DIRETTA/ Torino Juventus (risultato finale 0-1) streaming: la decide Locatelli

- Fabio Belli

Diretta Torino Juventus streaming video e tv, orario e quote per il derby della Mole valido per la settima giornata d’andata del campionato di Serie A.

Torino Juventus
Diretta Torino Juventus: un precedente (Foto LaPresse)

DIRETTA TORINO JUVENTUS (RISULTATO FINALE 0-1): LA DECIDE LOCATELLI

Locatelli ci prova dal limite dell’area ma non trova lo specchio della porta. Ci prova Linetty dopo un calcio d’angolo, la sfera viene allontanata dalla difesa bianconera. Manca meno di un quarto d’ora alla fine di una gara che resta equilibratissima. Rabiot scende sulla sinistra e pesca Chiesa, Ansaldi compie una chiusura prodigiosa. Ansaldi anticipa Chiellini che commette fallo e si becca il giallo. Locatelli sblocca il derby! Assist di Chiesa per l’ex Sassuolo che calcia e porta avanti i bianconeri. Juventus ora impegnata a difendere il prezioso vantaggio. Quattro i minuti di recuperare. Grandissima conclusione di Kulusevski che termina la sua corsa contro sul palo! Termina il match, Locatelli decide il derby. (agg. Umberto Tessier)

SALVA MILINKOVIC-SAVIC

Inizia la ripresa tra Torino e Juventus, si riparte dallo zero a zero. Nella Juventus entra Cuadrado ed esce Kean. Milinkovic-Savic prova a servire Sanabria, Szczesny blocca. Alex Sandro la prende di testa da due passi ma trova la grandissima risposta di Milinkovic-Savic. Cuadrado ci prova con il sinistro, ancora reattivo Milinkovic-Savic. Sanabria commette fallo su De Light e si becca il giallo. Bremer anticipa Chiesa e fa ripartire il Torino. Cuadrado entra in area e subisce la rimonta di Pobega, proteste dei bianconeri ma per il direttore di gara è tutto regolare. Lukic ferma con un fallo Alex Sandro e si prende il giallo. Mandragora ferma con le cattive Locatelli e si prende il cartellino giallo. (agg. Umberto Tessier)

TORINO JUVENTUS STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA PARTITA

La diretta tv di Torino Juventus sarà più correttamente una diretta streaming video sulla piattaforma DAZN, che da questa stagione detiene i diritti per trasmettere in esclusiva l’intero campionato di Serie A. Questa non è una delle partite che saranno visibili anche su Sky, di conseguenza il punto di riferimento sarà esclusivamente DAZN visibile tramite l’app su smart tv o pc o con l’ausilio di dispositivi mobili come tablet o smartphone.

CI PROVA LOCATELLI

Ola Aina serve Lukic in area da fallo laterale, il colpo di testa del centrocampista termina fuori per pochissimo. Azione personale di Brekalo che prova ad imbeccare Singo, chiude tutto Alex Sandro. Siamo intanto giunti alla mezzora, non si sblocca la gara. Rabiot prova a servire Kean, servizio troppo lungo. Percussione centrale di Pobega che arriva dal limite dell’area e calcia, Szczesny blocca centrale. Grandissimo tiro di Mandragora che trova l’ottima risposta di Szczesny. Torino che in questo finale di prima frazione ha preso il pallino del gioco in mano. Kean parte in contropiede con la sfera che arriva sui piedi di Locatelli, il suo tiro è deviato in corner. La prima frazione termina a reti bianche. (agg. Umberto Tessier)

MCKENNIE SPRECA

Inizia il derby tra Torino e Juventus. La prima occasione è a favore della Juventus! Kean punta Bremer entra in area e calcia non trovando la rete per pochissimo. Errore da matita rossa di Pobega che buca l’intervento favorendo Rabiot che serve McKennie, quest’ultimo si divora il gol. Ancora McKennie pericoloso servito da Rabiot, la sua conclusione termina alta. Azione personale di Singo che punta Alex Sandro e poi calcia, la sfera termina di poco fuori. Primo quarto d’ora di un derby che ha visto la Juventus avere tre occasioni importanti. Brekalo la mette in mezzo da calcio d’angolo, Chiellini respinge di testa. (agg. Umberto Tessier)

FORMAZIONI UFFICIALI, VIA!

Torino Juventus comincia: l’ennesimo derby della Mole sta per farci compagnia, per i granata potrebbe essere l’occasione di timbrare il quinto risultato utile consecutivo. Ivan Juric ha davvero iniziato a imporre la sua mano sulla squadra: dopo aver perso in maniera beffarda le prime due partite, il Torino ha finalmente centrato i risultati ottenendo 8 punti nelle ultime quattro, con appena 2 gol subiti tra cui uno al sesto minuto di recupero e l’altro su rigore.

Esattamente come accadeva a Verona, Juric sta ottenendo risultati grazie alla solidità della sua difesa; cosa che non si può dire della Juventus, che i clean sheet (due su due) li ha fatti solo in Champions League mentre in Serie A ha incassato almeno una rete in ogni partita, subendone in totale 10. Troppi: comunque, si è sbloccato l’attacco che ha prodotto 6 gol nelle ultime due gare, mentre erano stati appena 4 nelle quattro precedenti. Vedremo ora se Massimiliano Allegri saprà proseguire questa utile striscia per risalire la corrente in classifica: finalmente siamo arrivati al momento che stavamo aspettando, leggiamo insieme le formazioni ufficiali e poi mettiamoci comodi perchè la diretta di Torino Juventus comincia!

FORMAZIONI UFFICIALI TORINO JUVENTUS

TORINO (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Zima, Bremer, Rodriguez; Singo, Pobega, Mandragora, Aina; Lukic, Brekalo; Sanabria. A disp. Berisha, Gemello, Izzo, Buongiorno, Ansaldi, Vojvoda, Linetty, Rincon, Baselli, Kone, Warming, Verdi. All. Juric.

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; McKennie, Bernardeschi, Locatelli, Rabiot; Chiesa, Kean. A disp: Perin, Pinsoglio, Rugani, De Sciglio, Pellegrini, De Ligt, Cuadrado, Kulusevski, Bentancur. All. Allegri. (agg. di Claudio Franceschini)

 

DIRETTA TORINO JUVENTUS: GLI ALLENATORI

Cresce sempre di più l’attesa per il derby della Mole, la diretta di Torino Juventus naturalmente ci offrirà un duello intrigante anche tra i due allenatori Ivan Juric e Massimiliano Allegri. Torino e Juventus arrivano al derby appaiati a quota 8 punti in classifica: questa fatalmente è una nota di merito per i granata e anche per il lavoro di Juric nella sua nuova squadra, considerando pure che il Torino probabilmente avrebbe meritato qualche punto in più. Inoltre dopo le due sconfitte consecutive iniziali ad agosto, nelle ultime settimane c’è stata una crescita evidente, sulla quale il derby avrà il valore di un esame di maturità.

Per la Juventus però vale esattamente lo stesso discorso, perché le vittorie contro Spezia e Sampdoria non bastano per spazzare via del tutto i dubbi sul pessimo inizio in Serie A. Vincere il derby sarebbe fondamentale, un risultato anche solo parzialmente negativo invece manderebbe Allegri alla pausa Nazionali di ottobre in una situazione certamente non gradevole per una corazzata come la Juventus. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

TESTA A TESTA

Naturalmente racchiudere la storia di Torino Juventus in poche righe è impresa ardua; il derby della Mole vive e sempre vivrà di tanti piccoli/grandi momenti, scolpiti nella memoria di ciascuno. Qualche esempio? Il 4-0 granata pochi giorni dopo la morte di Gigi Meroni, in cui il suo grande amico Nestor Combin realizzò una tripletta (da tempo il Toro non vinceva un derby); il primo di Massimiliano Allegri come allenatore della Juventus, risolto letteralmente all’ultimo secondo da un siluro di Andrea Pirlo sotto la pioggia; la rimonta del Torino nel 1985, con Leo Junior ispiratore e Aldo Serena finalizzatore, e Stefano Tacconi panchinato da lì in avanti.

Un salvataggio di Silvano Martina che, in quello stesso campionato, negò a Michel Platini uno straordinario gol da metà campo; e poi ancora i 20 anni senza che il Torino riuscisse a battere la Juventus, la rete di tacco di Alessandro Del Piero, la rimonta granata firmata Matteo Darmian-Fabio Quagliarella nell’aprile 2015, con cui i granata hanno spezzato la serie negativa (ma resta quella l’ultima vittoria). Va poi ricordato che è stato in un Torino Juventus, vinto 4-1 dai bianconeri, che Gigi Buffon ha battuto il record di imbattibilità in Serie A, prima di venire trafitto dal rigore di Andrea Belotti. (agg. di Claudio Franceschini)

TORINO JUVENTUS: IL DERBY DELLA MOLE

Torino Juventus, in diretta sabato 2 ottobre 2021 alle ore 18.00 presso lo Stadio Olimpico Grande Torino, sarà una sfida valevole per la settima giornata d’andata del campionato di Serie A. Le due squadre arrivano inusualmente a pari punti nel derby della Mole. Il Torino è reduce da un pareggio contro il Venezia in cui nonostante l’espulsione di Djidji i granata hanno sfiorato il colpaccio all’ultimo secondo con Mandragora. La squadra di Juric dopo la prima sosta ha comunque mantenuto un buon ritmo per assestarsi almeno a metà classifica in questa fase iniziale del campionato.

Dall’altra parte la Juventus dopo le due vittorie contro Spezia e Sampdoria ha piazzato il suo primo, grande acuto della stagione battendo i campioni d’Europa del Chelsea in Champions League. Un successo importantissimo anche per l’autostima e il morale della squadra, che è alle prese anche con diverse assenze in questo periodo. Dal 1995 a oggi il Toro ha vinto solo una volta il derby della Mole, in casa, il 16 aprile 2015 con un 2-1 firmato dai gol di Darmian e Quagliarella. Ultimo successo nel derby per la Juve con i granata ospitanti risalente al 2 novembre 2019, 0-1 con rete decisiva messa a segno da De Ligt.

PROBABILI FORMAZIONI TORINO JUVENTUS

Le probabili formazioni della diretta Torino Juventus, match che andrà in scena allo Stadio Olimpico Grande Torino. Per il TorinoIvan Juric schiererà la squadra con un 3-4-2-1 come modulo. Questa la formazione di partenza: V. Milinkovic; Zima, Bremer, Rodriguez; Singo, Pobega, Mandragora, Aina; Linetty, Brekalo; Sanabria. Risponderà la Juventus allenata da Massimiliano Allegri con un 4-4-2 così schierato dal primo minuto: Szczesny; Danilo, De Ligt, Chiellini, Alex Sandro; Cuadrado, Bentancur, Locatelli, RabiotKean, Chiesa.

LE QUOTE PER LE SCOMMESSE

Per chi vorrà scommettere sul match allo Stadio Olimpico Grande Torino, ecco le quote fissate dall’agenzia di scommesse Snai. La vittoria del Torino con il segno 1 viene proposta a una quota di 4.50, l’eventuale pareggio con il segno X viene offerto a una quota di 3.45, mentre l’eventuale successo della Juventus, abbinato al segno 2, viene fissato a una quota di 1.87.

© RIPRODUZIONE RISERVATA