliacco; Pobega, Burrai, Gavazzi; Tremolada; Ciurria, Strizzolo. All. Tesser. Chievo Verona (4-3-1-2): Semper; Frey, Vaisanen, Renzetti, Leverbe; Segre, Obi, Garritano; Giaccherini; Djordjevic, Meggiorini. All. Marcolini. (agg. di Matteo Fantozzi)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Nel dare la parola alla diretta di Pordenone Chievo non possiamo ribadire come per i friulani questo sia un periodo negativo: la squadra friulana non vince da cinque partite nelle quali ha ottenuto appena 2 punti (doppio 2-2), sicuramente sul calo ha inciso il calendario ma il passo è differente rispetto all’andata, perchè con le stesse cinque avversarie erano arrivati 7 punti e un convincente 3-0 al Frosinone. Il 2020 è cominciato malissimo per i ramarri, che dunque non vincono dal 29 dicembre scorso; è peggiorata anche la media punti casalinga, il ko contro il Pescara è stato il primo in tutto il campionato nelle partite interne mentre persiste il problema in trasferta, con appena due successi e i 3 punti che mancano da metà dicembre. Vedremo allora se questo derby triveneto sarà utile ad Attilio Tesser per riprendere la marcia, perchè a questo punto anche i playoff sono a rischio: presentiamo le formazioni ufficiali della partita e mettiamoci comodi, perchè finalmente Pordenone Chievo comincia! PORDENONE (4-3-1-2): Di Gregorio; Vogliacco, Bassoli, Camporese, De Agostini; Gavazzi, Burrai, Pobega; Tremolada; Ciurria, Strizzolo. CHIEVO (4-3-1-2): Semper; N. Frey, Vaisanen, Leverbe, Renzetti; Garritano, Segre, Obi; Giaccherini; F. Djordjevic, Meggiorini. (agg. di Claudio Franceschini) (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Pordenone Chievo non si potrà seguire sui canali in chiaro o a pagamento sul digitale terrestre o sul satellite. L’incontro sarà infatti trasmesso in esclusiva in diretta streaming video via internet per tutti gli abbonati DAZN, visibile collegandosi tramite pc al sito dazn.it, oppure con l’applicazione DAZN tramite smart tv o dispositivi mobili come tablet o smartphone, con il campionato cadetto tra le esclusive della piattaforma online.

I TESTA A TESTA

Pordenone Chievo è quasi un derby, ma questo incrocio non si era mai verificato nella storia: sappiamo bene che ormai da 20 anni (era il 2001) i gialloblu hanno fatto il grande salto di qualità e sono diventati una presenza costante in Serie A, riuscendo a salvarsi sempre con l’eccezione di due campionati. La prima volta sono tornati subito al piano di sopra, stavolta vedremo anche se le cose non stanno andando benissimo; il Pordenone invece gioca per la prima volta nel torneo cadetto e punta la doppia promozione, ma la squadra di Attilio Tesser vive un periodo di crisi che le ha impedito di difendere il secondo posto facendola scivolare in quinta posizione, rischiando addirittura di non giocare i playoff. Lo scorso 29 settembre dunque Chievo e Pordenone si sono affrontate al Bentegodi per la prima volta: ne è scaturito un pareggio con i friulani dirotti in 9 già al 58’, per le espulsioni ravvicinate di Luca Strizzolo e Lucas Chiaretti. Lo stesso Strizzolo aveva realizzato il gol del vantaggio al 10’ minuto, ma all’inizio del secondo tempo aveva risposto Filip Djordjevic. (agg. di Claudio Franceschini)

IL PROTAGONISTA ATTESO

Uno dei potenziali protagonisti di Pordenone Chievo può essere Filip Djordjevic. Vogliamo scommettere sul serbo, che non segna da un intero girone ed è fermo a 4 gol. Contro il Pordenone la sua ultima rete, la quarta nelle prime sei giornate: straordinario avvio, poi però è arrivato un infortunio che lo ha tenuto fermo per oltre un mese e il suo rendimento è calato. Sotto porta almeno, visto che nel mentre sono arrivati 6 assist; Djordjevic ancora una volta ha pagato pegno alla sfortuna, nella sua prima stagione alla Lazio stava facendo benissimo ma poi si era dovuto fermare per tre mesi a causa di un grave infortunio. In biancoceleste è rimasto per quattro stagioni; nel Chievo sta invece disputando il suo secondo campionato dopo quello di Serie A in cui ha conosciuto la retrocessione. Di lui si ricorda anche un incredibile palo nella finale di Coppa Italia 2015, prima che Alessandro Matri realizzasse il gol decisivo per il primo di quattro titoli consecutivi della Juventus. Avesse segnato, la storia sarebbe potuta essere diversa… (agg. di Claudio Franceschini)

PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Pordenone Chievo, diretta dall’arbitro Ghersini, domenica 23 febbraio 2020 alle ore 15.00 presso la Dacia Arena di Udine, sarà una sfida valevole per la venticinquesima giornata del campionato di Serie B. I Ramarri proseguono nel loro momento negativo, il 2020 non ha ancora portato una sola vittoria per quella che era stata la rivelazione assoluta del girone d’andata, capaci di proporsi per il primo posto e la possibile promozione in Serie A. Dopo l’ultimo ko contro il Benevento il Pordenone è rimasto in zona play off, con 2 sole lunghezze di vantaggio su un Chievo che è salito invece al volo sull’ultimo treno, battendo nel posticipo la Salernitana in casa e portandosi a -1 dall’Entella ottava.

PROBABILI FORMAZIONI PORDENONE CHIEVO

Le probabili formazioni che dovrebbero scendere in campo in Pordenone Chievo, domenica 23 febbraio 2020 presso la Dacia Arena di Udine, sfida valevole per la venticinquesima giornata del campionato di Serie B. Il Pordenone allenato da Attilio Tesser dovrebbe scegliere il 4-3-1-2 come modulo di partenza con questo undici titolare schierato in campo: Di Gregorio; Semenzato, Barison, Camporese, De Agostini; Misuraca, Burrai, Pobega; Chiaretti; Strizzolo, Ciurria. Il Chievo guidato in panchina da Michele Marcolini sarà chiamato a rispondere con un 4-3-1-2 così disposto sul rettangolo verde: Semper; Dickmann, Leverbe, Cesar, Renzetti; Segre, Esposito, Garritano; Giaccherini; Djordjevic, Ceter.

LE QUOTE PER LE SCOMMESSE

Queste le quote proposte dall’agenzie di scommesse Snai per chi vorrà puntare sul match tra Pordenone e Chievo. La vittoria della formazione di casa viene offerta a una quota di 2.25, mentre l’eventuale pareggio viene proposto a una quota di 3.00 e la vittoria in trasferta viene quotata a 3.50. Per chi scommetterà sul numero di gol realizzato nel complesso dalle due formazioni nel corso dell’incontro, la quota per l’over 2.5 viene fissata a 2.15, la quota per l’under 2.5 viene invece proposta a 1.65.

© RIPRODUZIONE RISERVATA