Probabili formazioni Parma Inter/ Quote: Karamoh jolly dalla panchina per D’Aversa?

- Mauro Mantegazza

Probabili formazioni Parma Inter, quote e ultime notizie sulle mosse dei due allenatori e i moduli in vista della partita di Serie A al Tardini.

Lukaku Lautaro Inter
Diretta Inter Shakhtar: Lukaku e Lautaro Martinez (LaPresse)

Concludiamo la nostra panoramica sulle probabili formazioni di Parma Inter prendendo in considerazione due giocatori che dovrebbero cominciare la partita dalla panchina, ma che meritano comunque una citazione e che definiamo dunque “jolly”. Per il Parma il riferimento va senza dubbio al giovane talento Yann Karamoh, che è un ex nerazzurro ed è ancora di proprietà dell’Inter: in molti ricorderanno che all’andata a San Siro Karamoh segnò un gol e firmò anche l’assist per la rete di Gervinho, fu dunque il mattatore del pareggio per 2-2 che risale ormai alla fine di ottobre scorso. Il problema per Karamoh è che quella di fatto è stata l’unica partita del campionato in corso nella quale è riuscito a lasciare il segno: anche complice qualche infortunio, Karamoh raramente ha giocato, ancora meno da titolare, e di fatto quella sera al Meazza proprio contro l’Inter resta il suo unico sprazzo di gloria. Tra i nerazzurri il jolly invece potrebbe essere Alexis Sanchez: anche per il cileno un infortunio piuttosto serio ha messo pesantemente lo zampino sulla stagione e così di fatto l’ex Udinese è la riserva dei quasi intoccabili Lukaku e Lautaro Martinez. Resta ancora qualche settimana di questa anomala estate per provare a lasciare il segno e rendere positiva la stagione: Sanchez ci riuscirà? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL PROTAGONISTA IN DIFESA

Scegliamo in difesa due possibili protagonisti per le probabili formazioni di Parma Inter. Tra gli emiliani saranno fondamentali l’esperienza e il carisma del veterano Bruno Alves per reggere l’urto dell’attacco nerazzurro. Classe 1981, campione d’Europa nel 2016 con la Nazionale del Portogallo con la quale ha collezionato la bellezza di 96 presenze, essendone un punto fermo per oltre un decennio, Bruno Alves a livello di club è un giramondo che già aveva conosciuto il calcio italiano grazie a un anno nel Cagliari e ora è alla seconda stagione con il Parma, di cui è diventato subito il perno della difesa, ruolo che possiamo senza dubbio affidare anche a Stefan De Vrij per quanto riguarda l’Inter. Anche l’olandese è alla sua seconda stagione con il suo attuale club, dopo il precedente quadriennio alla Lazio: non vi sono dubbi circa il fatto che De Vrij in questa stagione sia stato finora il migliore difensore dell’Inter e oggi il suo ruolo sarà ancora più importante perché Skriniar è squalificato. Dopo i tre gol subiti contro il Sassuolo, la retroguardia nerazzurra è attesa al riscatto al Tardini e gli occhi di tutti saranno puntati innanzitutto proprio su De Vrij. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL DUELLO

Mettiamo due bomber in copertina per dare vita al duello nelle probabili formazioni di Parma Inter. Andreas Cornelius è stato il protagonista della settimana con la tripletta contro il Genoa, bis delle tre reti rifilate al Grifone anche nella partita d’andata: in questo modo, Cornelius è diventato appena il terzo calciatore nella storia della Serie A capace di segnare una tripletta alla stessa squadra all’andata e al ritorno dello stesso campionato, dopo Marco Borriello e un mito di alcuni decenni fa, Kurt Hamrin. In totale sono 11 gol in campionato, bottino eccellente considerando che è senza rigori e che Cornelius ha perso per infortunio alcune partite, anche se oltre il 50% è arrivato nelle due sfide con il Genoa. Dall’altra parte, abbiamo al centro dell’attacco dell’Inter una certezza che risponde al nome di Romelu Lukaku: per il belga abbiamo 19 gol in campionato, 25 complessivi finora fra tutte le competizioni. Numeri eccellenti, che dimostrano l’ottimo impatto con il calcio italiano avuto da Lukaku, che non sta facendo rimpiangere Mauro Icardi, la cui eredità era assai difficile in termini realizzativi (fuori dal campo è un’altra storia…). L’obiettivo è toccare al più presto l’iconica quota di 20 gol in campionato: Lukaku ci riuscirà già al Tardini? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GLI ASSENTI

Presentando le probabili formazioni di Parma Inter, bisogna anche ricordare quali saranno i giocatori assenti, che non potranno essere dunque protagonisti della partita di questa sera allo stadio Tardini. In primo piano abbiamo i due giocatori squalificati, uno per parte ed entrambi in difesa. Il Parma dovrà fare a meno di Iacoponi, che era diffidato ed è stato ammonito martedì contro il Genoa: mister Roberto D’Aversa dovrà dunque fare a meno della coppia più consolidata con Bruno Alves per affrontare la Lu-La nerazzurra. In compenso nell’Inter mancherà Skriniar, che si è fatto espellere nel recupero della partita contro il Sassuolo che ha portato a Conte ben poche buone notizie. Per il resto, continua la sofferenza a centrocampo per l’Inter: resta grande cautela per Vecino, Brozovic e soprattutto Sensi. Per l’ex Sassuolo infatti, dopo un inizio meraviglioso, questa stagione è diventata una vera e propria Via Crucis: i nerazzurri speravano almeno che la lunga sosta restituisse Sensi ai massimi livelli per il finale di campionato, ecco invece una distrazione muscolare alla coscia destra che lo ha bloccato per l’ennesima volta e che lo metterà fuori causa almeno per ancora un altro paio di settimane. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INFO E ORARIO

Parma Inter completerà la ventottesima giornata di Serie A: le due formazioni sono attese in campo stasera alle ore 21.45 per un interessante posticipo allo stadio Tardini. Diamo allora uno sguardo alle probabili formazioni di Parma Inter con le ultime notizie sulle mosse dei due allenatori e su quali giocatori dovrebbero scegliere come titolari. Ambiente più rilassato in casa Parma: gli emiliani arrivano dalla perentoria vittoria sul campo del Genoa e di conseguenza gli uomini di Roberto D’Aversa possono ancora coltivare un piccolo sogno Europa League per nobilitare un finale di campionato sereno e che potrebbe anzi riservare soddisfazioni inattese. L’Inter di Antonio Conte è invece attesa a una reazione dopo il pazzo e deludente pareggio casalingo contro il Sassuolo: parlare di scudetto a questo punto è molto difficile ma si deve almeno tenere viva la speranza, anche perché tenere alto il ritmo è fondamentale per non rischiare nulla in ottica qualificazione alla prossima Champions League.

PRONOSTICO E QUOTE

Diamo nel frattempo uno sguardo anche al pronostico su Parma Inter con le quote offerte sul match dall’agenzia Snai. Nonostante il fattore campo, l’Inter è considerata saldamente favorita: il segno 2 è quotato a 1,60, mentre poi si sale a quota 3,85 in caso di segno X e fino a 5,75 volte la posta in palio in caso di segno 1.

PROBABILI FORMAZIONI PARMA INTER

LE MOSSE DI D’AVERSA

Nelle probabili formazioni di Parma Inter, in difesa Roberto D’Aversa dovrà fare a meno questa sera dello squalificato Iacoponi: di conseguenza nella retroguardia del Parma dovrebbe trovare spazio anche Dermaku nella coppia centrale, al fianco di Bruno Alves davanti al portiere Sepe, mentre sulle fasce i titolari potrebbero essere Darmian (partito dalla panchina martedì a Genova) a destra e Gagliolo a sinistra. A centrocampo potrebbe tornare titolare Kucka insieme ad Hernani e Kurtic, anche se pure Scozzarella e Barillà sperano in una maglia dal primo minuto nella mediana a tre del Parma, dove dunque mister D’Aversa deve ancora prendere le sue decisioni definitive. Infine il tridente d’attacco emiliano, che per due terzi sembra già definito: Cornelius è naturalmente l’uomo del momento dopo la tripletta a Marassi e al suo fianco dovrebbero agire come ali il futuro juventino – ed ex obiettivo interista – Kulusevski e Gervinho, anche se l’ivoriano è ancora in ballottaggio con Caprari, che vanta un fugace transito dall’Inter nella sua carriera.

LE SCELTE DI CONTE

Anche sul fronte nerazzurro abbiamo uno squalificato nelle probabili formazioni di Parma Inter: si tratta di Skriniar, espulso nel finale contro il Sassuolo. Tornerà dunque titolare De Vrij dopo il sofferto turnover di mercoledì contro il Sassuolo e dovrebbe esserci anche Godin, pur scivolato indietro nelle gerarchie di Conte, mentre per completare la retroguardia a tre l’ex Bastoni potrebbe essere favorito su D’Ambrosio. A centrocampo appare più che logico il ritorno di Barella come titolare dal primo minuto, forse insieme a Borja Valero, che appare favorito su Gagliardini visto che la situazione delle assenze o comunque degli acciaccati sulla via del recupero resta delicata in questo settore del campo. Sulle fasce ci attendiamo invece titolari Candreva a destra e Young a sinistra, anche se restano in corsa pure Moses e Biraghi. In attacco invece non dovrebbero esserci dubbi sui titolari più attesi, dunque ci aspettiamo Eriksen trequartista alle spalle della classica coppia d’attacco formata da Lukaku e Lautaro Martinez, con Sanchez prima alternativa.

TABELLINO

PARMA (4-3-3): Sepe; Darmian, Dermaku, Bruno Alves, Gagliolo; Kucka, Hernani, Kurtic; Kulusevski, Cornelius, Gervinho. All. D’Aversa.

A disposizione: Colombi, Radu, Regini, Laurini, Pezzella, Grassi, Brugman, Barillà, Scozzarella, Caprari, Karamoh, Sprocati.

Squalificati: Iacoponi.

Indisponibili: nessuno.

INTER (3-4-1-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Bastoni; Candreva, Barella, Borja Valero, Young; Eriksen; Lautaro, Lukaku. All. Conte.

A disposizione: Padelli, Berni, D’Ambrosio, Biraghi, Ranocchia, Asamoah, Moses, Gagliardini, Vecino, Sanchez, Esposito.

Squalificati: Skriniar.

Indisponibili: Sensi, Brozovic.

© RIPRODUZIONE RISERVATA