ELEZIONI SUPPLETIVE SENATO 2020 RISULTATI/ Eletti Doria-Sardegna e De Carlo-Veneto

- Niccolò Magnani

Risultati Elezioni Suppletive 2020 al Senato: Seggi vacanti nei collegi Sardegna-03 e Veneto-09, eletti Luca De Carlo e Carlo Doria, entrambi del Centrodestra.

Come si vota Elezioni Regionali 2020
Immagine di repertorio - LaPresse

Sono giunti i risultati definitivi delle Elezioni Suppletive del Senato: premiato il Centrodestra, che guadagna un seggio a scapito del Movimento 5 Stelle. Il nuovo senatore del collegio uninominale Veneto 09 è Luca De Carlo, che prende il posto di Stefano Bertacco, esponente FdI scomparso recentemente. Il nuovo senatore del collegio uninominale Sardegna 03 è Carlo Doria, che coglie l’eredità dell’esponente grillina Vittoria Bogo Deledda. Grande soddisfazione in casa Centrodestra, Matteo Salvini lancia un monito al Governo giallorosso: «In Sardegna è stato scelto un nuovo senatore dopo la scomparsa di una parlamentare Cinque Stelle e gli elettori hanno premiato la Lega, il Partito Sardo d’Azione e il centrodestra eleggendo il primario di ortopedia dell’ospedale di Sassari Carlo doria. Punita l’alleanza Pd-M5s». E Salvini, come dicevamo, avverte l’esecutivo giallorosso: «Questo risultato per i numeri del Senato è senz’altro significativo». (Aggiornamento di MB)

RISULTATI ELEZIONI SUPPLETIVE SENATO 2020: I RISULTATI PARZIALI

Si va verso una doppia vittoria anche alle Elezioni Suppletive Senato 2020 per il Centrodestra, più marcato nel Veneto e ancora incerto invece nel collegio sardo: quando sono state scrutinate ancora poche sezioni (15 su 393) il candidato di Lega-FdI-Forza Italia Luca De Carlo trionferebbe nel collegio uninominale Veneto-09 con il 69,62% delle preferenze (più di 5mila voti). Sconfitti sia Matteo Melotti del Pd (20,66%) che Emanuele Sterzi del M5s (9,72%); nel collegio Sardegna-03 invece le sezioni scrutinate sono 67 su 581 poco prima delle ore 19, con il candidato del Centrodestra Carlo Doria avanti col 37,65%, davanti al Lorenzo Costantino Corda al 31,88% (Csx-M5s), Marras al 24,9%, Salis al 5,5%.

AFFLUENZA SUPPLETIVE

Continua la forbice amplissima tra Sardegna e Veneto tanto nelle Elezioni Suppletive 2020 quanto in realtà per le Amministrative e Referendum: l’isola sarda – assieme alla Sicilia – sembra non aver sfruttato appieno la giornata di domenica per le votazioni e si attende l’ultima tranche di questa mattina per avere i risultati definitivi anche nei due collegi dove si procede alla sostituzione dei due compianti senatori scomparsi. Alle ore 23 ieri sera nel collegio uninominale Veneto 09 si è recato alle urne il 46,85% degli aventi diritto al voto, ovvero 152.941 sui 326.475 totali; di contro, nel collegio uninominale Sardegna 03 ha visto una differenza nettissima di afflusso di elettori ai seggi. Solo il 22,03% ha votato, ovvero 94.240 elettori sui 427.824 totali che ne avrebbero diritto. Chiusura dei seggi alle ore 15 con i primi exit poll che emergeranno subito e con i risultati che vengono “spogliati” per primi rispetto a Referendum, Regionali e Comunali 2020.

AFFLUENZA ORE 19: SARDEGNA 16%, VENETO 36%

Continuiamo la nostra diretta delle Elezioni Suppletive Senato 2020 ed è il momento di fare il punto della situazione sul dato dell’affluenza. Come vi abbiamo raccontato, si va al voto per il collegio uninominale Sardegna-03 e per il collegio uninominale Veneto-09, al momento c’è una netta differenza di percentuale sul numero di persone che si sono recate alle urne. Situazione certamente migliorata in Sardegna rispetto alle ore 12.00, ma non in maniera netta come in Veneto: alle ore 19.00, si sono recati a votare il 16,53% degli aventi diritto. Dato più che raddoppiato rispetto a mezzogiorno, ma ancora troppo basso. Come dicevamo, situazione totalmente diversa in Veneto: la percentuale dell’affluenza è salita dal 15,09% delle ore 12.00 al 35,98% delle ore 19.00. Disparità legata anche al fatto che in Veneto si vota anche per il rinnovo del Governatore e del Consiglio Regionale, ma comunque significativa. (Aggiornamento di MB)

DIRETTA ELEZIONI SUPPLETIVE SENATO 2020: AFFLUENZA ORE 15

Nelle due sezioni di Veneto e Sardegna l’affluenza delle ore 12 vede due risultati completamente opposti: nel collegio uninominale Veneto-09 alle Elezioni Suppletive del Senato hanno votato il 15,09% degli aventi diritto al voto, con 393 sezioni totali e 326.475 elettori totali chiamati al voto. Per il collegio uninominale Sardegna-03 gli elettori al voto sono 427.824, e le sezioni 581: ebbene, solo 31.618 persone si sono recate alle urne fino alle ore 12, con il 7,39% registrato. Facendo un parallelo con i dati riferiti a Sardegna e Veneto, il trend è tutto sommato il medesimo: Regione Veneto con affluenza per il Referendum al 16,31%, 14,75% alle Regionali, 15,57% alle Comunali. Di contro, la Regione Sardegna presenta dati molto più bassi per questa prima parte dell’Election Day 2020 con il 7,76% al Referendum (Comunali avverranno nel mese di ottobre).

LE DUE SFIDE ALLE ELEZIONI SUPPLETIVE

Sono presenti anche due Elezioni Suppletive al Senato nel vasto election day 2020 che coinvolge il Referendum parlamentare sul taglio dei parlamentari, 7 Elezioni Regionali e diversi appuntamenti per Elezioni Comunali di 18 capoluoghi di provincia e in 962 Comuni. Oggi 20 settembre dalle ore 7 alle 23 e domani 21 settembre dalle 7 alle 15 è possibile votare per le Elezioni Suppletive al Senato in due collegi – Sardegna e Veneto – per sostituire due senatori deceduti negli ultimi mesi di questa legislatura: si tratta del voto presso il collegio uninominale Sardegna-03 e il collegio uninominale Veneto-09. Sono in tutto 467.122 per la Sardegna e 352.696 per il Veneto gli aventi diritto al voto per queste doppie Elezioni Suppletive, che succedono quelle già avvenute nel 2020 presso la Campania (eletto Sandro Ruotolo per Gruppo Misto al Senato), Lazio (eletto il Ministro dell’Economia Pd Roberto Gualtieri alla Camera) e Umbria (eletta la leghista Valeria Alessandrini al Senato).

CHI VOTA ALLE SUPPLETIVE 2020

Le Elezioni Suppletive in Sardegna dovranno sostituire il seggio vacante di Vittoria Bogo Deledda del M5s, deceduta nel marzo 2020: riguardano i territori di Sassari, della Gallura e dei comuni di Bitti, Galtellì, Irgoli, Loculi, Lodè, Lula, Onanì, Onifai, Orosei, Orune, Osidda, Posada, Siniscola e Torpè nella provincia di Nuoro. Per quanto riguarda invece le Elezioni Suppletive del Veneto, il collegio al voto dovrà sostituire il seggio vacante di Stefano Bertacco (Fratelli d’Italia) che è morto il 14 giugno scorso: riguarda i seguenti comuni di Albaredo d’Adige, Angiari, Arcole, Bardolino, Belfiore, Bevilacqua, Bonavigo, Boschi Sant’Anna, Bovolone, Bussolengo, Buttapietra, Caldiero, Casaleone, Castagnaro, Castel d’Azzano, Castelnuovo del Garda, Cavaion Veronese, Cerea, Cologna Veneta, Concamarise, Costermano sul Garda, Erbè, Garda, Gazzo Veronese, Isola della Scala, Isola Rizza, Lazise, Legnago, Minerbe, Mozzecane, Nogara, Nogarole Rocca, Oppeano, Palù, Peschiera del Garda, Povegliano Veronese, Pressana, Ronco all’Adige, Roverchiara, Roveredo di Guà, Salizzole, San Giovanni Lupatoto, San Pietro di Morubio, Sanguinetto, Sommacampagna, Sona, Sorgà, Terrazzo, Torri del Benaco, Trevenzuolo, Valeggio sul Mincio, Veronella, Vigasio, Villa Bartolomea, Villafranca di Verona, Zevio, Zimella.

ELEZIONI SUPPLETIVE SENATO: I CANDIDATI

I candidati nelle liste che partecipano alle due Elezioni Suppletive al Senato in questo 20-21 settembre riguardano 4 nomine in Sardegna e 3 nel Veneto: nel Sassarese e Gallura sardo il Centrodestra unito presenta il candidato Carlo Doria (Partito sardo d’Azione); Pd e M5s insieme presentano il candidato Lorenzo Corda, Presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Sassari in area grillina. Candidato autonomo per Italia Viva e Italia in Comune, con l’avvocato Agostinangelo Marras; da ultimo, il quarto candidato è del Partito Socialista italiano ed è il microbiologo Gian Mario Salis, direttore sanitario del laboratorio d’analisi di Sassari. Per quanto riguarda il Veneto invece, sono appunto tre i candidati alle Suppletive: Emanuele Sterzi, 59enne broker candidato dal Movimento 5 Stelle; staccato dall’alleato di Govenro troviamo il Pd che presenta il candidato Matteo Melotti. Da ultimo il Centrodestra (Lega, FdI, Forza Italia, Zaia Presidente) che presenta Luca de Carlo, coordinatore regionale Fratelli d’Italia ed ex deputato.

COME SI VOTA ALLE ELEZIONI SUPPLETIVE

Se i candidati e i territori sono ovviamente differenti, le operazioni per come si vota alle Elezioni Suppletive 2020 restano le medesime tanto in Sardegna quanto nel Veneto: con le urne aperte fino alle ore 15 di domani – in seguito i primi exit poll e risultati nel corso della serata di lunedì o al più tardi mattinata di martedì – si vota con mascherina sempre indossata, regole stringenti anti-Covid e tessera elettorale con carta d’identità appresso. Sulla scheda elettorale che verrà consegnata basterà contrassegnare con una “X” il proprio candidato prescelto. Gli elettori dovranno consegnare la scheda dopo il voto, piegata, al presidente di seggio il quale è tenuto a staccare il tagliando antifrode dalla scheda e a collocarla subito nell’urna. Per chi è in quarantena o ospedale Covid, è permesso il voto a domicilio ma per questo deve esser stato fatto pervenire al sindaco tra i 10 e 5 giorni prima delle votazioni una dichiarazione che attesi tale impossibilità a recarsi alle urne normali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA