Diretta Tour de France 2022/ Pogacar vince la 17^ tappa, Vingegaard arriva con lui!

- Claudio Franceschini

Diretta Tour de France 2022: Tadej Pogacar ha vinto la 17^ tappa, ma non è riuscito a staccare Jonas Vingegaard che viene regolato solo allo sprint, il danese avvicina il successo finale.

Pogacar Tour
Diretta Tre Valli Varesine 2022: ha vinto Tadej Pogacar (Foto LaPresse)

DIRETTA TOUR DE FRANCE 2022: HA VINTO TADEJ POGACAR

Tadej Pogacar ha vinto la 17^ tappa del Tour de France 2022, ma la notizia principale è che in classifica Jonas Vingegaard resiste: ci ha provato ancora Tadej Pogacar, ci ha provato sul serio, e di fatto è andata come l’anno scorso ma con la differenza che questa volta a vestire la maglia gialla è il danese. Lo sloveno, che deve recuperare 2’22’’ in classifica generale, è partito sul serio e ha nuovamente frullato alla ricerca del colpo del ko: Vingegaard non ha battuto ciglio ed è rimasto a ruota, tenendo botta insieme a un encomiabile Brandon McNulty cui va dato atto di aver tenuto rispetto a questi due campioni.

Giunti nell’ultimo chilometro, il primo a lanciare la volata è stato Vingegaard; Pogacar ha risposto, ed è stato lui a vincere. Alla fine McNulty si è staccato pagando 32 secondi dai primi due della classifica del Tour de France 2022, ma la vittoria reale è quella di Vingegaard che adesso vede realmente Parigi tingersi di giallo. Domani per lui sarà un’altra battaglia nel tentativo di resistere agli attacchi, ma se andrà come oggi ci sarà poco da temere… (agg. di Claudio Franceschini)

TOUR DE FRANCE 2022: SE NE VANNO IN 4

Proseguono le emozioni del Tour de France 2022: ci avviciniamo al finale, sono rimasti in 15 in fuga ma alcuni corridori adesso stanno iniziando a staccarsi. McNulty sta tirando il gruppo della maglia gialla che tenta la ripresa, con Wout Van Aert che ha terminato la sua ottima azione; nel drappello di testa c’è anche il nostro Giulio Ciccone, alcuni uomini di classifica come Enric Mas, ma soprattutto Adam Yates e Thomas Pidcock (che erano rientrati in discesa), sembrano aver definitivamente alzato bandiera bianca e stanno faticando parecchio.

L’ultimo grande strappo per il momento l’hanno dato Thibaut Pinot, transitato per primo sul GPM del Col d’Aspin e anche su quello dell’Hourquette d’Ancizan, insieme a Ciccone e Simmons: rimane a ruota anche Leknessund e per il momento dunque sono questi quattro ad andare via, ma con una situazione che ovviamente rimane in costante evoluzione e andrà ben valutata. Il gruppo della maglia gialla prova a tenere botta, con Tadej Pocagar che sta preparando il terreno per l’assalto a Jonas Vingegaard: mancano meno di 30 chilometri al traguardo, vedremo quello che succederà ma prepariamoci ai fuochi d’artificio… (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA TOUR DE FRANCE 2022 STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA 17^ TAPPA

Per seguire la diretta tv del Tour de France 2022, ci sarà una amplissima copertura live sulla Rai e su Eurosport: in chiaro, il canale di riferimento sarà Rai Due, la 17^ tappa Saint Gaudens-Peyragudes sarà infatti trasmessa a partire già dalle ore 14.45 sul canale generalista della televisione di Stato italiana con la telecronaca di Stefano Rizzato e il commento tecnico di Stefano Garzelli. Il Tour de France sarà inoltre visibile anche su Eurosport, canale disponibile tuttavia solamente per gli abbonati.

Per chi invece non potesse mettersi davanti al televisore oggi pomeriggio, ma non volesse perdere le emozioni della Grande Boucle, ecco pure la possibilità garantita dalla diretta streaming video, gratuita per tutti sul sito o l’applicazione di Rai Play, per gli abbonati tramite Eurosport Player. Infine ricordiamo i riferimenti ufficiali della Grande Boucle: il sito www.letour.fr, la pagina Facebook Le Tour de France e il profilo Twitter @LeTour. CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING VIDEO RAI PLAY DEL TOUR DE FRANCE 2022

TOUR DE FRANCE 2022: SCALATO IL COL D’ASPIN

Nella 17^ tappa del Tour de France 2022 stiamo già vivendo parecchie emozioni. Avevamo lasciato due uomini in fuga con pochi secondi di vantaggio sul gruppo della maglia gialla, ma anche loro due sono stati ripresi e sul Col d’Aspin come potevamo prevedere abbiamo avuto delle iniziative molto più concrete. Ci hanno provato subito Thibaut Pinot e Lutsenko, ma si sono segnalati anche il nostro Giulio Ciccone e Simon Getschke, che veste la maglia a pois e potrebbe diventare quasi definitivamente il leader degli scalatori nella diretta del Tour de France 2022.

Quando alla sommità del Col d’Aspin mancava circa un chilometro, ecco che Romain Bardet è partito: il francese deve farsi perdonare la tappa di ieri in cui ha perso minuti e posizioni nella classifica generale. Inizialmente il gruppo ha provato a rispondere, poi Bardet è stato lasciato libero di andare; alla fine però a transitare per primo sul Col d’Aspin è stato Pinot seguito da Lutsenko, terza posizione per Geschke che ha dunque ottenuto punti importanti… (agg. di Claudio Franceschini)

TOUR DE FRANCE 2022: PRIMA FUGA VERA?

La 17^ tappa del Tour de France 2022 ha preso il via, per il momento la fuga giusta non si è ancora sviluppata ma nel primo tratto di strada abbiamo già assistito a parecchie azioni. Da qualche chilometro, una sembra poter prendere una certa definitività: Owain Doull della Education-EasyPost e Guillaume Boivin della Israel-Premier Tech sono appena partiti, praticamente in contemporanea con la notizia del ritiro di Fabio Felline dalla Grande Boucle.

A circa 15 chilometri dal Col d’Aspin, la prima salita di giornata, il gruppo era ancora parecchio allungato e questo rendeva complicata un’azione concreta e reale. Alla fine però Doull e Boivin sembrano avercela fatta, o almeno vedremo se sarà realmente così: i due per il momento mantengono circa 22 secondi di vantaggio sugli inseguitori, è ancora lunga ma staremo a vedere quello che succederà nella diretta del Tour de France 2022 per questa 17^ tappa che, come del resto avevamo già detto, si preannuncia davvero emozionante… (agg. di Claudio Franceschini)

TOUR DE FRANCE 2022: INIZIA LA 17^ TAPPA!

Siamo finalmente pronti a vivere le emozioni della diretta del Tour de France 2022. Parlando di Jonas Vingegaard, bisogna dire che il danese sarebbe il primo corridore a vincere la Grande Boucle per il suo Paese dopo 26 anni. Era il 1996 quando Bjarne Riis metteva fine al dominio quinquennale di Miguel Indurain: il navarro, che aveva avuto ben pochi avversari tra il 1991 e il 1995, era rimasto in corso finchè aveva subito una crisi sulle montagne e aveva lasciato strada libera a Riis, che l’anno precedente era arrivato terzo alle spalle dello stesso Indurain e di Alex Zulle.

In quell’edizione del Tour de France dunque il danese aveva trionfato, precedendo di 1’41’’ Jan Ullrich (che si sarebbe rifatto l’anno seguente) e di 4’37’’ l’eroe francese Richard Virenque, vincitore della maglia a pois per il miglior scalatore (con Riis secondo). Ora potrebbe essere il turno di Vingegaard, ma staremo a vedere: noi ci dobbiamo mettere comodi e valutare quello che succederà nella diretta del Tour de France 2022, finalmente la 17^ tappa sta per cominciare! (agg. di Claudio Franceschini)

TOUR DE FRANCE 2022: L’ANNO SCORSO

La diretta del Tour de France 2022 per la 17^ tappa ci porta inevitabilmente a ricordare quello che era successo lo scorso anno, anche perché il momento era stato particolarmente importante: infatti mercoledì 14 luglio avevamo avuto il primo di due giorni sostanzialmente in fotocopia, nei quali Tadej Pogacar aveva mostrato la sua classe prendendosi la Grande Boucle. Già ampiamente primo in classifica (iniziava la 17^ tappa con 5’18’’ su Rigoberto Uran), lo sloveno nella Muret-Col du Portet aveva rotto gli indugi, resistito agli assalti di Jonas Vingegaard e vinto: sul traguardo aveva addirittura staccato di 3 secondi il danese e di 4 Richard Carapaz.

Quest’ultimo se non altro aveva ottenuto il terzo posto in classifica, ai danni di un Uran che era definitivamente crollato; Vingegaar dunque era diventato secondo, ma la maglia gialla era stata blindata da un Pogacar che incredibilmente si era ripetuto il giorno seguente, con vittoria ancora una volta precedendo Vingegaard e Carapaz. Ora naturalmente si entra nella 17^ tappa del Tour de France 2022 con una situazione diversa, vedremo quello che succederà nel corso di una giornata che promette davvero scintille… (agg. di Claudio Franceschini)

TOUR DE FRANCE 2022: UNA TAPPA FONDAMENTALE!

Sarà un percorso corto, ma la 17^ tappa del Tour de France 2022 potrebbe realmente decidere tante cose per la classifica generale. La Saint Gaudens-Peyragudes si corre mercoledì 20 giugno: si parte alle 13:25 e, almeno secondo le stime degli organizzatori, si dovrebbe arrivare in circa tre ore e mezza al traguardo, ma naturalmente questo dipenderà anche dal passo che i corridori sapranno tenere, dalle condizioni atmosferiche e naturalmente da quello che succederà nel corso della giornata, perché una fuga o altro potrebbe chiaramente influire sulla media tenuta in gara.

Sia come sia, prepariamoci: se la tappa di ieri aveva comunque fatto emozionare, con il suo finale frizzante e fatto di due belle salite e rapide discese, la diretta del Tour de France 2022 per la 17^ tappa promette davvero spettacolo, perché negli ultimi 75 chilometri (più o meno) praticamente si sale e basta, e dunque sarà un percorso che potrebbe realmente creare una bella selezione facendo saltare gli equilibri. Il diktat insomma è uno: chi è interessato a strappare la maglia gialla dovrà attaccare, perché questa sarà una delle occasioni principali per farlo.

DIRETTA TOUR DE FRANCE 2022: PERCORSO 17^ TAPPA

Andiamo dunque a studiare il percorso nella diretta del Tour de France 2022: la 17^ tappa Saint Gaudens-Peyragudes inizia con un tratto pianeggiante e ai 33 chilometri è posizionato il traguardo volante di La Barthe de Neste, ma la tranquillità durerà poco. Infatti, giunti ad Arreau (dopo circa 54 chilometri) la strada sale: ai 65,7 chilometri ecco il Col d’Aspine, GPM di categoria 1 che raggiunge i 1490 metri dopo 12 chilometri di ascesa a una pendenza del 6,5%. È solo l’inizio: la diretta del Tour de France 2022 infatti ci proietterà sull’Hourquette d’Ancizan, altri 8 chilometri di salita anche se con

pendenza al 5,1% e dunque un tratto più graduale (infatti il GPM è di categoria 2). Qui, mancheranno circa 48 chilometri al traguardo: a quel punto saranno veri fuochi d’artificio con i quasi 11 chilometri che porteranno al Col de Val Louron Azet, 6,8% la pendenza media. Poi giù verso Loudenvielle, e infine l’arrivo posizionato con un altro GPM a 1158 metri. Ne vedremo delle belle…





© RIPRODUZIONE RISERVATA