DIRETTA/ Shakhtar Inter (risultato finale 0-0): Non basta la traversa di Barella

- Claudio Franceschini

Diretta Shakhtar Inter streaming video tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per il gruppo D di Champions League, si gioca all’Olimpico di Kiev.

Inter Calhanoglu
Probabili formazioni Inter Sheriff (Foto LaPresse)

DIRETTA SHAKHTAR INTER (RISULTATO FINALE 0-0): TRIPLICE FISCHIO

All’NSC Olimpiyskiy Stadium di Kiev le formazioni di Shakhtar Donetsk ed Inter si annullano a vicenda con un pareggio per 0 a 0. Nel primo tempo le squadre giocano subito su ritmi abbastanza sostenuti ma la partita perde uno dei suoi protagonisti già all’11’ quando Traore è costretto a lasciare il campo venendo sostituito da Tete a causa di un infortunio rimediato in uno sfortunato scontro di gioco con Dumfries all’8′. L’Inter coglie quindi la traversa con Barella al 15′ e sciupa un’opportunità clamorosa con Dzeko sotto porta al 34′. Nemmeno gli ucraini riescono a spezzare l’equilibrio con gli spunti di Alan Patrick, Tete e Dodo e nel secondo tempo il copione sembra volersi ripetere rispetto a quanto ammirato nel corso della frazione di gioco precedente con Lautaro Martinez che non trova lo specchio della porta su una buona opportunità al 67′. Nell’ultima parte dell’incontro Pyatov compie un paio di miracoli su Correa all’86’ e De Vrij sul calcio d’angolo conseguente all’87’. Il punto guadagnato quest’oggi consente sia allo Shakhtar che all’Inter di portarsi a quota 1 nella classifica del girone D della Serie C. (cronaca Alessandro Rinoldi)

SHAKHTAR INTER STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA DI CHAMPIONS LEAGUE

La diretta tv di Shakhtar Inter sarà trasmessa sulla televisione satellitare: appuntamento dunque riservato in esclusiva ai possessori di un abbonamento, che potranno seguire la partita di Champions League su Sky Sport Uno (numero 201 del decoder) e con il relativo servizio di diretta streaming video, che non comporta costi aggiuntivi e si può attivare su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

FASE FINALE DEL MATCH

Quando manca ormai solamente una decina di minuti al novantesimo della sfida tra Shakhtar Donetsk ed Inter, il punteggio è sempre fermo sullo 0 a 0. Il tempo passa ed il risultato rimane invariato nonostante l’occasione abbastanza clamorosa fallita da Lautaro Martinez, incapace di approfittare di un’incertezza dello Shakhtar in fase di rinvio al 67′. Gli uomini di De Zerbi lo fanno poi infuriare quando Dodo calcia sopra la traversa al 68′. Intanto l’Inter ha inserito Sanchez per Lautaro e gli ucraini hanno sostituito Solomon con Mudryk e Ismaily con Kryvstov entrambi al 78′. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

E’ INIZIATA LA RIPRESA

Arrivati al cinquantacinquesimo minuto, il risultato tra Shakhtar Donetsk ed Inter è ancora saldamente bloccato sullo 0 a 0 iniziale. In queste prime battute del secondo tempo, cominciato senza sostituzioni da parte di entrambi gli allenatori, i nerazzurri si salvano per merito di Škriniar, decisivo nell’intercettare lo spunto di Pedrinho lanciato da Dodo al 49′. Momento di confusione ed italiani che faticano a proporre azioni ragionate degne di nota. Intanto mister Simone Inzaghi ha sostituito sia Brozovic che Dzeko con Calhanoglu e Correa nell’Inter intorno al 55′. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del primo tempo le formazioni di Shakhtar Donetsk ed Inter sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sullo 0 a 0 di partenza. Nel finale della prima frazione di gioco è il bosniaco Dzeko a sciupare clamorosamente un’opportunità mandando la palla in curva da distanza ravvicinata sugli sviluppi di un calcio d’angolo al 34′. Fino a questo momento il direttore di gara, il rumeno Istvan Kovacs, non ha estratto alcun tipo di cartellino nei confronti dei tesserati delle due società in campo questa sera a Kiev. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

SCOCCA LA MEZZ’ORA

Giunti alla mezz’ora del primo tempo, il punteggio tra Shakhtar Donetsk ed Inter è ancora di 0 a 0. I minuti scorrono sul cronometro e l’Inter centra la traversa con un tiro sfortunato di Barella al 15′ mentre lo Shakhtar replica subito al 16′ con Alan Patrick, trovando la risposta di Handanovic fra i pali. La squadra ucraina ci crede e manca una doppia occasione con lo stesso Alan Patrick e Tete al 19′ e Dodo viene poi rimproverato dall’arbitro al 28′ quando si butta a terra su un contatto non falloso in area interista con Di Marco. Gli italiani si disperano per le chances fallite da Lautaro Martinez, impreciso al 21′ ed al 29′ prima che Pedrinho sul fronte opposto spari alto sopra la traversa al 30′. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FASE INIZIALE DEL MATCH

In Ucraina la partita tra Shakhtar Donetsk ed Inter è cominciata da una decina di minuti nel primo tempo ed il risultato è di 0 a 0. Nelle fasi iniziali dell’incontro le due compagini giocano su ritmi abbastanza sostenuti in cerca del varco giusto per colpire ed al 6′ sono i padroni di casa allenati da mister De Zerbi ad andare alla conclusione con Solomon, senza tuttavia inquadrare lo specchio della porta avversaria. Gli ospiti guidati dal tecnico Inzaghi si affacciano invece in avanti quando Dumfries si inserisce in area e serve Dzeko che però non riesce a mandare la sfera oltre la difesa arancionera. Gli ucraini sono poi costretti a rimpiazzare prematuramente Traore a causa di un brutto infortunio accaduto in uno scontro di gioco fortuito con Dumfries, venendo quindi rimpiazzato già al 10′ da Tete. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FORMAZIONI UFFICIAILI

La diretta di Shakhtar Inter, che sta per avere inizio solo tra pochi istanti, ci parla di due squadre che rispetto allo scorso anno sono molto cambiate. Entrambe hanno perso giocatori importanti sul calciomercato ed entrambe hanno cambiato allenatore. Gli arancioneri hanno preso l’italiano De Zerbi mentre i nerazzurri hanno dato la panchina a Simone Inzaghi. In Champions League entrambe hanno iniziato con qualche difficoltà anche se le due sconfitte sono molto diverse. Questo perché sebbene gli ucraini abbiano perso in trasferta e i nerazzurri in casa i primi affrontavano i modesti moldavi del Tiralspor e i secondo il ben più blasonato Real Madrid. Anche in campionato il percorso è simile con la squadra di Donetsk che ha 22 punti ed è seconda a 3 lunghezze dalla Dinamo Kiev capolista.

Sono 7 le vittorie con 1 pareggio e 1 sconfitta. I gol siglati sono 23 mentre le reti subite 5. L’Inter ha alternando cose buone ad altre meno ed è ora terza con 14 punti a fronte di 4 vittorie e 2 pareggi. Nell’ultimo turno il pari con l’Atalanta ha fatto suonare un importante campanello d’allarme. Ma ora vediamo che accadrà in campo, visto che già stanno facendo il loro ingresso le formazioni ufficiali del match di Champions league: la diretta Shakhtar Inter comincia!

FORMAZIONI UFFICIALI SHAKHTAR DONETSK INTER

SHAKHTAR DONETSK (4-1-4-1): Pyatov; Dodo, Marlon, Matviyenko, Ismaily; Stepanenko; Pedrinho, Maycon, A. Patrick, Solomon; L. Traoré. Allenatore: De Zerbi.

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, A. Bastoni; Dumfries, Barella, Brozovic, Vecino, Dimarco; Dzeko, L. Martinez. Allenatore: Inzaghi (agg Matteo Fantozzi)

DIRETTA SHAKHTAR INTER: I TESTA A TESTA

I precedenti della diretta di Shakhtar Inter sono quattro col bilancio che ci parla di 3 pareggi e 1 successo per i nerazzurri. Gli ucraini dunque non sono mai riusciti ad andare oltre al pari contro questo ben più blasonato avversario. Per la prima volta in assoluto le due squadre si affrontarono nel terzo turno preliminare della competizione nella stagione 2005/06. I nerazzurri vinsero 0-2 in trasferta all’andata pareggiando 1-1 al ritorno. Nella scorsa stagione poi i due club si ritrovarono protagonisti già nel girone di Champions con due gare che terminarono entrambe col risultato finale di 0-0.

Il secondo match a Milano sancì l’eliminazione della squadra all’epoca di Antonio Conte non solo dalla Champions ma anche dall’Europa League. Clamoroso fu l’episodio finale quando un colpo di testa di Alexis Sanchez diretto in fondo al sacco fu deviato in maniera involontaria da Romelu Lukaku. In mezzo a queste quattro gare di Champions League c’è poi il 5-0 dell’Inter nella semifinale a turno unico, per il Covid, dell’Europa League. I meneghini vinsero 5-0 con doppiette di Lautaro Martinez e proprio di Lukaku e gol di D’Ambrosio.

SHAKHTAR INTER: L’ARBITRO

Shakhtar Inter sarà diretta questa sera a Kiev dall’arbitro rumeno Istvan Kovacs, di conseguenza per il secondo impegno dei nerazzurri in questa edizione della Champions League la squadra arbitrale arriverà quasi per intero dalla Romania. Al fianco del signor Kovacs potremo infatti vedere in azione i due guardalinee Vasile Florin Marinescu e Ovidiu Artene, mentre il quarto uomo sarà il signor Andrei Chivulete. Davanti al monitor VAR ecco tuttavia una collaborazione Germania-Romania, con il tedesco Marco Fritz affiancato dall’assistente AVAR rumeno Ovidiu Hategan.

Per conoscere meglio il primo arbitro, possiamo aggiungere che il signor Istvan Kovacs è nato il 16 settembre 1984 a Carei e ha ottenuto la qualifica di arbitro internazionale Fifa dal 2010, di conseguenza è ormai un veterano. Nel tabellone principale della Champions League l’arbitro Kovacs vanta sei precedenti presenze, con un bilancio di 27 cartellini gialli, una sola espulsione per rosso diretto e due calci di rigore assegnati. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SHAKHTAR INTER: INZAGHI DEVE VINCERE!

Shakhtar Inter, che verrà diretta dall’arbitro rumeno Istvan Kovacs, si gioca allo stadio Olimpico di Kiev con calcio d’inizio alle ore 18:45 di martedì 28 settembre: è l’anticipo della seconda giornata nel gruppo D di Champions League 2021-2022. Nerazzurri per il riscatto: la sconfitta interna contro il Real Madrid è stata bruciante per come è arrivata e per il modo in cui la squadra di Simone Inzaghi ha condotto l’intera partita, contano però i punti in classifica e l’Inter vuole evitare che il girone finisca come nei tre anni precedenti, cioè con l’eliminazione, di conseguenza non può che vincere questa sera per tornare in “equilibrio” e affrontare con maggiore serenità i prossimi impegni.

L’acqua alla gola ce l’ha lo Shakhtar di Roberto De Zerbi, che all’esordio ha clamorosamente perso contro lo Sheriff: una sconfitta inaspettata che ora obbliga gli ucraini a fare risultato pieno, certo ci si può qualificare anche perdendo le prime due partite ma in un girone del genere la cosa sarebbe particolarmente complicata. Sarà dunque una sfida ricca di tensione e voglia di rivalsa: aspettando che la diretta di Shakhtar Inter prenda il via, proviamo a capire in che modo le due squadre potrebbero disporsi sul terreno di gioco dello stadio Olimpico, leggendo in maniera più approfondita le probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI SHAKHTAR INTER

In Shakthar Inter vedremo gli ucraini disposti con il 4-2-3-1: davanti al veterano Pyatov agisce una linea difensiva con Kryvtsov e Bondar centrali, sulle corsie laterali corrono invece Dodò e Ismaily. In mezzo al campo non sono in pochi: Alan Patrick e Marcos Antonio sembrano favoriti ma occhio a Stepanenko, Maycon e Bondarenko con uno di questi che potrebbe avanzare il suo raggio d’azione e piazzarsi tra gli esterni Teté e Marlos (in alternativa quest’ultima giocherebbe centrale), Roberto De Zerbi punterà poi su Lassina Traoré come prima punta.

Simone Inzaghi costruisce la sua formazione sulla coppia Dzeko-Lautaro Martinez; dietro di loro c’è il ballottaggio Dumfries-Darmian a destra, a sinistra agisce Perisic mentre in mezzo con Brozovic ci saranno Barella e Calhanoglu, con Arturo Vidal pronto a subentrare. Dunque nell’Inter non dovremmo vivere particolari sorprese nel 3-5-2 che si presenterà a Kiev; concetto valido anche per la difesa, con Handanovic tra i pali e una linea che sarà comandata come sempre da De Vrij, che si avvarrà della collaborazione di Skriniar e Alessandro Bastoni ai suoi lati.

QUOTE E PRONOSTICO

Per un pronostico su Shakhtar Inter sono a disposizione le quote fornite dall’agenzia Snai: un rapido sguardo su quanto proposto dal bookmaker ci dice che il segno 1 per la vittoria dei padroni di casa vi farebbe guadagnare 5,75 volte quanto messo sul piatto, il segno X che regola il pareggio porta in dote 4,50 volte la giocata mentre con il segno 2, sul quale puntare per il successo degli ospiti, vale 1,53 volte l’importo che avrete scelto di investire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA