Jo Squillo/ “Sabina Salerno? Con ‘Siamo donne’ abbiamo fatto un percorso bellissimo”

- Emanuele Ambrosio

Jo Squillo si racconta nel salotto di Verissimo da Silvia Toffanin: dal successo nel mondo della moda ai dj-set cult durante la quarantena

Jo Squillo
Jo Squillo (Facebook, 2018)

Jo Squillo a Verissimo riceve una bellissima sorpresa da Sabrina Salerno. “Mi vuole molto bene, abbiamo fatto un percorso bellissimo. Io le ho chiesto di cantare “Siamo donne”, era molto più famosa di me” – racconta la cantante che rivela – “le dissi l’importante che tieni fuori il tuo manager che voleva cambiare il testo della canzone. E’ stato molto bello, l’ho obbligata a smettere di fumare”. La cantante poi parla dei progetti contro il femminicidio: “abbiamo il compito di accompagnare il percorso del cambiamento culturale. Bisogna parlare e dire che all’interno delle nostre casa l’amore deve essere rispettato, non è ammissibile che gli uomini facciano delle cose orrende verso le donne”. Jo Squillo in passato è stata vittima di stalking: “ho diverse persone che mi chiamano, mandano mail, è veramente bruttissimo. Devo dire che stando in mezzo a donne che hanno subito molto di più in qualche modo me ne faccio anche ragione. Ho provato a denunciare, ma volte mi sono sentita rispondere ‘se non ci sono prove di morte o tentato suicidio non possiamo intervenire'”. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Jo Squillo: “La vita è una celebrazione di lacrime e sorrisi”

Jo Squillo ospite per la prima volta a Verissimo si racconta a cuore aperto ai microfoni di Silvia Toffanin. “Mi sento ancora una punk, una ragazza che ha cercato di spiegare a se stessa e agli altri la forza della donne” – ha detto la conduttrice ed esperta di moda che parlando della vita precisa – “sento molto il dolore di questa vita, ho faticato tantissimo, non mi è stato regalato niente. La vita è una celebrazione di lacrime e sorrisi, la vita me la sono conquistata giorno per giorno pensando alla discriminazione che viene fatta spesso su noi donne. E’ stato tutto faticoso, ma gioiosa”. Poi la cantante di “Siamo donne” si sofferma sull’importanza delle donne: “sono orgogliosa di aver fatto un percorso di sorellanza forse perchè sono una sorella gemella e questa cosa mi ha segnato molto, celebrare la vita insieme ad un’altra. Dobbiamo lavorare e cercare di fare qualcosa per noi, conquistare un potere del femminile per abbracciarci, per far emergere le altre. Siamo femministe tutte”. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Jo Squillo: da “Siamo donne” con Sabrina Salerno ai dj-set del lockdown

Jo Squillo è tra gli ospiti della nuova puntata di Verissimo, il rotocalco di successo condotto da Silvia Toffanin su Canale 5. La conduttrice ed esperta di moda è conosciuta dal grande pubblico per l’indimenticabile duetto sulle note di “Siamo donne” con l’amica Sabrina Salerno, ma anche per essere diventata nel corso degli anni un volto molto noto non solo sul piccolo schermo, ma anche nel mondo della moda. Recentemente però la conduttrice è stata protagonista di una polemica per via di alcune storie e foto pubblicate su Instagram in cui ha condiviso un suo viaggio alla Maldive durante le restrizioni natalizie imposte dal Governo per contenere la diffusione del virus Covid-19.

Jo Squillo da Barbara D’Urso ha però spiegato i motivi del suo viaggio: “sono andata lì perché dovevo registrare due puntate del mio programma televisivo. E poi, mi chiamano spesso all’estero per fare concerti, soprattutto perché in Italia in questo momento non è possibile farli. Durante il tragitto ho seguito tutte le regole e le leggi, altrimenti io stessa non potevo svolgere il mio lavoro in tranquillità. E poi, ho fatto il tampone sia in entrata che in uscita”. Non solo, la Squillo si è difesa anche dagli attacchi di alcuni opinionisti precisando: “io non ho fatto nulla di male. Ero lì per lavoro. Non dovevo nascondere un bel niente”.

Jo Squillo: ecco come sono nati i dj-set del lockdown

Jo Squillo durante il lockdown è diventata una delle indiscusse protagoniste dei social network con i suoi dj-set seguitissimi da personaggi famosi e non. Intervistata da Rolling Stone la conduttrice ha spiegato come è nata l’idea: “dalle esigenze delle amiche che mi chiamavano dicendo che si sentivano sole, che erano in lacrime e non riuscivano nemmeno ad alzarsi. Alle mie ballerine Valentina e Michelle mancavo molto perché non facciamo più concerti, essendo stata annullata ogni attività”. Non solo, la conduttrice ha preferito in un momento così difficile e di grande dolore regalare un sorriso ai suoi fan e al popolo italiano costretto a restare chiuso in casa per via della pandemia. Del resto anche lei ha vissuto grandissimi dolori: ” so cosa vuol dire dolore e sofferenza: ho perso i genitori, uno fra l’altro con una broncopolmonite, e ho vissuto tutta la tragedia e lo strazio degli ospedali, dell’allontanamento, del non sapere cosa fare. Ho pensato, quindi, di asciugarmi le lacrime e asciugarle a tutti quelli che in questo momento soffrono. La musica è il modo migliore per lavare l’anima e guardare, attraverso un raggio di luce, quello che sta dentro di noi. Ricollocandoci in una parte più umana, più profonda, più sensibile”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA