DIRETTA VUELTA 2021/ Jakobsen vince la 16^ tappa: Matteo Trentin a podio!

- Claudio Franceschini

Diretta Vuelta 2021: è Fabio Jakobsen il vincitore della 16^ tappa Laredo-Santa Cruz de Bezana; a podio anche Meeus e Matteo Trentin. Eiking rimane in maglia rossa.

Vuelta volata 12 tappa twitter 2021 1 640x300
Diretta Vuelta 2021, 16^ tappa Laredo-Santa Cruz de Bezana (da Twitter)

DIRETTA VUELTA 2021: VINCE JAKOBSEN

Con un colpo di scena è Fabio Jakobsen il vincitore della 16^ tappa della Vuelta 2021! Il ciclista della Deceuninck, dopo aver fatto sue la quarta e l’ottava tappa della corsa iberica, fa tris nel giorno del suo compleanno e dunque vince anche al traguardo di Santa Crus de Bezana e dunque sale sul primo gradino del podio, alle spalle di Meeus e del nostro Matteo Trentin. È mentre è gran festa sul podio, andiamo a ripercorrere le ultime emozioni intense di questo finale di tappa. Eravamo rimasti a circa una trentina di km dal traguardo finale, con sei uomini in testa e in vantaggio di circa 40-50 secondi dal resto dei corridori: pure il gruppo, dopo aver lasciato un poco di fiato, ha presto accelerato di nuovo e man mano comincia a mangiare secondi preziosi ai battistrada.

In tal senso, particolarmente attivi sono proprio gli uomini della Deceuninck, che pure si avvicinano sempre di più alla testa: in avanti intanto sono prove di allungo ma di fatto a nessuno riesce al fuga a a 5 km dal traguardo finale si è tutti assieme in strada. È il momento delle squadre che si preparano dunque a lanciare i propri velocisti per la volata finale: sono grandi movimenti in strada ed è solo agli ultimi metri che parte lo sprint, che alla fine premierà proprio Jakobsen. Da aggiungere che il verdetto finale della 16^ tappa no cambia di molto la situazione in classifica e leader in rosso è sempre Eiking. (agg Michela Colombo)

SEI IN TESTA

Ci avviciniamo al gran finale della diretta della Vuelta 2021 per la 16^ tappa: mancano meno di 35 km ormai al traguardo di Santa Cruz de Bezana e come previsto sono stati grandi movimenti sulle strade spagnole. Al momento troviamo un drappello di ben sei ciclisti in testa: a Bol, Bizkarra, Dewulf, Clayes e Simmons, andati in fuga questo pomeriggio, solo negli ultimi minuti si è unito anche Vanhoucke e ora i sei hanno un vantaggio di appena 40 secondi sul gruppo, ma in constante aumento. Terminata l’ascesa al Gpm (dove è stato Bol a scollinare per primo) infatti il gruppo ha ancora aumentato il ritmo ed è andato a riprendere i due drappelli di inseguitori che si erano formati. Arrivati vicino ai battistrada, pure sono stati attacchi e movimenti in testa al gruppo (dove pure i vari team si stanno ancora organizzando), ma di fatto i cinque hanno tenuto duro e, recuperato anche il ciclista della Lotto Soudal, ora i battistrada rimangono saldamente al comando della corsa, riuscendo a recuperare ancora qualche secondo prezioso.

DIRETTA VUELTA 2021 IN STREAMING VIDEO E TV, COME SEGUIRE LA 16^ TAPPA

Per seguire la diretta tv della Vuelta 2021, il punto di riferimento sarà Eurosport: la corsa spagnola sarà infatti visibile sul canale tematico che è disponibile anche sulle piattaforme di Sky e DAZN per i rispettivi abbonati, mentre non sarà visibile purtroppo in chiaro. Per chi invece non potesse mettersi davanti al televisore, ecco pure la possibilità garantita dalla diretta streaming video, per gli abbonati tramite Eurosport Player oppure anche DAZN. Informazioni importanti sulla corsa spagnola saranno disponibili anche sul sito Internet e sui social network: su Facebook la pagina ufficiale è Vuelta a España, mentre l’account ufficiale Twitter è @lavuelta, particolarmente preziosi per chi non potrà seguire la corsa su Eurosport.

SI RITIRA CICCONE

Siamo già oltre la metà della 16^ tappa e davvero per la diretta della Vuelta 2021 oggi si va molto veloci: mancano infatti appena una settantina di km, al traguardo finale e già i corridori sono prossimi al Gpm di terza categoria del Santillana del mar. Son dunque momenti concitati per la corsa spagnola , ma pure la situazione in strada è piuttosto stabile: in testa ancora il drappello di cinque corridori andati in fuga al via, che pure ora registrano un gap di appena 40 secondi da Van Gils e Vanhoucke e dieci secondi in più su Brambilla, Madrazo Ruiz, Okamika, Cuadros Morata e Azparren, che li inseguono da vicino. In fondo ma con un ritardo di soli 1 minuto e 40 secondo il gruppo, che dunque tiene ben d’occhio chi gli sta davanti e non ha intenzione di regalare troppo a loro, da segnalare che in essi minuti è stato annunciato il ritiro di Giugno Ciccone, che al via era incappato in una brutta caduta di gruppo. (agg Michela Colombo)

GRUPPO SEMPRE VICINO

Situazione stabile per la diretta della Vuelta 2021 per la 16^ tappa in questo momento: superati i primi 60 km ecco che in strada si è formato ora un solo gruppetto di fuggitivi in testa, che pure nutrono un vantaggio affatto consistente sul resto del gruppo. Davanti a tutti quando mancano ancora circa 115km al traguardo finale sono dunque Nizkarra, Bol, Dewulf, Claeys e Simmons, ovvero gli stessi che già alla partenza erano riusciti a mettere alle spalle diversi secondi preziosi.

Dietro di loro, con un gap di un minuto e 35 secondi invece il resto del gruppo, pure ora molto compatto. Sono dunque stati momenti frenetici sulle strade spagnole, con attacchi e contrattacchi, ma alla fine i battistrada hanno resistito e alle loro spalle il gruppo si è finalmente organizzato, e ora pure è ben attento a non lasciar troppo scappare i cinque di testa. (agg Michela Colombo)

5 IN TESTA

Siamo nel vivo della diretta della 16^ tappa della Vuelta 2021 ed è stata partenza impegnativa quella a cui abbiamo appena assistito. Dopo molto tempo dedicato alle procedure di incolonnamento e saliti anche i km di neutralizzazione, dato il via ufficiale sono stati subito altissimi ritmi in strada, tanto che pure entro i primi mesi è stata rovinosa caduta di gruppo.

C’è dunque gran nervosismo e presto sono iniziati attacchi e contrattacchi: si fermano circa tre tronconi, che pure si avvicinano rallentano in maniera disordinata. Ancor ora la situazione è complessa e in continua evoluzione: troviamo in testa cinque corridori e dunque Bizkazrra, Bol, Dewulf, Claeys e Simmons, che pure hanno un vantaggio di circa due minuti sul resto del gruppo: dietro a 35 secondi un secondo gruppo di corridori. (agg Michela Colombo)

IN STRADA, SI COMINCIA!

Siamo finalmente pronti a dare il via alla 16^ tappa della Vuelta 2021. In maglia rossa troviamo Odd Christian Eiking: il norvegese si è preso il primo posto in classifica al termine della 10^ tappa, infliggendo un bel distacco a Primoz Roglic che nei giorni precedenti aveva dato la sensazione di poter difendere la maglia rossa sino all’ultima tappa. Ora invece lo sloveno deve inseguire; intanto possiamo gettare uno sguardo alle altre classifiche della Vuelta 2021, e notare che Fabio Jakobsen indossa dall’ottava tappa la maglia verde che premia il corridore con più punti (dunque traguardi volanti e intertempi).

La maglia a pois per il miglior scalatore è sulle spalle di Romain Bardet, uno specialista che l’ha conquistata al termine della 14^ tappa (strappandola al nostro Damiano Caruso), vinta a Pico Villuercas con 44 secondi su Jesus Herrada. Il miglior giovane è Egan Bernal, mentre il premio per la combattività nella tappa di domenica è andato a Rafal Majka, giunto primo sul traguardo. Ora però ci siamo davvero: mettiamoci comodi e lasciamo che a parlare sia la strada, la diretta della Vuelta 2021 per la 16^ tappa comincia! (agg. di Claudio Franceschini)

L’ANNO SCORSO

Mentre aspettiamo che la diretta della Vuelta 2021 prenda il via, possiamo ricordare cosa era accaduto lo scorso anno nella 16^ tappa. Era il 6 novembre ed era già il terzultimo giorno: come sappiamo infatti, nel 2020 la pandemia di Coronavirus ha costretto gli organizzatori a posticipare l’inizio della Vuelta riducendone anche il percorso. Si andava da Salamanca a Ciudad Rodrigo; Primoz Roglic aveva strappato la maglia rossa a Richard Carapaz tre giorni prima, e l’aveva difesa al termine di una tappa che aveva visto vincere il danese Magnus Cort Nielsen.

Il quale era riuscito a imporsi in volata sullo stesso Roglic e su Dion Smith; grazie agli abbuoni lo sloveno aveva guadagnato ulteriore margine sugli inseguitori, mettendo 45 secondi tra sé e Carapaz e 53 su Hugh Carty. Quei 6 secondi guadagnati erano stati importanti per Roglic, che già il giorno seguente ne aveva persi 21; il margine gli era stato utile per arrivare sino a Madrid con la maglia rossa e vincere la Vuelta. Quest’anno invece lo sloveno deve recuperare terreno su Odd Christian Eiking e Guillaume Martin, che l’anno scorso aveva vinto la classifica degli scalatori indossando la maglia a pois. Come andrà a finire dunque questa 16^ tappa della Vuelta 2021? Tra poco lo scopriremo… (agg. di Claudio Franceschini)

PERCORSO IDEALE PER UNA VOLATA

La diretta della Vuelta 2021 ci propone la 16^ tappa: martedì 31 agosto si riparte dopo il giorno di riposo e avremo la Laredo-Santa Cruz de Bezana, con inizio alle ore 12:49. Si tratta di un percorso pianeggiante, senza particolari scossoni: una tappa dunque ideale per un arrivo in volata, e che almeno sulla carta non dovrebbe modificare la classifica e le gerarchie in termini di maglia rossa. Ricordiamole allora, queste gerarchie: la classifica della Vuelta 2021, anche dopo la vittoria di Rafal Majka domenica, vede al comando Odd Christian Eiking.

Il norvegese della Intermarche comanda con 54 secondi di vantaggio su Guillaume Martin e 1’36’’ su Primoz Roglic, che naturalmente resta il grande favorito per la vittoria finale ma deve recuperare terreno. In quarta posizione il primo “padrone di casa” è Enric Mas, tra i big nella Top 10 anche i due colombiani Miguel Angel Lopez e Egan Bernal così come Adam Yates, ma per loro i distacchi sembrano già ampi. Vedremo in ogni caso quello che succederà nella diretta della Vuelta 2021 per la 16^ tappa, che ora possiamo andare a studiare più approfonditamente.

DIRETTA VUELTA 2021: IL PERCORSO DELLA 16^ TAPPA

Come abbiamo detto, la 16^ tappa della Vuelta 2021 si presenta pianeggiante: in partenza e per i primi 100 chilometri di fatto non si sale mai, se non per toccare i 160 metri di Riaño che potrebbero dare un po’ di fastidio e permettere di selezionare il gruppo. Il punto più difficile arriva intorno al chilometro 106: qui infatti la Vuelta 2021 arriverà a Alto de Hijas con i suoi 351 metri, e allora qualche incursione utile per provare a muovere la classifica ci potrebbe anche essere. Da lì si scende, per poi tornare a 110 metri (Villanueva de la Peña) e arrivare senza ulteriori problemi verso il traguardo. La tappa dovrebbe arrivare tra le 17:30 e le 17:45, e come detto ci aspettiamo che, se un’eventuale fuga non sarà riuscita ad avere la meglio, ci sia un arrivo in volata; in termini generali comunque la 16^ tappa della Vuelta 2021 dovrebbe consentire agli uomini di classifica di riposare in vista del gran finale. Questo sulla carta, poi c’è sempre la possibilità che qualcuno decida di attaccare per recuperare qualche secondo o minuto sui rivali…

© RIPRODUZIONE RISERVATA