Diretta/ Udinese Sampdoria (risultato finale 1-3) streaming: Bonazzoli e Gabbiadini!

- Claudio Franceschini

Diretta Udinese Sampdoria streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per la 32^ giornata di Serie A, si gioca alla Dacia Arena.

Linetty Nestorovski Sampdoria Udinese lapresse 2020
Diretta Udinese Sampdoria, Serie A 32^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA UDINESE SAMPDORIA (RISULTATO FINALE 1-3): BONAZZOLI E GABBIADINI!

La Sampdoria esce fuori alla distanza e si prende tre punti che pesano tantissimo per la classifica sul campo di un’Udinese che dopo essersi fatta apprezzare nella prima metà di gara è calata progressivamente alla distanza. L’episodio che di fatto decide il match è quello del 39′ della ripresa, con Bonazzoli che realizza una rete strepitosa con una rovesciata straordinaria su invito di Samir. Rete acrobatica che è una mazzata per l’Udinese, ma i friulani vengono rimessi in gioco da un’uscita a vuoto di Audero subito dopo. Il pallone sbatte su Nuytinck ed entra in rete, ma il tocco dell’olandese è di braccio e la rete viene annullata dopo la review al VAR. Si chiude definitivamente con uno splendido tiro a giro di Gabbiadini, che fissa il risultato sull’1-3 in favore della Sampdoria. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Udinese Sampdoria verrà trasmessa sui canali della televisione satellitare, e dunque sarà un appuntamento in esclusiva per tutti gli abbonati: bisognerà andare al numero 255 del vostro decoder (uno dei canali che prima erano conosciuti come Sky Calcio), o in alternativa utilizzare l’applicazione Sky Go che permette la visione della partita di campionato in diretta streaming video, senza costi aggiuntivi e per mezzo di dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

CRESCONO I FRIULANI

La ripresa inizia con una grande parata per parte dei due portieri: Musso dice no a una conclusione di Bonazzoli deviata da Jajalo, mentre al 7′ Audero si supera su una gran botta di Lasagna, negando la doppietta all’attaccante avversario respingendo di piede. Doppio cambio nell’Udinese con Walace e Nestorovski sostituiti da Okaka e Fofana, quindi al 9′ una conclusione a incrociare di De Paul finisce d’un soffio a lato. L’Udinese cresce d’intensità nella fase centrale del secondo tempo, al 20′ De Paul cerca la conclusione di potenza ma Audero si oppone coi pugni, quindi Ter Avest prende il posto di Stryger-Larsen tra le fila dei padroni di casa. Al 24′ ammonito Thorsby nella Sampdoria, il risultato alla Dacia Arena resta sempre sull’1-1. (agg. di Fabio Belli)

LASAGNA, POI QUAGLIARELLA!

Si infiamma il match tra Udinese e Sampdoria nel finale di primo tempo. Ci provano De Paul da una parte e Quagliarella dall’altra, quindi al 37′ passano i padroni di casa: Lasagna si libera di Yoshida e conclude di sinistro battendo Audero, che si fa ammonire per proteste, richiamando l’attenzione su un fallo di Lasagna su Yoshida non rilevato dall’arbitro. Nella Sampdoria problemi per Ramirez, costretto alla sostituzione al 45′ con Ranieri che inserisce Bonazzoli. Ma non è finita qui perché nel recupero la Samp trova il pari: sponda di petto di Ekdal e girata da vero rapinatore d’area di Fabio Quagliarella, che non lascia scampo a Musso fissando il risultato sull’1-1 all’intervallo. (agg. di Fabio Belli)

STRAORDINARI PER MUSSO

Subito occasione per la Sampdoria dopo 2′ con Musso che si oppone a una conclusione di Linetty, evitando anche il successivo tap-in di Quagliarella. Proprio Quagliarella al 14′ piazza un cross sulla testa di Ramirez, anche in questo caso la risposta di Musso è eccellente e il gol viene sventato. Giocano bene gli ospiti e il portiere dell’Udinese al 18′ deve dire di no proprio a Quagliarella, bloccando in due tempi una potente conclusione del bomber doriano. L’Udinese si affaccia in avanti al 20′ con Sema, che manca di poco il bersaglio: su calcio d’angolo battuto da De Paul, arriva alla deviazione Walace e anche in questo caso il pallone si perde sul fondo d’un soffio. Al 25′ proprio Walace subisce un fallo che costa a Ekdal la prima ammonizione della partita. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Ci siamo, eccoci finalmente al calcio d’inizio di Udinese Sampdoria. Il digiuno friulano alla Dacia Arena sta diventando preoccupante: la squadra di Luca Gotti non vince in casa dal 12 gennaio quando ha piegato il Sassuolo, ultima di tre vittorie consecutive che hanno senza dubbio rappresentato il momento migliore in questo campionato di Serie A. Da quel momento però l’Udinese non ha più ottenuto successi interni: tre pareggi e le sconfitte contro Inter e Atalanta. Colpisce il fatto che contro la Dea i bianconeri abbiano senza dubbio giocato bene, mentre contro il Genoa il pareggio sia stato assolutamente beffardo; la squadra ha bisogno di ritrovare la sua solidità difensiva, che in inverno aveva fatto la differenza in chiave salvezza. Ora però è giunto davvero il momento di lasciare che a parlare sia il terreno di gioco, dunque non possiamo fare altro che metterci comodi e leggere insieme le formazioni ufficiali della diretta di Udinese Sampdoria, che tra pochi istanti prenderà il via! UDINESE (3-5-2): Musso; Troost Ekong, Nuytinck, Samir; Larsen, Jajalo, Walace, De Paul, Sema; Nestorovski, Lasagna. All. Gotti SAMPDORIA (4-4-1-1): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Depaoli, Ekdal, Thorsby, Linetty; Ramirez; Quagliarella. All Ranieri (agg. di Claudio Franceschini)

ALLENATORI A CONFRONTO

Siamo vicini alla diretta di Udinese Sampdoria: Claudio Ranieri va a caccia di un altro grande risultato, salvare i blucerchiati che aveva ereditato (da Eusebio Di Francesco) all’ultimo posto in classifica. Una salvezza miracolosa, il tecnico testaccino l’aveva timbrata con il Parma; appena prima aveva riportato la Juventus in Champions League nella stagione da neopromossa post-Calciopoli. La carriera di Ranieri è fatta di momenti incredibili: non va dimenticato il salto dalla C alla A con il Cagliari di fine anni Ottanta, squadra poi salvata, poi lo scudetto sfiorato con la Roma (e sarebbe stato un traguardo clamoroso, visto che l’Inter di José Mourinho era quella del Triplete ed era decisamente superiore) e naturalmente il miracolo Leicester, una squadra che l’anno precedente si era salvata all’ultima giornata e che lui, anche sfruttando le stagioni negative di tutte le big, ha portato sul tetto della Premier League. Quello storico campionato inglese rimarrà per sempre nel suo curriculum di allenatore, per le glorie di casa nostra forse bisognerà ancora aspettare ma sicuramente Ranieri è un allenatore che molto spesso è stato sottovalutato, e ora può prendersi un’altra rivincita. (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

Manca sempre meno alla diretta di Udinese Sampdoria, pertanto vale la pena ricordare cosa sia successo nei precedenti recenti. I friulani, nelle ultime dieci, sono riusciti a battere i blucerchiati in tre occasioni: tutti i successi sono arrivati in casa, l’ultimo è quello dell’agosto 2018 grazie al gol di Rodrigo De Paul mentre spicca sicuramente il 4-0 della stagione precedente, partita segnata da tre rigori (De Paul, Maxi Lopez e Seko Fofana) con poker servito dall’ex attaccante del Barcellona, che oggi gioca in Serie B con il Crotone. La Sampdoria non ha mai avuto vita facile in Friuli: l’ultima vittoria però era stata roboante, nel maggio 2015 la squadra allenata da Sinisa Mihajlovic aveva dominato quella di Andrea Stramaccioni imponendosi per 4-1. Roberto Soriano aveva aperto le danze con una doppietta; a 10 minuti dal 90’ Afriyie Acquah aveva calato il tris, un rigore di Antonio Di Natale aveva provato a rimettere in piedi l’Udinese ma, allo scoccare del 90’, i doriani avevano nuovamente allungato con Alfred Duncan. In campo c’era anche Samuel Eto’o, sostituito al 56’ da Luka Djordjevic. (agg. di Claudio Franceschini)

L’ARBITRO

Tra poche ore la diretta di Udinese Sampdoria sarà affidata all’arbitro della sezione AIA di Roma Paolo Valeri e con lui pure non mancheranno gli assistenti Bresmes e Caliari come il quarto uomo Rapuano: saranno Pasqua e Ranghetti a sedersi al Var-Avar. Mettendo dunque il primo direttore di gara sotto i riflettori, scopriamo subito che nella stagione corrente, il Signor Valeri ha messo da parte 18 presenze in campo, di cui 14 per la Serie A: qui l’arbitro ha dunque già deciso per 67 ammonizioni e due espulsioni, come pure otto calci di rigore. Va però ampliata la nostra analisi e ricordato che in carriera lo stesso fischietto romano ha collezionato già 18 precedenti con l’Udinese e di questi l’ultimo pure risale al campionato in corso di Serie A, quando nella 4^ giornata i friulani affrontarono il Brescia. Sono invece ben 21 i testa a testa tra Valeri e la Sampdoria e di questi ben due sono occorsi in questa stagione 2019-20 del primo campionato nazionale: ci riferiamo infatti alle sfide tra i liguri e il Torino nella 23^ giornata e con il Verona nel 26^ turno. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Udinese Sampdoria si gioca in diretta dalla Dacia Arena, alle ore 19:30 di domenica 12 luglio: la partita è valida per la 32^ giornata del campionato di Serie A 2019-2020, ed è un incrocio parecchio delicato per quanto riguarda la salvezza. Si tratta di due squadre che in questo momento sarebbero al sicuro, ma sanno di non dover tirare troppo la corda perché alle loro spalle le rivali si stanno muovendo; i friulani in particolar modo hanno scialacquato punti importanti anche in maniera incredibile, come il pareggio contro il Genoa partendo dal 2-0.

La Sampdoria invece dà sempre la sensazione di poter spiccare il volo, ma poi non riesce a staccarsi dalla zona calda: la squadra blucerchiata aveva fatto un colpo importante rifilando tre gol alla Spal, con questa fiducia si è presentata a Bergamo e per 75 minuti ha tenuto in scacco l’Atalanta avendo le sue occasioni, salvo poi cadere di fronte alla solita accelerazione nerazzurra. Ora vedremo come andranno le cose nella diretta di Udinese Sampdoria, che possiamo aspettare leggendo insieme le probabili formazioni e le scelte da parte dei due allenatori.

PROBABILI FORMAZIONI UDINESE SAMPDORIA

Per Udinese Sampdoria Luca Gotti ritrova Sema, che dunque dovrebbe tornare a occupare la sua posizione come laterale sinistro in mediana, a svantaggio di Zeegelaar che si accomoderà in panchina; sull’altro versante ci sarà Stryger Larsen, in mezzo solito ballottaggio Jajalo-Walace con Fofana e De Paul sulle mezzali, attenzione però alla possibilità che sia lo sloveno che il brasiliano siano titolari insieme al numero 10. A protezione del portiere Musso avremo invece una linea con la conferma di Troost-Ekong e Nuytinck, Samir e De Maio si giocano il posto di terzo difensore, davanti giocheranno due tra Okaka, Lasagna e Nestorovski.

Ranieri conferma il 4-4-2 e continua a valutare la possibilità di rilanciare Quagliarella: senza di lui la sensazione è che la maglia di secondo attaccante possa andare a Federico Bonazzoli, schierando Gaston Ramirez largo a sinistra e destinando dunque Linetty alla corsia destra, con Depaoli che andrebbe in panchina oppure qualche passo indietro, scalzando Bereszynski dalla posizione di terzino. Gabbiadini sarà l’attaccante di riferimento, in mezzo al campo ci prova Ronaldo Vieira (non al top) ma Ekdal e Thorsby restano favoriti, così come Omar Colley e Yoshida per il centro della difesa. Murru il terzino sinistro, Audero chiaramente andrà in porta.

QUOTE E PRONOSTICO

Per un pronostico dettagliato su Udinese Sampdoria, ecco le quote fornite dall’agenzia Snai: i friulani partono favoriti con un valore di 2,45 volte la puntata sul segno 1, che naturalmente identifica la loro vittoria. Per contro, il segno 2 per l’affermazione blucerchiata porta in dote una vincita che ammonta a 3,15 volte l’importo della giocata, mentre con il pareggio regolato dal segno X andreste a guadagnare 3,05 volte quanto avrete deciso di mettere sul piatto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA