GRIGLIA DI PARTENZA FORMULA 1/ Hamilton in pole position: ennesimo disastro Ferrari!

- Michela Colombo

Griglia di partenza Formula 1: altra pole position per Lewis Hamilton per il Gran Premio della Russia 2020. A Sochi è pure nuovo disastro per le Ferrari.

Formula 1 Bottas
Formula 1 - Valtteri Bottas (Foto LaPresse)

Si annuncia un’altra domenica terribile per la Ferrari, specie se esaminiamo la griglia di partenza della Formula 1 per il Gran premio di Russia 2020, atteso oggi in pista a Sochi. La rossa infatti ha registrato parecchi problemi nelle qualifiche ufficiali: il testa coda e poi lo schianto contro le barriere di Sebastian Vettel nei minuti finali della Q2 infatti non ha danneggiato solo il pilota tedesco, che è comunque solo alla 15^ casella della griglia di partenza della Formula 1. Pure la bandiera rossa sollevata in seguito all’incidente del tedesco della Ferrari ha fatto sì che parecchi piloti non siano riusciti a migliorarsi nel finale della sessione di qualifica, come anche il compagno di squadre Charles Leclerc, il quale dunque oggi sarà costretto a partire solo dalla 1^ casella della griglia di partenza. Se è vero che comunque già nelle prove libere la Ferrari non pareva avere grandi numeri per poter competere per la pole position, di certo una undicesima e quindicesima casella della griglia di partenza della Formula 1 per il Gp di Russia 2020 non erano certo tra le ambizioni della casa del cavallino rampante, per cui oggi si attende una giornata decisamente in salita. (agg Michela Colombo)

96^ POLE PER HAMILTON

Lewis Hamilton ha conquistato la pole position e di conseguenza partirà davanti a tutti sulla griglia di partenza Formula 1 domani, in occasione del Gp Russia 2020 sul circuito cittadino nel villaggio olimpico di Sochi. Nulla di nuovo insomma, al massimo la novità è che Max Verstappen è riuscito a prendersi la prima fila precedendo Valtteri Bottas, di conseguenza almeno è stata scongiurata la doppietta Mercedes sulla griglia di partenza Formula 1, ecco poi Sergio Perez al quarto posto con la Racing Point e un eccellente Daniel Ricciardo quinto con la Renault. Completano la top 10 Carlos Sainz, Esteban Ocon, Lando Norris, Pierre Gasly e Alexander Albon. Entrambe le Ferrari sono invece state eliminate nel Q2: Sebastian Vettel è stato purtroppo protagonista di un incidente e ha chiuso le qualifiche al quindicesimo posto, mentre Charles Leclerc è stato penalizzato dal traffico e non è andato oltre l’undicesimo posto. Anche Hamilton ha rischiato di non fare il giro utile, ma si è salvato per pochissimi secondi: anche la fortuna preferisce Stoccarda in questo momento… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IN PISTA PER LA POLE POSITION

Solo pochi istanti prima di conoscere come si comporrà la griglia di partenza della Formula 1 per il Gran premio di Russia 2020 e dunque anche di scoprire a chi andrà la pole position sulla pista di Sochi. come abbiamo a lungo detto prima, oggi le favorite al miglior tempo nelle qualifiche, che avranno inizio solo tra pochissimo, sono ancora le Mercedes e soprattutto vediamo avanti il profilo di Lewis Hamilton, vero dominatore in questa prima parte della stagione della F1. Il campione inglese non solo è leader del Mondiale: pure alla vigilia della decima prova del campionato del mondo ha messo da parte ben sette pole position e arriva a Sochi vantando ben 4 prime caselle ottenute di fila negli ultimi Gran premi. Sebbene qui a Sochi il britannico abbia finora trovato la pole una volta sola, pure il pronostico è tutto per lui, considerato anche il valore della vettura su cui oggi metterà le mani. Non ci resta dunque che dare il via alle qualifiche: la lotta per la pole position si accende!(agg Michela Colombo)

I NUMERI A SOCHI

In attesa di scoprire chi andrà la pole position oggi in Russia e chi completerà la griglia di partenza della Formula 1 per il Gp di Sochi, ecco che ci pare curioso andare ad esplorare un po’ anche i record segnati qui, sul tracciato russo. Come dicevamo prima, per caratteristiche della pista e come storico, qui sono le Mercedes le nette favorite, anche nella lotta alla pole position. Di fatto le statistiche ci riportano che qui la casa anglo tedesca ha fatto sua la pole position in ben 4 occasioni: nessuna scuderia come lei a Sochi. Aggiungiamo che per il momento il record delle pole tra i piloti di toto Wolff rimane a Nico Rosberg (a quota 2), con Bottas e Hamilton fermi a una a testa. Li seguono nel record la Ferrari, con appena due pole position vinte e dunque una a testa tra Sebastian Vettel e Charles Leclerc. (agg Michela Colombo)

L’ANNO SCORSO

Nella trepidante attesa di conoscere come si comporrà la griglia di partenza della Formula 1 per il Gran Premio di Russia 2020, ecco che non possiamo ora non fare un tuffo nel passato e dunque ricordare cosa era successo a Sochi per la lotta alla pole position solo l’anno scorso. Torniamo dunque con la memoria al Gp russo del 2019, che ebbe luogo nel fine settimana del 27-29 settembre, quale sedicesima gara della stagione 2019 della F1, dove le qualifiche ufficiali consegnarono a un magnifico Charles Leclerc la pole position. Il monegasco della Ferrari centrò infatti a Sochi la quarta pole position di fila nel mondiale (sulle sette che totalizzerà entro fine stagione), con il crono di 1.31.628: dietro fu poi Lewis Hamilton a completare la prima fila della griglia di partenza della Formula 1 per il Gp di Russia. La seconda fila vide poi sul tracciato russo l’altra Ferrari di Sebastian Vettel, affiancata dalla Redbull di Max Verstappen. In terza fila fu poi spazio per Bottas e Sainz, con la top ten delle qualifiche conclusa da Hulkenberg, Norris, Grosjean e Ricciardo. (agg Michela Colombo)

GRIGLIA DI PARTENZA FORMULA 1

Solo poche ore prima di scoprire come si comporrà la griglia di partenza della Formula 1 per il Gran Premio di Russia 2020 e davvero non vediamo l’ora di lasciar parlare solo la pista, per assistere alla bollente battaglia per la pole position. E’ dunque grande attesa per le prove ufficiali che ci faranno compagnia oggi pomeriggio: per la prima volta in questa stagione 2020 siamo oltre i confini stretti del continente europeo, su un tracciato di recente ingresso nel calendario iridato, ma dove pure abbiamo vissuto Gp veramente interessanti. Chi oggi riuscirà a segnar il miglior crono e dunque vincere la prima casella della griglia di partenza della Formula 1? Come al solito è sempre difficile dare un verdetto netto, ma per caratteristiche intrinseche come anche storico, ecco che a Sochi ci attendiamo un’ottima prova da parte della Mercedes. Le frecce nere poi si sono dimostrate praticamente insuperabili in questa prima parte della stagione della Formula 1 ed è assai probabile che saranno ancora una volta Hamilton e Bottas a lottarsi la pole position oggi pomeriggio.

GRIGLIA DI PARTENZA FORMULA 1: POLE GIA’ IN MANO ALLA MERCEDES?

Pur consapevoli che pure in questa stagione della F1 l’imprevisto è dietro l’angolo, alla vigilia delle qualifiche che disegneranno la griglia di partenza della Formula 1 per il Gran Premio di Russia 2020, non possiamo non parlare delle Mercedes come prime favorite. Lo abbiamo detto solo poco prima: la pista di Sochi è particolare affine alle frecce nere, le quali poi finora hanno sempre dominato nelle prime prove della stagione 2020, quando si è parlato di pole position. Anzi gli appassionati ben ricordano che nelle prime nove gare della stagione 2020 del campionato del mondo solo i due piloti della casa anglotedesca si sono alternati alla prima casella della griglia di partenza della Formula 1. Insuperabili sul giro secco, ecco che possiamo leggere a tabella ben sette pole position trovate da Lewis Hamilton (l’ultima al Mugello), e due sono state ottenute dal compagno di squadra Valtteri Bottas. Non solo: in tutti i casi, ben difficilmente la prima fila della griglia di partenza della Formula 1 ha visto altri nomi, se non il compagno di squadra alla Mercedes, segno evidente dell’estrema competitività non solo dei piloti ma delle vetture di Toto Wolff. Che pure ora a Sochi promettono ancora scintille in pista. Ma chissà ovviamente che succederà in pista: l’ultimo verdetto starà all’asfalto russo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA