Diretta/ Ravenna Cesena (risultato finale 1-1): derby in parità che accontenta tutti

- Dario D'Angelo

Diretta Ravenna Cesena tv video streaming: orario, quote, probabili formazioni e risultato live della partita valida per la 12^ giornata della Serie C girone B.

cesena padova 2019 lapresse
Diretta Cesena Reggio Audace (LaPresse)
Pubblicità

DIRETTA RAVENNA CESENA (RISULTATO FINALE 1-1): DERBY IN PARITA’ CHE ACCONTENTA TUTTI

Si è da poco concluso l’atteso derby romagnolo tra Ravenna e Cesena con le squadre di Foschi e Modesto che pareggiano per 1-1, risultato che tutto sommato può stare bene ad entrambe evitando nuovi scivoloni e soprattutto di perdere una sfida a cui le rispettive tifoserie tenevano. A decidere il punteggio sono stati i gol di Nocciolini per i giallorossi al 45’ del primo tempo e poi, appena cinque giri di orologio dopo l’inizio della ripresa, quello di Valeri che un po’ a sorpresa ha rimesso in piedi la banda bianconera che fin lì aveva combinato poco o niente. A dire la verità nei secondi 45’ gli ospiti si sono fatti leggermente preferire, provando con più insistenza a cercare la via del gol ma denotando i limiti messi in mostra in queste prime giornate di campionato e anzi possono recriminare per l’errore di Zerbin al 68’, poco lesto a trasformare nel gol dell’1-2 la chance avuta. Intorno alla mezz’ora poi comincia l’inevitabile girandola dei cambi e col passare dei minuti nelle due compagini subentra la paura di perdere: così tra qualche calcio d’angolo innocuo, un paio di interventi dell’arbitro un ritmo che pian piano è andato scemando neppure nei 4’ di recupero finali ci sono state più emozioni. Con questo pareggio il Ravenna continua a mantenere un punto di vantaggio proprio sul Cesena e può gioirne visto che dopo il vantaggio sono stati i bianconeri ad avere le migliori occasioni per vincere il derby. (agg. di R. G. Flore)

DIRETTA RAVENNA CESENA, STREAMING VIDEO TV: LE QUOTE

La partita Ravenna Cesena non è visibile sui canali tv tradizionali ma sarà disponibile in streaming sul portale di Eleven Sport agli abbonati o a coloro che volessero acquistare il match singolo del derby. Sul fronte delle quote i bookmakers propendono per un pareggio tra le due formazioni: avranno ragione?

Pubblicità

GOL, PARI DI VALERI AL 50′!

Dopo un primo tempo abbastanza anonimo e chiuso in svantaggio in quel del “Benelli” al cospetto del Ravenna, il Cesena di Modesto comincia a spron battuto il secondo tempo di questo derby e dopo la rete subita da Nocciolini al 45’ trova la forza di reagire e pareggiare. Passano infatti solamente cinque minuti e i bianconeri ospiti pervengono al pareggio con Valeri: dopo una buona iniziativa di Ciofi, è Butic a lanciare per l’esterno sinistro cesenate che non si fa pregare e buca il giallorosso Spurio: 1-1 e tutto da rifare per il Ravenna! La squadra di Foschi prova a svegliarsi ma manca di precisione negli ultimi metri e intanto il direttore di gara tira fuori altri due cartellini gialli, uno per parte. Al 14’ è invece il ravennate Lora ad avere una buona chance per i padroni di casa ma il suo tiro finisce alle stelle e di fatto non impensierisce il portiere del Cesena, Agliardi. (agg. di R. G. Flore)

Pubblicità

FINE 1° TEMPO, GOL DI NOCCIOLINI AL 45′!

Allo stadio “Bruno Benelli” di Ravenna va in scena questo pomeriggio uno degli incontri più attesi non solo perché si tratta di uno dei vari derby che accendono la terra romagnola ma anche perché mancava da dieci anni. Di fronte si trovano i giallorossi padroni di casa reduci da due pesanti sconfitte e tredicesimi in classifica, mentre gli avversari bianconeri sono anch’essi in un momento difficile e hanno solo un punto in graduatoria stando un gradino sotto ai rivali. E come in tutti i derby che si rispettino e con due squadre in questo momento di forma, i primi 30’ sono molto nervosi e non vedono il risultato sbloccarsi: tra i padroni di casa si segnala una buona iniziativa in avvio di Nocciolini, sventata da Agliardi, mentre al minuto 13 il ravennate Lora si becca il primo “giallo” del match. Al 22’ punizione per i ragazzi di Luciano Foschi ma il tiro di Giovinco non va nemmeno vicino allo specchio della porta: sull’altro versante poche occasioni da rete e anzi al minuto 34 c’è il cambio a sorpresa da parte del tecnico ospite, Francesco Modesto, che toglie dal campo un Sabato deludente e inserisce Brignani. Nel finale di questi primi 45’ tuttavia i bianconeri hanno una grossa chance con Butic, ma il baby attaccante spreca malamente graziando Spurio e spianando di fatto la strada al vantaggio ravennate: a punire i bianconeri ci pensa proprio poco prima dei 2 minuti di recupero l’attaccante Nocciolini che vince infine la resistenza di Agliardi: 1-0 e “Benelli” in delirio prima che il direttore di gara mandi tutti negli spogliatoi per l’intervallo! (agg. di R. G. Flore)

IN CAMPO, SI COMINCIA!

In attesa della diretta di Ravenna Cesena andiamo a leggere le parole di Francesco Agliardi dopo il ko dei romagnoli contro il Sudtirol. Ecco cosa ha sottolineato: “C’è stato un errore perché il Sudtirol è ripartito troppo facilmente e bisognava porre anche un rimedio prima. Per noi è stato frustante rimanere ancora una volta con un pugno di mosche in mano. In partite tirate come questa è importante portare a casa anche un solo punto oppure quando hai la minima occasione devi provare a sfruttarla”. Il portiere ha aggiunto che la sensazione è di mettere in campo le idee del tecnico ma che quando arrivano determinate situazioni serve anche tirare fuori gli attributi. Conclude: “Non sono preoccupato, lo sarei se non riuscissimo a fare quello che vuole il tecnico. C’è però la rabbia perché con tutto che facciamo non stiamo portando a casa ciò che è nelle nostre possibilità”. (agg. di Matteo Fantozzi)

I BOMBER

Grazie alla diretta di Ravenna Cesena potremmo scoprire due bomber di ottimo livello come Butic e Giovinco rispettivamente a cinque e quattro gol. Il croato Karlo Butic è un classe 1998 portato in Italia dal Torino e poi partito per fare esperienza in prestito. Già in questa stagione ha dimostrato di avere grande qualità, grazie anche a un fisico che sfiora il metro e novanta. Si tratta della classica punta d’area di rigore, bravo a sfruttare un sinistro davvero potente e preciso. Unico limite? Il destro lo usa solo per correre. Giuseppe Giovinco invece è il fratello di Sebastian. Cresciuto anche lui nella Juventus quando era piccolo si diceva fosse quello forte tra i due. Ha dimostrato però meno qualità del fratello, riuscendo a ritagliarsi la sua giusta dimensione nella terza categoria dove è uno in grado di fare la differenza. (agg. di Matteo Fantozzi)

I TESTA A TESTA

In vista della diretta di Ravenna Cesena, atteso derby romagnolo del girone B, certo dobbiamo ora dare un occhio anche allo storico che le due società vantano alla vigilia di questa 12^ giornata. Bilancio alla mano ecco che possiamo contare in tutto 13 precedenti ufficiali per questo derby romagnolo, registrati dal 1993 a oggi e pure in occasione della Coppa Italia, come del secondo e terzo campionato italiano. Complessivamente per tale scontro diretto possiamo allora contare 5 successi del Ravenna e altrettanti del Cesena: vi è quindi molto equilibrio nei precedenti, dove pure trovano spazio 3 pareggi. Aggiungiamo infine che è però datato l’ultimo testa a testa ufficiale tra queste due squadre: Ravenna e Cesena non si vedono dalla stagione 2008-2009 della Lega pro e allora nel doppio confronto ricordiamo un successo per parte, in favore della squadra padrona di casa. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Ravenna Cesena in diretta: quella valida per la dodicesima giornata del girone B della Serie C con calcio d’inizio alle ore 15 di domenica 27 ottobre è una sfida molto importante per entrambe le formazioni, il cui obiettivo finale è quello di allontanarsi il più possibile dalla zona rossa della classifica, ovvero dall’area retrocessione e play off. Ma quello tra le due compagini è soprattutto il ritorno di un derby atteso da dieci anni dalle tifoserie che hanno cerchiato di rosso questa data già alla compilazione dei calendari.

PROBABILI FORMAZIONI RAVENNA CESENA

Il Ravenna sembrava fosse riuscito a trovare la soluzione alle diverse problematiche riscontrate in campo durante le recenti uscite, grazie a due vittorie comunque abbastanza sofferte che avevano palesato non pochi problemi specialmente nell’organizzazione del reparto difensivo. Un fuoco di paglia classico viste le due sconfitte recenti abbastanza pesanti, con la difesa che non è riuscita a contenere l’arrembaggio delle formazioni avversarie. L’allenatore sicuramente proverà nuovamente a schierare il suo classico modulo tattico interpretato da Spurio, Grassini, Ronchi, Jidayi, Sirri, Purro, Lora, Selleri, D’Eramo, Raffini e Nocciolini.

Il Cesena, che si trova dopo il Ravenna in classifica, vive anch’esso un periodo non ottimale, viste le recenti prestazioni non convincenti. I bianconeri hanno inanellato tre sconfitte, intervallate da un pareggio e una vittoria che risale a cinque giornate fa. Un periodo negativo che ha comportato diverse modifiche nella rosa, che però sembrano siano servite a poco, visti i recenti risultati della formazione ospite del Ravenna. Probabilmente il Cesena verrà schierato ancora una volta col tipico 3-5-2 formato da Agliardi; Ciofi, Ricci, Sabato; Zerbin, De Feudis, Rosaia, Capellini, Valeri; Zecca, Sarao.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità