DIRETTA/ Udinese Atalanta (risultato finale 2-3) streaming: decide doppio Muriel!

- Claudio Franceschini

Diretta Udinese Atalanta streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per la 28^ giornata della Serie A, si gioca alla Dacia Arena.

Musso Muriel Atalanta Udinese lapresse 2020
Diretta Udinese Atalanta, Serie A 28^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA UDINESE ATALANTA (RISULTATO FINALE 2-3): DECIDE DOPPIO MURIEL!

L’Atalanta espugna anche la Dacia Arena e vola a +9 sulla Roma nella lotta per il quarto posto. Luis Muriel decisivo, dopo la splendida punizione realizzata il colombiano mette la firma sulla doppietta personale con un’altra bordata dalla distanza che al 34′ si infila all’angolino basso, imparabile per Musso. L’Udinese però ha il merito di non arrendersi mai e riesce ad accorciare le distanze ancora con Lasagna: doppietta anche per il centravanti dei friulani che al 42′ va a segno di testa sfruttando un cross di Zeegelaar. 4′ di recupero ma l’Atalanta riesce a tenere lontano il pallone dalla propria area di rigore grazie al fraseggio dei suoi solisti e porta a casa una vittoria pesante. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Udinese Atalanta sarà trasmessa sui canali della televisione satellitare: appuntamento riservato in esclusiva ai clienti Sky, che potranno seguire la partita di Serie A su Sky Sport 253. In assenza di un televisore gli abbonati potranno rivolgersi al servizio Sky Go, applicazione che permette la visione della sfida in diretta streaming video e senza costi aggiuntivi, semplicemente utilizzando dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

MURIEL SU PUNIZIONE!

L’Atalanta inizia il secondo tempo con Palomino in campo al posto di Djimsiti. L’Atalanta prova a riprendere in mano il controllo delle operazioni ma al 6′ Wallace sfiora il gol dalla distanza per l’Udinese. Al 7′ Muriel prende il posto di Malinovskyi, all’11’ però ancora i friulani sfiorano il vantaggio con una bella palla in profondità di Sema ancora per Wallace, che tenta la conclusione di prima intenzione trovando però l’opposizione di Gollini. Al 14′ doppio cambio per Gasperini, Pasalic e Gosens rilevano De Roon e Hateboer, risponde l’Udinese con Zeegelaar e Franca inseriti al posto di Sema e Troost-Ekong. Al 23′ bell’inserimento di Muriel ma Musso non si lascia sorprendere. Il portiere dei friulani non può nulla però al 25′ su una strepitosa punizione di Luis Muriel, che si infila sotto l’incrocio dei pali riportando in vantaggio l’Atalanta. (agg. di Fabio Belli)

PAREGGIO DI LASAGNA!

Cresce l’Udinese, ma l’Atalanta è un costante pericolo con le bordate di Malinovskyi. Al 31′ però su un lancio dalle retrovie di Fofana è Lasagna a bruciare sul tempo Djimsiti e a infilare Gollini siglando il gol del pareggio. Al 35′ ancora Malinovskyi mette a dura prova i riflessi di Musso, ma la linea difensiva bergamasca soffre le giocate in contropiede dei friulani: al 39′ Fofana inventa di nuovo un lancio d’autore e Lasagna trova l’ennesimo inserimento: stavolta il pallonetto dell’attaccante scavalca Gollini ma finisce alto sopra la traversa. Si chiude con un cartellino giallo per Malinovskyi, il primo tempo alla Dacia Arena termina sull’1-1. (agg. di Fabio Belli)

ZAPATA, STOP E GOL!

L’Atalanta parte ad alti ritmi, Udinese arroccata nella propria metà campo ma al 7′ Fofana trova lo spazio giusto in contropiede, con Gollini che riesce a ipnotizzare l’avversario a tu per tu. Rinfrancata dal pericolo scampato, l’Atalanta passa: prima gran parata di Musso su Malinovskyi, poi lancio di Gomez per Zapata, stop pazzesco del colombiano che conclude trovando l’angolino, gol di pregevole fattura imparabile per Musso. Il gol permette all’Atalanta di giocare nella maniera a lei più congeniale, tenendo palla e costringendo l’Udinese a restare bassa. Si arriva a metà primo tempo con i bergamaschi avanti di misura sui friulani. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Ci siamo, stiamo per vivere la diretta di Udinese Atalanta: ancora una volta la Dea ha saputo stupire tifosi e addetti ai lavori e ha conquistato una straordinaria vittoria in rimonta contro la Lazio. Il che ha portato la serie positiva a 7 partite, di cui sei sono state vinte; resta impressionante il numero di gol segnati dagli orobici, ne abbiamo 27 solo in questa striscia (due volte settebello) e un totale di 77 in Serie A. Per arrivare a quota 100 ne servono 23 nelle ultime 11 partite: una media di 2,09 per gara, decisamente inferiore a quella che la squadra di Gian Piero Gasperini sta tenendo in questo momento. Peraltro la partita della Dacia Arena inizia su premesse ottime: in tutto il campionato la Dea ha perso una sola volta in trasferta, il 15 dicembre a Bologna, e viaggia a una media di 2,15 punti. I friulani riusciranno a mettere in crisi i perfetti meccanismi bergamaschi? Lo stiamo per scoprire: mettiamoci comodi e stiamo a vedere quello che ci dirà il campo, perché finalmente le formazioni ufficiali sono pronte e Udinese Atalanta può cominciare! UDINESE (3-5-2): Musso; Samir, Nuytinck, Troost-Ekong; Stryger Larsen, Fofana, Jajalo, Walace, Sema; Teodorczyk, Lasagna. Allenatore: Luca Gotti ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Caldara, Djimsiti; hateboer, Freuler, Pasalic, Castagne; A. Gomez, Malinovskyi; D. Zapata. Allenatore: Gian Piero Gasperini (agg. di Claudio Franceschini)

ALLENATORI A CONFRONTO

Eccoci alla diretta della Serie A tra Udinese e Atalanta ed è quindi arrivato pure il momento di andare a analizzare da vicino i due allenatori, protagonisti pure nella 28^ giornata di campionato. Alla Dacia Arena dunque non mancherà Luca Gotti, tecnico prima a interim poi confermato della formazione friulana solo dal 1 novembre scorso: pure avendo diretto come vice la formazione bianconera dal 16 luglio scorso. Gotti è senza dubbio una delle più belle sorprese della stagione: promosso in situazione di emergenza, il tecnico di Adria ha poi sempre maggiormente convinto, conquistandosi con merito la prima panchina dell’Udinese, che lui sta dirigendo verso un buon finale di stagione, attorno alla metà della classifica. Di contro rivedremo dopo la squalifica, Gian Piero Gasperini, vero idolo della formazione (come della tifoseria bergamasca). E con ragione: l’allenatore di Grugliasco, arrivato solo nel giugno del 2016 ha portato l’Atalanta ad essere una delle più belle squadre d’Europa e pure a grandi risultati storici per il club, come i quarti di finale di Champions League, messi in cassaforte solo poco prima dello stop per la pandemia. (agg Michela Colombo)

L’ARBITRO

Udinese Atalanta, partita valida per la nona giornata di ritorno di Serie A, sarà una sfida diretta dal fischietto di Marco Di Bello: con lui allo stadio Friuli di Udine vedremo all’opera pure gli assistenti Di Vuolo e Di Iorio, col quarto uomo Aureliano e la coppia al Var formata da Chiffi e Tolfo. Volendo ora conoscere meglio il primo direttore di gara, ecco che il signor Di Bello, nella stagione calcistica corrente ha messo da parte ben 19 direzioni tra il primo campionato nazionale, la competizione della Coppa Italia e quelle europee. In generale ha dunque distribuito 80 cartellini gialli, 1 cartellino rosso e 7 calci di rigore. Possiamo poi evidenziare le ultime tre direzioni del signor Di Bello in campionato, che sono Udinese Inter, Parma Lazio, Cagliari Roma. Quella odierna rappresenta la terza partita in cui dirige l’Udinese, mentre è la seconda volta con l’Atalanta. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Udinese Atalanta, partita diretta dal signor Di Bello, vale per la 28^ giornata del campionato di Serie A 2019-2020 ed è in programma alle ore 19:30 di domenica 28 giugno: interessante sarà soprattutto stabilire se proseguirà il grande volo degli orobici che, sotto di due gol e dominati dalla Lazio nella prima mezz’ora, sono stati in grado di ribaltare il big match e ottenere una vittoria che blinda il quarto posto e li avvicina all’Inter in termini di terza posizione, che sarebbe una conferma dello scorso anno. Ormai la Dea non sorprende più, potrebbe infrangere il record di gol in singolo campionato di Serie A e continua per la sua meravigliosa strada, in attesa di provare a concretizzare il grande sogno europeo; l’Udinese invece ha ripreso dopo il lockdown con una sconfitta sanguinosa, battuta da un Torino che non vinceva da sei partite e ora costretta a rimontare in classifica per evitare che le squadre della zona retrocessione trovino ritmo. Allo stato attuale delle cose, i friulani sono pienamente coinvolti nella corsa per la salvezza; vedremo allora in che modo andranno le cose alla Dacia Arena nella diretta di Udinese Atalanta, ma per il momento possiamo fare una valutazione delle decisioni dei due allenatori valutando nel dettaglio le probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI UDINESE ATALANTA

Brutte notizie per Luca Gotti, che in Udinese Atalanta non potrà contare su De Paul e Mandragora: squalificato il primo e infortunato il secondo, dunque l’allenatore deve rivedere il suo centrocampo e piazzare Walace come playmaker davanti alla difesa e Jajalo al suo fianco. Conferma invece per Fofana sull’altra mezzala; i due laterali dovrebbero essere ancora una volta Stryger Larsen e Sema, nel settore arretrato si rivede Troost-Ekong che si prende la maglia di centrale con Rodrigo Becao e Nuytinck ai suoi lati, il portiere sarà ovviamente Musso mentre il tandem offensivo dovrebbe essere composto da Okaka e Lasagna. Gian Piero Gasperini potrebbe cambiare qualcosa rispetto a mercoledì: in difesa magari niente con Toloi e Djimsiti a supportare Palomino davanti a Gollini – anche se Caldara scalpita – a centrocampo torna Pasalic che, almeno inizialmente, potrebbe far tirare il fiato a Freuler che ha giocato due partite ravvicinate. Stesso discorso per Hateboer che può venire sostituito da Castagne, con Gosens che sarebbe confermato insieme a De Roon; sulla trequarti Ilicic potrebbe riavere il posto e affiancare Alejandro Gomez, Muriel è un ex di questa partita come Duvan Zapata e i due colombiani sono in ballottaggio per il posto da centravanti.

QUOTE E PRONOSTICO

Per un pronostico su Udinese Atalanta ci viene in aiuto l’agenzia Snai, secondo cui la Dea è chiaramente favorita: come si poteva immaginare il segno 2 per il successo esterno ha un valore basso, precisamente di 1,50 volte la cifra che deciderete di investire. Alto invece il segno 1 che identifica la vittoria casalinga dei friulani, con la quale andreste a guadagnare 6,25 volte la giocata; il segno X, che come sempre regola l’ipotesi del pareggio, porta in dote una vincita che ammonta a 4,25 volte quello che metterete sul tavolo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA