Tour de France, De Gendt ha vinto 8^tappa/ Impresa del belga! Alaphilippe in giallo

- Mauro Mantegazza

De Gendt vince l’ottava tappa del Tour de France 2019 dopo 200 km di fuga: Alaphilippe (di nuovo maglia gialla) e Pinot staccano il gruppo. Male Nibali.

ciclismo Tour de France
Diretta Tour de France 2019 (LaPresse - immagine di repertorio)

Impresa fantastica di Thomas De Gendt: il belga ha vinto l’ottava tappa del Tour de France 2019 dopo aver trascorso tutta la tappa in fuga! Mani sul volto e urlo liberatorio sul traguardo di Saint-Etienne per il corridore della Lotto-Soudal protagonista di un’azione in avanscoperta di 200 km e capace di resistere alle fiammate di un duo scatenato come quello composto da Thibaut Pinot e Julian Alaphilippe, rispettivamente secondo e terzo, con quest’ultimo che tra abbuoni e distacco sul gruppo principale ha sottratto la maglia gialla al nostro Giulio Ciccone. Fantastica però l’impresa di De Gendt, corridore capace di giornate da sogno come quella odierna, bravissimo a staccare tutti (ultimo a resistergli De Marchi) prima di lanciarsi in solitaria verso un traguardo che ad un certo punto non sembrava più essere alla portata di chi come lui aveva 200 km di fatica nelle gambe. De Gendt invece ha resistito, rinforzato la pedalata e portato a casa un successo indimenticabile: onore a lui! (agg. di Dario D’Angelo)

DIRETTA TOUR DE FRANCE 2019: NIBALI IN CRISI!

Finale di tappa scoppiettante al Tour de France 2019 con Gerain Thomas vittima di una caduta quando mancavano 15 km al traguardo. Il vincitore dell’ultima edizione della Grande Boucle è finito per terra dopo che Michael Woods della Education First (la squadra che stava impostando il ritmo) è finito a terra davanti a lui. Subito i corridori della Ineos si sono stretti vicino al loro capitano, con il polacco Kwiatkowski che ha prestato la sua bicicletta al gallese per consentirgli di rientrare il prima possibile in gruppo. Un rientro reso complicato dalle alte velocità sostenuto dal plotone, impegnato nel tentativo di ricongiungersi a Thomas De Gendt, che nel frattempo ha staccato il nostro De Marchi. Sull’ultimo Gpm fiammata di Julian Alaphilippe: unico a resistere Thibaut Pinot, che ora si è accodato al corridore della Deceuninck Quick-Step all’inseguimento del fuggitivo. Il gruppo maglia gialla dista solo poche decine di metri, mentre Vincenzo Nibali si è inchiodato, andando letteralmente in crisi. Finale palpitante, spettacolo al Tour de France 2019! (agg. di Dario D’Angelo)

DIRETTA TOUR DE FRANCE 2019: AUMENTANO LE CHANCE DI ALAPHILIPPE

Sta entrando nel vivo l’ottava tappa del Tour de France 2019, con De Marchi e De Gendt che continuano la loro azione nel tentativo di realizzare una piccola grande impresa: portare la fuga al traguardo di Saint-Etienne. Il distacco dal gruppo è diminuito inesorabilmente: quando mancano 24 km al traguardo il ritardo è di 1’30”, forse non abbastanza per riuscire a portare a compimento l’azione. La squadra che si è intestata l’inseguimento di due ottimi pedalatori come l’italiano e il belga è soprattutto la Education First: la formazione rosa sta tirando a tutta forza con l’obiettivo di ricongiungersi ai battistrada prima delle ultime asperità. Il motivo di questo forcing? Forse preparare il terreno per un allungo di Bettiol, vincitore quest’anno del Giro delle Fiandre. Certo col passare dei km Julian Alaphilippe è sempre più indiziato di successo di tappa…(agg. di Dario D’Angelo)

DIRETTA TOUR DE FRANCE 2019: ALLUNGANO DE MARCHI E DE GENDT

Thomas De Gendt e Alessandro De Marchi sono al comando dell’ottava tappa del Tour de France 2019: il corridore belga e l’italiano hanno accelerato nel corso dell’ultima salita distanziando di circa 25 secondi i loro due compagni di fuga, Terpstra e King. Un aumento di velocità che ha consentito ai due non solo di avvantaggiarsi sugli ex compagni di avventura (che pure tenteranno il ricongiungimento), ma anche di invertire la tendenza rispetto al gruppo, che negli ultimi km ha visto risalire il suo distacco nell’ordine dei 4 minuti di gara quando mancano 60 km al traguardo di Saint-Etienne. Non che il plotone stia prendendosi una giornata di riposo, anzi: le alte andature hanno fatto sì che molti velocisti perdessero contatto. Tra quelli in difficoltà lo stesso Peter Sagan, che in vista dell’ultimo Gpm ha perso le ruote del gruppo proseguendo del suo passo nel tentativo di non andare fuori giri. (agg. di Dario D’Angelo)  CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING DEL TOUR DE FRANCE SU RAI PLAY

DIRETTA TOUR DE FRANCE 2019: ALAPHILIPPE INSIDIA CICCONE

Ottava tappa del Tour de France 2019 appannaggio di una fuga? Erano in tanti alla vigilia della frazione con arrivo a Saint-Etienne a dirsi convinti che il gruppo oggi avrebbe lasciato spazio ai fuggitivi. Vuoi però che le squadre rappresentate in avanscoperta sono soltanto 4, vuoi la voglia di alcuni cacciatori di tappe di vincere è tanta, quando mancano 95 km al traguardo sembra difficile che Alessandro De Marchi (CCC), Ben King (Dimension Data), Thomas De Gendt (Lotto Soudal) e Niki Terpstra (Total Direct Energie) riescano a mantenere il loro vantaggio fino all’arrivo. Come avevamo preventivato, anche Julian Alaphilippe, che fino a questo momento aveva lasciato a Bora e Sunweb l’onere dell’inseguimento, ha messo davanti uno dei suoi gregari, l’inossidabile Kasper Asgreen. C’è infatti una corsa nella corsa: quella per la maglia gialla, il francese è intenzionato a sfilarla a Giulio Ciccone. Il nostro portacolori riuscirà a respingere l’attacco del corridore più in forma del momento? (agg. di Dario D’Angelo)

DIRETTA TOUR DE FRANCE 2019: TIRA LA BORA DI SAGAN

Il gruppo aumenta il ritmo e diminuisce il vantaggio dei 4 fuggitivi di giornata nell’ottava tappa del Tour de France 2019. Il nostro Alessandro De Marchi (CCC), Ben King (Dimension Data), Thomas De Gendt (Lotto Soudal) e Niki Terpstra (Total Direct Energie), quando mancano 120 km all’arrivo, possono gestire un vantaggio di 3 minuti e 45 secondi sul plotone tirato dagli uomini della Sunweb e della Bora-Hansgrohe. Proprio queste due formazioni, visto il profilo altimetrico della frazione odierna, sono tra le squadre che possono avere maggiore interesse nel riprendere i fuggitivi: corridori come Michael Matthews e l’ex campione del mondo Peter Sagan potrebbero infatti essere in grado di resistere ai saliscendi di giornata per poi provare a giocarsi le loro chance di vittoria in una volata a ranghi ristretti. Diverso il discorso per Elia Viviani, che oggi difficilmente arriverà davanti ma ha conquistato punti importanti in ottica maglia verde nel primo e unico traguardo volante della tappa. Occhio poi a Julian Alaphilippe, che a breve potrebbe sguinzagliare i suoi compagni per tentare di imporsi sul traguardo di Saint-Etienne e rosicchiare i secondi di abbuono necessari a strappare la maglia gialla al nostro Ciccone. (agg. di Dario D’Angelo)

DIRETTA TOUR DE FRANCE 2019: DE MARCHI IN FUGA!

Quattro uomini in fuga nell’ottava tappa del Tour de France 2019 che porterà il gruppo sul traguardo di Saint Etienne. Si tratta di Ben King (Dimension Data), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Niki Terpstra (Total Direct Energie) e Alessandro De Marchi (CCC). Proprio il corridore italiano è stato l’ultimo a ricongiungersi al gruppetto dei battistrada dopo un inseguimento durato qualche chilometro: una delle ammiraglie ha poi avvisato il terzetto di testa sul fatto che un altro corridore stava tentando di unirsi alla fuga e i fuggitivi hanno deciso di attendere De Marchi per avere un elemento in più capace di fare andatura nel tentativo di resistere al ritorno del gruppo. Il plotone per il momento lascia fare: il gap da recuperare è di 5 minuti, ma quando mancano 155 km all’arrivo è ancora troppo presto per dire se King, De Gendt, Terpstra e De Marchi si giocheranno il traguardo di oggi. (agg. di Dario D’Angelo)

DIRETTA TOUR DE FRANCE 2019: OTTAVA TAPPA AL VIA!

Sta per cominciare l’ottava tappa del Tour de France 2019, una frazione che possiamo definire di mezza montagna, che non dovrebbe scavare distacchi fra i big ma di certo scatenerà la bagarre. Un punto della corsa al quale prestare attenzione sarà il Gpm della Côte de la Jaillère, perché prevederà anche gli abbuoni al passaggio: 8” per il primo, 5” per il secondo e 2” per il terzo. Questi bonus introdotti su alcune salite sono una novità del Tour de France 2019 e giovedì hanno avuto notevole incidenza, perché Giulio Ciccone si prese 8” di abbuono sulla salita indicata e poi al traguardo tolse la maglia gialla a Julian Alaphilippe per soli 6”. Oggi ci attende una tappa in cui potrebbe succedere tutto e niente: potrebbe andare via una tranquilla fuga da lontano di gente fuori classifica, ma se invece per un qualsiasi motivo si creassero le condizioni per darsi battaglia, ecco che tutto potrebbe diventare possibile perché il terreno sarà molto insidioso. Solo la strada ci dirà cosa potrà succedere: l’ottava tappa del Tour de France 2019 comincia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE IL TOUR DE FRANCE (8^ TAPPA)

Per seguire il Tour de France 2019 in diretta tv, ci sarà una amplissima copertura live sulla Rai e su Eurosport: in chiaro, il canale di riferimento saranno Rai Sport + e Rai Due, oggi l’ottava tappa Mâcon-Saint Étienne sarà trasmessa a partire dalle ore 14.00 sul canale satellitare e poi dalle ore 15.10 su Rai Due con la telecronaca di Francesco Pancani e il commento tecnico di Marco Saligari. Il Tour de France sarà inoltre visibile anche su Eurosport, canale disponibile per gli abbonati Sky al numero 210 della piattaforma: appuntamento oggi a partire già dalle ore 11.15. Per chi invece non potesse mettersi davanti al televisore, ecco pure la possibilità garantita dalla diretta streaming video, gratuita per tutti sul sito raiplay.it, per gli abbonati tramite Eurosport Player e Sky Go. Infine ricordiamo i riferimenti ufficiali della Grande Boucle: il sito www.letour.fr, la pagina Facebook Le Tour de France e il profilo Twitter @LeTour.

DIRETTA TOUR DE FRANCE 2019: LA SEDE DI ARRIVO

Sempre più vicina la diretta dell’ottava tappa del Tour de France 2019 che porterà la corsa a Saint Étienne, bisogna sottolineare che è curioso il legame fra questa città e il Tour. Infatti Saint Étienne fu attraversata fin dalle prime due edizioni del 1903 e del 1904, ma bisognerà aspettare addirittura il 1950 per trovarla sede di tappa per la prima volta. In compenso, da allora è stata una delle città più frequentate dalla Grande Boucle, con un totale di 25 tappe ospitate in 23 diverse edizioni del Tour de France. Saint Étienne è stata spesso sede di tappe a cronometro, l’ultima delle quali nel 2005 con vittoria (poi cancellata) di Lance Armstrong. In anni ancora più recenti, abbiamo avuto Saint Étienne protagonista al Tour de France anche nel 2008 con vittoria di tappa per il tedesco Marcus Burghardt ed infine nel glorioso 2014 di Vincenzo Nibali, quando fu la dodicesima tappa a terminare a Saint Étienne con la vittoria del norvegese Alexander Kristoff. Infine, ricordiamo che quest’anno Saint Étienne ospiterà anche la partenza della tappa di domani. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA TOUR DE FRANCE 2019: L’ANNO SCORSO

Verso la diretta dell’ottava tappa del Tour de France 2019, torniamo indietro esattamente di un anno, cioè all’ottava tappa della Grande Boucle del 2018. Era sabato 14 luglio, giorno della festa nazionale francese, ma in programma c’era una frazione per velocisti, la Dreux-Amiens di 181 km. Fu una giornata che di conseguenza non lasciò un grande segno nella storia di quel Tour de France, anche se naturalmente Dylan Groenewegen ne ha un ricordo bellissimo. Il velocista della LottoNl-Jumbo infatti diede il bis della vittoria che aveva ottenuto appena il giorno prima a Chartres e si impose in 4h23’36” in uno sprint di gruppo davanti a Peter Sagan e John Degenkolb. Sia lo slovacco sia il tedesco d’altronde vinsero tappe nel Tour dell’anno scorso: Peter Sagan ci era riuscito già nella seconda e nella quinta tappa, John Degenkolb invece avrebbe fatto festa il giorno successivo a Roubaix, nella tappa con diversi tratti in pavé della grande classica di primavera. La maglia gialla era invece sulle spalle del belga Greg Van Avermaet. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

TOUR DE FRANCE 2019: ORARIO E PRESENTAZIONE 8^ TAPPA

La diretta Tour de France 2019 oggi, sabato 13 luglio, ci propone una frazione aperta a varie possibili interpretazioni: l’ottava tappa Mâcon-Saint Étienne di 200 km infatti ci proporrà una lunghissima successione di salite, ma nessuna particolarmente impegnativa. Insomma, non sarà una tappa per velocisti come ieri, ma non sarà nemmeno La Planche des Belles Filles. La soluzione più probabile è che sia un giorno per attaccanti, ingolositi dai tanti Gpm ma anche dalla possibilità di giocarsi il successo di giornata, mentre i big si muoveranno solamente se si dovessero creare delle situazioni particolari. Uno ogni caso, sarà una giornata che merita attenzione: lungo chilometraggio e sette Gpm, sarà senza dubbio uno dei giorni più faticosi del Tour de France 2019 che continua la sua discesa verso Sud e verso i Pirenei.

TOUR DE FRANCE 2019, 8^ TAPPA MÂCON-SAINT ÉTIENNE: IL PERCORSO

In attesa della diretta Tour de France 2019 per l’odierna ottava tappa Mâcon-Saint Étienne, abbiamo già detto che il percorso sarà stuzzicante, dunque adesso andiamo ad esaminarlo in maggiore dettaglio. La partenza avrà luogo da Mâcon, capoluogo del dipartimento della Saona e Loira, alle ore 12.25. Sarà una giornata molto impegnativa, con una lunghissima successione di saliscendi: i sette Gpm e non solo, di pianura ce ne sarà davvero pochissima. Da segnalare che lo sprint intermedio sarà collocato a Cercié en Beaujolais già al km 33, poi inizierà la successione dei Gran Premi della Montagna. Il primo sarà il Col de la Croix Montmain, ascesa di 6,1 km al 7% di pendenza media, Gpm di seconda categoria al km 51. A seguire avremo anche il Col de la Croix de Thel, altro Gpm di seconda categoria al km 71 al termine di una salita di 4,1 km all’8,1% e un altro Gpm di seconda categoria con il Col de la Croix Paquet al km 84,5, ascesa di soli 2,1 km ma al 9,7% medio. Salite dunque piuttosto impegnative, in una successione di saliscendi che poi proseguirà con la Côte d’Affoux al km 97 (Gpm di terza categoria con 8,5 km di salita al 4,5%), la Côte de la Croix de Part che sarà una salita di 4,9 km al 7,9% con Gpm di seconda categoria al km 133, la Côte d’Aveize al km 148,5 di seconda categoria al termine di una salita di 5,2 km al 6,4% ed infine la Côte de la Jaillère di terza categoria al km 187,5 (1,9 km al 7,9%), che potrebbe naturalmente essere la più importante sia perché prevede il bonus con abbuoni sia perché l’ultima prima del traguardo di Saint Étienne. L’arrivo sarà complicato perché l’ultimo strappo sarà appena a 2 km dalla linea del traguardo, dunque sarà lotta fino agli ultimi metri di gara.

© RIPRODUZIONE RISERVATA