Dzeko/ “Inzaghi voleva sostituirmi con Correa? Mi sa che il mistero aveva bevuto”

- Davide Giancristofaro Alberti

Le dichiarazioni a fine gara di Edin Dzeko dopo la vittoria al Franchi contro la Fiorentina. Il bosniaco scherza sul cambio che stava per effettuare Inzaghi

Dzeko Inter Fantacalcio Calhanoglu con Dzeko (da facebook.com/Inter)

Edin Dzeko ha messo nuovamente il suo sigillo nella preziosa vittoria dell’Inter di ieri sera contro la Fiorentina. All’Artemio Franchi, l’anticipo della quinta giornata di Serie A 2021-2022, si è chiuso con il risultato di uno a tre per i nerazzurri, e di mezzo alle reti di Darmian e Perisic è arrivata anche quella di Edin Dzeko. Il centravanti della nazionale bosniaca è stato intervistato dai microfoni di Dazn al termine dell’incontro, e il man of the match ha scherzato così con il giornalista: “Stavo per uscire al posto di Correa? Sì, lo so, infatti lo chiedo al mister dopo se magari ha bevuto qualcosa prima (ride, ndr)”. Quindi ha proseguito: “Per me tutti i gol sono importanti. Sicuramente quando arriva come oggi è ancora meglio per la squadra, ma per me ogni gol è gol”.

Quella dell’Inter contro la Fiorentina è stata una “Vittoria da grande squadra. Il primo tempo abbiamo sofferto tantissimo e meno male che siamo rimasti solo sull’1-0, ma onore anche alla Fiorentina che ha fatto un gran primo tempo. Poi nel secondo tempo loro sono calati, noi siamo stati più concreti e abbiamo fatto quei due gol”. Infine, sul suo rapporto con il nuovo collega Lautaro Martinez l’ex Roma spiega: “Non c’è uno che gioca davanti o dietro, i giocatori forti possono sempre giocare insieme. Lautaro è fortissimo, io sono felice di essere qui con tutti questi grandi calciatori. Oggi sono contento per la vittoria”.

EDIN DZEKO, 4 RETI IN 5 GIORNATE, CHE INIZIO

Nonostante i suoi 35 anni, l’ex giallorosso è in vetta alla classifica dei marcatori, scavalcato solo da Ciro Immobile, e il colpo di testa di ieri sera a Firenze ha riportato l’Inter in vetta in solitaria, e ha sottolineato ancora una volta il potenziale offensivo dei meneghini, capaci di realizzare ben 18 marcature in 5 giornate di campionato, eguagliando un record, come scrive La Gazzetta dello Sport, che resisteva dalla stagione 1960-1961.

Se da una parte la partenza di Lukaku è stata pesante, dall’altra la stessa ha fruttato ben 115 milioni di euro, e nel contempo lo sbarco ad Appiano Gentile proprio di Dzeko, che da sempre è apprezzato da mister Inzaghi. Fino ad oggi sono quattro le marcature, due di testa e due di destro, un bottino che lo stesso attaccante non totalizzava dalla stagione 2017-2018, quando ne mise a segno ben 6 in cinque giornate.







© RIPRODUZIONE RISERVATA