Radio Serie A, Lega pensa a emittente ufficiale/ Contatti avviati con Rtl 102.5 e Rds

- Alessandro Nidi

Radio Serie A, sta per nascere l’emittente ufficiale del campionato italiano di calcio? La Lega punta alla sua creazione, ma ci sono alcuni nodi da sciogliere…

Lega Serie A indice di liquidità
Lega Serie A (repertorio LaPresse)

Nasce Radio Serie A? Al momento questa è molto più che una semplice ipotesi. Stando a quanto riportato da MF-Milano Finanza, la Serie A sta pensando alla fondazione di una sua radio ufficiale, dedicata interamente al campionato italiano di calcio. Addirittura, iniziano a circolare già i primi dettagli: si sa, ad esempio, che, per contenere i costi, i programmi sarebbero trasmessi su frequenze digitali (Dab) decisamente più economiche rispetto alle tradizionali frequenze Fm con le quali tutti noi siamo cresciuti.

Stando a quanto si legge sull’edizione del quotidiano in edicola oggi, martedì 21 giugno 2022, per la produzione di Radio Serie A sarebbero addirittura già statti avviati i primissimi contatti con due grandi emittenti radiofoniche nazionali, vale a dire Rtl 102.5 e Rds. Il costo dell’iniziativa “dovrebbe aggirarsi intorno ai 4-5 milioni di euro e il bacino di ascolto potenziale di Radio Serie A sarebbero gli oltre 20 milioni di tifosi di calcio in Italia”.

RADIO SERIE A, PROGETTO IN FASE DI DECOLLO? LE ULTIME NEWS

Le previsioni pubblicate su “Milano Finanza” rivelano dunque che “si tratterebbe di un pubblico tale da attrarre l’interesse degli inserzionisti che, secondo Nielsen, nei primi quattro mesi del 2022 hanno investito 102 milioni di euro sul comparto radiofonico, un dato in crescita di oltre il 4%”. Ma cosa potrebbe essere trasmesso su Radio Serie A? Indubbiamente non le cronache delle partite in diretta, dato che la Rai ha un accordo in vigore sino al 2024 per la loro trasmissione.

In ogni caso, conclude la testata giornalistica di cui sopra, “Radio Serie A potrebbe comunque contare su altre esclusive e magari sulla collaborazione di alcune vecchie glorie del calcio, che hanno successo su piattaforme di streaming come Twitch. Un altro modo per fare crescere i ricavi e combattere le difficoltà amplificate in questi anni dall’emergenza Coronavirus”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA