DIRETTA/ Spal Napoli (risultato finale 1-1): inutile assedio dei partenopei!

- Mauro Mantegazza

Diretta Spal Napoli streaming video tv: orario, quote, probabili formazioni e risultato live della partita valida per la nona giornata di Serie A

Napoli calcio
I giocatori del Napoli (Foto LaPresse)
Pubblicità

DIRETTA SPAL NAPOLI (RISULTATO FINALE 1-1): INUTILE L’ASSEDIO DEI PARTENOPEI!

Dopo l’ingresso di Llorente e il clamoroso palo colto da Fabian Ruiz al 74’, gli ultimi dieci minuti di gara di Spal-Napoli sono all’arma bianca con i ferraresi che, dopo una gara dispendiosa e lodevole, rinunciano ad attaccare e provano a mettere in cassaforte il punto, mentre gli uomini di Ancelotti si riversano avanti alla ricerca del gol vittoria: al minuto 81 Milik, ben imbeccato dal neo entrato Callejon, conclude a rete ma Berisha stavolta si supera e gli nega la gioia del raddoppio. Tre minuti dopo è il napoletano Luperto a finire sul taccuino del direttore di gara per un fallo che gli costa il “giallo”: sono solo piccoli momenti in cui gli uomini di Semplici cercano di spezzare l’assedio del Napoli che a spron battuto cerca di trovare varchi nella retroguardia estense. Si arriva così all’extra time che il direttore di gara quantifica in ben sei minuti di recupero: al 92’ Cionek travolge Milik e si becca pure lui una sacrosanta ammonizione ma il fortino spallino regge ancora. A 120 secondi dalla fine Di Lorenzo sul suo out di competenza ha la palla buona ma il suo cross attraversa l’area senza che nessuno intervenga, facendo salire un brivido lungo la schiena di gran parte del pubblico del “Mazza”. È l’ultima emozione della contesa prima di un colpo di testa fuori misura di Llorente: Spal e Napoli pareggiano per 1-1 con gli estensi che possono festeggiare un punto meritato mentre per quanto riguarda la squadra di Ancelotti, anche se avrebbe potuto anche perdere e quindi essere contenta alla fine per il pari, resta comunque la sensazione dell’occasione persa dopo i mezzi passi falsi di ieri di Juventus e Inter. (agg. di R. G. Flore)

STREAMING VIDEO E TV: COME SEGUIRE SPAL NAPOLI

La diretta tv di Spal Napoli sarà garantita sul canale DAZN 1, disponibile per gli abbonati Sky al canale numero 209 della piattaforma, altrimenti il punto di riferimento sarà la diretta streaming video garantita appunto da DAZN, perché la partita di Ferrara è una delle tre che in questa giornata sarà trasmessa dalla piattaforma digitale nata l’anno scorso.

Pubblicità

PALO DI FABIAN RUIZ AL 74′!

Dopo il miracolo di Ospina al 52’ che ha salvato il Napoli dalla capitolazione e che avrebbe significato la rimonta della Spal, i due tecnici si giocano i primi cambi: Semplici inserendo CIonek al posto di Igor e il collega Ancelotti togliendo un Elmas non irresistibile per inserire il più talentuoso Fabian Ruiz. Ed è proprio lo spagnolo al minuto 60, poco dopo il suo ingresso, a rendersi pericoloso al tiro anche se la sua conclusione viene deviata dalla difesa spallina. Il tecnico dei ferraresi prova a dare verve all’attacco cambiando Paloschi con Floccari mentre sull’altro fronte Milik prova a farsi vedere ma non riesce mai a essere servito in modo “pulito” per arrivare al tiro: e quando mancano oramai solo 20’ più recupero al fischio finale i partenopei sono costretti a inventarsi qualcos’altro per fare breccia nel muro dei padroni di casa che, come detto, non rinunciano a rendersi pericolosi. Al 70’ Malcuit dà forfeit per problemi fisici e al suo posto Ancelotti inserisce Callejon che in veste di terzino proverà ad essere più offensivo, e poi toglie pure un Mertens anonimo per la torre Llorente. E subito dopo il Napoli è sfortunato: Insigne serve Milik, velo del polacco per Fabian Ruiz il cui tiro però centra il palo della porta difesa da Berisha. (agg. di R. G. Flore)

Pubblicità

MIRACOLO DI OSPINA SU VICARI!

È da poco cominciato il secondo tempo della sfida tra Spal e Napoli coi due tecnici, Semplici e Ancelotti, che durante l’intervallo non hanno effettuato alcun cambio nei loro rispettivi schieramenti: e in questi primi minuti della ripresa, a differenza della precedente frazione, non si assiste a un avvio indiavolato, con le due compagini che stano più attente a non scoprirsi in una gara equilibrata e che potrebbe essere indirizzata da un episodio. Sul fronte campano prova ad accendersi l’asse tutto polacco Zielinski-Milik ma la retroguardia biancazzurra fa buona guardia, mentre i padroni di casa pressano in modo da non far uscire i partenopei ed evitare che comincino a far girare la palla. E al minuto 52 il portiere colombiano Ospina salva il Napoli dalla capitolazione: sul corner battuto da Murgia, salta più in alto di tutti Vicari ma sul colpo di testa del difensore il numero uno azzurro sventa il pericolo sulla linea con un riflesso felino, anche se successivamente rimane a terra forse per un problema alla schiena. (agg. di R. G. Flore)

IL VAR TOGLIE UN RIGORE AI CAMPANI!

Finale di primo tempo incandescente al “Mazza” tra Spal e Napoli dove, dopo il botta e risposta in avvio tra Milik e Kurtic, la sfida resta ad alta tensione e con le due compagini che hanno le loro chance per passare in vantaggio: tuttavia, se nella fase centrale di questi primi 45’ la contesa sembra equilibrata, con i ferraresi che fanno girare bene palla al cospetto dei campani che invece quest’oggi prediligono più le ripartenze, negli ultimi minuti accade di tutto. Infatti al 38’ il direttore di gara concede un penalty ai partenopei per un tocco di mano di Vicari su un tocco di Mertense: ma dopo un lungo check col VAR annulla la sua decisione e giudica involontario il tocco col braccio del difensore di Semplici. Poco dopo al 42’ ha così la Spal la palla buona per passare in vantaggio: sugli sviluppi di un corner l’intervento di Koulibaly inganna Ospina servendo di fatto la sfera a Paloschi che però non riesce a infilare in porta e l’azione sfuma. Infine, prima dei due minuti di recupero, c’è tempo anche per il secondo “giallo” per i padroni di casa con Tomovic sanzionato per un duro intervento su Insigne. Riusciranno i partenopei nella ripresa ad avere ragione di una Spal ostica e che fino ad ora sta ribattendo colpo su colpo ai più quotati avversari? (agg. di R. G. Flore)

GOL, PAREGGIO DI KURTIC AL 16′!

Ritmo indemoniato al “Paolo Mazza” di Ferrara tra Spal e Napoli, coi primi 20 minuti di gioco che riservano i fuochi d’artificio per il pubblico presente: infatti dopo la traversa colta in avvio dallo spallino Petagna, gli azzurri erano passati in vantaggio al 9’ in quella che era stata la loro seconda incursione offensiva, mettendo la gara sui binari a loro più congeniali. Ma non passavano che sette giri di orologio ed ecco che la formazione di Semplici trovava già la rete del pareggio: grande azione lungo l’out di destra da parte di Strefezza e cross che trova puntuale all’appuntamento Kurtic che si inserisce tra le maglie campane e di potenza batte Ospina. 1-1 e Spal che trova subito il pari col Napoli (16′)! La gara inevitabilmente si accende con i ragazzi di Ancelotti che provano a salire in cattedra e intanto un componente della panchina ferrarese viene allontanato dal campo per proteste dal direttore di gara. Al 25’ Strefezza, autore dell’assist vincente, è costretto a spendere un “giallo” fermando irregolarmente Di Lorenzo e sul successivo calcio di punizione di Insigne, arriva il colpo di testa di Milik facile facile per Berisha. (agg. di R. G. Flore)

TRAVERSA DI PETAGNA, POI GOL DI MILIK!

Allo stadio “Paolo Mazza” di Ferrara va in scena questo pomeriggio un interessante Spal-Napoli coi padroni di casa alla ricerca di punti-salvezza contro un avversario lanciato invece alla rincorsa della coppia fornata da Juventus e Inter. E, pronti-via, gli uomini di Leonardo Semplici partono a spron battuto e già al 3’ vanno vicini alla rete del vantaggio: calcio di punizione di Petagna e palla che si infrange sula traversa della porta difesa da Meret che non avrebbe potuto farci nulla. Passato il pericolo i campani cominciano a imbastire il loro classico gioco e prima vanno vicini al gol con Mertens al minuto 6 e poi replicano ai ferraresi e stavolta fanno male. Al 9’ infatti i campani passano con Milik, bravo a seguire una bella incursione di Allan e poi a freddare dalla distanza Berisha con il suo sinistro: 0-1 e Spal subito sotto dopo aver rischiato di segnare proprio in apertura di gara! (agg. di R. G. Flore)

IN CAMPO, FORMAZIONI UFFICIALI!

Sta per cominciare la diretta di Spal Napoli: è un momento complesso per gli estensi, che non riescono a trovare ritmo in questo campionato e si trovano in zona retrocessione. Gli unici sei punti racimolati fino a questo momento sono arrivati in partite casalinghe; fuori casa la Spal ha sempre perso e, soprattutto, deve ancora segnare la sua prima rete esterna della Serie A in corso. Oggi se non altro si gioca al Mazza, dove i numeri sono maggiormente equilibrati; qui infatti la Spal ha ottenuto appunto due vittorie a fronte di due sconfitte, ha segnato 6 reti incassandone 7 e non ha mai concluso una gara senza segnare, visto che anche contro Atalanta e Lecce ha timbrato il tabellino dei marcatori. Ad ogni modo resta che per Leonardo Semplici si tratta di risalire la corrente piuttosto in fretta, perché la situazione si sta facendo estremamente complicata: vedremo allora quello che succederà nella diretta di Spal Napoli, adesso vediamo quali sono le formazioni ufficiali e poi diamo la parola al campo, perché si comincia! NAPOLI (4-4-2): Ospina; Malcuit, Koulibaly, Luperto, Di Lorenzo; Elmas, Allan, Zielinski, Insigne; Mertens, Milik. All. Ancelotti SPAL (3-5-2): Berisha; Tomovic, Vicari, Igor; Strefezza, Missiroli, Murgia, Kurtic, Reca; Paloschi, Petagna. All. Semplici (agg. di Claudio Franceschini)

I PRECEDENTI

Manca sempre meno alla diretta di Spal Napoli: nel nuovo millennio le due squadre si sono affrontate soltanto sei volte, gli estensi non hanno mai vinto e anzi hanno perso cinque volte (consecutive, con striscia aperta) dopo lo 0-0 dell’ottobre 2004. Quel campionato rimane storico per i partenopei, perché era stato il primo della gestione De Laurentiis: ripartiti dalla Serie C, gli azzurri avevano vinto 1-0 contro la Spal lungo il percorso, trovando al San Paolo il gol decisivo di Roberto Sosa. In seguito come detto il Napoli ha sempre ottenuto un successo: spicca in maniera curiosa il triplo 1-0 nelle gare casalinghe, mentre al Mazza la Spal è sempre e comunque riuscita a fare gol ma è uscita con zero punti. Il 12 maggio, terzultima giornata dello scorso campionato, una gara senza interessi di classifica si era risolta a due minuti dal 90’ grazie al gol di Mario Rui, dopo che Andrea Petagna su rigore aveva risposto ad Allan. In precedenza, le due squadre – negli anni Settanta e Ottanta – si erano affrontate per quattro volte di fila nella fase a gironi di Coppa Italia. (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ALLENATORI

Per la diretta di Serie A tra Spal e Napoli vogliamo ora fissare la nostra attenzione anche ai due allenatori che saranno oggi in campo per la nona giornata di campionato. Al Mazza il padrone di casa sarà ovviamente Leonardo Semplici, che ha assunto la guida della formazione estense dal dicembre del 2014 e che l’ha portata fino a alla promozione in Serie A. Sono quindi numeri importanti per l’allenatore di Firenze che vanta 202 presenze in panchina e una media punti di 1.55 a match per la Spal. Di contro ci sarà oggi Carlo Ancelotti, alla sua seconda stagione dalla panchina del Napoli. Ricordiamo quindi subito che il tecnico emiliano con i colori azzurri ha pure messo a tabella una media punti a incontro di 1.94 in 52 presenze in panchina. (agg Michela Colombo)

PRESENTAZIONE DEL MATCH

Spal Napoli, diretta dall’arbitro Federico La Penna, si gioca alle ore 15.00 di oggi pomeriggio allo stadio Paolo Mazza di Ferrara, nel contesto della nona giornata del campionato di Serie A 2019-2020. Spal Napoli mette di fronte due compagini con esigenze ben diverse: i ferraresi di Leonardo Semplici cercano un risultato di prestigio che avrebbe grande valore anche dal punto di vista psicologico nella lotta per la salvezza; i partenopei di Carlo Ancelotti d’altro canto non devono lasciare punti per strada in partite di questo genere se vogliono puntare allo scudetto. La vittoria di Salisburgo ha reso ottima la situazione in Champions League, in campionato però c’è da rincorrere ed ecco dunque la necessità di vincere sul campo della Spal, che a sua volta proverà a ripartire dopo la sconfitta con il Cagliari di settimana scorsa.

PROBABILI FORMAZIONI SPAL NAPOLI

Parlando adesso delle probabili formazioni di Spal Napoli, Semplici deve fare i conti con qualche assenza di troppo e dovrebbe proporre un 3-5-2 con Tomovic, Vicari (o Felipe) e Igor davanti a Berisha nella difesa a tre. A centrocampo Strefezza a destra, Reca a sinistra, Valdifiori regista affiancato dalle mezzali Kurtic e Missiroli oppure Murgia. Infine in attacco la certezza è Petagna, affiancato da uno solo tra Floccari, Paloschi e Moncini. Anche il Napoli d’altronde non scherza quanto ad assenze, soprattutto in difesa dove Ancelotti è praticamente obbligato a schierare Malcuit, Koulibaly, Luperto e Di Lorenzo davanti a Meret (grande ex) oppure Ospina. A centrocampo ballottaggio Fabian Ruiz-Elmas per affiancare Zielinski, esterni invece Callejon e Insigne in appoggio a Mertens e Milik, favorito su Llorente per completare il tandem d’attacco.

PRONOSTICO E QUOTE

Dando infine uno sguardo al pronostico su Spal Napoli, ecco che secondo le quote offerte dall’agenzia Snai non dovrebbe esserci alcun dubbio sulla vittoria degli ospiti. Il segno 2 infatti è proposto a 1,43, mentre poi si sale già di parecchio in caso di segno X, quotato a 4,75. Infine, la vittoria della Spal varrebbe 7,00 volte la posta in palio per chi avrà creduto nel segno 1.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità