Loretta Goggi: “Rifiutai i Radicali di Pannella”/ “Mia erede? Paola Cortellesi, ma…”

- Alessandro Nidi

Loretta Goggi ha confessato di avere detto no alla politica, ma anche a due Festival di Sanremo, a una Domenica In e a Bibi Ballandi: “Ma di quest’ultimo rifiuto mi pentii”

Loretta Goggi
La cantante Loretta Goggi

Loretta Goggi è stata intervistata dal quotidiano “Il Messaggero”. Una chiacchierata a tutto tondo, nella quale l’artista ha parlato di sé a trecentosessanta gradi, a cominciare dalla recente offerta ricevuta: Stefano Coletta, direttore Intrattenimento Prime Time e responsabile ad interim di Rai 1, pochi giorni fa le ha proposto di fare un programma in prima serata. La risposta della cantante, però, ancora latita: “Sono onorata. Lui è molto propositivo, e credo sia anche sincero, però io cose celebrative non voglio farne. Ho già detto di no a queste serate sul filo della memoria. Ci risentiremo. Non ho fretta”.

Nel corso della sua sfavillante carriera, Loretta Goggi ha pronunciato tanti “no”, rifiutando “Domenica In” nel 1985, due Festival di Sanremo da conduttrice nel 1986 e nel 1987, “Ok, il prezzo è giusto!” nel 2000. Senza dimenticare la proposta di Pannella, gentilmente rispedita al mittente, di una candidatura con il Partito Radicale. La stessa Goggi ha confidato: “Un dirigente Rai, per via di questi miei ‘no’, disse in giro che avevo un carattere difficile, ma io ho sempre gestito la mia carriera con la massima libertà. Se una cosa mi convinceva, la facevo. Altrimenti, niente. Per questo non ho mai firmato esclusive. Mi pentii solo del rifiuto a Bibi Ballandi quando propose di occuparsi di me con un accordo simile a quello di Lucio Dalla e Gianni Morandi”.

LORETTA GOGGI: “DOPO LA MORTE DI MIO MARITO GIANNI BREZZA, NULLA AVEVA SENSO”

Su “Il Messaggero”, Loretta Goggi ha ricordato suo marito, Gianni Brezza, il quale le diceva di liberarsi dai complessi: ma quali? “Li avevo e li ho ancora: non mi sono mai sentita bella, interessante, misteriosa… Mai stata una che attira gli uomini, sono più da pacca sulla spalla. Anche il nome, diceva Gianni facendomi tanto ridere, non ti chiami Lorona, ma Loretta”.

La morte di Brezza è stata “traumatica. Niente aveva più senso. Ho avuto problemi con la tiroide, sono ingrassata, ciondolavo per casa depressa. Mi hanno aiutato la fede e mia sorella che mi ha trascinato in Argentina per un viaggio. Lì sono tornata a vivere. Mio marito è dentro di me. Con lui ho vissuto 32 anni meravigliosi. Non cerco altro”. Chi è, oggi, l’erede di Loretta Goggi?Paola Cortellesi, anche se lei ha fatto scelte più elitarie delle mie. E anche Virginia Raffaele”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA