Diretta/ Svezia Thailandia (risultato finale 5-1) Streaming tv: pokerissimo svedese

- Fabio Belli

Segui Svezia Thailandia in diretta streaming video: la partita di Nizza vale per il gruppo F ai Mondiali di calcio femminile 2019, impegno abbordabile per la nazionale scandinava.

svezia calcio femminile
Video Inghilterra Svezia (Foto LaPresse)

DIRETTA SVEZIA THAILANDIA (FINALE 5-1) POKERISSIMO SVEDESE

La Svezia cala il pokerissimo contro la Thailandia e si prende la qualificazione agli ottavi di finale del Mondiale femminile con un turno d’anticipo. E’ terminato 5-1 il match all’Allianz Riviera di Nizza, con le nordiche che hanno trovato il poker al 36′ della ripresa con un colpo di testa di Hurtig, che si è fatta così perdonare l’errore in un’azione analoga a inizio secondo tempo. C’è stato però anche tempo per il primo storico gol della Thailandia nel Mondiale femminile, firmato al 46′ della ripresa da Sung Ngoen: all’inizio del recupero una bella soddisfazione per le asiatiche che venivano dall’umiliazione dei 13 gol subiti contro gli Stati Uniti. Al 95′ però la Svezia ha potuto usufruire di un calcio di rigore per arrotondare ulteriormente il punteggio nel match. Rubensson non ha sbagliato siglando il 5-1 finale. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV, QUOTE E RISULTATO LIVE

Segnaliamo che la partita Svezia Thailandia sarà visibile in diretta tv sulla televisione satellitare, con tutti gli abbonati Sky che potranno collegarsi sul canale 202, Sky Sport Mondiali. Ci sarà anche la possibilità di vedere la diretta streaming video via internet dell’incontro, collegandosi tramite smart tv o pc oppure con dispositivi mobili come tablet o smartphone sul sito skygo.sky.it.

LE NORDICHE GESTISCONO

A metà secondo tempo la Svezia resta in vantaggio 3-0 sulla Thailandia nel secondo match della fase a gironi del Mondiale femminile. Dopo un primo tempo dominato ed i gol di Sembrandt, Asllani e Rolfo, la formazione nordica non ha seguito l’esempio degli Usa, che ha letteralmente travolto le thailandesi con 13 gol, ma sta giocando un primo tempo di gestione e contenimento, accontentandosi di un risultato che, dopo il precedente successo sul Cile, vale comunque per loro la qualificazione agli ottavi di finale della competizione. La Svezia ha iniziato il secondo tempo con Janogy al posto di Rolfo, quindi al 7′ un colpo di testa di Hurtig è finito di molto fuori da buona posizione, mancando il poker. Cambio anche nella Thailandia all’11’, fuori Srimanee, dentro Thongsombut, con la Svezia che fa possesso palla e di fatto mette in ghiaccio la sfida. (agg. di Fabio Belli)

TRIS AL 45′!

E’ terminato il primo tempo all’Allianz Riviera di Nizza con la Svezia in vantaggio 3-0 sulla Thailandia. Nordiche subito in vantaggio al 6′ Sembrandt che irrompe in area sugli sviluppi di un calcio di punizione e di testa sigla il vantaggio delle gialloblu. La Svezia domina e già al 19′ trova il raddoppio con un sinistro ben calibrato di Asllani, con la Thailandia che rispetto alla disfatta contro gli Stati Uniti riesce comunque a gestire meglio il gioco e a evitare di essere immediatamente travolta. Prima dell’intervallo arriva comunque il terzo gol svedese con Rolfo. All’intervallo Svezia-Thailandia 3-0, queste le formazioni schierate dal 1′. SVEZIA (4-3-3): Lindahl, Eriksson, Sembrant, Fischer, Glas; Seger, Asllani, Rubensson; Rolfo, Avegard, Hurtig. THAILANDIA (4-5-1): Boonsing, Srangthaisong, Sornsai, Chinwong, Phancha; Thongsombut, Nild, Khueanpet, Intamee, Dangda; Sung-Ngoen. (agg. di Fabio Belli)

IN CAMPO

Svezia Thailandia sta finalmente per cominciare: come abbiamo già detto i 13 gol che le asiatiche hanno incassato dagli Stati Uniti rappresentano un record negativo nei Mondiali di calcio femminile. La Thailandia però una vittoria in questa manifestazione l’ha già centrata: quattro anni fa, alla prima partecipazione di sempre, era caduta contro Norvegia e Germania (sempre per 0-4) ma aveva portato a casa uno storico 3-2 contro la Costa d’Avorio, grazie alla doppietta di Orathai Srimanee e al gol di Thanatta Chawong. Solo la prima delle due fa ancora parte della spedizione iridata: ha 31 anni appena compiuti ed è uno dei punti di riferimento della nazionale. Entrata nella storia della sua federazione segnando il primo gol thailandese di sempre ai Mondiali di calcio femminile, all’inizio della carriera è stata una giocatrice di calcio a 5 ma già a 19 anni faceva parte della nazionale maggiore che oggi proverà a fare risultato contro una Svezia decisamente più competitiva. Vedremo come andranno le cose: ora è davvero arrivato il momento di metterci comodi e assistere alla diretta di Svezia Thailandia, che prende il via! (agg. di Claudio Franceschini)

LA PROTAGONISTA

Se Kosovare Asllani si presenta come protagonista di Svezia Thailandia, non si può non citare anche la sua compagna di reparto: Stina Blackstenius è la punta centrale nel tridente scandinavo e si presenta ai Mondiali di calcio femminile 2019 a 23 anni compiuti da quasi cinque mesi. Come la Asllani gioca nel Linkoping, e si è fatta notare nel 2015 quando ha portato a casa gli Europei Under 19 con la sua nazionale. In quell’edizione israeliana, la Blackstenius è stata devastante: doppietta all’esordio contro le padrone di casa, doppietta in semifinale contro la Germania (e rigore segnato nella lotteria), doppietta in finale alla Spagna. Con 6 gol, l’attaccante svedese ha vinto nettamente la classifica marcatori; l’anno seguente ha partecipato alle Olimpiadi in cui la Svezia è arrivata seconda e ha segnato agli Stati Uniti (quarti) e in finale contro la Germania, rete che purtroppo ha solo riaperto le speranze scandinave senza renderle concrete. Questa è la prima edizione dei Mondiali di calcio femminile che gioca: Blackstenius vuole trovare il primo gol anche in questo contesto. (agg. di Claudio Franceschini)

PARLA ASLLANI

La protagonista attesa di Svezia Thailandia è Kosovare Asllani: 30 anni da compiere alla fine di luglio, l’attaccante è stata nominata miglior giocatrice nella partita che le scandinave hanno vinto in extremis contro il Cile, riuscendo a segnare due gol dopo l’interruzione per forte pioggia. “La pausa ci ha destabilizzate” ha detto la Asllani, che ha rivelato come lei e le compagne sapessero di poter vincere ma anche di aver “sprecato tante occasioni, abbiamo creato tanto ma non abbiamo concretizzato”. Il sollievo nel vedere la sua conclusione ravvicinata entrare in porta è stato grande; lei, che ha origini kosovare, per le caratteristiche tecniche è stata paragonata a Zlatan Ibrahimovic – anche per il sangue balcanico – e ha giocato in due grandi squadre europee come Psg e Manchester City, tuttavia vincendo titoli solo con il “suo” Linkoping al quale è tornata due anni fa. In nazionale il suo score non è straordinario, ma il gol segnato contro il Cile è stato importantissimo; nel 2016 ha vinto l’argento olimpico, segnando il rigore nella serie dei quarti contro gli Stati Uniti ma sbagliando in semifinale contro il Brasile. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Svezia Thailandia, che si gioca domenica 16 giugno alle ore 15.00 presso l’Allianz Riviera di Nizza, sarà una sfida valevole per la seconda giornata della fase a gironi dei Mondiali di calcio femminile 2019 in corso di svolgimento in Francia. Le svedesi cercano il colpo del ko nella corsa alla qualificazione agli ottavi di finale: dopo il 2-0 rifilato al Cile in una partita interrotta a lungo per la forte pioggia, battendo la Thailandia la Svezia arriverebbe tranquilla alla difficilissima sfida contro gli Stati Uniti campioni in carica, potendosi giocare il primo posto nel girone ma senza la pressione di dover necessariamente centrare il risultato. Le americane, dal canto loro, hanno iniziato il loro Mondiale rifilando ben 13 gol alle thailandesi: un punteggio da record assoluto, con la Thailandia ai nastri di partenza tra le squadre più deboli della rassegna iridata, ma nessuno si aspettava un passivo del genere in una fase finale di un Mondiale. Non il modo migliore per l’esordio in una competizione, adesso l’obiettivo sarà quello di provare a prendersi almeno un punto e abbandonare la Francia segnando almeno un gol; difficile correre per una qualificazione agli ottavi di finale, a meno che non arrivi una sorta di miracolo sportivo.

PROBABILI FORMAZIONI SVEZIA THAILANDIA DONNE

Aspettando la diretta della partita, possiamo adesso analizzare in maniera più dettagliata quelle che sono le probabili formazioni di Svezia Thailandia, domenica 16 giugno alle ore 15.00 presso l’Allianz Riviera di Nizza. Le svedesi saranno schierate con un 4-3-3 e scenderanno in campo con Lindahl; Glas, Fischer, Sembrant, Eriksson; Rubensson, Seger, Jakobsson; Asllani, Rolfo, Blackstenius. All. Gerhardsson. Risponderanno le thailandesi con questa formazione schierata con un 4-5-1: Charoenying; Phetwiset, Chinwong, Saengkoon, Srangthaisong; Sungngoen, Boothduang, Intamee, Phancha, Thongsombut; Nild. All. Srathongvian.

LE QUOTE PER LE SCOMMESSE

Svezia favorita in maniera schiacciante per la vittoria contro la Thailandia. Quota per il segno 1 fissata a 1.02 da Bet365, quota per il segno X offerta a 22.00 da William Hill, mentre la quota per il segno 2 viene proposta a 61.00 da Snai. Le quote per i gol complessivamente realizzati nel corso della partita vengono fissate a 1.02 per quanto riguarda l’over 2.5 e a 10.00 per quanto riguarda l’under 2.5 da Bwin.



© RIPRODUZIONE RISERVATA