Risultati Serie A, la classifica/ Vincono Inter Roma e Lazio, Cagliari sempre più giù

- Claudia Cabrini, Claudio Franceschini

Risultati Serie A, classifica: diretta gol live score delle 6 partite che si giocano mercoledì 27 ottobre, proseguendo il programma della 10^ giornata: Juve battuta dal Sassuolo

Tammy Abraham Roma Napoli lapresse 2021 640x300
Video Roma Torino (1-0) Serie A 14^ giornata (Foto LaPresse)

RISULTATI SERIE A: VINCONO INTER, ROMA E LAZIO

Sono terminate le gare di Serie A valide per la decima giornata di campionato in programma oggi: i risultati hanno visto vincere l’Inter contro l’Empoli, la Roma contro il Cagliari e la Lazio contro la Fiorentina. I nerazzurri non hanno avuto alcuna difficoltà contro la neo-promossa: nel primo tempo D’Ambrosio ha sbloccato il punteggio, poi all’inizio del secondo tempo l’espulsione di Ricci ed il raddoppio di Dimarco. I giallorossi, invece, hanno dovuto faticare, tanto che il trionfo è arrivato soltanto in rimonta: i padroni di casa erano passati avanti nel secondo tempo con Pavoletti, ma nel finale Ibanez Pellegrini hanno ribaltato il risultato. Successo di misura, infine, per i biancocelesti: decisiva la rete messa a segno da Pedro al 52′.

Le tre vincenti, grazie ai tre punti, si piazzano tutte in zona Europa. L’Inter è al terzo posto della classifica a quota 21, a -7 dalla vetta. Segue la Roma con 19 punti. Al sesto posto, invece, la Lazio con 17 punti. Rimangono a metà classifica, nonostante i ko, Fiorentina ed Empoli, rispettivamente a quota 14 e 11. Vede nero, infine, il Cagliari, fanalino di coda della classifica con soli 6 punti. (agg. di Chiara Ferrara)

RISULTATI SERIE A: LE GARE DELLE 20.45 ALL’INTERVALLO

I risultati di Serie A all’intervallo, per le gare in programma alle 20.45 per la decima giornata di campionato, sono ancora praticamente tutti in bilico. L’unica ad avere sbloccato il punteggio è l’Inter, che attualmente vince per 0-1 a casa dell’Empoli. Ad inserirsi nel tabellino dei marcatori è stato al 34′ Danilo D’Ambrosio con un colpo di testa da posizione ravvicinata su assist di Alexis Sanchez. Conquistando i tre punti i nerazzurri rimarrebbero in corsa per lo scudetto, anche se la vetta, occupata dal Milan, resterebbe a 7 punti di distanza.

Le altre due gare in corso, invece, sono ancora sullo 0-0. Si tratta di Cagliari-Roma Lazio-Fiorentina. Gli isolani hanno bisogno di collezionare punti preziosi per allontanarsi dalla zona retrocessione, dato che si trovano al penultimo posto della classifica. Le altre tre compagini, invece, puntano a stabilizzarsi in zona Europa. Non è da escludere dunque che i risultati possano sbloccarsi nel corso del secondo tempo. (agg. di Chiara Ferrara)

RISULTATI SERIE A: I TRE ANTICIPI DELLE 18.30

Sono terminate le partite del decimo turno di Serie A in programma oggi alle 18.30: i risultati sono stati sorprendenti. La Juventus, infatti, è stata battuta dal Sassuolo in virtù di una rete messa a segno da Maxime Lopez nei minuti di recupero. La gara sembrava essere destinata a terminare sul pari, ma i neroverdi sono riusciti a beffare gli avversari nel finale. Una brutta botta per i bianconeri, che adesso sono a -13 dalla vetta della classifica, fuori anche dalla zona Europa. La squadra di Alessio Dionisi, invece, conquista punti preziosi e sale a quota 14.

Il match tra Sampdoria Atalanta è terminato invece sul risultato di 1-3. Un successo netto per gli orobici, che erano inizialmente andati sotto per un gol realizzato da Ciccio Caputo al 10′. L’autorete di Kristoffer Askildsen, tuttavia, ha aperto le porte alla remuntada degli ospiti, che successivamente sono andati in gol con Duvan Zapata Josip Ilicic. Pari, infine, tra Udinese ed Hellas Verona. I padroni di casa dopo soli tre minuti erano andati in vantaggio con Isaac Success, ma nel secondo tempo Antonin Barak su calcio di rigore ha riportato il risultato sull’equilibrio. Risultato finale 1-1. (agg. di Chiara Ferrara)

RISULTATI SERIE A: PARTITE AL VIA!

Siamo finalmente pronti a dare il via ai risultati di Serie A: si comincia con Juventus Sassuolo e Udinese Verona, ed è inevitabile pensare che Massimiliano Allegri affronta oggi quell’avversario che, battendolo 1-0 al Mapei Stadium nel novembre 2015, aveva di fatto scosso l’orgoglio bianconero e dato il via (arrivato con il derby vinto in extremis, grazie al gol di Juan Cuadrado) alla sensazionale striscia di 15 vittorie che aveva portato al rimontone con annesso quinto scudetto consecutivo, il secondo per l’allenatore toscano. Ne parliamo oggi perchè la Juventus attuale è partita ancora peggio di quella versione; si è però ripresa prima inanellando quattro successi consecutivi, e riuscendo a evitare la sconfitta a San Siro contro l’Inter.

Adesso, quinta in classifica in compagnia di Atalanta e Fiorentina, la squadra bianconera ha certamente ritrovato smalto ma sa bene che, se vorrà davvero competere per lo scudetto, dovrà fare meglio di così anche perchè davanti, almeno per il momento, il passo è straordinario. Ad aiutare Allegri può esserci la situazione in Champions League, la Juventus è sostanzialmente qualificata agli ottavi anche se all’ultima giornata potrebbe doversi giocare il primo posto nel girone a Stamford Bridge; naturalmente arriverà il tempo per pensare anche a questo, adesso la concentrazione deve essere massima per sfidare e battere il Sassuolo e provare a recuperare altre posizioni nella classifica di Serie A. Mettiamoci dunque comodi e stiamo a vedere come andranno le cose sui campi, perchè per i risultati di Serie A si inizia a giocare! (agg. di Claudio Franceschini)

I DUE VOLTI

Altra valutazione che possiamo fare in attesa dei risultati di Serie A è quella legata alla Lazio. Come abbiamo accennato, la squadra biancoceleste è andata in ritiro dopo il 4-1 incassato sul campo del Verona: una tremenda batosta che è arrivata una settimana dopo la brillante vittoria sull’Inter (che era ancora imbattuta), ma la storia si è ripetuta perchè, vinto il derby contro la Roma, la Lazio era caduta a Bologna senza appelli, incassando tre reti e non riuscendo a segnare. Insomma, al momento possiamo parlare di una squadra dai due volti o che comunque fatica tantissimo in trasferta: alla prima giornata la Lazio aveva vinto a Empoli ma poi  ha perso tre delle quattro partite giocate fuori casa, racimolando un punto contro il Torino grazie a un gol arrivato all’ultimo secondo del recupero.

Sarri aveva già affrontato parecchie difficoltà nella sua stagione alla Juventus, ma si era sempre mantenuto in testa alla classifica di Serie A e alla fine aveva vinto lo scudetto; qui naturalmente rischia di fare peggio di quel Simone Inzaghi che ha portato la società biancoceleste ad un’altra dimensione rispetto al passato recente. Da capire allora quale sarà la reazione di oggi: la Fiorentina è un’avversaria ancora instabile nel suo rendimento e l’occasione è ghiotta per riprendere la marcia, ma in caso di sconfitta la Lazio andrebbe a -4 dai viola e potrebbe staccarsi da altre rivali dirette per l’Europa… (agg. di Claudio Franceschini)

LE DUE SQUADRE DELLA ROMA

Per analizzare al meglio i risultati di Serie A dobbiamo certamente parlare anche della Roma: gli ultimi giorni in casa giallorossa (e non solo) sono stati caratterizzati dalle parole che José Mourinho ha riservato dopo la clamorosa batosta (1-6) incassata dal Bodo/Glimt in Conference League. Riassumendo, lo Special One si è preso le responsabilità circa la squadra messa in campo ma, nemmeno troppo implicitamente (anzi) ha pubblicamente gettato la croce addosso alle sue seconde linee, sostenendo che non siano all’altezza dei titolari e continuando a ribadire il concetto, rimarcando infatti il buon andamento in campionato (anche se la Roma ha perso le ultime tre trasferte).

Intanto, come risultato, quattro giocatori del disastro norvegese (Marash Kumbulla, Gonzalo Villar, Amadou Diawara e Borja Mayoral) sono finiti in tribuna e Gonzalo Villar non ha preso affatto bene la seconda esclusione consecutiva; la Roma, quarta in classifica con 16 punti, oggi affronta il Cagliari alla Sardegna Arena e naturalmente in campo ci saranno i titolari, ma sarà ovviamente interessante scoprire cosa succederà quando Mourinho avrà bisogno di tutte le forze a disposizione per inseguire qualunque sia l’obiettivo che gli verrà riservato dai risultati di Serie A. Che la situazione nell’ambiente giallorosso sia destinata ad esplodere? Lo vedremo… (agg. di Claudio Franceschini)

PROSEGUE IL TURNO INFRASETTIMANALE!

I risultati di Serie A ci fanno proseguire nell’analisi del turno infrasettimanale: si gioca ancora per la 10^ giornata e mercoledì 27 ottobre assisteremo a sei partite, con due (Juventus Sassuolo e Udinese Verona) che fungeranno da ideali anticipi per poi lanciarci verso la fascia oraria delle ore 20:45, nella quale si giocheranno Cagliari Roma, Empoli Inter, Lazio Fiorentina e Sampdoria Atalanta. Dovremo aspettare domani per scoprire se il Napoli prolungherà la sua striscia positiva, ma intanto non ci possiamo lamentare perchè oggi abbiamo parecchia carne al fuoco, con alcune squadre che cercano riscatto e altre che vogliono la conferma.

Forse il vero big match di questo turno infrasettimanale, ce lo dice la classifica di Serie A ma anche la storia, è rappresentato da Lazio Fiorentina; in campo avremo però alcune big in Juventus, Inter e Roma senza dimenticarsi dell’Atalanta, e allora prima di scoprire quali saranno i risultati di Serie A per questa 10^ giornata (inaugurata come ricorderete da ben tre anticipi del martedì) dobbiamo fare qualche analisi approfondita andando a valutare alcune situazioni in primo piano, naturalmente partendo da quello che abbiamo visto fino a questo momento nel massimo campionato di calcio, che continua a essere entusiasmante.

RISULTATI SERIE A: SITUAZIONE E CONTESTO

Nei risultati di Serie A per questo mercoledì dedicato alla 10^ giornata sarà interessante scoprire come ripartiranno Inter e Juventus, che si sono divise la posta nel derby d’Italia: i nerazzurri non vincono da due giornate mentre i bianconeri hanno prolungato a 6 la serie di partite senza sconfitte, ma è anche vero che Massimiliano Allegri è entrato nel turno infrasettimanale con 10 punti di ritardo dal tandem in vetta e non può più perdere altro terreno. Chi affronta aria di crisi è senza dubbio la Lazio, se non altro perchè Maurizio Sarri ha incassato 7 gol nelle ultime due trasferte e la società ha deciso di mandare la squadra in ritiro.

La Fiorentina che arriverà allo stadio Olimpico sarà agguerrita e rinfrancata dalla brillante vittoria centrata sul Cagliari, sapendo comunque che bisognerà ancora viaggiare per arrivare a giocarsi le posizioni europee. Lo stesso vale per il Sassuolo che è decisamente più indietro in classifica; tra le squadre che non hanno ancora inserito le marce alte troviamo l’Atalanta, che rispetto a quanto fatto nelle ultime stagioni è partita con il freno a mano tirato e ha già perso qualche occasione per spiccare il volo (si veda l’ultimo pareggio casalingo contro l’Udinese), ma la Sampdoria al netto della vittoria di settimana scorsa sta facendo fatica. Queste le principali analisi, altre le faremo a breve e il resto come sempre ce lo dirà il campo…

RISULTATI SERIE A: 10^ GIORNATA

ore 18:30 Juventus Sassuolo 1-1 – 44′ Frattesi (S), 76′ McKennie (J)

ore 18:30 Sampdoria Atalanta 1-2 – 10′ Caputo (S), 17′ D. Zapata (A), 21′ D. Zapata (A)

ore 18:30 Udinese Verona 1-1 – 3′ Isaac (U), 83′ rig. Barak (V)

ore 20:45 Cagliari Roma

ore 20:45 Empoli Inter

ore 20:45 Lazio Fiorentina

 

CLASSIFICA SERIE A

Milan 28

Napoli 25

Inter 18

Roma 16

Atalanta, Juventus, Fiorentina 15

Lazio 14

Bologna, Empoli 12

Verona, Torino, Sassuolo 11

Udinese 10

Sampdoria 9

Spezia, Venezia 8

Genoa, Salernitana 7

Cagliari 6

© RIPRODUZIONE RISERVATA