Diretta/ Trieste Olimpia Milano (risultato finale 67-85): tutto ok per i meneghini

- Mauro Mantegazza

Diretta Trieste Olimpia Milano streaming video tv: orario e risultato live della partita di basket valida per la 20^ giornata di Serie A (26 gennaio)

Dragic Trieste basket
Diretta Trieste Olimpia Milano (Foto repertorio LaPresse)

DIRETTA TRIESTE OLIMPIA MILANO (RISULTATO FINALE 67-85): TUTTO OK PER I MENEGHINI

L’Olimpia Milano sbanca l’Allianz Dome di Trieste imponendosi con il risultato finale di 67-85. Nell’ultimo quarto non c’è stata partita, 18 punti di ritardo non lasciavano alcun margine per sperare nella rimonta. Il quintetto di Dalmasson paga i troppi errori dalla distanza, pochissime le triple messe a referto dai padroni di casa, molto più alte invece le percentuali realizzative dei meneghini che hanno ampiamente meritato il successo dimostrando di avere una marcia in più e di essere molto più ludici nelle fasi più delicate del match. Migliore in campo Scola con uno score personale di 20 punti, prestazione più che positiva anche per Jones, Biligha e Rodriguez. {agg. di Stefano Belli}

46-66, IMMENSO SCOLA

All’Allianz Dome siamo giunti alla fine del terzo quarto di Trieste Olimpia Milano con il risultato live di 66 a 46 in favore del quintetto di Messina. Alla ripresa delle ostilità dopo l’intervallo i padroni di casa hanno cercato di riportarsi sotto, le giocate di Jones hanno illuso il pubblico locale che poi ha dovuto fare nuovamente i conti con la realtà quando i meneghini hanno alzato i giri del motore. In un batter d’occhio il gap è tornato ad aumentare con gli ospiti che a un certo punto si sono portati a +15. Scola è inarrestabile quando attacca e se nessuno gli prenderà al più presto le misure può solo finire male per la squadra alabardata. {agg. di Stefano Belli}

34-41, INTERVALLO ALL’ALLIANZ DOME

Nel secondo quarto Trieste entra pienamente in partita annullando quasi del tutto lo svantaggio di 8 punti maturato nei primi dieci minuti di gioco, dopo un attimo di sbandamento l’Olimpia Milano riprende il controllo della situazione e ristabilisce parzialmente le distanze all’Allianz Dome grazie alla tripla di Rodriguez che restituisce un po’ di tranquillità a coach Messina. Relativamente parlando, perché gli uomini di Dalmasson non perdono troppo contatto dai meneghini e vanno al riposo sul parziale di 34-41. Un passivo di 7 lunghezze che può essere tranquillamente colmato, a patto di non sbagliare nulla nel terzo e soprattutto quarto periodo. {agg. di Stefano Belli}

15-23, OSPITI A +8

All’Allianz Dome è cominciata la sfida valevole per la 20^ giornata del campionato di basket tra Trieste e Olimpia Milano, il primo quarto si è da poco concluso sul parziale di 15-23 in favore degli ospiti. Trascinati da Scola e Sykes, i meneghini provano subito ad andare in fuga con i giuliani che non riescono ad arginare il quintetto di Messina che sfonda con grande facilità. Mitchell miglior realizzatore di questi primi dieci minuti con 7 punti all’attivo, un paio di assist a referto per Rodriguez mentre Micov vuole affermarsi come uomo dei rimbalzi: ne ha già presi tre. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Trieste Olimpia Milano non è una delle partite che vengono trasmesse sui canali della nostra televisione per questo turno di campionato; per tutti gli appassionati comunque l’appuntamento classico rimane quello con la piattaforma Eurosport Player, alla quale bisogna essere abbonati e che fornisce tutte le gare di Serie A di basket in diretta streaming video. Inoltre, sul sito www.legabasket.it sono liberamente consultabili le informazioni utili come il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori che scenderanno sul parquet del PalaRubini-Allianz Dome.

PALLA A DUE!

Pochi minuti a Trieste Olimpia Milano, ci resta giusto il tempo per dare spazio alle parole anche di Ettore Messina. Il presidente-allenatore dell’Olimpia Milano domenica scorsa naturalmente si era presentato deluso in sala stampa al PalaLeonessa dopo la sconfitta dei suoi ragazzi contro la Germani Brescia, ecco dunque l’analisi che aveva fatto Messina a caldo: “Faccio i complimenti a Vincenzo Esposito e Brescia che hanno vinto. La partita poteva andare in un modo o nell’altro. È stata una partita accorta, che nel finale con le energie rimanenti potevamo portare a casa, ma abbiamo commesso errori soprattutto difensivi che sono stati fatali. Abbiamo anche sbagliato credo otto volte un terzo tempo. Può capitare che non li metti tutti, alla quarta partita in otto giorni, ma se ne metti almeno quattro vinci. Di solito tiriamo i liberi meglio, oggi abbiamo fatto il 63%. Sono stati tanti errori banali quelli che abbiamo commesso, abbiamo tirato con il 38% dal campo e subìto sei stoppate. Sono numeri che ti condannano. Vorresti che non ci fossero, ma ci sono. Vorrei avere una rotazione stabile anche in campionato, magari trovarla per la Coppa Italia. Per ora non ci siamo riusciti. Ho visto tante cose buone poi quando abbiamo cominciato a fare i cambi, perché qualcuno ovviamente non ne aveva, più sono aumentati gli errori”. Oggi invece che cosa succederà? Lo scopriremo fra pochissimo: Trieste Olimpia Milano inizia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LE PAROLE DI DALMASSON

La diretta di Trieste Olimpia Milano ci offrirà un nuovo incrocio con la Lombardia per i padroni di casa dell’Allianz Trieste, che settimana scorsa erano stati protagonisti a Varese di una partita però persa contro la Openjobmetis. Andiamo allora a rileggere che cosa aveva detto in sala stampa a Masnago il coach dei giuliani Eugenio Dalmasson in sede di commento della partita: “Complimenti a Varese per avere giocato una gara di pura intensità. Soprattutto nel terzo quarto quando anche noi abbiamo trovato un’ottima reazione. Giocare così a Varese, dove abbiamo sofferto e siamo stati sulla grata fino alla fine, ci fa sperare di poter fare un ottimo lavoro. Non ci manca un’identità, ma abbiamo evidenti stati fisici diversi nei nostri giocatori. Varese era la partita peggiore per noi perché gioca una pallacanestro molto intensa. Ma voglio vedere la parte bella ovvero il fatto che abbiamo finito pressando a tutto campo alla fine e la reazione del terzo quarto. L’obiettivo è trovare condizione perché abbiamo visto che siamo riusciti a ricucire il distacco proprio con energia”, aveva concluso domenica scorsa la propria analisi coach Dalmasson. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PRESENTAZIONE DEL MATCH

Trieste Olimpia Milano, diretta dagli arbitri Alessandro Vicino, Lorenzo Baldini e Gianluca Capotorto, si giocherà alle ore 17.30 di oggi pomeriggio, domenica 26 gennaio 2020, presso il PalaRubini-Allianz Dome del capoluogo giuliano. Siamo giunti alla ventesima giornata della Serie A di basket e il match vivrà proprio nel nome di Cesare Rubini, figlio della città di Trieste e leggenda di Milano sia da giocatore sia da allenatore. Non si potrà però pensare troppo al passato: Trieste Olimpia Milano infatti sarà delicata per entrambe le formazioni. L’Allianz Pallacanestro Trieste arriva dalla sconfitta di Varese e in classifica ha appena 10 punti, dunque la salvezza è ancora tutta da conquistare; d’altro canto domenica scorsa l’A|X Armani Exchange Milano ha perso a Brescia e con 22 punti è appena quarta in classifica, posizione che non può di certo bastare alla corazzata di Ettore Messina.

DIRETTA TRIESTE OLIMPIA MILANO: IL CONTESTO

Ricca di spunti d’interesse sarà dunque la diretta di Trieste Olimpia Milano. Per i padroni di casa il compito non sarà affatto semplice, ma i giuliani hanno poco da perdere: una sconfitta non sarebbe un dramma, mentre una vittoria potrebbe valere un grande passo avanti verso l’obiettivo della salvezza, anche dal punto di vista psicologico. La società ha operato molto sul mercato in corso d’opera, ma questo significa pure che Trieste deve trovare in tempi brevi una nuova fisionomia di gioco. Dall’altra parte ecco una Milano che ha già perso ben sette volte in poco più di metà campionato: numeri decisamente eccessivi per l’Olimpia, che di fatto adesso ha come obiettivo massimo il terzo posto, perché le prime due piazze sembrano irraggiungibili. Nulla è compromesso in ogni caso, perché tutto si giocherà ai playoff: adesso però urge capire chi si merita l’Olimpia e chi invece deve cambiare passo perché non sta rendendo come dovrebbe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA