Lorella Cuccarini/ Pippo Baudo:”La Vita in Diretta? Lei è abituata a vincere”

- Dario D'Angelo

Lorella Cuccarini ospite di Pierluigi Diaco a “Io e Te”: Pippo Baudo interviene telefonicamente e sprona la sua “pupilla”…

lorella cuccarini 2019 io e te rai 1
Lorella Cuccarini

Giornata ricca di ospiti importanti a “Io e Te”, dopo Lorella Cuccarini tocca a Pippo Baudo intervenire telefonicamente con Pierluigi Diaco. Dopo un excursus sulla carriera formidabile dello storico conduttore Rai, c’è tempo proprio per un augurio che Baudo rivolge a quella che resta a tutti gli effetti una delle sue scoperte maggiormente riuscite. Il presentatore, in vista della complicata sfida rappresentata da “La Vita in diretta”, non ha dubbi:”Lorella è abituata a superare gli ostacoli perché è una donna coraggiosa. Io la vidi col suo volto angelico, poi lei affezionatissima alla mamma mi disse:”Però prima devi parlare con mia madre”. Ci parlai, le feci un provino: era una showgirl piena, sapeva cantare e ballare. Lei è abituata a cimentarsi e a vincere. Le faccio tanti auguri, in bocca al lupo e un bacio”. (agg. di Dario D’Angelo)

LORELLA CUCCARINI, “MICKEY ROURKE FU VOLGARE…”

Lorella Cuccarini, stuzzicata da Pierluigi Diaco, parla del suo “segreto di bellezza”: “Se vivo di rendita? Ormai a 54 anni non si può più! Ho iniziato a ballare che avevo 9 anni, un po’ aver fatto per tanti anni la ballerina e aver avuto questo imprinting aiuta. La scuola di danza è una scuola di vita: ti ritrovi a 9 anni, a 10 anni, a superare degli ostacoli che difficilmente un bimbo di quell’età potrebbe”. Si torna a parlare de “La vita in diretta”, con Lorella Cuccarini che precisa:”C’è tanta voglia di alleggerire, Alberto è un partner fantastico, ha voglia di contaminarsi con il mio mondo, sarà davvero molto divertente”. Ma c’è spazio anche per un aneddoto del passato avente protagonista Mickey Rourke:”Era la sera dei Telegatti, nel momento in cui salii sul palco ero persa, era una cosa bellissima essere premiata da lui. Quando mi ha dato il premio però mi ha detto:”Dove vuoi che io ti metta questo Telegatto? Io ho fatto finta di niente, sperando che il traduttore non traducesse. Lì mi è caduto un mito, una caduta di stile, una volgarità”. (agg. di Dario D’Angelo)

LORELLA CUCCARINI, LA DIFESA DI PIERLUIGI DIACO

Lorella Cuccarini è l’ospite di oggi di “Io e Te”, il programma condotto su Rai 1 da Pierluigi Diaco. Reduce dalla conduzione di “Grand Tour” (non propriamente un successo in termini di ascolti) e in procinto di lanciarsi di una nuova avventura professionale con “La vita in diretta”. L’obiettivo di quella che qualche anno fa si è meritata l’appellativo di “più amata dagli italiani” sarà quello di contendere a Barbara D’Urso lo scettro di regina dello share. Diaco la introduce così:”Siamo due persone che si vogliono bene, che si rispettano, e al netto della campagna stampa che in queste ultime settimane ha offeso la sua professionalità io non voglio parlare”. Il riferimento del conduttore è con ogni probabilità agli articoli e alle dichiarazioni che in questi giorni hanno associato il nuovo programma della Cuccarini in Rai alle sue simpatie “sovraniste“.

LORELLA CUCCARINI A “IO E TE”

Lorella Cuccarini parla de “La vita in diretta” che la vedrà al timone con Alberto Matano :”La mia unica esperienza nel quotidiano è stata con “Citofonare Cuccarini” in radio, è stata un’ottima scuola, ma ancora di più tre anni di Domenica In, tra l’altro di grande successo. Vuole diventare il pomeriggio degli italiani, seguendo la cronaca ma anche parlando di storie edificanti, di eroi silenziosi”. Lorella parla anche del suo impegno nel sociale:”Noi possiamo far da tramite, è una realtà che ha dato più a me come persona, come donna, che non il contrario. Io ho sempre sentito come responsabilità quella di restituire la bellezza che ho ricevuto. Io non avrei mai immaginato la carriera che poi ho avuto. Io lo vivo sempre coi piedi per terra, ma l’affetto che sento nel quotidiano mi ha fatto sentire anche una grande responsabilità. Bisogna sempre sognare, poi c’è sempre tempo per pensare che non ce la si è fatta”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA