GUARDIOLA ALLENATORE JUVENTUS?/ Agresti: “A sorpresa ci sarà un terzo incomodo”

- Carmine Massimo Balsamo

Guardiola allenatore Juventus? C’è attesa per scoprire se ci sarà o meno qualche penalità nei confronti del Manchester City, le parole di Filippetti

guardiola allenatore juventus
Josep Guardiola, allenatore del Manchester City (Foto LaPresse)

E se tra due litiganti per la panchina della Juventus fosse un terzo pretendente a godere? Ad avanzare la clamorosa indiscrezione è stato Stefano Agresti, giornalista del Corriere della Sera e direttore del portale calciomercato.com. Interpellato ai microfoni di “7 Gold Mercato”, Agresti ha sottolineato come Pep Guardiola sia ormai destinato a restare sulla panchina del Manchester City. Se dovessero esserci complicazioni per Maurizio Sarri, sempre in pole position anche per Agresti per diventare il nuovo allenatore della Juventus,  allora potrebbe spuntare un nome mai emerso dalle indiscrezioni su radio, tv e giornali: “Io penso che alla fine Maurizio Sarri riuscirà a liberarsi dal Chelsea e andrà quindi ad allenare la Juventus. Qualora saltasse l’affare Sarri, tuttavia, non sarà Pep Guardiola il nuovo trainer dei bianconeri. Guardiola continuerà ad allenare il Manchester City. Non ho mai creduto che lo spagnolo potesse andare alla Juventus.” Nonostante i giorni passino, il mistero sulla panchina della Juventus continua ad infittirsi. (agg. di Fabio Belli)

FILIPPETTI NON HA DUBBI SU PEP

Simone Filippetti, corrispondente da Londra per il Sole 24 Ore, non ha dubbi: Juventus in corsa per Pep Guardiola. Ecco le parole del cronista ai microfoni di Tutto Juve: «In Italia, Maurizio Sarri è il favorito per succedere a Massimiliano Allegri alla guida della Juventus.Non sono in cerca di pubblicità, né voglio fare la guerra ai giornalisti sportivi italiani. Mi limito a riportare quello che raccolgo qua a Londra. Un paio di giorni fa c’è stata la festa della Repubblica qui all’ambasciata italiana. E l’argomento di cui tutti parlavano oltre Salvini, era Guardiola. Tutti i banchieri convergevano sull’allenatore catalano. Mi giungono addirittura voci di cene in Medio Oriente dove banchieri italiani e stranieri avrebbero parlato di Juventus e Guardiola». Prosegue Filippetti: «A Londra girerebbe pure un file audio di una conversazione tra manager dell’Adidas in merito a una sponsorizzazione di Guardiola alla Juve. Non sono annunci ufficiali, tutto rimane sempre a livello di rumor, dunque vanno presi con le molle. Tuttavia va anche sottolineato che sono rumors piuttosto circostanziati e mirati. Queste indiscrezioni ovviamente si vanno a scontrare con le continue smentite del tecnico del City, anche nelle ultime ore». E sottolinea: «La mia sensazione è che la Juve continui a giocare su più tavoli e che consideri Sarri come il piano di riserva qualora non si dovesse concretizzare Guardiola. Non si capisce come mai, infatti, si continui a rimandare l’annuncio di Sarri, se è sempre stata la sola e unica opzione sul tavolo. E considerato che ormai la stagione del Chelsea è finita da tempo e che la finale di Europa League, ostacolo a un ipotetico annuncio per non gettare scompiglio nello spogliatoio, risale al 29 maggio. Questo allungamento dei tempi a me pare anomalo». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

GUARDIOLA ALLENATORE JUVENTUS, LE PAROLE DI LUIGI GUELPA

Pep Guardiola sarà il prossimo allenatore della Juventus, almeno a sentire Luigi Guelpa: non è certo la prima volta che il giornalista de Il Giornale si esprime sulla vicenda, e la sua opinione non è cambiata. Già ieri lo avevamo riportato in alcune dichiarazioni, oggi ha ribadito quale sia il suo pensiero nel commentare il viaggio che Fabio Paratici ha effettuato a Londra. Praticamente tutti i media hanno raccolto al volo la soluzione dell’equazione, vale a dire un tentativo estremo di convincere il Chelsea a liberare Maurizio Sarri con l’aiuto di Fali Ramadani; Guelpa invece ha scritto sul proprio profilo Twitter che “Paratici non è a Londra per Sarri” e ha anche affermato che il silenzio degli ultimi giorni può significare soltanto che “siamo ai dettagli”. Il protagonista sarebbe appunto Guardiola: vedremo come andrà, di certo la Juventus sta utilizzando tutto il tempo a sua disposizione per scegliere il nuovo allenatore e ovviamente dipende dal fatto che ci sono ancora delle questioni di sistemare prima di poter dare l’annuncio che tutti i tifosi stanno aspettando con trepidazione, a prescindere da quale sia la scelta. (agg. di Claudio Franceschini)

GUARDIOLA ALLENATORE JUVENTUS? LE INDISCREZIONI DALLA SPAGNA

In Spagna sono convinti: Pep Guardiola sarà l’allenatore della Juventus… ma tra due anni: questa l’indiscrezione che viene lanciata da QSVS, o meglio dalla giornalista di Mundo Deportivo Cristina Cubrero che, intervistata dalla testata, ha detto che per altre due stagioni il tecnico catalano non si muoverà dal Manchester City. “Una trattativa tra lui e la Juventus c’è stata davvero, ma Guardiola ha rifiutato per restare a Manchester”: questo perchè, secondo la Cubrero, esiste un legame affettivo e sportivo con la dirigenza della società inglese. Tuttavia il grande obiettivo del tecnico è quello di vincere in tutti i principali campionati europei e, dopo averlo fatto in Spagna, Germania e Inghilterra, resterebbe solo l’Italia: per questo motivo “Guardiola andrà sicuramente alla Juventus, ma solo quando scadrà il suo contratto con il Manchester City”. Vale a dire nel 2021: anche la famiglia di Pep, dice la giornalista, spinge per un trasferimento a Torino che dunque sarebbe una destinazione gradita a tutti gli effetti. Che possa arrivare anche prima? Un grande mistero, che non accenna a districarsi… (agg. di Claudio Franceschini)

LA SENTENZA UEFA

Stando a quanto racconta Paolo Paganini di RaiSport la vicenda Pep Guardiola-Juventus si potrebbe sbloccare oggi: attraverso Twitter infatti il giornalista ha fatto sapere, dopo accurate verifiche con i colleghi che seguono le vicende UEFA, che oggi dovrebbe essere emessa la sentenza circa la possibile esclusione del Manchester City dalla Champions League. Come sappiamo le violazioni al Fair Play Finanziario riguardano fatti che risalgono al 2014; i campioni d’Inghilterra potrebbero vedersi declassati e fatti fuori dalla principale competizione europea e, come ripetiamo ormai da settimane, questa sarebbe una delle cause, se non la principale, che porterebbero Guardiola a lasciare la Premier League. Se è vero quanto ripetiamo da tempo, ovvero che l’allenatore catalano abbia già trovato l’accordo con la Juventus e manchi solo un’eventuale firma, la sentenza di oggi potrebbe davvero accelerare il processo; questo a meno che non sia vera un’altra indiscrezione, ovvero quella per cui Guardiola potrebbe salutare il Manchester City ma prendersi un anno sabbatico, come aveva fatto dopo il quadriennio a Barcellona. Staremo a vedere, intanto i bianconeri sembrano essersi già premuniti bloccando Maurizio Sarri che però si deve ancora liberare dal Chelsea. (agg. di Claudio Franceschini)

CANCELO INDIZIO NEGATIVO

Joao Cancelo è destinato a lasciare la Juventus dopo una sola stagione per il Manchester City e questo è un forte indizio sulla permanenza di Pep Guardiola in Inghilterra. Sembra tracciata la strada per l’addio del portoghese, infatti la Juventus avrebbe deciso di non puntare su Cancelo in attesa della fumata bianca per Sarri in panchina. L’ex Valencia e Inter invece piace moltissimo a Guardiola, per cui è chiaro che il suo futuro è un forte indizio: se Cancelo va al City, è perché Pep non si muoverà da Manchester – come d’altronde ha dichiarato in modo secco il diretto interessato. Stando a Tuttosport dunque sarebbe ormai ad un passo il trasferimento di Cancelo al Manchester City di Pep Guardiola, per una cifra compresa tra i 50 e i 55 milioni di euro. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL NODO FAIR PLAY PER IL MANCHESTER CITY

Torna ad allontanarsi sensibilmente dalla Juventus, l’allenatore del Manchester City, Pep Guardiola. Le ultime dichiarazioni rilasciate nella giornata di ieri, (“Per due anni resto qui”), hanno infatti spazzato via i dubbi delle ultime ore, anche se l’indiscrezione circa un possibile approdo del catalano alla Continassa non si è ancora spenta. Per molti sarà decisiva la sentenza dell’Uefa nei confronti della stessa compagine britannica, che potrebbe essere squalificata dalla Champions League della stagione 2019-2020, la prossima. A riguardo ci sono però (anche in questo caso) due linee di pensiero, a cominciare da quella della redazione di Sky Sport, secondo cui da qui al 14 agosto non è in programma alcuna discussione in merito al caso dei Citizens, di conseguenza, la coppa dalle grandi orecchie dell’anno che verrà sembrerebbe salva. «Salvo l’avvio di procedimenti d’urgenza – scrivono i colleghi della tv satellitare – che al momento non sono preventivati, la partecipazione alla prossima Champions League dei Citizens non dovrebbe quindi essere a rischio». Diverso invece il pensiero di calcio-style.com secondo cui la famosa sentenza arriverà oggi, e spingerà Guardiola fra le braccia juventine: non ci resta che attendere le prossime ore per scoprirlo. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

GUARDIOLA ALLENATORE JUVENTUS?

Pep Guardiola nuovo allenatore della Juventus, sì o no? Ieri il tecnico del Manchester City ha dichiarato che non lascerà la Premier League, parole confermate anche da altri addetti ai lavori. Cristina Cubero, giornalista del Mundo Deportivo, ha affermato che Guardiola resterà altri due ai Citizens, sottolineando che resterà anche in caso di esclusione dalla Champions League: «Per lui non è un problema: lui è molto legato al Manchester City, così come lo era al Barcellona. Lui ha creato una struttura molto grande al Manchester City, si è portato dietro un pezzo di Catalogna. Ovviamente Pep preferirebbe giocare la Champions League, ma non è trascendentale per lui. E’ un romantico nel modo di intendere il calcio e rimarrà sicuramente al Manchester City per i prossimi due anni. Poi andrà in Serie A, certamente alla Juventus: vuole venire in Italia per portare il suo modello di calcio anche lì», le sue parole a Radio Bianconera.

PEP GUARDIOLA ALLENATORE JUVENTUS, LA SPERANZA NON MUORE…

Nonostante le smentite, che potrebbero essere tranquillamente di rito per non alimentare tensioni sulla situazione del Manchester City, non si spegne il sogno dei bianconeri. Il presidente Andrea Agnelli vuole regalare un tecnico top class per il dopo Massimiliano Allegri e Guardiola rappresenta l’obiettivo principe. E un assist potrebbe arrivare dal fronte Maurizio Sarri, con il Chelsea che potrebbe bloccare la partenza del tecnico toscano. Sono diversi gli imprevisti registrati sull’asse Londra-Torino, come confermato del resto dal presidente dell’Empoli Fabrizio Corsi ai microfoni di Telelombardia: «Ci sono dei problemi per Sarri per liberarsi dal Chelsea. Lui adesso brontola ed è un po’ pessimista, ma alla Juve mi hanno detto sabato che contano di risolvere». Attesi aggiornamenti nel corso delle prossime ore, un sogno che potrebbe restare un’utopia ma che potrebbe anche realizzarsi…

© RIPRODUZIONE RISERVATA