Diretta Sbk/ Superbike: Alex Lowes ha vinto gara-2 del Gp Australia, Rea è secondo!

- Claudio Franceschini

Diretta SBK 2020: Alex Lowes ha vinto gara-2 del Gp Australia a Phillip Island, precedendo Rea e Redding. Il britannico nuovo pilota della Kawasaki è anche leader in classifica.

Rea Haslam gruppo SBK Superbike lapresse 2020
Coronavirus Superbike: rinviato il Gp d'Olanda 2020 (Foto LaPresse)

Alex Lowes ha vinto gara-2 del Gp Australia 2020 della Superbike a Phillip Island, primo atto del nuovo Mondiale della Sbk. Dunque Jonathan Rea potrebbe avere “in casa” l’avversario più pericoloso, dal momento che il connazionale Lowes è il nuovo compagno di squadra del campione del Mondo Rea alla Kawasaki e nella notte italiana ha vinto un bellissimo duello risolto solo in volata tra le due Kawasaki, dal momento che Lowes ha tagliato per primo il traguardo di gara-2 a Phillip Island con 37 millesimi di vantaggio su Rea. Completa il podio Scott Redding, terzo con la Ducati a 849 millesimi dal vincitore: buon avvio per il nuovo pilota di Borgo Panigale, anche se le Kawasaki hanno sicuramente iniziato meglio la nuova stagione della Superbike rispetto alla Ducati. Solo sesto invece Alvaro Bautista, che in questa stagione è passato alla Honda. Rea invece aveva vinto la Superpole Race davanti al turco Toprak Razgatlioglu e poi Redding, abbonato dunque ai terzi posti. Nella classifica del Mondiale Piloti è primo Lowes con 51 punti davanti a Redding, secondo a quota 39, poi Razgatlioglu con 34 punti e Rea quarto a 32. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

VERSO LA DOMENICA

E’ arrivato il momento del warm up della SBK 2020, in vista della seconda Superpole per il Gp Australia: naturalmente sotto i riflettori finisce Jonathan Rea, che in gara-1 ha pagato un contatto con Tom Sykes al primo giro e, nel tentativo di recuperare, è finito a terra facendo registrare uno 0 in classifica. La Superbike aspetta il primo acuto del cinque volte campione del mondo; ultimamente è stata lanciata un’indiscrezione che vorrebbe Rea in sella alla Ducati MotoGp, una voce che però appare piuttosto fantasiosa anche considerato la competitività del britannico e il fatto che il contratto con Kawasaki sia in scadenza. Il diretto interessato ha detto di non sapere niente al riguardo ed essere concentrato sulla stagione SBK, si può aggiungere che i giapponesi non sono assolutamente dell’idea di lasciar partire un pilota che tutti soprannominano il Cannibale (basta guardare i risultati delle ultime cinque stagioni) ed è anche complicato pensare che la Ducati, in corsa per il Mondiale MotoGp, possa puntare su un pilota che, per quanto veloce e dotato di talento, ha pur sempre 33 anni e si dovrebbe adattare ad un universo che è decisamente diverso rispetto alla Superbike. Anche noi allora ci concentriamo sul warm up e stiamo a vedere quello che succederà sul circuito di Phillip Island, dove per il Gp Australia SBK si sta per cominciare a correre… (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA SBK 2020

La diretta tv della SBK 2020 per il Gp Australia, come già lo scorso anno, sarà trasmessa dalla televisione satellitare: l’appuntamento per i clienti è su Sky Sport MotoGp (canale 208 del decoder) ma in alternativa anche su Eurosport, emittente accessibile anche su digitale terrestre. L’applicazione Sky Go fornirà agli abbonati Sky il servizio di diretta streaming video senza costi aggiuntivi, mentre l’alternativa in mobilità è la piattaforma Eurosport Player (anche in questo caso è necessario l’abbonamento) utilizzando sempre dispositivi come PC, tablet e smartphone.

DIRETTA SKB 2020: LE PAROLE DI ANDREA DOSOLI

In attesa di scoprire quello che succederà nella SBK 2020, con il warm up del Gp Australia Superbike come prossimo appuntamento che ci lancerà verso la seconda Superpole a Phillip Island – quella che prevede punti dimezzati per la classifica del Mondiale – possiamo riportare le parole di Andrea Dosoli, che ha festeggiato la prima vittoria della stagione grazie a Toprak Razgatlioglu che ha piazzato la Yamaha R1 davanti a tutti. Non solo: Michael Van der Mark ha chiuso al quarto posto e di conseguenza si tratta di un ottimo risultato per la casa giapponese. Il responsabile delle attività Yamaha non ha mascherato la sua soddisfazione, affermando che già in fase di simulazione la moto aveva dato l’impressione di poter raggiungere il livello di Jonathan Rea (naturalmente il punto di riferimento per tutti): “La vittoria non è stata una sorpresa, pochi hanno fatto simulazioni come noi e questo paga” ha detto, dicendo candidamente di non poter sapere se Razgatlioglu se la sarebbe giocata con il campione del mondo se questi fosse rimasto in pista. “Di certo ci eravamo preparati alla grande” ha commentato Dosoli, che ha detto come la velocità e accelerazione fuori dalle curve sia stata buona; questo almeno finchè le gomme hanno retto, “su questo dovremo lavorare e ci dispiace per Van der Mark che ha raccolto meno di quanto avrebbe meritato”. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA SBK 2020: TOPRAK RAZGATLIOGLU HA VINTO GARA-1

Sorpresa in gara-1 della SBK 2020: nel Gp Australia a Phillip Island trionfa Toprak Razgatlioglu che porta al successo la Yamaha e ottiene così il primo gradino del podio al debutto con questa casa. Ottimo il turco che dunque conferma quanto di buono aveva già mostrato lo scorso anno; alle sue spalle terminano Alex Lowes e Scott Redding, il quale è riuscito a centrare il podio in un duello al fotofinish con Michael Van der Mark. Al quinto e sesto posto i due nuovi piloti della Honda, vale a dire Leon Haslam e Alvaro Bautista; la sorpresa più grande tuttavia è arrivata dalla caduta di Jonathan Rea, che si è toccato con Tom Sykes (autore della prima Superpole stagionale) nel corso del primo giro. Il campione del mondo Superbike è finito nella ghiaia, si è rialzato ma si è trovato a rimontare e, dovendo recuperare tante posizioni, è stato tradito dalla fretta che lo ha fatto terminare a terra a velocità elevata. Nessuna conseguenza per il britannico, ma un pesante 0 nella classifica del Mondiale SBK; questa notte Rea avrà la possibilità di rifarsi con la Superpole (punti dimezzati) e poi soprattutto con gara-2, ma vedremo se i suoi avversari gli concederanno la vittoria… (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA SBK 2020: ATTESA PER GARA-1 NEL GP AUSTRALIA

La SBK 2020 torna con il Gp Australia: a Phillip Island la Superbike prende ufficialmente il via e, dopo aver assistito alle prime due sessioni di prove libere, la notte italiana di sabato 29 febbraio sarà quella che ci condurrà verso gara-1. Prima però avremo altri due appuntamenti: a mezzanotte la FP3 che sarà seguita, alle ore 2:15, dalla Superpole che è di fatto la qualifica. Le posizioni in griglia che ne deriveranno formeranno la partenza di gara-1, che scatterà alle ore 5:00. Naturalmente tutti gli orari sono da considerarsi con il nostro fuso orario; gli appassionati dovranno dunque prepararsi ad una notte in bianco per assistere a questo triplo appuntamento, senza dimenticarsi che il weekend della Superbike iniziato ieri proseguirà naturalmente domenica. Ora mettiamoci comodi e stiamo a vedere come andranno le cose nella diretta della SBK 2020 per il Gp Australia a Phillip Island.

DIRETTA SBK 2020 GP AUSTRALIA: IL SABATO DI PHILLIP ISLAND

Come abbiamo detto dunque, la diretta della SBK 2020 per il Gp Australia riguarda questa notte tre appuntamenti: arriverà il momento di assegnare i primi punti della stagione con gara-1, mentre il giorno seguente le corse saranno due ma la Superpole, che assegna comunque i posti nella griglia di partenza di gara-2, avrà punteggio dimezzato. Abbiamo già presentato i temi principali della stagione: Jonathan Rea è stato ovviamente confermato alla Kawasaki e inizia la stagione alla ricerca del sesto titolo Superbike consecutivo, già da Phillip Island il principale avversario sarà ancora Alvaro Bautista che sarà questa volta in sella alla competitiva Honda, capace di strappare Leon Haslam alla scuderia campione del mondo. Possiamo anche dire che lo scorso anno lo stesso spagnolo, all’epoca con la Ducati, aveva centrato una tripletta nel Gp Australia: Bautista aveva aperto la stagione in maniera strepitosa ma Rea, sempre secondo nelle gare vinte dal suo rivale, aveva tenuto botta e nella seconda parte del Mondiale SBK aveva cambiato passo ed era andato a dominare come suo solito,sfruttando le difficoltà della Rossa e ottenendo il titolo. Per sapere come andranno le cose quest’anno non bisogna fare altro che aspettare: cominciamo dalla FP3 e poi finalmente le ostilità inizieranno davvero, con la Superpole e soprattutto gara-1 in questo appassionante fine settimana di Phillip Island dedicato al mondo della Superbike.

© RIPRODUZIONE RISERVATA