GUARDIOLA ALLENATORE JUVENTUS?/ Incontro a New York con Simone Inzaghi e Aquilani

- Silvana Palazzo

Guardiola allenatore della Juventus? Per Paganini un tentativo concreto da parte dei bianconeri è stato fatto. Intanto lui incontra Simone Inzaghi e Aquilani

guardiola juventus
Pep Guardiola (La Presse)

I tifosi della Juventus sognano Guardiola nuovo allenatore bianconero, ma lunedì dovrebbe essere il giorno giusto per l’arrivo di Maurizio Sarri. Fino al momento in cui l’approdo del tecnico del Chelsea sarà ufficiale, i sostenitori della Juventus continueranno a credere nella suggestione Guardiola. Lui dal canto suo continua a godersi le ferie a New York. Dopo aver fatto visita al NY City Fc, l’allenatore catalano ha incontrato Simone Inzaghi e Alberto Aquilani nella Grande Mela. E tutto è testimoniato su Instagram. C’è dunque un pizzico di Italia in questo scatto, ma non proprio come auspicano i tifosi della Juventus. Eppure lo stesso Guardiola è un estimatore di Sarri: nel 2017 rimase estasiato dal gioco del Napoli. «Mai vista una squadra così, impossibile stare in campo novanta minuti e dominare. Questa sera ho affrontato una delle più forti mai incontrate nella mia carriera», disse quando il Manchester City affrontò il Chelsea. (agg. di Silvana Palazzo)

GUARDIOLA ALLENATORE JUVENTUS? “SE ANDASSI IN ITALIA…”

Guardiola si allontana dalla Juventus, che sta per annunciare Sarri sulla panchina bianconera. Questo dice l’ultimo borsino sul nuovo allenatore della Juventus. Ma c’è chi continua a credere nel colpo a sorpresa del presidente Andrea Agnelli. E sono coloro che ritengono l’intervista di Guardiola, quella in cui parla della sua permanenza al Manchester City, una mossa per mettere il tecnico con le spalle al muro. Il tecnico catalano ha dichiarato che non c’è posto migliore al mondo per fare il lavoro di manager che in Inghilterra, ma questo non vuol dire che non possa tentare un’esperienza in Italia, magari da allenatore della Juventus. «Non sono stato in altri paesi, ma se andassi in Italia sarebbe molto simile alla Spagna», ha dichiarato in quell’intervista. È pur vero che Guardiola ha dichiarato di restare al Manchester City per le prossime due stagioni, ma è altrettanto vero che nel calcio tutto può cambiare rapidamente. E quei fischi che altrove arrivano se non vicini possono essere uno stimolo per mettersi alla prova in un paese che vive il calcio in maniera diversa. Allora, Guardiola allenatore della Juventus: la porta è davvero chiusa? (agg. di Silvana Palazzo)

GUARDIOLA ALLENATORE JUVENTUS? PAGANINI “QUANTO DETTO È VERIFICATO”

Nonostante sembra orma destinata a sfumare, continua a rimanere viva nei tifosi della Juventus la speranza di vedere Pep Guardiola all’Allianz Stadium la prossima stagione. Molti gli addetti ai lavori che stanno cercando di scoprire la verità in merito al futuro del catalano, e nel contempo, della panchina bianconera, e fra questi vi è anche il noto giornalista sportivo della Rai, Paolo Paganini. Il collega della tv pubblica ha dedicato numerosi tweet alla notizia, e in queste ultime ore è uscito nuovamente allo scoperto ribadendo il proprio pensiero: «Buongiorno. Tutto quello che è stato detto in tv e scritto qui di Guardiola (e Pochettino) lo ribadisco è stato verificato. Poi se ora Sarri li sorpassa entrambi e diventa la soluzione A vorrà dire che gli altri 2 per varie ragioni non si sono potuti liberare». Secondo Paganini, quindi, un tentativo concreto dei campioni d’Italia in carica per portare alla Continassa Guardiola, sarebbe stato fatto, anche se bisognerà capire se conclusosi con esito positivo o meno. Interessante anche il nome di Pochettino del Tottenham, recente finalista della Champions League: e se alla fine arrivasse lui e non Sarri? (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

GUARDIOLA ALLENATORE JUVENTUS? PARLA AMORUSO

Quella del 2019 sarà senza dubbio ricordata come l’estate di Guardiola alla Juventus. Magari il tecnico spagnolo sbarcherà a breve a Torino, oppure, fra qualche tempo ricorderemo questi giorni come quelli del tormentone catalano, poi svanito sul più bello. Come vi abbiamo spiegato più volte, fino a che non vi sarà l’ufficialità di Sarri o chi per lui, il sogno Guardiola continuerà ad animare i sonni dei tifosi della Juventus, alla luce anche delle numerose dichiarazioni degli addetti ai lavori di questi giorni. L’ultimo a farsi diverse domande lecite, è l’ex attaccante della Vecchia Signora, Nicola Amoruso, che intervistato dai microfoni dell’emittente radiofonica, Radio Kiss Kiss Napoli, ha spiegato: «Nuovo allenatore della Juventus? Fino a due giorni fa ero convinto fosse Maurizio Sarri. C’è qualcosa che non mi quadra. Possibile ci sia la sorpresa. Per me sono in trattativa, mi aspetto un nome molto importante sulla panchina adesso». E un nome importante non può che essere quello di Guardiola ovviamente. Un dubbio plausibile quello di Amoruso, anche perché in molti sono convinti che Sarri sia solamente una sorta di “seconda scelta” (di lusso ovviamente), in attesa di una chiamata da Torino nel caso in cui alla Juventus non riuscisse il grande colpo. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

GUARDIOLA ALLENATORE JUVENTUS? LE PAROLE DI BISCARDI

Nonostante da più parti piovano smentite, il nome di Pep Guardiola continua a circolare negli ambienti di casa Juventus. Fino a che la Vecchia Signora non farà l’annuncio ufficiale, i tifosi possono continuare a sperare, e sono molti fra gli addetti ai lavori, coloro che hanno espresso il proprio parere sulla vicenda. Fra questi anche Maurizio Biscardi, noto giornalista del panorama del pallone, che interpellato dalle frequenza di Radio Sportiva ha ammesso: «Avevo perplessità serie su Guardiola alla Juve – Biscardi si riferisce all’ultima intervista del tecnico catalano – conosco la persona ed è diretta, la risposta categorica è ha escluso la Juve. È vero che le parole contano il giusto ma è stato credibile. La Juventus ci ha abituati a sorprese clamorose – ha proseguito – ma dal punto di vista sportivo e umano se lo spagnolo passasse alla Juve dopo il video di ieri perderebbe di credibilità. Quando un club pubblica un’intervista datata 19 maggio è difficile che sia fatta in disaccordo con l’allenatore». Secondo Biscardi, se alla fine dovesse arrivare Maurizio Sarri a Torino si tratterebbe semplicemente di una seconda scelta: «Sarri alla Juve arriverebbe perché non verrebbe Guardiola». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

GUARDIOLA ALLENATORE JUVENTUS? PARLA PAGANINI

La prossima settimana sarà decisiva per il nuovo allenatore della Juventus. Sarà Pep Guardiola? Una foto condivisa su Twitter dal collega Luca Momblano ha scatenato diversi tifosi bianconeri. Lo scatto mostra un addetto mentre prepara uno striscione, ma non si vede la scritta completa. “Benven…”, è quanto si legge sulla facciata dello Stadium. C’è chi spera che sia riferito al sostituto di Allegri, magari proprio a Guardiola, magari così finirà il tormentone relativo alla panchina bianconera, ma c’è chi sostiene che sia più un “Benvenuti azzurri”, visto che martedì l’Italia giocherà contro la Bosnia proprio allo Stadium. Intanto tengono banco le ultime dichiarazioni di Pep Guardiola. Per Paganini sono il segnale che il Manchester City è in agitazione. «Si affretta a comunicare che farà ricorso e la sentenza non è ancora uscita, sollecita Guardiola in vacanza a fare una lunga intervista. Non capisco», ha dichiarato Paolo Paganini, giornalista di Raisport. E poi ha aggiunto: «Si giusto per precisare è la tempistica di uscita dell’intervista a Guardiola che non riesco bene a capire».

GUARDIOLA ALLENATORE JUVENTUS? TURBOLENZE AL CITY

Questi sono dubbi che nutrono anche in Inghilterra, dove si interrogano sul futuro di Pep Guardiola nonostante la smentita relativa alle voci che lo vedono lontano da Manchester. Stando a quanto riportato dal Mirror, Guardiola avrebbe assicurato ai Citizens che il suo futuro non dipende dalla sentenza Uefa sul Fair Play Finanziario. Dal canto suo, la dirigenza del Manchester City avrebbe assicurato all’allenatore di aver soddisfatto tutti i requisiti Uefa. E la risposta dell’allenatore catalano è stata che aveva comunque intenzione di onorare gli ultimi due anni di contratto. Dunque Guardiola, spiega il tabloid britannico, avrebbe assicurato la sua permanenza a prescindere da un’eventuale punizione Uefa. E il club ritiene di aver offerto prove indiscutibili alla Uefa. Ma andrà veramente così? Se lo chiedono i tifosi, convinti che un’eventuale sentenza a sfavore del City avrebbe agevolato l’addio di Guardiola. Ma tutto è ancora poco chiaro, mentre prende sempre più quota la possibilità che sia Sarri il nuovo allenatore bianconero, non Guardiola.



© RIPRODUZIONE RISERVATA