Gerardina Trovato/ Video “Mia mamma mi augurò la morte, vivo con 80 euro al mese e…”

- Silvana Palazzo

Gerardina Trovato a Live Non è la D’Urso, le rivelazioni choc: le minacce della madre e la sua attuale condizione psicofisica

gerardina trovato live non e la durso
Gerardina Trovato, Live Non è la d'Urso

E’ una storia sconvolgente, quella raccontata ieri a Live Non è la d’Urso da Gerardina Trovato, quasi irriconoscibile. Le prime parole al cospetto di Barbara d’Urso ha subito esordito: “Qui sono al sicuro? Non mi vengono a prendere gli assistenti sociali per portarmi nelle strutture protette, come li chiamano, manicomi?”. Il racconto della sua vicenda personale e della sua attuale situazione è stato a tratti incomprensibile. La Trovato ha parlato di una situazione difficile che va ormai avanti da 12 mesi. Ha rammentato i suoi problemi di salute ed i debiti con il farmacista, uomo che ha tenuto a ringraziare in diretta, poi ha sostenuto: “Ho di nuovo il mio equilibrio psicofisico. Sono perfetta adesso. Ho avuto problemi enormi, a Sanremo 2000 avevo un equilibrio psicofisico perfetto”. Barbara ha tentato di capire cosa le è successo in questo ultimo periodo. “La situazione è iniziata circa 12 mesi fa. I miei soldi sono finiti in banca, se ne occupa il mio avvocato, è una cosa legale. Io ero risorta dalle macerie, da sola ho trovato il coraggio… quando mi sciolsi con Carotenuto, mia madre ha sempre pianto miseria. La Caritas mi da venti euro a settimana, 80 euro al mese”, ha rivelato. Ed a proposito della madre, non sono mancate nuove sconvolgenti dichiarazioni: “mi ha detto “Ammazzati, ti auguro di morire sola come un cane”. Mi fa un esposto dai carabinieri, li ha fatti chiamare dalla vicina. Ha sparato delle cose opposte… E’ andata dagli assistenti sociali dicendo l’opposto di quello che sono”. Quindi ha raccontato che 12 mesi fa, finalmente, è riuscita a risorgere dalle sue stesse macerie, dopo essersi liberata degli psicofarmaci. Clicca qui per il video (Aggiornamento di Emanuela Longo)

“HO SFIORATO SANREMO 2020”

Gerardina Trovato, ospite a “Live Non è la D’Urso” nella puntata odierna, ha rivelato di essere stata vicina a partecipare al Festival di Sanremo 2020. In un’intervista a “Il Messaggero” ha dichiarato: “Mi ha chiamato la redazione sanremese e mi hanno chiesto se avessi dei brani; pensavo che fosse uno scherzo. Pare sia stato Amadeus a volermi, perché nel 2000 gli è rimasto impresso il nostro incontro. Sono arrivata lì con le spese pagate dalla parrocchia, perché in caso eccezionale la Caritas può dare il placet per attingere alla cassa della Chiesa per un evento straordinario. Arrivo a Sanremo tremando, portando tutti i 24 brani da me scritti, perché non sono Caterina Caselli, non sono in grado, come lei, di capire qual è il brano giusto”.  A quel punto, cosa è successo? “Ne hanno scelto uno, mi hanno chiesto un’altra versione, però sono salita da loro tremando, gli ho buttato addosso tutte le mie paure. A quel punto, piuttosto che ferirmi, hanno preferito dire a un mio amico molto caro le motivazioni per cui non potevano prendermi. Sono stati molto sensibili”. Quali sono state le motivazioni? A loro non sono sembrata in grado di mantenere un’esibizione sul palco. Non sapevano cosa fare, quindi sono stati costretti a dirmi no”. (aggiornamento di Alessandro Nidi)

GERARDINA TROVATO: “VIVO CON 80 EURO E VOGLIONO INTERDIRMI”

Gerardina Trovato a “Live Non è la D’Urso” nella puntata di oggi per raccontare il suo dramma. La cantautrice si confesserà parlando della sua grave situazione, non solo economica, visto che vive in Sicilia, con 80 euro al mese, andando avanti grazie all’aiuto della Caritas. Inoltre avrebbe superato le sue dipendenze dai farmaci, ma c’è un altro problema. «Vogliono farmi interdire». Poi c’è la grande delusione per essere stata esclusa dal Festival di Sanremo, che poteva rappresentare una chance di rinascita dopo depressione, malattie e debiti. Dunque l’ennesima sconfitta. Un racconto choc, dunque, quello di Gerardina Trovato, che nei giorni scorsi ha parlato della sua situazione in un’intervista a Il Messaggero. La rottura con la casa discografica di Caterina Caselli ha coinciso con il suo allontanamento dalla madre. «Non vuole aiutarmi perché dice che ho bruciato tutto con la droga e i vizi, ma non è vero. Ora devo chiedere aiuto agli estranei», ha raccontato la cantautrice siciliana di 52 anni.

GERARDINA TROVATO CHOC: “VIVO CON 80 EURO E VOGLIONO INTERDIRMI”

Gerardina Trovato ha raccontato di non aver mai avuto un bel rapporto con la madre, che le avrebbe creato dei problemi. «Quando è morto mio papà, nel 2006, io già non me la passavo bene». Lei l’avrebbe liquidata con 50mila euro, facendole credere che quella fosse la sua eredità. «Quei soldi erano la mia unica fonte di sostentamento e, non guadagnando più, con gli anni sono finiti. Ora che lei non vuole aiutarmi devo chiedere aiuto agli estranei, ma chi presta del denaro poi lo rivuole». Intanto è tornata in Sicilia, dove ha potuto prendere una casa in affitto grazie all’aiuto di Caterina Caselli. «Mi ha dato i soldi per pagare l’affitto di casa, altrimenti sarei finita per strada. Adesso sono finiti anche quelli. La Caritas mi dà 80 euro al mese». Nel 2015 aveva avuto una seconda chance con Music Farm, il reality di Simona Ventura, venendo però eliminata alla seconda puntata. Dopo poco ha cominciato a soffrire di una nevrosi ossessivo-depressiva: «Ho perso chili e capelli, ero paralizzata a letto».

GERARDINA TROVATO, LA MADRE REPLICA: “L’HO SEMPRE AIUTATA”

Gerardina Trovato si fece conoscere con “Ma non ho più la mia città” al Festival di Sanremo del 1993. Si piazzò al secondo posto dietro Laura Pausini. L’anno successivo invece si fermò al quarto posto con “Non è un film”. Ora era pronta a tornare all’Ariston, ma è stata esclusa dall’edizione del 2020. Tornata in Sicilia dopo essere stata costretta a vendere l’abitazione di Roma, l’ha vissuta come l’ennesima sconfitta. «Ci sono rimasta male, anche perché era stata la Rai a cercarmi. Da lì sarebbe ripartita la mia carriera. Il problema è che sono sola, senza una casa discografica. E non ho soldi nemmeno per registrare le mie canzoni». Intanto la madre Agata Russo, tramite il suo legale, l’avvocato Alberto Finocchiaro, ha chiarito la sua posizione riguardo il presunto abbandono sofferto dall’artista etnea. Ha fatto sapere, come riportato da siracusanews, che Gerardina Trovato «ha sempre goduto del continuo e pronto supporto morale ed economico da parte della sua famiglia ed in particolare della madre, la quale ha sostenuto negli anni ingentissime spese».

© RIPRODUZIONE RISERVATA