Torino-Piacenza, voragine su A21/ Autostrade choc: riaperta la circolazione ma è caos

- Niccolò Magnani

Torino-Piacenza, voragine su A21: autostrade choc in Piemonte. Riaperta la circolazione ma è caos anche sulla A6 Torino-Savona: congestionato nodo stradale attorno al capoluogo

Caos autostrada a6 Immagine di repertorio (LaPresse, 2019)

Seppur lentamente, va tornando a qualcosa che somiglia alla normalità la situazione della viabilità in Piemonte, dopo l’ondata di maltempo che non sol ha portato al crollo di un viadotto sulla A6 ma pure alla situazione choc di un voragine apertasi all’improvviso la scorsa notte sull’autostrada A21 Torino-Piacenza, nel tratto tra Asti e Villanova. Secondo quanto si apprende dopo i lavori d’emergenza la circolazione è ripresa in entrambi i sensi di marci anche se in direzione del capoluogo piemontese attualmente si viaggerebbe su una sola corsia dato che proseguono i lavori per sistemare la voragine nella pavimentazione stradale. In merito all’episodio sono state registrare le lamentale di molti automobilisti che hanno affermato di essere rimasti all’oscuro delle cause dell’incidente per molto tempo oltre che per il fatto che si è evitata per poco una tragedia. Persistono i disagi anche sulla A6 Torino-Savona, interrotta pure questa in ambo le direzioni a seguito del crollo di un viadotto nel pomeriggio di ieri, mentre infine sulla A5 Torino-Aosta è consentito solamente il transito dei veicoli leggeri; anche per questo motivo al momento la viabilità del traffico sul nodo stradale attorno a Torino risulta molto congestionato e potrebbe volerci altro tempo perché si snellisca. (agg. di R. G. Flore)

MALTEMPO CHOC IN PIEMONTE

Tre autostrade su cinque bloccate e sospese attorno allo snodo Torino, uno dei più trafficati d’Italia: il conto del maltempo è sempre più salato, e solo un miracolo ha evitato che la doppia voragine “apparsa” ieri su A6 e A21 non abbia mietuto vittime come avvenuto sul Ponte Morandi a Genova un anno e mezzo fa. Del viadotto crollato sulla Torino-Savona vicino allo svincolo di Altare si è visto e scritto di tutto in queste ultime ore, con una frana che si è portato via 30 metri di tratto autostradale, sfiorando solo per un pelo le auto e i tir passati un attimo prima e frenati quelli di passaggio un attimo dopo. Ma non è l’unica emergenza questa mattina: l’A6 resta chiusa per il caos del viadotto crollato, mentre emergenze si sono vissute anche sull’A21 Torino-Piacenza e sull’A5 Torino-Aosta. Nel primo caso, durante la notte una voragine – questa volta più piccola di quella di Savona – si è aperta sulla carreggiata in direzione Asti: SATAP ha comunicato che dalle 10.00 il traffico sull’A21 è tornato ad essere regolare. Terza emergenza sull’A5, dove il tratto rimasto interrotto per ore è stato Ivrea-Pont St. Martin, con transito dei soli veicoli leggeri su viabilità alternativa. Qui una frana a Quincinetto rendeva impossibile il passaggio dei mezzi pesanti, deviati tutti sul Frejus: da pochi minuti è invece tornata attiva l’autostrada del Monte Bianco, con traffico rallentato ma quantomeno “normale”. L’allerta meteo in mezza Italia purtroppo non è conclusa e lo stesso Piemonte vive ore di ansia per possibili, si spera di no, nuovi disagi dovuti alla tremenda “combo” maltempo-fragilità di strade e autostrade.

ALLERTA METEO, CAOS IN AUTOSTRADE

L’allerta meteo rossa in Liguria e Piemonte sta mettendo in ginocchio non solo le strade cittadine, i corsi d’acqua a rischio esondazione e le coltivazioni: anche le autostrade risentono pesantemente del maltempo incessante che si sta abbattendo ormai da giorni al Centro-Nord. Come informa l’Anas, l’A10 Genova Ventimiglia ha subito due smottamenti in due punti distinti dell’autostrada provocando così la chiusura temporanea di due tratti molto trafficati: tra Varazze e Arenzano verso Genova la prima chiusura, Alibisola-Savona verso Ventimiglia per la seconda chiusura imposta per i danni creati dal maltempo. Sono entrambi i tratti dati in ripristino dopo esser stati chiusi per tutta la notte, mentre Telenord avvisa che sempre sull’A10 serve molta attenzione in galleria dopo Pegli (direzione Savona) per costanti allagamenti ancora non risolti. «È passata la seconda nottata di allerta rossa in Liguria: ancora piogge con allagamenti e disagi diffusi, soprattutto su Savona e la Val Bormida. Evacuate dalle loro abitazioni altre 23 persone, 14 nella zona da Altare a Mallare (Savona) e 9 a Sant’Olcese (Genova) a causa di due frane», spiega questa mattina il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti.

AUTOSTRADE KO PER MALTEMPO ANCHE IN PIEMONTE

Non solo Liguria, il maltempo e le conseguenti difficoltà sulla viabilità delle autostrade coinvolge anche il vicino Piemonte: questa mattina è stata chiusa l’autostrada A4 Torino-Trieste a Brandizzo, in direzione Torino per decisione del sindaco di Brandizzo Paolo Bedoni. Il tratto in direzione Milano, anch’esso molto trafficato normalmente, è stato chiuso momentaneamente causa il maltempo delle ultime ore che ha portato fino all’esondazione del vicino torrente Malone. Ieri sera il corso d’acqua aveva allagato il Ristorante Lido Malone ma le piogge incessanti della notte hanno portato l’acqua molto vicino all’autostrade, costringendo le autorità ad agire di conseguenza. Attenzione all’allerta pioggia e nubifragi che in questi minuti si stanno abbattendo – come riporta il servizio in tempo reale di Autostrade per l’Italia – sull’A7 Milano Genova all’altezza di Serravalle Scrivia, sull’A5 Torino-Aosta tra l’autoporto di Courmayeur e il raccordo con la statale 25, ancora sull’A4 tra Pero e Brescia in direzione Torino.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Cronaca

Ultime notizie