Griglia di partenza Formula 1/ Pole Leclerc, a Monza il riscatto della Renault?

- Mauro Mantegazza

Griglia di partenza Formula 1 Gp Italia 2019: Charles Leclerc in pole position a Monza, potrebbe arrivare il riscatto della Renault che ha piazzato i suoi due piloti in terza fila.

Leclerc Formula 1
Diretta Test Formula 1 Abu Dhabi - Charles Leclerc, Ferrari (Foto: LaPresse)

Chissà che al Gp Italia 2019, come vediamo dalla griglia di partenza della Formula 1, non possa arrivare finalmente il riscatto della Renault. Scuderia storica che però in questa stagione sta faticando parecchio: non è bastato nemmeno acquistare un pilota emergente e di grande impatto come Daniel Ricciardo per sollevarne le sorti, la Renault annaspa al sesto posto della classifica dei costruttori e di conseguenza ha bisogno di una prova di spessore a Monza. Le qualifiche ci hanno detto che potrebbe essere la domenica giusta: Ricciardo e Nico Hulkenberg infatti si sono presi la terza fila della griglia di partenza e dunque scatteranno fianco a fianco, con l’australiano che in questo momento ha un punto in più del compagno di squadra ma vuole finalmente entrare nella Top Ten. Se il sabato è stato indicativo, oggi a Monza nel Gp Italia 2019 le varie monoposto potrebbero dover fare i conti con la voglia della Renault di tornare grande, e allora staremo a vedere quello che succederà tra poco in pista. (agg. di Claudio Franceschini)

VETTEL AIUTERA’ LECLERC?

La griglia di partenza del Gp Italia 2019 di Formula 1 ci presenta una situazione nella quale Charles Leclerc e Sebastian Vettel dovranno provare il gioco di squadra per tagliare fuori le due Mercedes: il monegasco, reduce dalla prima vittoria in carriera sul circuito, affronta Monza dalla pole position (la seconda consecutiva) e vuole legittimamente andare in fuga come già era accaduto a Spa, e allora Vettel dovrà nuovamente vestire i panni del gregario di lusso per cercare di sorpassare Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, per poi eventualmente impostare un ritmo che consenta al compagno di squadra di andarsene. Il tedesco, quattro volte campione del mondo, la scorsa settimana in Belgio è stato perfetto nel rallentare gli avversari e concedere a Leclerc la gloria della vittoria; del resto la situazione di classifica dice che vincere il Mondiale per la Ferrari sarà decisamente complicato, dunque in questo momento è forse meglio lasciare che i due piloti studino da soli la tattica migliore per stare davanti alle Mercedes e provare in qualche modo a riaprire la stagione. (agg. di Claudio Franceschini)

PER VERSTAPPEN GARA IN SALITA

Studiando la griglia di partenza del Gp Italia 2019, spicca naturalmente la gara in salita che dovrà affrontare Max Verstappen: l’olandese, terzo nella classifica piloti, scatterà dall’ultima posizione a causa di una penalizzazione che era già certo di ottenere. La Red Bull ha scelto di non montare il nuovo motore Honda nel Gp del Belgio, quello che di fatto era il circuito di casa di Verstappen; il problema è che il giovane si è ritrovato coinvolto in un incidente sul rettilineo di partenza di Spa e ha terminato la sua gara ancora prima di cominciarla. Il che significa che adesso Verstappen potrebbe ritrovarsi in una situazione scomoda, ovvero quella di dover scontare la penalità che gli impedirebbe di lottare per la vittoria o il podio dopo gli zero punti della settimana scorsa. Abbiamo imparato a conoscere l’olandese volante e sappiamo che, anche grazie ad una monoposto tornata competitiva, la rimonta è sempre possibile ma chiaramente per lui sul circuito di Monza non sarà affatto semplice risalire la corrente e difendere il suo terzo posto in classifica. (agg. di Claudio Franceschini)

HAMILTON: BENE POTER LOTTARE CON LE ROSSE

Protagonista in pista a Monza nella gara di oggi come nella griglia di partenza della Formula 1 per questo Gp d’Italia 2019 è ancora una volta il campione del mondo in carica Lewis Hamilton, che oggi partirà dalla prima fila dello schieramento, ma non dalla pole position, che gli è stata strappata da Leclerc. Il pilota inglese, proprio ieri una volta sventolata la bandiera a scacchi è parso contento della sua seconda piazza nella griglia di partenza della Formula 1, posizione privilegiata per poter battagliare fin da subito con le Ferrari, favorite. Lo stesso Hamilton però non ha potuto non dire la sua sul caos scie che ha funestato le qualifiche ieri (e creato non pochi malumori in casa Ferrari): “Onestamente sono grato di essere in prima fila e di poter lottare con le Ferrari: esserci messi in mezzo a loro come squadra è importante. E’ un sistema pazzesco, tutti rallentano per prendere la posizione migliore e il tempo passa: non è una cosa bella per lo show e gli spettatori. Inoltre è pericoloso perché tutti rallentano, ti stanno affianco e non sai cosa succede, ma con queste ali e questa resistenza aerodinamica tutti cercano la scie, è una cosa di cui avevamo bisogno tutti”. (agg Michela Colombo)

MALUMORI IN CASA FERRARI

La griglia di partenza Formula 1 ci regala una base decisamente avvincente per il Gp Italia 2019 di domani a Monza, perché si annuncia grande bagarre tra la Ferrari e la Mercedes. Il più felice è naturalmente Charles Leclerc, reduce dalla doppietta pole-vittoria a Spa, che ha firmato di nuovo la pole position godendosi l’affetto del pubblico di Monza, del quale è ormai diventato il primo beniamino. Le gerarchie dunque potrebbero cambiare presto in modo definitivo in casa Ferrari e questo non è facile da accettare per Sebastian Vettel, che è stato uno dei piloti più penalizzato dal “caos scie” (tra l’altro in casa Ferrari nella bagarre qualcosa non ha funzionato nel gioco di squadra con Leclerc) che ha condizionato il Q3 e dovrà scattare solamente dalla quarta casella della griglia di partenza domani in gara, alle spalle di Leclerc e di entrambe le Mercedes. Può invece essere piuttosto soddisfatto Lewis Hamilton, che è in agguato e sarà ancora una volta il principale avversario della Ferrari per la vittoria, che a Monza naturalmente ha sempre un sapore molto speciale. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

CAOS PER LE SCIE NEL FINALE DEL Q3

La pole position di Charles Leclerc, con una Ferrari dunque davanti a tutti sulla griglia di partenza Formula 1 per il Gp Italia 2019 di domani a Monza, è sicuramente una notizia che ha fatto felice il pubblico sulle tribune dell’autodromo, quasi tutti tifosi del Cavallino Rampante. D’altro canto però gli spettatori, sia a Monza sia davanti ai televisori di tutto il mondo, hanno assistito a uno spettacolo decisamente anomalo, che merita un breve approfondimento. L’incidente di Kimi Raikkonen che ha portato alla bandiera rossa ha spezzato in due il Q3, rendendo gli ultimi minuti davvero concitati. Abbiamo assistito infatti a un giro di lancio in cui tutti si marcavano a uomo per cercare di sfruttare le scie, una scena degna di un surplace sui velodromi del ciclismo su pista. Il problema però è stato che tutti hanno sbagliato i calcoli, così il gruppone è arrivato sul traguardo pochi secondi dopo l’esposizione della bandiera a scacchi, con la sola eccezione di Carlos Sainz e Charles Leclerc, comunque già in pole grazie al primo posto nel tentativo effetturato prima dell’incidente di Raikkonen. La Fia ha aperto un’investigazione, ma dal momento che il caos ha coinvolto tutti e che la classifica è rimasta quella del tentativo precedente, ecco che nulla dovrebbe cambiare. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LECLERC IN POLE POSITION

Charles Leclerc ha conquistato la pole position e partirà davanti a tutti sulla griglia di partenza Formula 1 per il Gp Italia 2019 di domani a Monza, con Lewis Hamilton in seconda posizione davanti a Valtteri Bottas e Sebastian Vettel. Abbiamo vissuto qualifiche davvero emozionanti, con giochi strategici per la scia, che sui rettilinei dell’Autodromo Nazionale è fondamentale. Il finale è stato clamoroso: dopo la bandiera rossa per l’incidente a Kimi Raikkonen c’è stato tanto (troppo) tatticismo, così sul traguardo hanno preso tutti bandiera a scacchi prima di lanciarsi per l’ultimo tentativo lanciato, ad eccezione di Sainz e Leclerc che però non ha nemmeno avuto bisogno di spingere, perché era già davanti a tutti dopo il primo tentativo. Dunque Ferrari in pole position anche se in modo decisamente anomalo, beffato però Vettel che non ha avuto la possibilità di rispondere a Leclerc – come d’altronde Hamilton e Bottas, tutti hanno conservato la posizione acquisita nel primo giro lanciato. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LA LOTTA PER LA POLE POSITION

Tutto è pronto per dare il via alla lotta per la pole position, si comporrà a breve la griglia di partenza Formula 1 per il Gran Premio d’Italia 2019 sul circuito di Monza. Nella storia i re del Circuito Nazionale sono stati Michael Schumacher e Lewis Hamilton, con cinque vittorie a testa per il tedesco e il britannico. Tra i due non ci può naturalmente essere il benché minimo dubbio su chi sia stato il più amato a Monza dal grande pubblico di tifosi Ferrari. Allora ricordiamo che Schumi per tre volte ha ottenuto la pole position sul circuito di Monza e in tutte e tre queste circostanze ha poi vinto alla domenica il Gran Premio d’Italia. Una doppietta che Schumacher mise a segno al volante della Ferrari nel 1998, nel 2000 e nel 2003, mentre la vittoria del 1996 arrivò scattando dalla terza posizione sulla griglia di partenza e quella del 2006 partendo dalla seconda piazza al fianco di Kimi Raikkonen. Adesso tuttavia la parola deve andare alla pista e al cronometro: le qualifiche del Gp Italia 2019 a Monza stanno per cominciare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

UN ANNO FA

In attesa di scoprire come si comporrà la griglia di partenza Formula 1 per il Gran Premio d’Italia 2019, ricordiamo che cosa era successo un anno fa sul circuito di Monza. Il ricordo relativo al sabato è dolcissimo per la Ferrari, perché le qualifiche avevano portato la pole position a Kimi Raikkonen: 1’19”119 il tempo del finlandese ai tempi ancora in Ferrari sul tracciato più veloce dell’intero Mondiale di Formula 1. Al secondo posto ci fu l’altra Ferrari di Sebastian Vettel, staccato di poco più di un decimo, mentre la Mercedes si era dovuta accontentare di occupare la seconda fila della griglia di partenza, con il terzo posto di Lewis Hamilton davanti a Valtteri Bottas. Quinto posto per Max Verstappen davanti a Romain Grosjean che aveva portato la Haas-Ferrari in terza fila, mentre Daniel Ricciardo aveva dovuto prendere il via dal fondo dello schieramento per penalità causate dal cambio della power unit. Un sabato leggendario per la Ferrari, purtroppo per i tanti tifosi della Rossa la domenica avrebbe raccontato una storia ben diversa… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PENALIZZAZIONE PER VERSTAPPEN

Una importante notizia circa la griglia di partenza Formula 1 in vista del Gp Italia 2019 a Monza riguarda Max Verstappen, che sarà costretto ad affrontare una gara tutta in salita a causa di una penalizzazione già certa che lo relegherà in fondo alla griglia di partenza della gara sull’Autodromo Nazionale di Monza. Infatti proprio in questo weekend è stato montato sulla Red Bull di Max Verstappen il nuovo motore Honda, che farà il suo debutto anche sulla Toro Rosso di Pierre Gasly, che sarà di conseguenza condannato a scontare la stessa penalità inflitta al suo ex compagno di squadra. A tal proposito ricordiamo che Red Bull e Toro Rosso già a Spa avevano portato la nuova ‘Spec 4’ Honda per Alexander Albon e Daniil Kvyat, che di conseguenza hanno avuto penalizzazioni settimana scorsa. Per Verstappen era stato deciso di non scontare penalità in quello che di fatto è il suo Gran Premio di casa, il più vicino all’Olanda: con il senno di poi sarebbe stato meglio il contrario, dal momento che la gara di Max è durata solo pochi metri. Adesso pure la gara di Monza si annuncia in salita per Verstappen… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GRIGLIA DI PARTENZA FORMULA 1: SFIDA A MONZA

Tra poche ore scopriremo la griglia di partenza Formula 1 per il Gp Italia 2019 a Monza, il quattordicesimo appuntamento della stagione, sicuramente uno dei più affascinanti sulla pista più veloce dell’intero calendario mondiale e casa della Ferrari. Di certo anche a Monza la lotta per le migliori posizioni sulla griglia di partenza di Formula 1 sarà bellissima, con l’avvincente lotta per raggiungere le massime prestazioni sull’Autodromo Nazionale, anche se poi in gara i sorpassi dovrebbero essere possibili sui lunghi rettilinei sfruttando la scia di chi ti precede. Dando uno sguardo ai numeri della stagione, quest’anno il sabato non sempre ha rispecchiato quanto poi si sarebbe verificato in gara, dal momento che solamente quattro volte chi ha fatto la pole position ha poi vinto anche la gara. Infatti il 2019 sta regalando finora incertezze sulla griglia di partenza Formula 1, perché in Australia avevamo avuto la pole position di Lewis Hamilton davanti a Valtteri Bottas, ma in gara si invertirono le posizioni dei due piloti Mercedes. Ancora più evidenti i cambiamenti in Bahrain: alla trionfale prima fila tutta Ferrari, con la prima pole position in carriera di Charles Leclerc davanti a Sebastian Vettel, ha fatto seguito una doppietta Mercedes, a causa soprattutto dei problemi della Rossa. In Cina pole position di Bottas davanti a Hamilton, poi vittoria dell’inglese davanti al finlandese. Per la prima volta in Azerbaigian ha vinto chi era scattato davanti a tutti sulla griglia di partenza, un eccellente Bottas. In Spagna però abbiamo avuto di nuovo la pole di Bottas seguita dalla vittoria di Hamilton.

GRIGLIA DI PARTENZA FORMULA 1: I NUMERI RECENTI

A Montecarlo ecco la doppietta pole-vittoria per Lewis Hamilton, ma d’altronde si sa che nel Principato sorpassare è quasi impossibile. A Montreal finalmente è arrivata la prima pole position stagionale di Sebastian Vettel, anche se poi in gara è successo quello che tutti ben sappiamo e vinse Hamilton, che poi si è regalato una nuova doppietta pole position-vittoria a Le Castellet, terza e ultima volta in cui si è verificata questa doppietta. L’estate infatti ha poi regalato molti colpi di scena tra il sabato e la domenica. L’Austria ad esempio si è rivelata nuova tappa di un anno fin qui maledetto per la Ferrari: pole per Leclerc ma vittoria per Max Verstappen, pure se anche in questo caso fra le polemiche. A Silverstone festival Mercedes, ma al sabato Bottas seppe battere il padrone di casa Hamilton che invece si prese il trionfo alla domenica dopo una gara ricca di emozioni. Siamo poi entrati nel vivo di un grande duello tra lo stesso Hamilton e Max Verstappen: a Hockenheim pole per l’inglese e vittoria all’olandese, a Budapest finalmente ecco una pole position per Max, ma alla domenica ha fatto festa il campione del Mondo in carica. Dopo la pausa però ecco la Ferrari dominante a Spa, come i tifosi sognano di rivedere in questi giorni a Monza: pole position per Leclerc, terza per il monegasco e quarta per Maranello, stavolta però finalmente trasformata anche in vittoria alla domenica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA