DIRETTA/ Virtus Bologna Olimpia Milano (risultato finale 83-70): dominano le “V nere”

- Mauro Mantegazza

Diretta Virtus Bologna Olimpia Milano streaming video Rai: orario e risultato live della partita di basket per la 16^ giornata di Serie A (oggi 29 dicembre)

Virtus Bologna curva
Diretta Virtus Bologna Pistoia - LaPresse

DIRETTA VIRTUS BOLOGNA OLIMPIA MILANO (RISULTATO FINALE 83-70): DOMINIO DELLE “V NERE”!

Dopo un terzo quarto in cui la Virtus Bologna ha chiuso a +7 indirizzando a proprio favore un match che nella prima metà era parso più equilibrato, nell’ultima frazione della partitissima che chiude un 2019 di grande basket il quintetto di Djordjevic ha preso il largo: partendo dal punteggio di 63-56 la capolista è arrivata anche a toccare un vantaggio di 15 punti, cosa mai accaduta nel resto del match e impedendo ai biancorossi ospiti di riuscire a farsi sotto. Si cominciava con i canestri di Weems e Hunter e con Markovic che completava il suo straordinario pomeriggio con l’ennesimo assist, stavolta per Weems, che valeva il 69-56, prima che Rodriguez si mettesse in proprio e con 5 punti provasse a riportare sotto le scarpette rosse (69-61). Poi era ancora Weems a riportare a +10 i suoi e dopo 4 punti di Hunter a far esplodere l’impianto ci pensava la tripla di Baldi Rossi che a poco più di 3 minuti dalla fine segnava il +15 per i suoi (78-63). Il nuovo massimo vantaggio era segnato da una nuova magia di Teodosic (81-65) a cui replicava Scola con due liberi che provava con la disperazione ad evitare la chiusura anticipata della sfida. Nell’ultimo minuto e mezzo il punteggio resta inchiodato sull’81-68 e con i padroni di casa che festeggiano assieme al pubblico, limitandosi solo a controllare mentre Markovic chiude alla grande col suo 12esimo assist per il canestro di Hunter che chiude la contesa prima che Gudaitis accorci con i due punti che valgono il punteggio finale di 83-70: grande prova della Virtus che guidata da Teodosic e Markovic batte l’Olimpia Milano e legittima il primato in classifica. (agg. di R. G. Flore)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Virtus Bologna Olimpia Milano sarà trasmessa su Rai Due, grande ribalta in chiaro per tutti su un canale della televisione generalista e di conseguenza anche in diretta streaming video visitando senza costi aggiuntivi il sito www.raiplay.it. Inoltre per tutti gli appassionati resta valido anche l’appuntamento sulla piattaforma Eurosport Player, tramite il servizio di diretta streaming video riservato però agli abbonati che fornisce tutte le gare del massimo campionato di basket. Ricordiamo anche il sito www.legabasket.it, sul quale è possibile consultare tutte le informazioni utili come il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori in campo alla Virtus Segafredo Arena. CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING SU RAI PLAY

VIRTUS BOLOGNA OLIMPIA MILANO (63-56): FINE 3° QUARTO

Si è da concluso il terzo quarto dell’atteso Derby d’Italia tra Virtus Bologna e Olimpia Milano e dopo l’intervallo i padroni di casa hanno decisamente preso il largo col passare dei minuti: partendo dal 46-40 infatti i bianconeri hanno chiuso sul 63-56 pur dilapidando a un certo punto un vantaggio più ampio. Protagonista della frazione è stato per i felsinei il solito Teodosic assieme a un Markovic in grande giornata che ha punito Milano soprattutto con le sue triple. Sull’altro versante invece i biancorossi di Ettore Messina hanno sofferto l’accoppiata Teodosic-Gamble, rimanendo in partita più che altro grazie ai canestri di Mico e Gudaitis che si sono caricati la squadra sulle spalle in quello che per il quintetto ospite è stato certamente il momento più difficile di una gara che prima dell’intervallo sembravano anche poter controllare. A fissare poi il 63-56 finale prima della sirena ci ha pensato lo spagnolo Rodriguez. (agg. di R. G. Flore)

VIRTUS BOLOGNA OLIMPIA MILANO (46-40): INTERVALLO, FINE 2° QUARTO!

Dopo i primi 10 minuti giocati ad alta intensità come ci si aspettava e con i due quintetti che all Virtus Segafredo Arena sono rimasti sempre abbastanza vicini nel punteggio (solo +6 è stato il massimo vantaggio dei felsinei), il secondo quarto del Derby d’Italia di basket tra Virtus Bologna e Olimpia Milano riparte da punteggio di 24-20 e dal canestro in schiacciata di Hunter che prova a mettere subito le cose in chiaro. Tuttavia per oltre due minuti questo rimane l’unico canestro del secondo quarto, caratterizzato da medie molto più base al tiro e con Milano che interrompe questo digiuno di punti con i due liberi di Micov che fanno segnare al tabellone luminoso il 26-22. Una tripla di Baldi Rossi per i bianconeri segna però l’inizio di un mini break per la Virtus che si porta fino al 31-24 con Gamble che però sbaglia poi il successivo libero e vanifica un potenziale gioco da 3. La risposta dell’Olimpia è nella tripla di Micov che costringe coach Djordjevic a chiamare un time-out (31-27): e le sue preoccupazioni erano giustificate perché al ritorno in campo Milano piazza sette punti di fila e passa per la prima volta a condurre (31-34) con Della Valle, tripla di Cinciarini e Gudaitis. Solo allora Bologna si risveglia dopo il parziale di 10-0 con Gamble e Hunter rimettendo il muso avanti (35-34). Nel finale di quarto si continua giocare in un testa a testa con Teodosic e Rodriguez che si rispondono vicendevolmente colpo su colpo e a 1’30” dalla sirena si è sul 38-38: è qui che la Virtus piazza lo scatto decisivo e con una tripla di Ricci e un canestro di Gaines va sul 44-38. Si chiude con due liberi di Rodriguez e poi un canestro da 2 di Hunter che prima della sirena riporta i suoi sul +6 (46-40). (agg. di R. G. Flore)

VIRTUS BOLOGNA OLIMPIA MILANO (24-20): FINE 1° QUARTO!

È un Derby d’Italia che si gioca punto a punto e vive del pathos della sfida tra rispettivamente la prima e la terza in classifica l’incontro tra Virtus Bologna e Olimpia Milano: e il primo quarto, come ci si aspettava alla vigilia, è stato molto combattuto con il quintetto felsineo che, partito a bomba con la tripla di Teodosic, è stato praticamente sempre avanti rispetto alle scarpette rosse meneghine. A impattare poco dopo per gli ospiti ci pensa l’altro top player oggi in campo, ovvero Scola, e da allora è un testa a testa che vede la Virtus arrivare anche al +6 grazie al gioco da tre di Markovic, vantaggio che viene dimezzato quando è invece un canestro dalla distanza di Rodriguez che riporta sotto gli uomini di Messina (17-13). Ed è sempre lo spagnolo uno degli uomini in più per l’Olimpia, portando i suoi prima sul -2 e poi con una bella penetrazione in area che vale il 20-18. In chiusura di questo primo quarto giocato a ritmi decisamente alti da ambo le squadre tuttavia Bologna riesce a chiudere sul +4 dopo un canestro di Burns grazie a un contropiede di Gaines che prima della sirena fissa il punteggio provvisorio sul 24-20. (agg. di R. G. Flore)

PALLA A DUE!

Finalmente Virtus Bologna Olimpia Milano comincia. Stiamo parlando della partita simbolo del basket italiano, come dimostra il palmares delle due società. La Virtus Bologna ha in bacheca 15 scudetti, otto Coppe Italia, una Supercoppa Italiana, due Euroleghe, una Coppa Saporta, una EuroChallenge e una Basketball Champions League, conquistata nella scorsa stagione e grazie alla quale la Virtus Bologna è tornata ad arricchire la propria bacheca dopo anni complicati e poveri di soddisfazioni. L’Olimpia Milano vanta un albo d’oro ancora più ricco, a cominciare naturalmente da 28 scudetti, ai quali Milano aggiunge sei Coppe Italia e tre Supercoppe Italiane a livello nazionale più tre Coppe dei Campioni, una Coppa Intercontinentale, tre Coppe delle Coppe e due Coppe Korac. Da moltissimi anni tuttavia Virtus Olimpia non era più uno scontro di vertice: salutiamo con piacere questo ritorno consacrato anche dalla diretta televisiva su Rai Due, poi la parola deve passare al campo. Virtus Bologna Olimpia Milano adesso inizia davvero! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LE PAROLE DI ETTORE MESSINA

Dopo Djordjevic, ecco pure Ettore Messina per introdurci alla diretta di Virtus Bologna Olimpia Milano. In questo caso dobbiamo “volare” fino a Kaliningrad, dove il giorno di Santo Stefano Milano ha perso in volata la partita di Eurolega contro il CSKA Mosca. Bilancio dunque agrodolce per Messina, che in sala stampa si era poi espresso in questi termini: “Complimenti al CSKA. Hanno giocato un buon secondo tempo, sono riusciti a cambiare un po’ una gara giocata in una bella atmosfera, ma sono anche contento della prova della mia squadra perché ogni volta siamo un po’ meglio e ogni volta ci avviciniamo a queste grandi squadre come CSKA o Real Madrid la settimana scorsa. Daniel Hackett penso sia stato decisivo – Messina “incorona” così il grande ex -. Ha preso eccellenti decisioni, quando tirare, quando passare, quando attaccare e poi ovviamente ha tirato molto bene da tre punti. Rodriguez è il nostro giocatore più importante, è stato decisivo nel riportarci in partita e poi se ha sbagliato un paio di cose nel finale queste fanno parte della gara. Sono cose che succedono”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LE PAROLE DI SASHA DJORDJEVIC

Cresce l’attesa per Virtus Bologna Olimpia Milano e allora diamo spazio agli allenatori cominciando da Sasha Djordjevic, che la sera di Natale aveva commentato così la vittoria della sua Virtus contro la Fortitudo nel derby di Bologna per 94-62: “Partita giocata dal primo all’ultimo minuto con una concentrazione e un’energia che non sono mai calate. Difensivamente li abbiamo fatti lavorare su ogni tiro e abbiamo trovato ottimi canestro in transizione che ci hanno fatto spingere sull’acceleratore. Voglio ringraziare tutto il nostro staff e sottolineare tre giocatori: Weems che ha fatto una partita quasi perfetta, era molto carico e non toccava il parquet con i piedi. Poi nomino Hunter che avevo tenuto fuori a Sassari per mia scelta perchè oggi mi aspettavo questo tipo di risposta e Gaines che nonostante la botta al ginocchio e nonostante gli abbiano aspirato ancora liquido lui ha voluto essere in campo. Grazie anche ai tifosi che ci hanno sempre spinto. Abbiamo avuto grandi letture e i cambi sono stati un’arma stasera che ha funzionato a differenza della partita precedente. Teodosic in una partita come questa non può partire dalla panchina. Non potevo anche privare i tifosi di vederlo subito in campo. Altre volte per preservarlo parte dalla panchina e lui è tranquillo in quei casi. Abbiamo letto bene difensivamente la partita e di questo sono veramente contento. Ogni partita è diversa ma il nostro trademark deve essere questo. Siamo già con la testa alla prossima partita che sarà l’ultima in casa del girone di andata”. Niente di meglio dell’Olimpia per chiudere in bellezza… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Virtus Bologna Olimpia Milano, diretta dagli arbitri Michele Rossi, Carmelo Lo Guzzo e Manuel Mazzoni, è il big-match della sedicesima giornata della Serie A di basket in programma oggi pomeriggio domenica 29 dicembre 2019 alle ore 15.30 presso la Virtus Segafredo Arena. Non c’è bisogno di molte presentazioni: Virtus Bologna Olimpia Milano è la partita per eccellenza del basket italiano, oggi godrà anche della ribalta televisiva in chiaro ed è un tributo meritato per una sfida di altissima classifica fra la Virtus Bologna che è capolista a quota 24 punti e l’Olimpia Milano che è di poco dietro grazie ai suoi 20 punti. La Virtus cercherà il bis della travolgente vittoria di Natale contro la Fortitudo nel derby di Bologna, Milano invece ha giocato a Santo Stefano in Russia in Eurolega e la partita contro il Cska Mosca – pur pesa di appena tre punti – ha confermato tutto il valore del gruppo di Ettore Messina. Già, proprio il grande ex: la presenza di Messina alla guida degli ospiti e di Sasha Djordjevic invece con i padroni di casa renderà questa Virtus Bologna Olimpia Milano ancora più speciale.

DIRETTA VIRTUS BOLOGNA OLIMPIA MILANO: RISULTATI E CONTESTO

Chiusura d’anno migliore non ci poteva essere: la diretta di Virtus Bologna Olimpia Milano allieta infatti il periodo festivo e non a caso è stata collocata in calendario in questi giorni, come già il derby di Bologna giocato a Natale e che a dire il vero non ha avuto storia, come testimonia l’eloquente risultato finale di 94-62 con cui la Virtus ha (sportivamente) massacrato la Fortitudo dando una clamorosa dimostrazione di superiorità. Djordjevic ora arriva a sfidare la sua ex Olimpia guardandola dall’alto con quattro punti in più in classifica, ma Milano ha aperta una eccellente striscia positiva in Serie A dopo le difficoltà iniziali. La prestazione contro il Cska Mosca è un altro segnale positivo, nonostante la sconfitta e anche un paradosso: l’Olimpia Milano anche quando riposa in campionato arriva alla partita successiva avendo riposato un giorno in meno e viaggiato molto di più, ma questo ormai per i lombardi è un fatto normale. La Virtus saprà approfittare di questo piccolo ma significativo vantaggio?

© RIPRODUZIONE RISERVATA