PROBABILI FORMAZIONI LAZIO ZENIT/ Diretta tv, ancora Correa insieme a Immobile?

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Lazio Zenit: diretta tv, le scelte di Simone Inzaghi e Semak per la partita valida per la quarta giornata di Champions League, sfida da vincere per i biancocelesti.

Dzyuba Hoedt Zenit Lazio lapresse 2020 640x300
Probabili formazioni Lazio Zenit, Champions League gruppo F (Foto LaPresse)

PROBABILI FORMAZIONI LAZIO ZENIT: CORREA CON IMMOBILE?

Arrivati all’attacco nello studio delle probabili formazioni di Lazio Zenit, possiamo dire che la certezza è rappresentata da Ciro Immobile che, dopo aver saltato le ultime partite di Nations League con l’Italia, è tornato a disposizione di Simone Inzaghi e ha subito lasciato la sua firma sulla vittoria di Crotone. Come sempre adesso il dubbio riguarda il suo partner: sabato ha giocato Joaquin Correa che ha sfruttato l’occasione, trovando il primo gol del campionato, e la sensazione forte è che l’argentino resti comunque il primo giocatore cui l’allenatore della Lazio pensa, anche per le caratteristiche che ben si sposano con quelle del capocannoniere uscente della Serie A. L’impatto di Felipe Caicedo è devastante soprattutto dalla panchina, come ha dimostrato nell’andata di San Pietroburgo e contro la Juventus, prima della sosta per le nazionali; a proposito del match disputato in Russia, senza Immobile Inzaghi aveva affidato la maglia di centravanti a Vedat Muriqi, il kosovaro non aveva fatto malissimo ma al momento rimane la quarta opzione nel reparto offensivo biancoceleste, dunque potremmo eventualmente aspettarci un utilizzo a partita in corso, magari per far rifiatare lo stesso Immobile qualora il risultato all’Olimpico lo consenta. (agg. di Claudio Franceschini)

LAZIO ZENIT: DUBBI A CENTROCAMPO

Nelle probabili formazioni di Lazio Zenit abbiamo già visto che Simone Inzaghi ha i suoi dubbi maggiormente a centrocampo: dovrebbe giocare ancora Luis Alberto, che non ha nemmeno subito la paventata punizione per le dichiarazioni contro la società ed è stato regolarmente titolare anche a Crotone. Numericamente la Lazio soffre per i tanti casi di positività al Coronavirus: date dunque per certe le maglie dello spagnolo e di Lucas Leiva, a giocarsi il terzo posto nel settore nevralgico del campo saranno Marco Parolo, Danilo Cataldi e Jean-Daniel Akpa Akpro. Quest’ultimo ha dimostrato di essere cresciuto molto nella sua esperienza con la Salernitana; ha già trovato il gol in Champions League e potrebbe realmente essere il favorito per un posto, anche per naturale turnover da parte del suo allenatore. Parolo rappresenta ovviamente la certezza, e anche il grande veterano della Lazio: per lui è la settima stagione in biancoceleste e ha giocato 248 partite, tuttavia non è più il titolare di un tempo pur avendo continuato a giocare con regolarità. Cataldi, prodotto del settore giovanile, non è mai esploso come la carriera giovanile lasciava intendere: resta però un elemento importante anche perché può dare una mano nell’impostazione della manovra, adesso resta da capire se Inzaghi punterà su di lui nella partita di martedì sera. (agg. di Claudio Franceschini)

PROBABILI FORMAZIONI LAZIO ZENIT: PEPE REINA IN PORTA

Parlando ancora delle probabili formazioni di Lazio Zenit, facciamo ora la nostra analisi sulla difesa: come abbiamo già visto in porta dovrebbe esserci Pepe Reina, che finalmente torna a giocare con grande regolarità anche in Europa. Le esperienze passate con Bayern e Milan lo avevano visto impiegato pochissimo, trovandosi alle spalle di due istituzioni come Manuel Neuer e Gianluigi Donnarumma: meglio all’Aston Villa, dove però il portiere spagnolo ha affrontato un contesto diverso rispetto a quelli cui era abituato. Reina disputa la Champions League con la quarta squadra diversa nella sua carriera: ha avuto tempo di fare il suo esordio nel Barcellona, poi è passato al Liverpool con cui ha giocato una finale (persa contro il Milan), quindi l’esperienza di Napoli e adesso la Lazio. La quinta squadra sarebbe stata il Bayern, per l’appunto, ma in quell’edizione agli ordini di Pep Guardiola Reina è sempre rimasto a guardare dalla panchina, mentre con Villarreal e Milan lo spagnolo si è dovuto accontentare di giocare l’Europa League o Coppa Uefa, facendo particolarmente bene con il Submarino Amarillo. (agg. di Claudio Franceschini)

LAZIO ZENIT: CHI IN CAMPO ALL’OLIMPICO?

Parlando delle probabili formazioni di Lazio Zenit prendiamo in esame la partita che si gioca alle ore 21:00 di martedì 24 novembre, valida per la quarta giornata nel gruppo F di Champions League 2020-2021. Rilanciatasi con il 2-0 di Crotone, la squadra biancoceleste deve ora sistemare la sua situazione in campo europeo: ancora imbattuto, Simone Inzaghi sa di dover vincere una partita importante che arriva allo stadio Olimpico e rappresenta una bella occasione per riprendersi il primo posto in classifica. Dopo aver battuto brillantemente il Borussia Dortmund la Lazio ha pareggiato due partite consecutive, compresa quella di San Pietroburgo ripresa per i capelli; adesso serve un esame di maturità importante, detto che la strada verso gli ottavi di finale è ancora piuttosto in discesa. Aspettando dunque che arrivi il calcio d’inizio, possiamo iniziare a studiare quelle che potrebbero essere le mosse da parte dei due allenatori, leggendo insieme le probabili formazioni di Lazio Zenit.

LAZIO ZENIT IN DIRETTA STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

Ricordiamo che la diretta tv di Lazio Zenit sarà disponibile soltanto agli abbonati della televisione satellitare, che dunque la potranno seguire attraverso il loro decoder ma anche, qualora non possano mettersi davanti a un televisore, in diretta streaming video e senza costi aggiuntivi, semplicemente attivando l’applicazione Sky Go su dispositivi mobili quali PC, tablet e smartphone.

PROBABILI FORMAZIONI LAZIO ZENIT

LE SCELTE DI INZAGHI

Per le probabili formazioni di Lazio Zenit Simone Inzaghi studia una formazione abbastanza diversa rispetto a quella che ha giocato allo Scida. In porta andrà Pepe Reina; difesa con Acerbi a comandare stretto tra Patric e Stefan Radu che è tornato a disposizione, a centrocampo invece sarà ancora assente Sergej Milinkovic-Savic risultato positivo al Coronavirus, di conseguenza a giocarsi il posto come mezzala saranno Parolo e Cataldi ma con il possibile inserimento di Akpa Akpro, che ha dimostrato di poter fare bene e potrebbe essere il titolare a sorpresa. Conferma per Lucas Leiva davanti alla difesa così come per Luis Alberto, che come sempre sarà il battitore libero; a destra Manuel Lazzari resta favorito su Marusic, a sinistra Fares è ormai diventato la prima scelta del tecnico biancoceleste; Joaquin Correa, reduce dal primo gol in campionato, dovrebbe nuovamente affiancare Ciro Immobile nel reparto offensivo, ma occhio naturalmente a Muriqi e Caicedo.

I DUBBI DI SEMAK

Sergey Semak affronta le probabili formazioni di Lazio Zenit pensando a un 4-1-4-1: davanti al portiere Mikhail Kerzhakov non cambia l’assetto difensivo nel quale Lovren guida il reparto con la collaborazione dell’ucraino Rakitskiy, sulle corsie laterali dovremmo invece vedere la conferma di Karavaev e Douglas Santos. Il giocatore che si piazza davanti alla difesa facendo da filtro e punto di riferimento è Barrios; poi avremo una linea di trequartisti con Erokhin e Ozdoev, sulla sinistra si dovrebbe nuovamente allargare Zhirkov con Kuzyaev che invece sarà l’esterno sull’altro versante. Come prima punta, ecco il gigante Dzyuba: il veterano dello Zenit ha avuto un grande avvio di campionato segnando 7 gol, ma in Champions League non si è ancora sbloccato e dunque affronterà questa partita nel tentativo di trovare finalmente la via della rete, cosa che potrebbe dargli una motivazione extra.

IL TABELLINO

LAZIO (3-5-2): Reina; Patric, Acerbi, S. Radu; M. Lazzari, Akpa Akpro, Lucas Leiva, Luis Alberto, Fares; J. Correa, Immobile. Allenatore: Simone Inzaghi

ZENIT (4-1-4-1): M. Kerzhakov; Karavaev, Lovren, Rakitskiy, Douglas Santos; Barrios; Kuzyaev, Ozdoev, Erokin, Zhirkov; Dzyuba. Allenatore: Sergey Semak

© RIPRODUZIONE RISERVATA