DIRETTA/ Tour de France 2022: Matthews ha vinto la 14^ tappa, Bettiol ottimo secondo!

- Mauro Mantegazza

Diretta Tour de France 2022 streaming video Rai: orario e risultato live della 14^ tappa Saint Etienne-Mende di 192,5 km, insidiosa (oggi 16 luglio).

Matthews Tour de France Diretta Tour de France 2022: Michael Matthews ha vinto la tappa 14

DIRETTA TOUR DE FRANCE 2022: MATTHEWS HA VINTO LA 14^ TAPPA, BETTIOL SECONDO

Michael Matthews ha vinto la quattordicesima tappa Saint Etienne-Mende del Tour de France 2022, precedendo un fantastico Alberto Bettiol e poi Thibaut Pinot. La fuga da lontano ha fatto festa e sulla Côte de la Croix Neuve-Montée Jalabert abbiamo visto uno spettacolo meraviglioso sia da parte dell’australiano della BikeExchange-Jayco sia da parte del toscano della EF Education-Easypost. Matthews ha staccato gli altri alla testa della corsa, Bettiol ha fatto una rimonta meravigliosa e ad un certo punto aveva addirittura ripreso e superato l’australiano, che però ha trovato le ultime energie per il contro-sorpasso ed è arrivato sul traguardo con 15” su Bettiol, poi Pinot terzo a 34”. Da notare che Louis Meintjes è arrivato decimo a 1’12” e fa un balzo enorme in classifica.

Grande bagarre tra i fuggitivi già in avvicinamento alla salita finale, con Alberto Bettiol in ottima evidenza e una menzione per lo sfortunato Andreas Kron, che era fra i quattro di testa prima di forare. Da notare che pure nel gruppo maglia gialla l’andatura si è alzata già prima dell’ultimo GPM, mettendo in crisi molti corridori. Matthews stacca gli altri due, ma da dietro risale un meraviglioso Bettiol, che stacca tutti gli inseguitori, va a prendere anche l’australiano e se ne va. Matthews però si dimostra un campione, reagisce e rilancia a sua volta: vittoria per lui, un secondo posto meraviglioso ma amarissimo per Bettiol. Tra i big, Tadej Pogacar e Jonas Vingegaard hanno dimostrato di essere i più forti: lo sloveno ha attaccato, solo il danese ha risposto. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

BAGARRE NELLA FUGA

La diretta del Tour de France 2022 per la quattordicesima tappa è entrata definitivamente nel vivo, almeno per quanto riguarda la fuga. L’accordo è finito fra i 23 attaccanti, la fuga è troppo ampia perché si possa pensare ad un arrivo tutti insieme, almeno ai piedi della Côte de la Croix Neuve-Montée Jalabert. Infatti la fuga si è già spezzata: dopo la Côte de Grandrieu, vinta da Simon Geschke davanti a Quinn Simmons, proprio l’americano ha insistito e poi è stato Michael Matthews a cercare un attacco solitario, causando la reazione di molti degli altri fuggitivi.

Hanno raggiunto Michael Matthews in tre, cioè Felix Grossschartner (Bora-Hansgrohe), Luis Leon Sanchez (Bahrain Victorious) e Andreas Kron (Lotto-Soudal). Naturalmente tutto è ancora possibile, perché gli altri 19 non sono lontani e ci sono squadre che hanno anche un massimo di tre elementi, come Groupama-FDJ e EF, tuttavia è chiaro che d’ora in poi nella fuga potrà succedere di tutto. In gruppo invece non succederà nulla fino alla salita finale: il ritardo è addirittura superiore ai 13 minuti, ma sulla Côte de la Croix Neuve sicuramente ci saranno attacchi, per provare a guadagnare qualche secondo. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA TOUR DE FRANCE 2022 STREAMING VIDEO E TV: COME SEGUIRE LA 14^ TAPPA

Per seguire la diretta tv del Tour de France 2022, ci sarà una amplissima copertura live sulla Rai e su Eurosport: in chiaro, il canale di riferimento sarà Rai Due, la quattordicesima tappa Saint Etienne-Mende sarà infatti trasmessa a partire già dalle ore 14.45 sul canale generalista della televisione di Stato italiana con la telecronaca di Stefano Rizzato e il commento tecnico di Stefano Garzelli. Il Tour de France sarà inoltre visibile anche su Eurosport, canale disponibile tuttavia solamente per gli abbonati.

Per chi invece non potesse mettersi davanti al televisore oggi pomeriggio, ma non volesse perdere le emozioni della Grande Boucle, ecco pure la possibilità garantita dalla diretta streaming video, gratuita per tutti sul sito o l’applicazione di Rai Play, per gli abbonati tramite Eurosport Player. Infine ricordiamo i riferimenti ufficiali della Grande Boucle: il sito www.letour.fr, la pagina Facebook Le Tour de France e il profilo Twitter @LeTour. CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING VIDEO RAI PLAY DEL TOUR DE FRANCE 2022

OLTRE 10 MINUTI DI VANTAGGIO

Fase interlocutoria come prevedibile attualmente nella diretta del Tour de France 2022 della quattordicesima tappa, siamo infatti ancora ad oltre 70 km dall’arrivo di Mende e per ora i 23 attaccanti in fuga vanno d’accordo, su un percorso ondulato ma per il momento non troppo difficile. Ricordiamo chi sono i fuggitivi: Marc Soler (UAE Team Emirates), Daniel Martínez (Ineos Grenadiers), Benoît Cosnefroy (Ag2r-Citröen), Felix Grossschartner, Lennard Kämna e Patrick Konrad (Bora-Hansgrohe), Gregor Mühlberger (Movistar), Simon Geschke (Cofidis), Luis Leon Sanchez (Bahrain Victorious), Stefan Küng e Thibaut Pinot (Groupama-FDJ), Louis Meintjes (Intermarché-Wanty Gobert), Alberto Bettiol, Neilson Powless e Rigoberto Urán (EF Education-EasyPost), Andreas Kron (Lotto-Soudal), Bauke Mollema e Quinn Simmons (Trek-Segafredo), Jakob Fuglsang, Krists Neilands e Michael Woods (Israel-Premier Tech), Michael Matthews (BikeExchange-Jayco) e Franck Bonnamour (B&B Hotels-KTM).

Ritmo abbastanza tranquillo per la fuga perché non c’è bisogno di spingere: il gruppo non ha alcuna intenzione di inseguire gli attaccanti, il ritardo della maglia gialla Jonas Vingegaard e degli altri big è superiore ai dieci minuti e quindi saranno gli attaccanti a giocarsi il successo di tappa sulla Côte de la Croix Neuve-Montée Jalabert. Il migliore fra loro in classifica generale è il sudafricano Louis Meintjes, che ha un ritardo di 15’46”, di conseguenza dietro sarà sufficiente evitare che le proporzioni del distacco si dilatino ancora di più. Per la bagarre, sia davanti sia dietro, ci sarà tempo sulla salita finale… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

23 UOMINI IN FUGA

La diretta del Tour de France 2022 sembra essersi adesso stabilizzata in questa quattordicesima tappa, che era iniziata in modo clamorosamente vivace. Alla fine è riuscita ad andare via una fuga molto numerosa, composta da ben 23 corridori: si tratta di Marc Soler (UAE Team Emirates), Daniel Martínez (Ineos Grenadiers), Benoît Cosnefroy (Ag2r-Citröen), Felix Grossschartner, Lennard Kämna e Patrick Konrad (Bora-Hansgrohe), Gregor Mühlberger (Movistar), Simon Geschke (Cofidis), Luis Leon Sanchez (Bahrain Victorious), Stefan Küng e Thibaut Pinot (Groupama-FDJ), Louis Meintjes (Intermarché-Wanty Gobert), Alberto Bettiol, Neilson Powless e Rigoberto Urán (EF Education-EasyPost), Andreas Kron (Lotto-Soudal), Bauke Mollema e Quinn Simmons (Trek-Segafredo), Jakob Fuglsang, Krists Neilands e Michael Woods (Israel-Premier Tech), Michael Matthews (BikeExchange-Jayco) e Franck Bonnamour (B&B Hotels-KTM).

Tra di loro ci sono molti nomi di grande interesse, d’altronde per vincere sull’arrivo di Mende servono qualità notevoli. Purtroppo come italiano c’è solo Alberto Bettiol, mentre Damiano Caruso si è lasciato sfuggire la fuga buona. Su questo aspetto infatti non dovrebbero esserci dubbi: il gruppo maglia gialla ha visibilmente rallentato, tanto che sono rientrati Primoz Roglic e anche gli altri corridori in difficoltà, con l’unica eccezione di Caleb Ewan, per il quale la tappa di oggi diventerà un calvario sportivo, anche se è affiancato da alcuni compagni di squadra. Dicevamo che non ci dovrebbero essere dubbi sul successo della fuga: vero che mancano ancora oltre 100 km all’arrivo di Mende, ma il vantaggio che supera ampiamente gli otto minuti è una indicazione già molto chiara. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

FORCING DI POGACAR

Inizio a dir poco vivace per la diretta Tour de France 2022 per la quattordicesima tappa, che ha regalato emozioni fin da subito. C’è naturalmente il desiderio da parte di molti corridori di andare in fuga oggi, tra loro fa piacere segnalare che uno dei nomi più attivi è quello del nostro Damiano Caruso, più in generale la Bahrain Victorious è tra le formazioni più attive ma segnaliamo anche altri nomi di ottimo livello, ad esempio sulla Côte de Saint-Just-Malmont è passato per primo Neilson Powless.

Tuttavia, non c’è solo la battaglia per andare in fuga: in almeno un paio di occasioni, è stato addirittura Tadej Pogacar ad alzare il ritmo in prima persona e la bagarre che ne è scaturita ha avuto come ovvia conseguenza quella di ridurre fortemente il numero dei corridori presenti nel gruppo maglia gialla. Tra gli uomini in difficoltà c’è pure Primoz Roglic, che si è staccato e paga un ritardo che è già quantificabile in oltre due minuti, mentre alcuni velocisti (tra cui il dolorante Caleb Ewan) sono ancora più attardati. Mancano ancora circa 150 km all’arrivo di Mende, ma se queste sono le premesse la tappa di oggi potrebbe diventare davvero esplosiva… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI COMINCIA

Tutto è pronto per la partenza della quattordicesima tappa Saint Etienne-Mende del Tour de France 2022, ricordiamo allora che cosa era successo l’anno scorso in questa stessa frazione. Anche allora era il sabato della seconda settimana, pedalando verso i Pirenei che però erano già più vicini. L’appuntamento era con la Carcassonne-Quillan di 183,7 km, come oggi una tappa con numerosi saliscendi, anche se il finale era meno impegnativo.

Ebbe successo la fuga da lontano, nella quale trovò poi l’acuto giusto l’olandese Bauke Mollema della Trek-Segafredo, che arrivò sul traguardo da solo con il tempo di 4h16’16” e un vantaggio di 1’04” sull’austriaco Patrick Konrad e il colombiano Sergio Higuita, rispettivamente secondo e terzo, poi ci fu Mattia Cattaneo quarto a 1’06” e così risalito al decimo posto nella classifica generale a 9’48” da Tadej Pogacar, sempre in maglia gialla con un vantaggio di 4’04” su Guillaume Martin, altro protagonista della fuga di quel giorno che era salito al secondo posto. Adesso però torniamo all’attualità: parola alla strada per una giornata che non si annuncia molto diversa ma potrebbe essere più insidiosa, la quattordicesima tappa del Tour de France 2022 comincia davvero! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I PRECEDENTI

Mentre aspettiamo la diretta del Tour de France 2022 per l’odierna quattordicesima tappa, possiamo ricordare che negli ultimi anni l’arrivo a Mende caratterizzato dalla Côte de la Croix Neuve è diventato una sorta di classico appuntamento per la Grande Boucle. Nel 1995 vinse Laurent Jalabert, al quale questa salita fu in seguito dedicata, con 29” su Massimo Podenzana. Ci si tornò poi nel 2005 e ci fu un altro arrivo solitario, in quel caso con successo dello spagnolo Marcos Serrano con 27” sul francese Cedric Vasseur e il belga Axel Merckx.

Nel 2010 altra grande festa spagnola, con successo di Joaquim Rodriguez in una volata a due con il connazionale Alberto Contador e 4” di vantaggio sul kazako Alexander Vinokourov, mentre nel 2015 il britannico Steve Cummings riuscì a precedere per una manciata di secondi i due francesi Thibaut Pinot e Romain Bardet. Infine, ecco nel 2018 una nuova vittoria spagnola grazie ad Omar Fraile, che precedette di 6” il francese Julian Alaphilippe e il belga Jasper Stuyven. Un elenco davvero di grandi nomi… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

OGGI È UNA TAPPA OSTICA!

Oggi sabato 16 luglio la diretta Tour de France 2022 ci proporrà la sua quattordicesima tappa Saint Etienne-Mende di 192,5 km, una frazione insidiosa e che potrebbe portare anche delle novità fra i big. Arriviamo dalla tappa di ieri che ha segnato una sorta di “pausa” dopo il grande spettacolo dei giorni precedenti nelle durissime tappe alpine, oggi tornerà ad essere una tappa da non sottovalutare, con diversi saliscendi lungo tutto il percorso e soprattutto una salita breve ma molto dura proprio a ridosso dell’arrivo di Mende, dove già negli anni scorsi abbiamo vissuto finali di tappa decisamente divertenti.

Sicuramente oggi la fuga farà gola a tanti e la vittoria di giornata potrebbe in effetti andare ai fuggitivi, ma siamo altrettanto sicuri che la salita finale farà muovere anche i big del Tour de France 2022, perché potrebbe crearsi qualche distacco per la classifica e chissà, magari saranno proprio i grandi nomi a giocarsi anche la vittoria di tappa, se si creeranno i presupposti per riassorbire la fuga. Adesso andiamo quindi a scoprire tutte le informazioni utili per seguire la meglio la diretta Tour de France 2022 nella quattordicesima tappa Saint Etienne-Mende.

DIRETTA TOUR DE FRANCE 2022: PERCORSO 14^ TAPPA

La diretta Tour de France 2022 oggi ci riserverà quindi una frazione da non perdere, aperta a diversi possibili esiti e di certo spettacolare. Andiamo allora con ordine e scopriamo in maggiore dettaglio il percorso della odierna quattordicesima tappa Saint Etienne-Mende di 192,5 km. Logicamente la partenza sarà dalla città di Saint Etienne, appuntamento fissato alle ore 12.30 per il km 0, in considerazione di un percorso lungo e anche piuttosto accidentato. Fin da subito ci saranno numerosi saliscendi, dei quali due saranno identificati come Gran Premio della Montagna di terza categoria ai km 14,2 e 39,1, ma le salitelle saranno numerose e anche lo sprint intermedio di Yssingeaux (km 50,7) sarà collocato in cima a uno di questi strappi.

La seconda parte del percorso della tappa 14 del Tour de France 2022 non sarà diversa: molti saliscendi, altri due saranno identificati come GPM, sempre di terza categoria (km 135,3 e 162,1), poi ci sarà una discesa per giungere a Mende, tuttavia l’arrivo non sarà nel centro bensì ci sarà da affrontare la Côte de la Croix Neuve, definita Montée Jalabert in onore dell’ex ciclista francese: saranno 3 km al 10,2% di pendenza media, salita breve ma davvero molto dura (GPM di seconda categoria), lievemente più facile all’inizio e alla fine, ma davvero micidiale nei 2 km centrali. Il GPM sarà al km 191, poi ci saranno solamente 1500 metri sostanzialmente pianeggianti per giungere al traguardo.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Tour de France

Ultime notizie