PROBABILI FORMAZIONI ROMA MANCHESTER UNITED/ Diretta tv: Fonseca ridisegna l’attacco?

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Roma Manchester United: diretta tv, le scelte dei due allenatori per la semifinale di ritorno di Europa League allo stadio Olimpico, impresa disperata per i giallorossi.

Fred Smalling Manchester United Roma lapresse 2021 640x300
Probabili formazioni Roma Manchester United, ritorno semifinale Europa League (Foto LaPresse)

PROBABILI FORMAZIONI ROMA MANCHESTER UNITED: L’ATTACCO

Eccoci allora all’attacco per quanto riguarda le probabili formazioni di Roma Manchester United. Qui, Paulo Fonseca che ha ben poco da perdere potrebbe aprire alla soluzione delle due punte: Edin Dzeko e Borja Mayoral sono sempre stati alternativi l’uno con l’altro, lo spagnolo era partito come titolare in Europa League (7 gol nel torneo) ma poi lo è diventato anche in campionato quando il bosniaco è finito ai margini del progetto, a causa delle dure parole nei confronti di allenatore e dirigenza. Ad ogni modo Fonseca ha sempre giocato con il 3-4-2-1, dunque due trequartisti a supporto di un unico centravanti; ora però, dovendo segnare 4 gol senza incassarne, Dzeko e Borja Mayoral potrebbero essere in campo contemporaneamente anche per sopperire alle assenze a centrocampo e sulla trequarti (abbiamo detto che Pedro, Carles Pérez e Stephan El Shaarawy sono tutti acciaccati). Resterebbe allora come trequartista il solo Henrik Mkhitaryan, che come Smalling è un ex della partita: con la maglia del Manchester United ha giocato tra il 2016 e il gennaio 2018, 13 gol in 63 partite vincendo Coppa di Lega, Community Shield e soprattutto Europa League. Che l’armeno possa ripetere la finale a distanza di quattro anni? È più facile che siano i Red Devils a farlo, ma staremo a vedere… (agg. di Claudio Franceschini)

ROMA MANCHESTER UNITED: IL CENTROCAMPO

Il centrocampo nelle probabili formazioni di Roma Manchester United potrebbe vivere dell’interessante duello tra due calciatori dei rispettivi vivai: Lorenzo Pellegrini e Scott McTominay sono anche coetanei (entrambi nati nel 1996) e giocano per la squadra con le cui giovanili hanno iniziato. La differenza è che l’inglese, naturalizzato scozzese, non si è mai mosso da Old Trafford diventando uno stabile elemento della prima squadra del Manchester United nella stagione 2017-2018, mentre Pellegrini è passato da un più che positivo prestito al Sassuolo, tornando alla base proprio nello stesso 2017. Percorsi comunque simili; del capitano della Roma dobbiamo dire che nei giorni scorsi è stato attaccato per aver saltato la trasferta di Genova (gli è nato il secondo figlio e ha avuto il permesso da parte della società) in una situazione complessa, e che giovedì sera potrebbe giocare in mezzo al campo come succedeva in passato: Gonzalo Villar e Jordan Veretout sono indisponibili, Amadou Diawara non è al 100% e dunque Paulo Fonseca potrebbe decidere per l’arretramento del suo capitano, cosa che aprirebbe forse al modulo con due attaccanti come abbiamo già visto. (agg. di Claudio Franceschini)

ROMA MANCHESTER UNITED: DIFESA

Abbiamo parlato delle probabili formazioni di Roma Manchester United, e degli enormi problemi di infortuni in casa giallorossa: la difesa per esempio sarà priva del portiere titolare Pau Lopez, infortunatosi proprio in occasione della partita di andata e la cui stagione è terminata in anticipo, al pari di quella di Leonardo Spinazzola che in una manciata di occasioni ha giocato nel terzetto arretrato. Qui le scelte sono assottigliate anche dal fatto che Federico Fazio e Juan Jesus non siano stati inseriti nella lista Uefa; con Bryan Cristante che verosimilmente dovrà avanzare il suo raggio d’azione, se non altro Chris Smalling è ormai tornato a piena disposizione di Paulo Fonseca e sarà il grande ex della partita a comandare un reparto che, davanti ad Antonio Mirante, sarà completato da Gianluca Mancini (la nota più positiva in una stagione in cui la difesa ha iniziato a dare molte meno certezze con il passare delle settimane) e Roger Ibanez. La cartolina del momento è rappresentata molto bene da Marash Kumbulla: appena tornato dopo un lungo stop, il giovane ex Verona si è nuovamente infortunato e la sua presenza per giovedì sera è fortemente in dubbio, piove sul bagnato dunque per la Roma… (agg. di Claudio Franceschini)

CHI GIOCA DOMANI?

Le probabili formazioni di Roma Manchester United ci introducono alla partita che vale come semifinale di ritorno in Europa League 2020-2021: squadre in campo alle ore 21:00 di giovedì 6 maggio, ma bisogna subito dire che per i giallorossi arrivare in finale è una missione impossibile o quasi. Il tracollo nel secondo tempo di Old Trafford ha portato a un 2-6 difficilmente ribaltabile, servirebbe un 4-0 ma la Roma, che ha perso ancora in campionato (sul campo della Sampdoria) sta vivendo un momento complicatissimo.

Questo anche perché gli infortuni sono tantissimi, dunque sarà difficile anche solo presentare una squadra che possa tenere botta contro i Red Devils, lanciatissimi verso la seconda finale in 5 stagioni e che domenica non hanno giocato contro il Liverpool, a causa dell’invasione del campo per la protesta contro la proprietà. Ora vedremo quello che succederà, ma aspettando che arrivi giovedì sera possiamo provare a presentare le scelte da parte dei due allenatori per questa partita, leggendo insieme le probabili formazioni di Roma Manchester United.

DIRETTA ROMA MANCHESTER UNITED STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Roma Manchester United sarà affidata a Tv8, pertanto gli appassionati potranno seguire la semifinale di ritorno di Europa League anche in chiaro, e con il servizio di diretta streaming video garantito sul sito di Video Mediaset; in alternativa ovviamente il match verrà trasmesso sui canali del decoder di Sky, qui ovviamente appuntamento riservato agli abbonati che avranno la possibilità di attivare, senza costi aggiuntivi, l’applicazione Sky Go su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

PROBABILI FORMAZIONI ROMA MANCHESTER UNITED

GLI 11 DI FONSECA

Uomini contati o quasi: questo il desolante quadro giallorosso nelle probabili formazioni di Roma Manchester United. Rispetto a domenica rientra Lorenzo Pellegrini: il capitano potrebbe posizionarsi come trequartista al fianco di Mkhitaryan oppure agire in mediana per supportare Cristante, da valutare il modulo perché la sensazione è che Fonseca possa cambiare e lanciare Dzeko e Borja Mayoral insieme, con Mkhitaryan a supporto. Da vedere appunto, per il resto abbiamo scelte obbligate sulle fasce dove Karsdorp giocherà a destra con Bruno Peres sull’altro versante, recuperabili Pedro ed El Shaarawy così come Amadou Diawara ma chiaramente nessuno di questi sarà al 10°%, così come non lo sarebbe Carles Pérez che però potrebbe riuscire ad andare in panchina. Acciaccato Kumbulla, in difesa tornerà Ibanez: con lui l’ex Smalling e Gianluca Mancini, mentre il portiere sarà inevitabilmente Mirante.

LE SCELTE DI SOLSKJAER

Chiaramente nelle probabili formazioni di Roma Manchester United troviamo i Red Devils con la squadra titolare, o quella migliore tra i disponibili: Ole Gunnar Solskjaer non vuole abbassare la guardia e concederà poco al turnover. Per questo motivo davanti a De Gea dovremmo vedere la solita linea difensiva, con Maguire e Lindelof a fare da centrali e due terzini che saranno Wan-Bissaka e Shaw; Fred e McTominay sono i favoriti per giocare a centrocampo, questo perché ancora una volta Pogba dovrebbe avanzare il suo raggio d’azione ed eventualmente posizionarsi anche largo a sinistra, una soluzione tattica che consentirebbe a Bruno Fernandes di avere spazio per attaccare centralmente (ma dovrebbe essere il portoghese a partire sull’esterno). Rashford, Greenwood e Cavani si giocano le altre tre maglie offensive: qualora il Matador dovesse andare in panchina, Greenwood potrebbe giocare come centravanti e aprire uno spazio per Juan Mata o Van De Beek.

IL TABELLINO

ROMA (3-4-1-2): Mirante; G. Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Cristante, Lo. Pellegrini, Bruno Peres; Mkhitaryan; Dzeko, Borja Mayoral. Allenatore: Paulo Fonseca

MANCHESTER UNITED (4-2-3-1): De Gea; Wan-Bissaka, Lindelof, Maguire, Shaw; Fred, McTominay; Rashford, Pogba, Bruno Fernandes; Cavani. Allenatore: Ole Gunnar Solskjaer

© RIPRODUZIONE RISERVATA