DIRETTA/ Udinese Spal (risultato finale 0-0): Musso para il rigore di Petagna al 98′!

- Claudio Franceschini

Diretta Udinese Spal streaming video DAZN: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita che si gioca per la dodicesima giornata nel campionato di Serie A.

Juan Musso Udinese parata lapresse 2019
Video Udinese Spal (Foto LaPresse)

DIRETTA UDINESE SPAL (RISULTATO FINALE 0-0): MUSSO PARA IL RIGORE DI PETAGNA AL 98′!

Sembrava uno 0-0 scritto quello che andava configurandosi alla “Dacia Arena” tra Udinese e Spal, al termine di una gara combattuta e giocata a viso aperto da due formazioni che non hanno speculato sul pareggio pur essendo in piena zona retrocessione, ma il modo in cui è maturato ha del clamoroso. Infatti dopo la prevedibile girandola dei cambi e una bella chance per Paloschi all’82’ (bell’intervento di Musso), le due squadre sembravano essersi placate e invece nei quattro minuti di recupero, diventati poi otto, ecco l’episodio che poteva dare un altro esito al match. Dopo un bel colpo di testa di Petagna al 91’ che però non trovava la porta, al minuto 94 l’arbitro Massa veniva richiamato dal VAR per un presunto fallo di mano di Sema in area friulana. Il direttore di gara, dopo un veloce check, non ha avuto esitazioni concedendo il rigore agli ospiti: ma quando era già scoccato il 98’ ecco che Petagna, dagli undici metri, si è fatto ipnotizzare da Musso, buttando al vento due punti e facendo esplodere la torcida udinese. Finisce così sul punteggio di 0-0, risultato tutto sommato giusto anche se l’errore dell’attaccante della Spal ha negato a Semplici & co. un successo che non sarebbe stato comunque demeritato, ma ancora una volta Musso ha mostrato di essere uno dei migliori portieri del campionato. (agg. di R. G. Flore)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

Udinese Spal verrà trasmessa in diretta tv su Dazn 1, il canale che trovate al numero 209 del decoder satellitare e che permetterà anche ai clienti Sky non abbonati a Dazn di seguire questa partita di Serie A. Per chi invece avesse sottoscritto un abbonamento alla nuova piattaforma è disponibile come sempre il servizio di diretta streaming video, utilizzabile attraverso dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

ANCORA DE PAUL VICINO AL GOL!

Il secondo tempo della sfida della “Dacia Arena” tra Udinese e Spal si apre con le stesse formazioni dei primi 45’ ad eccezione di Strefezza che, pur essendo stato tra i migliori in campo, nelle fila spalline viene avvicendato da Sala al rientro in campo. E nei primi 15 minuti della seconda frazione il ritmo e l’intensità rimangono alti anche se non si segnalano clamorose occasioni da gol: in una vera e propria sagra del “giallo” che vede finire sul taccuino dell’arbitro Okaka, Rodrigo Becao e Floccari si segnala però al 50’ un controllo di palla un po’ spericolato del portiere ospite Berisha che per poco non combinava la frittata sul pressing di uno degli attaccanti friulani. Al minuto 55’ arriva il primo squillo di Mandragora con un bel tiro mentre poco dopo a rendersi pericoloso è De Paul che conclude male a seguito di una uscita a vuoto di Berisha ma col piatto destro non inquadra clamorosamente la porta della Spal. La risposta ospite è in un tiro di Sala deviato che per poco non ingannava Musso: Gotti fiuta l’aria e decide di cambiare qualcosa, togliendo Nestorovski, un po’ calato alla distanza, e inserendo l’arma segreta per i finali di gara, ovvero Lasagna. Semplici risponde con un cambio simile ovvero una punta per una punta con Petagna che rileva Floccari. (agg. di R. G. Flore)

PALO DI DE PAUL AL 35′!

Si è da poco concluso il primo tempo del match in programma questo pomeriggio alla “Dacia Arena” tra Udinese e Spal: 0-0 il punteggio tra le formazioni di Gotti e Semplici al termine dei primi 45’ ma caratterizzati da un avvio spumeggiante e costellato di azioni da rete su entrambi i fronti. Infatti, dopo le due chance in avvio per Nestorovski (palo al 4’ e poi rete annullata per offside al 9’) i ferraresi sono venuti fuori rendendosi pericolosi prima con Floccari e poi soprattutto con Kurtic. Al 26’ proprio l’attaccante macedone dei friulani è il primo a finire sul taccuini dei cattivi mentre al 30’ l’esterno destro ospite, Strefezza, esplode un gran tiro dalla distanza che manca di poco la porta difesa da Musso. Nel finale di tempo altre due ottime chance: al 37’ è ancora Strefezza a tentare la fortuna da lontano mentre poco prima De Paul ha avuto una ghiotta occasione con un tiro al volo deviato da Missiroli e che finisce sul palo della porta di Berisha. Poi tutti negli spogliatoi al termine di 45’ in apnea dal punto di vista delle emozioni. (agg. di R. G. Flore)

PALO DI NESTOROVSKI!

Alla “Dacia Arena” l’Udinese di Luca Gotti, allenatore ad interim e reduce da due successi consecutivi, ospita la Spal di Leonardo Semplici per una sfida salvezza ad alta temperatura dato che sono in ballo punti pesanti: e nei primi quindici minuti di gioco già c’è tanto da segnalare perché già al 4’ Nestorovski, ben imbeccato da Stryger Larsen, colpisce un clamoroso palo e Berisha battuto. L’avvio veemente dei bianconeri padroni di casa è confermato poi al minuto 9 quando ancora l’attaccante macedone trova lo spazio per andare in rete, infilando di testa su suggerimento di Sema ma il direttore di gara annulla per fuorigioco e il check del VAR conferma la giusta decisione dell’arbitro Massa. La risposta spallina arriva al 15’ quando Floccari spara verso Musso ma Nuytinck con un intervento disperato salva tutto: gli ospiti sono pericolosi già alcuni secondi dopo quando Kurtic stacca bene di testa su corner di Valdifiori ma l’estremo difensore dell’Udinese compie una gran parata e salva il punteggio (16’). Ritmi frenetici: al 18’ gran tiro di Mandragora ma Berisha respinge e poi il centrocampista friulano non trova il modo di segnare sul tap-in. (agg. di R. G. Flore)

IN CAMPO, FORMAZIONI UFFICIALI!

Tutto è pronto per Udinese Spal: nei pochi minuti che ancora ci separano dalla partita di Serie A, uno sguardo alle statistiche delle due formazioni. Situazione che potremmo definire discreta per i bianconeri friulani grazie a 13 punti in classifica: il ruolino di marcia è di quattro vittorie, un pareggio e sei sconfitte. Differenza reti però pari a -18, a causa di 18 gol subiti e soprattutto degli appena 8 segnati, grosso limite dell’Udinese. La Spal di Leonardo Semplici d’altronde se la passa ancora peggio: i ferraresi hanno appena 7 punti, perché ci sono ben otto sconfitte a fronte di due vittorie e un pareggio. Il dato della differenza reti è invece -11, perché ci sono 7 gol segnati (anche qui attacco bocciato) e 18 subiti. Adesso però non è più tempo di numeri e parole: leggiamo le formazioni ufficiali di Udinese Spal, poi la partita comincia! UDINESE (3-5-2): Musso; De Maio, Troost-Ekong, Samir; Larsen, Mandragora, Jajalo, De Paul, Sema; Okaka, Nestorovski. All. Gotti SPAL (3-5-2): E. Berisha; Cionek, Vicari, Tomovic; Strefezza, Murgia, Missiroli, Kurtic, Reca; Floccari, Petagna. All. Semplici (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I TESTA A TESTA

Sono 33 i precedenti della diretta di Udinese Spal, che prenderemo adesso in considerazione per un’analisi storica di questa partita di Serie A. Il bilancio ci parla di una leggera superiorità da parte dei friulani, contiamo infatti tredici vittorie per l’Udinese a fronte di dieci pareggi e altrettante affermazioni della Spal, che ha segnato 39 reti a fronte dei 51 gol dell’Udinese. La superiorità friulana si fa logicamente più chiara prendendo in considerazione solamente le 17 partite disputate in casa dell’Udinese, nelle quali i bianconeri hanno raccolto dieci successi, mentre i pareggi sono quattro e le vittorie esterne della Spal appena tre, l’ultima delle quali risalente addirittura al 1961. Nello scorso campionato alla Dacia Arena ci fu una divertente vittoria per 3-2 dell’Udinese: torniamo al 18 maggio scorso per ricordare il gol di Samir e la doppietta di Stefano Okaka per i padroni di casa, mentre per la Spal segnarono Andrea Petagna e Mattia Valoti. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GLI ALLENATORI

Udinese Spal è l’occasione per Leonardo Semplici di riprendere la sua marcia: lo ha fatto Luca Gotti, che alla prima da capo allenatore dei friulani dopo l’esonero di Igor Tudor ha battuto il Genoa (in trasferta) e ottenuto tre punti d’oro per rilanciare un’Udinese che arrivava da 11 gol subiti in due partite. Addirittura si dice che Gotti possa restare l’allenatore della squadra fino al termine della stagione, quel che è certo è che la famiglia Pozzo non sembra avere fretta nel nominare un nuovo tecnico; Semplici, dopo due brillanti salvezze ottenute in Serie A, sta vivendo la prima grande crisi della sua Spal ed è stato il primo allenatore in questa stagione a perdere contro la Sampdoria. Il ko interno ha anche portato al ribaltone in classifica: adesso gli estensi sono ultimi, in compagnia del Brescia che però deve ancora recuperare una partita. La posizione del fiorentino, anche per quanto fatto dal 2014 a oggi, è ancora abbastanza salda ma è chiaro che altri risultati negativi possano facilmente portare ad una separazione, perché a questo punto la salvezza si sta allontanando. (agg. di Claudio Franceschini)

PRESENTAZIONE DEL MATCH

Udinese Spal, partita diretta dal signor Davide Massa, vale per la 12^ giornata del campionato di Serie A 2019-2020, e si gioca alle ore 15:00 di domenica 10 novembre presso la Dacia Arena. Si tratta di una sfida per la salvezza, ma con i friulani che in classifica sono più avanti: grazie alla vittoria di Marassi, contro il Genoa, la squadra affidata a Luca Gotti dopo l’esonero di Igor Tudor ha fatto un bel salto ritrovando anche la fiducia, e adesso ha una bella occasione da sfruttare in una partita che sulla carta la vede partire favorita. La Spal è in crisi: non riesce a trovare ritmo e nell’ultima giornata ha perso in casa contro la Sampdoria, facendosi scavalcare e ritrovandosi ultima. Adesso dunque Leonardo Semplici sa che è arrivato il momento di tirar fuori la testa dalla sabbia e iniziare davvero a correre. Aspettando che l’arbitro dia il via alla diretta di Udinese Spal, andiamo a leggere quelle che potrebbero essere le scelte dei due allenatori nell’analisi delle probabili formazioni della partita.

PROBABILI FORMAZIONI UDINESE SPAL

In Udinese Spal il modulo dei friulani dovrebbe essere ancora il 3-5-2: davanti a Musso i favoriti sono Rodrigo Becao, Troost-Ekong e Nuytinck mentre ad avanzare la loro posizione sugli esterni sembrano destinati Opoku, che dunque cambia ruolo rispetto al naturale, e Sema che sta facendo bene e ha trovato il gol nell’ultima giornata. Mandragora e De Paul accompagneranno la regia di Jajalo completando la zona mediana; davanti si punta su Okaka e Nestorosvki ma attenzione a Lasagna, che potrebbe avere una maglia dal primo minuto. La Spal ha un modulo speculare, nel quale la protezione di Etrit Berisha viene affidata a Thiago Cionek, Vicari e Tomovic; a centrocampo dovrebbe esserci Missiroli a occuparsi del playmaking, stretto tra due mezzali che pare siano Murgia e Kurtic; sugli esterni invece correranno Strefezza e Reca, Petagna sarà titolare e guiderà un attacco che dovrebbe contare anche su Floccari, pur se Paloschi come sempre spera di avere una chiamata.

QUOTE E PRONOSTICO

I pronostici su Udinese Spal ci dicono che la squadra friulana è favorita: il segno 1 per la vittoria interna, secondo l’agenzia di scommesse Snai, vale infatti 2,15 volte la somma messa sul piatto mentre siamo ad un valore di 3,65 volte quanto investito per il successo degli estensi, identificato dal segno 2. L’eventualità del pareggio è come sempre regolata dal segno X, e vi permetterebbe di guadagnare una somma corrispondente a 3,20 volte quello che avrete puntato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA