DIRETTA VUELTA 2021/ Capolavoro di Caruso! Roglic a podio con la maglia rossa

- Mauro Mantegazza

Diretta Vuelta 2021: uno strepitoso Damiano Caruso è il vincitore della 9^ tappa Puerto Lumbreras-Alto de Velefique. Roglic sale sul podio e rimane 1^ in classifica.

Carapaz Giro
Richard Carapaz è tra i nomi più attesi al Giro d'Italia 2022 (da Facebook)

DIRETTA VUELTA 2021: CARUSO TRIONFA! ROGLIC RESTA IN ROSSO

È uno straordinario Damiano Caruso il vincitore della nona tappa della Vuelta 2021!. Il ciclista azzurro è appena arrivato al traguardo finale di Alto de Velefique, dopo aver condotto una gara da gran protagonista fin dal via e dopo aver corso per ben 71 km in solitaria sulle cime più impegnative di questa frazione: per il corridore della Bahrain davvero un grande successo, di cui tutti noi appassionati siamo ben orgogliosi. E mentre al traguardo è dunque gran festa per Caruso, andiamo a recuperare quanto occorso negli ultimi frangenti della corsa. Raccontando delle ultime emozioni di questa nona tappa della Vuelta 2021, ecco che eravamo rimasti a poco piò di venti km al traguardo finale, con Damiano Caruso saldamente in comando della gara. Alle sue spalle solo pochi inseguitori, con il gruppo che invece affrontava la discesa dall’Alto Castro de Filabres in tutta sicurezza: la situazione rimane stabile quando pure comincia la salita finale al Alto de Velefique. Subito sono pendente significative, ma in testa Caruso parte alla grande: alle sue spalle Amezqueta perde subito terreno mentre Bardet rimane vittima di un problema meccanico, e in fondo il gruppo, pur trainato dagli uomini della Ineos, rimane ancora lontano. E mentre per Caruso si realizza man mano l’impresa, ecco che in fondo sono attacchi e contrattacchi in testa al gruppo, nella speranza di ottenere secondi preziosi per la classifica finale: parte Yates e Miguel Angel Lopez, come Kuss e Roglic e dopo qualche km anche Carapaz. È dunque gran confusione in fondo alla corsa e ancora sono attacchi e contrattacchi: a tre km dal traguardo finale c’è solo Caruso davanti, con alle spalle a due minuti e mezzo a maglia rossa Roglic e Eric Mas, seguiti a 38 secondi da Lopez, Bernal, Haig e Yates, con il gruppo attorno a Landa ben lontano ormai. Tutto pare fatto ormai per il ciclista della Bahrain, mentre alle sue spalle esplode la corda per i big della classifica finale: al traguardo in solitaria è Damiano Caruso ad alzare le braccia al cielo e a festeggiare una bellissima vittoria nella nona tappa della Vuelta 2021. Dietro di lui poi saliranno sul podio anche Roglic e Mas, con lo sloveno che dunque conferma la maglia rossa da leader della classifica generale, ora con 28 secondi di vantaggio da Mas. (agg Michela Colombo)

SEMPRE CARUSO 1^, INSEGUITORI LONTANI

Cominciamo ad avvicinarci al gran finale della diretta della Vuelta 2021: mancano circa una ventina di km al traguardo finale e pure la corda sta ora affrontando l’ultima discesa che li porterà subito a salire al Gpm dell’Alto de Velefique, dove è stata segnata la linea finale. Raccontando subito di quanto sta accadendo ora sulle strade spagnole, va detto che in testa abbiamo ancora uno straordinario Damiano Caruso, che pure ora vanta un vantaggio di ben due minuti e mezzo sui primi inseguitori e dunque Majka, Bouchard, Bartedt e Amezqueta: davvero un’impresa straordinaria quella che sta compiendo in solitaria l’azzurro. Alle spalle dei primi drappelli Tusveld, che ha perso progressivamente terreno durante l’ultima ascesa, mentre lontano oltre 4 minuti il gruppo, che pur trainato dagli uomini della Jumbo, non pare per il momento intenzionato a dare fastidio ai fuggitivi. Da segnalare che naturalmente al due GPM dell’Alto Collado Venta Luisa, che al seguente di Alto Castro de Filabres, è stato Caruso a transitare per primo: alle sue spalle ha ben fatto Romain Bardet, che pure ora è nuovo leader della maglia a pois. (agg Michela Colombo)

DIRETTA VUELTA 2021 IN STREAMING VIDEO E TV, COME SEGUIRE LA 9^ TAPPA

Per seguire la diretta tv della Vuelta 2021, il punto di riferimento sarà Eurosport: la corsa spagnola sarà infatti visibile sul canale tematico che è disponibile anche sulle piattaforme di Sky e DAZN per i rispettivi abbonati, mentre non sarà visibile purtroppo in chiaro. Per chi invece non potesse mettersi davanti al televisore, ecco pure la possibilità garantita dalla diretta streaming video, per gli abbonati tramite Eurosport Player oppure anche DAZN. Informazioni importanti sulla corsa spagnola saranno disponibili anche sul sito Internet e sui social network: su Facebook la pagina ufficiale è Vuelta a España, mentre l’account ufficiale Twitter è @lavuelta, particolarmente preziosi per chi non potrà seguire la corsa su Eurosport.

CARUSO IN TESTA!

Meno di 65 km al traguardo finale per la nona tappa e per la diretta della Vuelta 2021, ecco che la corsa è prossima a passare al Gpm di 1^ categoria del Alto Collado Venta Luisa. Sono dunque momento concitati per la corsa spagnola e ad ora in testa troviamo, in solitaria, il nostro Damiano Caruso. Il ciclista della Bahrain, già nel gruppo di testa al nostro ultimo aggiornamento, ha approfittato a circa 68 km dal traguardo per scattare in avanti e involarsi in una fuga solitaria: e pure ora ha un vantaggio di un minuto e 10 secondi. Alle sue spalle alcuni inseguitori come Tusveld, Makja, Bardet e Amezqueta, con dietro Elissonde, che si è da poco staccato e che pure presto dovrebbe venir riassorbito dal gruppo (trainato dagli uomini Ineos), a meno di due minuti da Caruso. Vedremo ora quanto durerà questa bella azione in solitaria del ciliata italiano!. (agg Michela Colombo)

11 UOMINI IN TESTA

Sempre nel vivo della diretta della Vuelta 2021: siamo ormai giunti a circa metà della nona tappa e mancano ancora un’ottantina di km al traguardo: pure le fatiche ancora non sono terminate e anzi le salite più dure devono ancora cominciare. Al momento la corsa sta pure per approcciarsi alla salita del Gran premio della montagna di 1^ categoria del Alto Collado Venta Luisa: al momento in testa un drappello di ben 11 ciclisti come Molard, Calmejane, Caruso, Tusveld, Majka, Elissonde, Bardet, Madrazo Ruiz, Le Gac, Amezqueta e Stannard. Alle loro spalle e con un ritardo superiore ai due minuti il resto del gruppo. Va pure segnalato che fin qui sono state gran scintille in strada: superato il Gpm di Alto de Cuatro Vientes con Poels in testa, scollinato pure l’olandese è stato subito  recuperato dal gruppo (che si era frammentato negli ultimi km). Cominciata la discesa a ranghi compatti, pure sono cominciato subito attacchi e contrattacchi ed è stato solo quando mancavano un centrano di km dal traguardo che Le Gac e Molard sono riusciti andare dare in fuga. Presto molti si sono uniti e finalmente si è conformato un drappello di 11 fuggitivi, sopra citati: il gruppo, guidato ora dal Team Jumbo Visma ha poi finalmente rallentato e ora rimane a debita distanza. (agg Michela Colombo)

SI SALE

Sempre nel vivo della diretta della Vuelta 2021, ecco che per la nona tappa, la corsa sta scalando ad ora il primo Gpm di giornata, di seconda categoria di Alto de Cuatro Vientos e al momento in fuga abbiamo già Wouter Poels, che pure ha un vantaggio quanto mai risicato sul resto dei gruppo. Pure alle sue spalle in parecchi hanno provato l’attacco, ma sono stati tutti ripresi dal gruppo, che mantiene un ritardo di appena 10 secondi dalla testa della corsa (e l’olandese in tal senso è giù nel mirino). Va aggiunto che nell’ultima oretta di corsa sono state grandi emozioni in strada, con continui movimenti in vetta e il gruppo che pure è rimasto sempre attento e non ha mai permesso alla fuga di scappare via. Da segnalare però che solo pochi km fa è occorso una brutta caduta tra un corridore della Deceuninck e uno della Israel entrambi si sono subito rialzati: pure prima sono state altre due cadute, entrambe senza conseguenze. (agg Michela Colombo)

PARTENZA INTENSA

Con un poco di anticipo siamo nel vivo della diretta della Vuelta 2021 e per la nona tappa già la corsa ha superato i primi 40 km dalla partenza di Puerto Lumbreras. Raccontando di quanto sta accadendo in strada ecco che è ancora gruppo ben compatto, pur dopo una parteza movimentata oggi. Al via infatti subito sono stati ritmi alti in strada e non abbiamo dovuto attendere molto perchè pure arrivassero i primi tentativi di fuga, senza però che questi abbiano gran successo. A 177 km dal traguardo ecco che a riprovarci sono stati Soto, Vermeesch e Schultz, che pure sono riusciti a mettersi alle spalle almeno mezzo minuto di vantaggio : alle loro spalle sono continue accelerazioni e dopo qualche km pure i tre battistrada vengono tutti ripresi. Dopo 30 k è Sylvian Moniquet a riprovarci ma pure il corridore della Lotto viene ripreso: è ancora gruppo compatto in strada, ma c’è tanto movimento. (agg Michela Colombo)

L’ANNO SCORSO

La diretta Vuelta 2021 sarà molto intrigante oggi nella nona tappa, una frazione di alta montagna. Non possiamo francamente dire lo stesso per la nona frazione dell’anno scorso, che era stata una tappa pianeggiante risolta con un arrivo in volata. Questo si deve anche al fatto che nel 2020 era una Vuelta ridotta da 21 a 18 tappe a causa del calendario stravolto per il Covid, dunque la nona tappa non era di domenica (di solito garanzia di tappe impegnative) ma già il giovedì della seconda settimana, cioè il 29 ottobre scorso. Il percorso andava da Castrillo del Val ad Aguilar de Campoo per 157,7 km senza particolari difficoltà altimetriche, tanto che la vittoria andò al tedesco Pascal Ackermann della Bora-Hansgrohe in volata davanti al belga Gerben Thijssen e all’altro tedesco Max Kanter, con il nostro Jakub Mareczko in quinta posizione. A dire il vero, era stato Sam Bennett a tagliare il traguardo per primo, ma il velocista irlandese fu poi declassato per scorrettezze. Nulla era invece cambiato in classifica generale, con Richard Carapaz in maglia rossa, ma con un vantaggio di soli 13” nei confronti di Primoz Roglic, poi ecco al terzo posto Daniel Martin a 28” e Hugh Carthy quarto a 44”, per una graduatoria che era ancora davvero cortissima. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

VUELTA 2021: TAPPA DI MONTAGNA IMPEGNATIVA!

Oggi domenica 22 agosto la diretta Vuelta 2021 sarà imperdibile, perché la nona tappa Puerto Lumbreras-Alto de Velefique di 188 km ci proporrà un duro arrivo in salita, una delle frazioni di alta montagna sicuramente più impegnative di questa edizione del Giro di Spagna. Finora abbiamo avuto nella prima settimana della Vuelta 2021 il duro arrivo di lunedì al Picon Blanco e la tappa di venerdì ricca di numerose salite, ma oggi la nona tappa unirà entrambe le caratteristiche.

I corridori dovranno infatti affrontare un percorso difficile già prima dell’ultima salita, in particolare a causa del GPM dell’Alto Collado Venta Luisa, poi però sarà l’ascesa verso l’arrivo in cima all’Alto de Velefique ad emettere tutti i verdetti dando anche risposte che potrebbero essere importanti per la classifica generale della Vuelta 2021. Ci attendono dunque emozioni forti oggi, gli appassionati e tifosi di ciclismo non dovranno perdere per nessun motivo oggi la diretta della Vuelta 2021: domani, come quasi sempre accade al lunedì della seconda settimana di un grande Giro, ci attende il primo giorno di riposo, ma prima ci sarà parecchio da faticare, perché la tappa di oggi sarà tra le più significative e ci farà sicuramente emozionare.

DIRETTA VUELTA 2021: PERCORSO 9^ TAPPA

Abbiamo già ampiamente accennato al fatto che oggi la diretta Vuelta 2021 ci offrirà una frazione di capitale importanza nell’economia generale della corsa, andiamo allora a presentare senza indugio tutte le caratteristiche del percorso della nona tappa Puerto Lumbreras-Alto de Velefique di 188 km. La partenza avrà luogo da Puerto Lumbreras alle ore 12.08, in considerazione del fatto che il tracciato sarà lungo ed impegnativo.

Una prima parte di saliscendi culminerà con il GPM di seconda categoria dell’Alto de Cuatro Vientos al km 74,5, poi ricordiamo lo sprint intermedio che sarà collocato a Tijola al km 101,2, subito dopo il quale la nona tappa della Vuelta 2021 entrerà definitivamente nel vivo, perché affronterà il GPM di prima categoria dell’Alto Collado Venta Luisa, una salita di addirittura 29 km, che dunque richiederà molto tempo per essere completata.

Come sempre succede per salite così lunghe, la pendenza media non è alta (4,4%), ma dopo i primi 15 km piuttosto facili ci sarà un tratto di diversi chilometri attorno al 9-10% e con punte fino al 15%, che potrebbe fare molto male prima di tornare ad addolcirsi negli ultimi chilometri. La discesa porterà la corsa ai piedi dell’Alto de Castro de Filabres, GPM di terza categoria al km 159,1 che mette in palio anche abbuoni, infine ci sarà naturalmente la salita verso l’arrivo all’Alto de Velefique, caratterizzato da 13,2 km di ascesa al 6,4% medio, duro soprattutto nella sua prima parte, con punte fino al 15% che di certo favoriranno gli attacchi da parte di chi oggi starà meglio e che potrebbe poi aumentare l’andatura negli ultimi chilometri meno arcigni, mentre chi sarà in difficoltà non riuscirà a tenere il passo.





© RIPRODUZIONE RISERVATA