Risultati Serie A, classifica/ Reti bianche a San Siro: milan e Juventus si annullano

- Claudio Franceschini

Risultati Serie A, classifica: diretta gol live score delle partite che domenica 23 gennaio concludono il programma della 23^ giornata di campionato, spicca il big match Milan Juventus.

Theo Hernandez Brahim Diaz Dybala Juventus Milan lapresse 2022 640x300
Risultati Serie A, 23^ giornata (Foto LaPresse)

RISULTATI SERIE A: PAREGGIO A SAN SIRO

Ultimo dei risultati di Serie A per la 23^ giornata è il pareggio di Milan Juventus: a San Siro le due squadre non riescono a superarsi e così è un nulla di fatto anche per la classifica di Serie A. Allunga l’Inter, i rossoneri perdono anche due punti rispetto al Napoli che dunque torna a occupare la seconda posizione – in coabitazione con il Diavolo – la Juventus invece si trova a +4 sulla Roma ma perde altro terreno rispetto alle prime posizioni, pur tenendo il passo dell’Atalanta in chiave quarto posto. Per fare davvero la differenza, la squadra di Massimiliano Allegri avrebbe dovuto vincere questa partita.

Non le è riuscito ma comunque dai risultati di Serie A può uscire, prima della sosta, con un minimo di soddisfazione perché in caso di sconfitta si sarebbe fatta dura anche per la Champions League. Il Milan può fare lo stesso discorso, ma dopo aver perso in casa contro lo Spezia Stefano Pioli avrebbe voluto la posta piena anche come risposta psicologica alle rivali; i rossoneri invece non sono riusciti a battere la Juventus, e ora dopo le nazionali rischieranno inevitabilmente di perdere in maniera definitiva il treno scudetto, qualcosa che del resto era accaduta anche nella passata stagione… (agg. di Claudio Franceschini)

ROMA OK A EMPOLI

Il penultimo dei risultati di Serie A per la 23^ giornata è la vittoria della Roma, in una partita davvero pazza: i giallorossi vincono 4-2, ma dopo aver dominato nel primo tempo rischiano di farsi rimontare nella ripresa da un Empoli che ha decisamente rallentato il passo, e che continua a dimostrare come al Castellani sia una squadra diversa rispetto alle trasferte. La prima frazione della Roma è un capolavoro: tra il 24’ e il 37’ segna due volte Abraham (anche se la seconda rete è “condivisa” con Gianluca Mancini), poi torna al gol Sérgio Oliveira e infine fa poker Zaniolo. L’Empoli è annichilito, ma nel secondo tempo si rimette in partita: Pinamonti segna la carica accorciando le distanze, poi va a segno il solito Bajrami che incredibilmente porta i toscani a crederci.

La Roma prende paura, ma tutto sommato regge; così José Mourinho si prende vittoria e sesto posto solitario nella classifica di Serie A, aspettando di scoprire se riuscirà anche a guadagnare punti sulla Juventus in chiave quinta posizione (intanto è già più vicino alla Champions League). Adesso è davvero il momento di riferirci a San Siro, dove Milan Juventus sta per cominciare e, almeno speriamo, ci fornirà un grande spettacolo per chiudere i risultati di Serie A della 23^ giornata. (agg. di Claudio Franceschini)

IL NAPOLI VINCE

Cosa ci dicono i risultati di Serie A per la 23^ giornata? Il Napoli continua la sua marcia verso lo scudetto, almeno idealmente visto che bisogna aspettare il Milan: intanto i partenopei rosicchiano due punti all’Atalanta in chiave terzo posto, schiantando 4-1 una Salernitana sempre più ultima in classifica. Al Maradona però servono due rigori, di Mertens e Lorenzo Insigne, per allungare definitivamente; anche l’espulsione di Veseli, perché nel primo tempo Federico Bonazzoli aveva risposto a Juan Jesus ma poi nella ripresa un altro difensore, Rrahmani, ha permesso al Napoli di prendersi il terzo gol e imprimere un chiaro segnale a una partita comunque più tosta di quanto il risultato possa far sembrare.

Colpo grosso dello Spezia contro la Sampdoria: rovinato il ritorno di Giampalo sulla panchina blucerchiata, doriani in crisi e Thiago Motta da quando si è iniziato a parlare di esonero ha iniziato a volare, ora con la rete decisiva di Daniele Verde può sognare la salvezza. Il Torino invece manca il colpo del ko contro il Sassuolo: Raspadori riprende Sanabria a due minuti dal 90’ e per Ivan Juric è una grande occasione sprecata, mentre se la gode Alessio Dionisi che tutto sommato ottiene un pareggio positivo. Adesso per i risultati di Serie A stiamo per vivere Empoli Roma con José Mourinho che potrebbe salire da solo al sesto posto in classifica, ovviamente poi aspetteremo le scintille del posticipo che come sappiamo è Milan Juventus… (agg. di Claudio Franceschini)

PAREGGIO ALLA SARDEGNA ARENA

Considerate le premesse e come è andata, che Cagliari Fiorentina per i risultati di Serie A sia finita 1-1 è un successo per i viola. Senza Vlahovic la Fiorentina ottiene solo un pareggio alla Sardegna Arena, ma per l’appunto può dirsi soddisfatta: dopo 8 minuti Biraghi ha a disposizione un calcio di rigore ma Radunovic glielo para, così all’inizio del secondo tempo Joao Pedro trova il modo di portare in vantaggio il Cagliari. Alla metà della ripresa, poco prima, la Fiorentina resta anche in inferiorità numerica: espulso Odriozola, dunque Walter Mazzarri fiuta l’odore di una vittoria che sarebbe fondamentale per la salvezza del Cagliari.

Tuttavia, si deve accontentare di un solo punto: Riccardo Sottil, ex della partita, a un quarto d’ora dal termine punisce il Cagliari e se non altro evita la sconfitta per una Fiorentina che però non riesce a staccare la Lazio nella classifica di Serie A, e ora potrebbe essere a sua volta sorpassata dalla Roma che giocherà nel tardo pomeriggio. Per il Cagliari si può comunque parlare di un pareggio positivo, soprattutto considerata la sconfitta del Venezia; bisognerà però vedere ora cosa faranno le altre rivali per la salvezza, a cominciare da Salernitana, Spezia e Sampdoria che per i risultati di Serie A sono impegnate a breve nelle partite delle 15. Così come il Napoli ovviamente, che cerca una vittoria utile per continuare a mettere pressione a Inter e Milan e staccare l’Atalanta. (agg. di Claudio Franceschini)

ECCO CAGLIARI FIORENTINA

Finalmente siamo pronti a vivere le emozioni che ci vengono riservate dai risultati di Serie A per la 23^ giornata. C’è un grande ritorno oggi, quello di Marco Giampaolo: martedì il nativo di Bellinzona ha lasciato la panchina della Sampdoria a Felice Tufano per la partita di Coppa Italia contro la Juventus, ma oggi dovrebbe sedervi nel già delicatissimo derby contro lo Spezia. Giampaolo torna alla Sampdoria dopo due anni e mezzo: aveva lasciato nel 2019 al termine di tre stagioni comunque positive, nelle quali i blucerchiati avevano raccolto rispettivamente 48, 54 e 53, due decimi e un nono posto e dunque un passo positivo, anche se non era mai arrivato il vero salto di qualità che permettesse di prendersi posizioni utili per l’Europa.

Da quel momento i blucerchiati hanno calato le loro prestazioni, e all’allenatore non è andata meglio: tra Milan e Torino ha infatti avuto 25 panchine con uno score di 5 vittorie, 7 pareggi e 13 sconfitte, raccogliendo due esoneri. Oggi finalmente si rimette in pista in una piazza che ha dimostrato di saperlo apprezzare; rispetto alla sua ultima Sampdoria sono rimasti in nove – dunque nemmeno pochi – ma chiaramente sono cambiate tante cose, vedremo se il sodalizio darà ancora i frutti sperati. Non resta quindi che metterci comodi e stare a vedere quello che ci racconteranno i campi, perché finalmente alla Sardegna Arena è tutto pronto e quindi pe i risultati di Serie A della 23^ giornata si può tornare a giocare! (agg. di Claudio Franceschini)

LA FIORENTINA PER IL SALTO

Uno sguardo più ravvicinato ai risultati di Serie A per la 23^ giornata ci porta a parlare della Fiorentina, che nell’ultimo turno ha schiantato il Genoa con un clamoroso 6-0 e in questo momento potrebbe giocare i preliminari di Europa League, ma naturalmente sogna ancora almeno il quinto posto e, particolare non indifferente, è ai quarti di Coppa Italia avendo eliminato il Napoli al Maradona. Una Fiorentina così non si vedeva da tempo: precisamente da 6 anni, perché l’ultimo a portarla in Europa fu Paulo Sousa, che in quel campionato arrivò anche al primo posto e chiuse in quinta posizione con 64 punti, staccatissima dalla Roma terza ma a -3 dal quarto posto, che all’epoca comunque non portava in Champions League.

Era la Fiorentina di Borja Valero e Josip Ilicic, ma anche di Nikola Kalinic e del compianto Davide Astori come di un Federico Bernardeschi incisivo; l’anno dopo i punti furono 60 ma con ottava piazza, poi con 57 con Stefano Pioli prima del crollo verticale nelle ultime tre stagioni, con 41, 49 e 40 punti e un progetto difficile da comprendere. Oggi i punti sono 35: altri 15 (in 16 partite) e la Fiorentina avrà già fatto meglio delle ultime tre stagioni, soprattutto con il sogno europeo più vivo che mai… (agg. di Claudio Franceschini)

SI INIZIA CON CAGLIARI FIORENTINA

Sono sei le partite che domenica 23 gennaio ci vengono proposte dai risultati di Serie A: si conclude la 23^ giornata e naturalmente il grande highlight è Milan Juventus, che arriverà alle ore 20:45 come posticipo serale. Prima però avremo altre sfide da vivere: nello specifico si inizia con il tradizionale lunch match delle ore 12:30, che sarà Cagliari Fiorentina, e poi avremo tre partite alle ore 15:00 con Napoli Salernitana, Spezia Sampdoria e Torino Sassuolo. Alle ore 18:00 quello che possiamo considerare a tutti gli effetti come il primo de posticipi sarà Empoli Roma.

Detto che al Diego Armando Maradona non siamo affatto certi che una partita ci sarà, poiché la situazione della Salernitana con i contagi Covid è realmente al limite e può portare al rinvio – o all’assenza dell’ippocampo dal terreno di gioco – la carne al fuoco non è decisamente poca, anche perché alcune squadre sono reduci dagli impegni di Coppa Italia e dunque possono essere più stanche; vedremo quello che succederà con i risultati di Serie A per la 23^ giornata, intanto possiamo fare una rapida presentazione dei temi principali legati a questa domenica.

RISULTATI SERIE A: SITUAZIONE E CONTESTO

Ci avviciniamo dunque ai risultati di Serie A che concluderanno la 23^ giornata. Come detto è inevitabile che il focus sia a San Siro, dove Milan e Juventus hanno obiettivi al momento diversi ma che potrebbero presto incrociarsi. La rimonta dei bianconeri ha portato il grande ex Massimiliano Allegri a 7 punti dal secondo posto occupato dal Diavolo: naturalmente stiamo parlando di un margine ancora abbondante, ma se la Juventus dovesse riuscire a fare il colpo grosso al Meazza le cose potrebbero anche cambiare, con il Milan che deve vendicare al più presto la sconfitta interna contro lo Spezia, che potrebbe aver lasciato qualche strascico a livello psicologico.

Tra le altre partite di questa interessante domenica del massimo campionato, da considerare con attenzione quello che farà la Roma, che a sua volta vuole avvicinare la possibilità di tornare a correre per un posto in Champions League ma d’altro canto sa bene di non poter perdere altro tempo e terreno; da questo punto di vista occhio alla Fiorentina, che ha segnato 6 gol nell’ultimo turno e può aver fatto il salto di qualità. Scopriremo cosa succederà tra poco, perché ormai i risultati di Serie A per la 23^ giornata sono davvero ad un passo…

RISULTATI SERIE A: 23^ GIORNATA

RISULTATO FINALE Cagliari Fiorentina 1-1 – 47′ Joao Pedro (C), 75′ R. Sottil (F). Note: 8′ Biraghi (F) sbaglia rigore (parato), 65′ esp. Odriozola (F), 68′ Joao Pedro (C) sbaglia rigore (parato)

RISULTATO FINALE Napoli Salernitana 4-1 – 17′ Juan Jesus (N), 33′ F. Bonazzoli (S), 45’+3′ rig. Mertens (N), 47′ Rrahmani (N), 53′ rig. L. Insigne. Note: 50′ esp. Veseli (S)

RISULTATO FINALE Spezia Sampdoria 1-0 – 69′ Verde. Note: 73′ esp. Ekdal (Sa)

RISULTATO FINALE Torino Sassuolo 1-1 – 16′ Sanabria (T), 88′ Raspadori (S)

RISULTATO FINALE Empoli Roma 2-4 – 24′ Abraham (R), 33′ Abraham (R), 35′ Sérgio Oliveira (R), 37′ Zaniolo (R), 55′ Pinamonti (E), 72′ Bajrami (E)

RISULTATO FINALE Milan Juventus 0-0

 

CLASSIFICA SERIE A

Inter 53

Napoli, Milan 49

Atalanta 43

Juventus 42

Roma 38

Fiorentina, Lazio 36

Torino 32

Verona 30

Sassuolo, Empoli 29

Bologna 27

Spezia 25

Udinese 24

Sampdoria 20

Venezia 18

Cagliari 17

Genoa 13

Salernitana 10





© RIPRODUZIONE RISERVATA